ENTI DI DIRITTO PRIVATO IN CONTROLLO PUBBLICO

L'Ente non ha aggiornato i dati
Ragione sociale Associazione Università per la pace
Funzioni Si propone di promuovere lo sviluppo di una cultura della pace basata sul rispetto dei diritti umani, sulla diffusione dei principi democratici e di partecipazione, sulla valorizzazione delle differenze di etnia, religione, cultura e genere, nonchè sulla salvaguardia dell'ambiente.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione La Regione Marche è socio fondatore e sostenitore della Università per la pace
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Costituzione redatta con atto notarile in data 24/09/2009, registrato presso Agenzia delle entrate di Ancona in data 01/10/2009 n. 6403 serie 3
Durata dell'impegno Indefinita
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 32,800.00
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione 1) Giulia Torbidoni in seno al Consiglio Direttivo 2) Francesco Valentini in seno al Collegio dei Revisori dei Conti
Trattamento economico rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate
risultato di bilancio 2015 pareggio
risultato di bilancio 2016 pareggio
risultato di bilancio 2017 € 17.566,61
Incarichi di amministratore dell'Ente Presidente Dr, Mario Busti
Trattamento economico rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.assemblea.marche.it/pace
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Ancona 1
Funzioni La gestione dell'Ambito Territoriale di Caaccia AN 1, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambinetale e venatorio nel territorio dell'ATC medesimo. A tal fine l'Associazione svolgerà tutte le funzioni previste per gli organismi di gestionedalle norme via via vigenti in materia, ed in particolare, dalla legge 11/02/1992 n. 157 e dalla legge regionale Marche n. 07 del 05/01/1995 e successive modificazioni ed integrazioni. L'Associazione, comunque, potrà svolgere ogni attività connessa con la tutela, la conservazione ed il miglioramento del territorio e dell'ambiente e con la effettiva formazione degli interessi, della cultura e di ogni prodotto in materia faunistica, ambientale, venatoria ed agricola direttamente o anche mediante lo svolgimento di attività imprenditoriali e/o la partecipazione al capitale di società e/o a consorzi di impresa per la realizzazione di specifici progetti, particolrmente nel settore agricolo e forestale, ambientale e della produzione sul territorio, di selvaggina.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione NESSUNA PARTECIPAZIONE
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Rep. Notaio Biondi 41.596 del 03/10/1996 - Reg. al n. 662 - U.R. Senigallia, in data 18/10/1996
Durata dell'impegno La durata dell'Associazione è fissata sino al 31/12/2095
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione DGR nr. 966 del 07/08/2018 di riparto e assegnazione risorse finanziarie per l'anno 2018, il dato risulta essere di €. 87.360,50.
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione NESSUNO
Trattamento economico NON PREVISTO - PER I COMPONENTI DEL COMITATO GESTIONE E' PREVISTO IL SOLO RIMBORSO SPESE CHILOMETRICO PARI ALLE TARIFFE ACI
risultato di bilancio 2015 €, 81,084.52
risultato di bilancio 2016 €, 160,171.86
risultato di bilancio 2017 €, 227,808.48
Incarichi di amministratore dell'Ente E' previsto un Comitato di Gestione e un Presidente dell'ATC - Presidente Medici Sauro
Trattamento economico NESSUNO - PER I COMPONENTI DEL COMITATO DI GESTIONE E' PREVISTO IL SOLO RIMBORSO SPESE CHILOMETRICO PARI ALLE TARIFFE ACI
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale WWW.ATCAN1.ORG
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Ancona 2
Funzioni E’ un’Associazione che ha come finalità la gestione faunistica, venatoria ed ambientale del territorio compreso all’interno dell’A.T.C. medesimo, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambientale e venatorio sempre nel territorio di sua competenza. Gli interventi di gestione faunistica di competenza dell’A.T.C. sono: - organizzazione delle attività di ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica; redazione dei piani locali di assestamento faunistico con particolare riferimento alle popolazioni di specie oggetto di prelievo venatorio con contestuale programmazione degli interventi di gestione faunistica ivi comprese le immissioni a scopo di ripopolamento e i prelievi; - studio ed attuazione di interventi per il miglioramento degli habitat; - attribuzione degli incentivi economici ai proprietari e conduttori di aziende agricole, in conformità allo specifico regolamento ed al Piano Faunistico provinciali; - risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e dall’esercizio della caccia in conformità agli indirizzi del Regolamento Provinciale e del Piano Faunistico Venatorio Provinciale; - proposta di eventuali deroghe o modificazioni del calendario venatorio in relazione a particolari situazioni faunistiche e/o ambientali; - effettuazione, anche avvalendosi della collaborazione di aziende, enti e organizzazioni specializzati, del monitoraggio del territorio ai fini dell’individuazione e prevenzione di situazioni di inquinamento e di rischio ambientale, elaborando poi organiche proposte operative da sottoporre alle Amministrazioni competenti; - organizzazione e gestione, anche in collaborazione con altre Organizzazioni, di corsi e seminari di cultura e di aggiornamento in tema faunistico e ambientale, anche in riferimento alle tecniche colturali compatibili con l’ambiente
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione Nessuna
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Atto registrato presso l'ufficio del registro di Senigallia (AN) il 27.08.1996 al n. 497 serie n. 1
Durata dell'impegno 31 dicembre 2095
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione Importi di risorse finanziarie erogate dalla RM (Contributi, fondi, etc) nell'anno 2018: 281.560
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 € 35.456,00
risultato di bilancio 2016 € 89.858,00
risultato di bilancio 2017 -€ 5.054,00
Incarichi di amministratore dell'Ente STAFFOLANI ADRIANO
Trattamento economico rimborso a piè di lista
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.atcan2.it
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Ascoli Piceno
Funzioni E’ un’Associazione che ha come finalità la gestione faunistica, venatoria ed ambientale del territorio compreso all’interno dell’A.T.C. medesimo, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambientale e venatorio sempre nel territorio di sua competenza. Gli interventi di gestione faunistica di competenza dell’A.T.C. sono: - organizzazione delle attività di ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica; redazione dei piani locali di assestamento faunistico con particolare riferimento alle popolazioni di specie oggetto di prelievo venatorio con contestuale programmazione degli interventi di gestione faunistica ivi comprese le immissioni a scopo di ripopolamento e i prelievi; - studio ed attuazione di interventi per il miglioramento degli habitat; - attribuzione degli incentivi economici ai proprietari e conduttori di aziende agricole, in conformità allo specifico regolamento ed al Piano Faunistico provinciali; - risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e dall’esercizio della caccia in conformità agli indirizzi del Regolamento Provinciale e del Piano Faunistico Venatorio Provinciale; - proposta di eventuali deroghe o modificazioni del calendario venatorio in relazione a particolari situazioni faunistiche e/o ambientali; - effettuazione, anche avvalendosi della collaborazione di aziende, enti e organizzazioni specializzati, del monitoraggio del territorio ai fini dell’individuazione e prevenzione di situazioni di inquinamento e di rischio ambientale, elaborando poi organiche proposte operative da sottoporre alle Amministrazioni competenti; - organizzazione e gestione, anche in collaborazione con altre Organizzazioni, di corsi e seminari di cultura e di aggiornamento in tema faunistico e ambientale, anche in riferimento alle tecniche colturali compatibili con l’ambiente
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) associazione costituita con atto a rogito del Notaio Nazzareno Cappelli in data 3 luglio 1997 repertorio n. 51480/11622 registrato ad Ascoli Piceno il 14 luglio 1997 al n. 1244 serie 1.
Durata dell'impegno 12/31/95
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione 0
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione Nessuno
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 € 24.384,06
risultato di bilancio 2016 € 61.680,47
risultato di bilancio 2017 € 36.671,82
Incarichi di amministratore dell'Ente Presidente: Alessandro Spaccasassi
Trattamento economico
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.atcascoli.it
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Firmano Sibillini
Funzioni E’ un’Associazione che ha come finalità la gestione faunistica, venatoria ed ambientale del territorio compreso all’interno dell’A.T.C. medesimo, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambientale e venatorio sempre nel territorio di sua competenza. Gli interventi di gestione faunistica di competenza dell’A.T.C. sono: - organizzazione delle attività di ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica; redazione dei piani locali di assestamento faunistico con particolare riferimento alle popolazioni di specie oggetto di prelievo venatorio con contestuale programmazione degli interventi di gestione faunistica ivi comprese le immissioni a scopo di ripopolamento e i prelievi; - studio ed attuazione di interventi per il miglioramento degli habitat; - attribuzione degli incentivi economici ai proprietari e conduttori di aziende agricole, in conformità allo specifico regolamento ed al Piano Faunistico provinciali; - risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e dall’esercizio della caccia in conformità agli indirizzi del Regolamento Provinciale e del Piano Faunistico Venatorio Provinciale; - proposta di eventuali deroghe o modificazioni del calendario venatorio in relazione a particolari situazioni faunistiche e/o ambientali; - effettuazione, anche avvalendosi della collaborazione di aziende, enti e organizzazioni specializzati, del monitoraggio del territorio ai fini dell’individuazione e prevenzione di situazioni di inquinamento e di rischio ambientale, elaborando poi organiche proposte operative da sottoporre alle Amministrazioni competenti; - organizzazione e gestione, anche in collaborazione con altre Organizzazioni, di corsi e seminari di cultura e di aggiornamento in tema faunistico e ambientale, anche in riferimento alle tecniche colturali compatibili con l’ambiente
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione LA MISURA DI PARTECIPAZIONE E' REGOLATA DALL'ART. 41 L.R. 7/95
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) ATTO RREP. N. 99373 RACCOLTA N. 9644 - REG. IL 10/10/1997
Durata dell'impegno 12/31/96
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 39,772.00
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione Nessuno
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 -€ 49.346,00
risultato di bilancio 2016 -€ 27.359,00
risultato di bilancio 2017 € 20.314,00
Incarichi di amministratore dell'Ente Pasquali Tonino
Trattamento economico
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale WWW.ATCFM.IT
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Macerata 1
Funzioni E’ un’Associazione che ha come finalità la gestione faunistica, venatoria ed ambientale del territorio compreso all’interno dell’A.T.C. medesimo, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambientale e venatorio sempre nel territorio di sua competenza. Gli interventi di gestione faunistica di competenza dell’A.T.C. sono: - organizzazione delle attività di ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica; redazione dei piani locali di assestamento faunistico con particolare riferimento alle popolazioni di specie oggetto di prelievo venatorio con contestuale programmazione degli interventi di gestione faunistica ivi comprese le immissioni a scopo di ripopolamento e i prelievi; - studio ed attuazione di interventi per il miglioramento degli habitat; - attribuzione degli incentivi economici ai proprietari e conduttori di aziende agricole, in conformità allo specifico regolamento ed al Piano Faunistico provinciali; - risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e dall’esercizio della caccia in conformità agli indirizzi del Regolamento Provinciale e del Piano Faunistico Venatorio Provinciale; - proposta di eventuali deroghe o modificazioni del calendario venatorio in relazione a particolari situazioni faunistiche e/o ambientali; - effettuazione, anche avvalendosi della collaborazione di aziende, enti e organizzazioni specializzati, del monitoraggio del territorio ai fini dell’individuazione e prevenzione di situazioni di inquinamento e di rischio ambientale, elaborando poi organiche proposte operative da sottoporre alle Amministrazioni competenti; - organizzazione e gestione, anche in collaborazione con altre Organizzazioni, di corsi e seminari di cultura e di aggiornamento in tema faunistico e ambientale, anche in riferimento alle tecniche colturali compatibili con l’ambiente
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione NESSUNA PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE MARCHE
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) 112300/12572 DEL 23 GIUGNO 1998
Durata dell'impegno fino al 31.12.2094
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione ANNO 2017 € 200,191,86
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione NESSUN RAPPRESENTANTE NOMINATO DALLA REGIONE MARCHE
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 € 10.947,77
risultato di bilancio 2016 € 9.693,36
risultato di bilancio 2017 - € 4.668.33
Incarichi di amministratore dell'Ente COMITATO DI GESTIONE COMPOSTO DA 11 MEMBRI
Trattamento economico NESSUNA FORMA DI RETRIBUZIONE
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale WWW.ATCMACERATA1.IT
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Macerata 2
Funzioni Attività faunistica, ambientale e venatoria
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione /
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Rep. 41255 del 19/04/2013 Notaio Gentilucci
Durata dell'impegno 12/31/95
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione /
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione /
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 € 6.900,02
risultato di bilancio 2016 € 43.331,79
risultato di bilancio 2017 € 51.875,72
Incarichi di amministratore dell'Ente Chiaramoni Pio
Trattamento economico 7,920.00
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale http://www.atcmc2.it/
L'Ente non ha fornito i dati richiesti.
Ragione sociale Ambito Territoriale di Caccia Pesaro 2
Funzioni E’ un’Associazione che ha come finalità la gestione faunistica, venatoria ed ambientale del territorio compreso all’interno dell’A.T.C. medesimo, nonché ogni attività di carattere faunistico, ambientale e venatorio sempre nel territorio di sua competenza. Gli interventi di gestione faunistica di competenza dell’A.T.C. sono: - organizzazione delle attività di ricognizione delle risorse ambientali e della consistenza faunistica; redazione dei piani locali di assestamento faunistico con particolare riferimento alle popolazioni di specie oggetto di prelievo venatorio con contestuale programmazione degli interventi di gestione faunistica ivi comprese le immissioni a scopo di ripopolamento e i prelievi; - studio ed attuazione di interventi per il miglioramento degli habitat; - attribuzione degli incentivi economici ai proprietari e conduttori di aziende agricole, in conformità allo specifico regolamento ed al Piano Faunistico provinciali; - risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e dall’esercizio della caccia in conformità agli indirizzi del Regolamento Provinciale e del Piano Faunistico Venatorio Provinciale; - proposta di eventuali deroghe o modificazioni del calendario venatorio in relazione a particolari situazioni faunistiche e/o ambientali; - effettuazione, anche avvalendosi della collaborazione di aziende, enti e organizzazioni specializzati, del monitoraggio del territorio ai fini dell’individuazione e prevenzione di situazioni di inquinamento e di rischio ambientale, elaborando poi organiche proposte operative da sottoporre alle Amministrazioni competenti; - organizzazione e gestione, anche in collaborazione con altre Organizzazioni, di corsi e seminari di cultura e di aggiornamento in tema faunistico e ambientale, anche in riferimento alle tecniche colturali compatibili con l’ambiente
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione non c'è partecipazione
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) 14/12/1996 – registrato Agenzia delle Entrate n. 1360 Serie 3
Durata dell'impegno Indefinita
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione non determinato come da Legge Regionale 7/95 Art. 41
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione Nessuno
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 -€ 76.597,00
risultato di bilancio 2016 € 126.205,00
risultato di bilancio 2017 € 69.476,93
Incarichi di amministratore dell'Ente Comitato di Gestione
Trattamento economico nessuno
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale www.atcps2.it
Ragione sociale Centro Interregionale Studi e Documentazione - CINSEDO
Funzioni Il Centro: a. effettua – su richiesta della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e di ciascun Presidente di Regione e Provincia autonoma – studi e ricerche in materia giuridica, economica, amministrativa con particolare riferimento all’ordinamento ed alle esigenze regionali e locali ed ai rapporti con i poteri dello Stato; b. garantisce il necessario supporto operativo, tecnico e giuridico predisponendo, anche come segreteria della Conferenza, la documentazione necessaria all'attività della stessa; c. promuove ricerche, indagini, rilevazioni e studi attinenti all'ordinamento regionale italiano e al suo funzionamento; d. cura la diffusione, con ogni mezzo ritenuto opportuno, dei risultati conseguiti; e. raccoglie, coordina ed elabora informazioni e dati connessi con le finalità anzidette; f. favorisce l'informazione e la documentazione sulle attività delle Regioni e Province autonome; g. collabora con soggetti pubblici e privati che s'interessano delle finalità di cui sopra; h. svolge ogni altro compito affidatogli dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione 3.72%
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) 22-Jul-81
Durata dell'impegno Indefinito
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 135,479.70
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione nesssuno
Trattamento economico 0
risultato di bilancio 2015 € 667.689,02
risultato di bilancio 2016 € 468.862,01
risultato di bilancio 2017 -€ 24,73
Incarichi di amministratore dell'Ente Dott,ssa Marina Principe
Trattamento economico € 120,780.00
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale www.regioni.it
Ragione sociale Conferenza Regioni Periferiche Marittime d'Europa - CRPM
Funzioni Associazione No Profit per la cooperazione politica e tecnica tra le 160 regioni dei 28 paesi aderenti
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione Adesione della Regione Marche alla CRPM dal 1975
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Atto costitutivo dichiarato presso la Prefettura d'Ille-et-Vilaine -Francia- on 8/10/2010 N° W353009536 - N° Siret 530 548 361 00019 (codice fiscale francese)
Durata dell'impegno Indefinito
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 28.849,00 relativo alle quote associative degli anni 2019
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione 2 rappresentanti politici (Presidente e Assessore), 11 rappresentanti in totale abilitati a ricevere informazioni e a interagire con la CRPM
Trattamento economico Nessun incarico assegnato ai rappresentanti delle regioni partecipanti alla CRPM negli organi assembleari (Assemblea Generale o Ufficio Politico) o Gruppi di lavoro è remunerato. Questo tipo di funzioni è svolto a titolo gratuito.
risultato di bilancio 2015 € 207.440,00
risultato di bilancio 2016 € 124.533,00
risultato di bilancio 2017 -€ 194.699
Incarichi di amministratore dell'Ente No
Trattamento economico No
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Non necessaria
Sito istituzionale www.crpm.org
Ragione sociale Fondazione Marche Cultura
Funzioni La Fondazione, sulla base dell'articolo 4 della legge regionale 28 dicembre 2015, n. 30, ferma restando la titolarità in capo alla Regione Marche delle funzioni di film commission, catalogazione dei beni audiovisivi e culturali e valorizzazione dei musei, istituti e luoghi della cultura, svolge le seguenti funzioni: - la gestione delle attività di film commission; - la gestione delle attività di produzione, raccolta, conservazione e diffusione dei materiali audiovisivi riguardanti la storia, la cultura e le tradizioni delle Marche; - la gestione delle attività di catalogazione, di valorizzazione e di fruizione del patrimonio culturale, anche attraverso il sistema informativo regionale e le relative banche dati; - la realizzazione dell'integrazione tra offerta culturale e turistica, attraverso attività di comunicazione web e social media anche mediante l'organizzazione di eventi; - l'attuazione di servizi per la valorizzazione dei musei, degli istituti e dei luoghi della cultura del territorio.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione contributo a titolo di concorso al finanziamento delle spese di funzionamento
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) N. 23563 di repertorio N. 8100 di Raccolta del 09/12/2011 (notaio Baldassarri di Maiolati Spontini - AN)
Durata dell'impegno illimitata
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 560,950.00
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione 3
Trattamento economico non previsto
risultato di bilancio 2015 € 508,00
risultato di bilancio 2016 € 1.060,00
risultato di bilancio 2017 € 6.787,00
Incarichi di amministratore dell'Ente Presidente: Paolo Tanoni (fino al 03/07/2019)
Trattamento economico non previsto
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale WWW.FONDAZIONEMCM.IT
Ragione sociale Fondazione Orchestra Regionale delle Marche - FORM
Funzioni a) la costituzione e la gestione di un complesso orchestrale stabile a carattere pro-fessionale, in possesso della qualifica
di Istituzione concertistica orchestrale (ICO), riconosciuta ai sensi dell'art. 28, comma 4, della legge 14 agosto 1967, n. 800, i cui componenti sono scelti in base alle di-sposizioni previste dal presente statuto, al fine di realizzare con continuità programmi di produzione e di distribuzione musicale, in collaborazione con gli enti locali, con i teatri presenti nel territorio regionale e con istituzioni assimilate;
b) la promozione dello sviluppo e della diffusione della cultura musicale nel territorio regionale e la realizzazione di
concerti oltre che nel territorio regionale anche in sedi diverse nel territorio nazionale e all'estero;
c) la promozione, anche in collaborazione con soggetti pubblici e privati, di attività di formazione, aggiornamento, specializzazione, perfezionamento e riqualificazione nel campo orchestrale, con particolare riguardo alla formazione giovanile;
d) l'organizzazione e la gestione di corsi di formazione professionale.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione partecipazione nella Fondazione che però non ha un capitale sociale
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Atto costitutivo repertorio n. 55866, raccolta n. 14114 del 28/2/2000 notaio Guido Bucci
Durata dell'impegno Indefinita
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione € 335,000.00
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione 2 consiglieri di amministrazione
Trattamento economico gettone di € 30 a seduta C.d.A., oltre al rimborso spese (ex art. 6 c. 2 DL 78/2010 convertito in L 122/2010)
risultato di bilancio 2015 € 3.749,00
risultato di bilancio 2016 -€ 32.089,00
risultato di bilancio 2017 € 932,00
Incarichi di amministratore dell'Ente Carlo Maria Pesaresi ( Presidente FORM-legale rappresentante)
Trattamento economico gettone di € 30 a seduta C.d.A., oltre al rimborso spese (ex art. 6 c. 2 DL 78/2010 convertito in L 122/2010)
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.filarmonicamarchigiana.com
Ragione sociale Fondazione Patrimonio Fiere
Funzioni La Fondazione si prefigge come principale finalità quella di favorire e sviluppare l’attività fieristica nella Regione Marche promuovendo al contempo le economie dei distretti produttivi nazionali. A tal fine, offre servizi accessori e complementari di natura organizzativa, tecnica e commerciale interenti l’attività fieristica e la gestione di complessi immobiliari destinati ad ospitare eventi fieristici.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione SOCIO FONDATORE DAL 1/12/2006
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) ATTO NOTAIO LICINI DI PESARO REP.N.30093 DEL 28/7/06
Durata dell'impegno Indefinita
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione 0
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione N.1 consigliere (Bartolini Giorgio)
Trattamento economico € 30,00 gettone di presenza
risultato di bilancio 2015 -€ 328.876,00
risultato di bilancio 2016 -€ 266.663,00
risultato di bilancio 2017 -€ 335.888,00
Incarichi di amministratore dell'Ente Presidente: Alfredo Mietti
Trattamento economico 0
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale WWW.FIEREDELLEMARCHE.IT
Ragione sociale ITACA Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale
Funzioni L’Associazione non ha fini di lucro ed ha lo scopo di promuovere e garantire un efficace coordinamento tecnico tra le Regioni e le Province Autonome sulle tematiche dei contratti e delle sostenibilità ambientale, anche al fine di assicurare un miglior raccordo con lo Stato, gli Enti Locali e le Associazioni nazionali di rappresentanza degli operatori economici del settore
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione Socio fondatore
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Atto costitutivo n.12779 del 05/07/1996
Durata dell'impegno Durata a tempo indeterminato
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione Euro 12.000,00
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione N.1
Trattamento economico Euro 0
risultato di bilancio 2015 € 4.576,00
risultato di bilancio 2016 € 386,00
risultato di bilancio 2017 34.450,77
Incarichi di amministratore dell'Ente Arch, Anna CASINI (Vicepresidente Regione Marche)
Trattamento economico Il Presidente e tutti i membri del Consiglio Direttivo non ricevono alcuna remunerazione in dipendenza della loro carica
Dichiarazione di insussistenza inconferibilità **dichiarazione non fornita**
Dichiarazione di insussistenza incompatibilità **dichiarazione non fornita**
Sito istituzionale www.itaca.org
L'Ente non ha fornito i dati richiesti.
Ragione sociale SOCIETA' REGIONALE DI GARANZIA MARCHE - SOCIETA' COOPERATIVA PER AZIONI ora UNI.CO. - SOCIETA' COOPERATIVA
Funzioni La società è iscritta nell’albo unico previsto dall’art. 106 del T.U.B e per il conseguimento dello scopo sociale ha per oggetto prevalente, in conformità alle vigenti norme di legge, l’attività di garanzia collettiva dei fidi - di cui all’art. 13 del D.L. 269/2003 e successive modificazioni e integrazioni.
Il Confidi può inoltre esercitare le attività residuali, connesse e strumentali alla garanzia cosi come definite e nei limiti previsti dall’art. 106 del TUB e dalla normativa della Banca d’Italia.
La Società può quindi svolgere:
1. prevalentemente a favore dei propri soci oltre il rilascio di garanzia collettiva dei fidi anche le seguenti attività:
a) prestazione di garanzie a favore dell’Amministrazione Finanziaria dello Stato al fine dell’esecuzione dei rimborsi di imposte alle imprese socie;
b) gestione dei fondi pubblici di agevolazioni, art. 47 comma 2 T.U.B.;
c) stipula, ai sensi dell’art. 47 comma 3 T.U.B., di contratti con le Banche assegnatarie di fondi pubblici di garanzia, per disciplinare i rapporti con le imprese socie, al fine di facilitarne la fruizione;
2. in via residuale e nei limiti massimi previsti da Banca d’Italia, l’attività di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi altra forma ai sensi dell’art. 106 TUB e l’emissione di strumenti di debito da parte delle PMI socie;
3. nonché tutte le attività riservate agli intermediari finanziari autorizzati ed iscritti nell’apposito Albo tenuto dalla Banca d’Italia previste dall’art. 106 del TUB e consentite dalla legge.
La Società Regionale di Garanzia Marche può anche svolgere attività connesse e strumentali, nel rispetto delle riserve di attività previste dalla normativa vigente. Le attività connesse e strumentali che il Confidi può svolgere sono:
- fornire servizi di informazione, consulenza e assistenza alle imprese;
- gestione di immobili ad uso funzionale.
La società svolge la propria attività a favore dei soci cooperatori, nonché delle imprese aderenti ai confidi soci cooperatori, e potrà, ricorrendone i requisiti di legge, operare anche nei confronti di soggetti non soci.
Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione nessuna
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Atto notaio Bucci di Ancona rep. 51696 del 05-12-1995
Durata dell'impegno 12/31/50
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione La Regione Marche nel corso dell’anno 2017 non ha erogato nessun contributo/risorse finanziarie ma ha solo autorizzato al prelevamento del il compenso per la gestione dei Fondo di Garanzia Marche pari ad € 255.132 e il compenso per la gestione del Fondo solidarietà pari ad € 263.750,14.
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione 2
Trattamento economico Per il Presidente del Consiglio di Amministrazione un compenso di € 15.000 e un rimborso delle spese di viaggio che comprenda i pedaggi autostradali e il rimborso chilometrico calcolato secondo le tariffe ACI vigenti. Per il Presidente del Collegio Sindacale un compenso di € 11.000 annui oltre ad un gettone di presenza di € 150 per ogni partecipazione alle sedute del Consiglio di Amministrazione o dell’Assemblea omnicomprensivo del rimborso spese.
Risultato di bilancio 2015 € 78.592,00
Risultato di bilancio 2016 € 172.045,00
Risultato di bilancio 2017 € 40.707.00
Incarichi di amministratore dell'Ente PARADISI MAURIZIO - PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Trattamento economico Per il Presidente del Consiglio di Amministrazione un compenso lordo relativo all'anno 2017 di € 9.450,00, mentre per il Presidente del Collegio Sindacale un compenso lordoi riferito all'anno 2017 per € 7.890,41.
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.uni-co.eu
Ragione sociale Tecnostruttura delle Regioni per il FSE
Funzioni L’Associazione, quale espressione organizzativa dei soci, promuove e agevola l’attività delle Regioni e delle Province Autonome nella programmazione e attuazione delle politiche rivolte allo sviluppo, soprattutto nell’ambito delle politiche di coesione e dei Fondi strutturali. In particolare Tecnostruttura sostiene le Regioni e Province Autonome nelle politiche di sviluppo relative alla valorizzazione delle risorse umane.
L’Associazione Tecnostruttura realizza sistematicamente attività di rafforzamento delle capacità amministrative, attraverso il supporto tecnico, operativo e giuridico alle singole Regioni e Province Autonome nonché agli organismi di rappresentanza, tecnici e politici in seno alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. In particolare Tecnostruttura:
a) assicura il supporto allo svolgimento di funzioni regionali nell’ambito del Fondo sociale europeo ed in generale dei Fondi strutturali e delle politiche di coesione;
b) supporta le Regioni e le Province Autonome nella trattazione coordinata delle tematiche attinenti alle politiche di valorizzazione delle risorse umane, l’istruzione, la formazione e l’orientamento professionale, le politiche dell’occupazione e le professioni e a quelle di sviluppo territoriale attraverso progetti operativi relativi alle materie indicate;
c) garantisce il necessario supporto operativo, tecnico e giuridico predisponendo per le Regioni e le Province Autonome la documentazione necessaria;
d) assicura la presenza ed il riferimento tecnico delle Regioni e Province Autonome nelle commissioni, gruppi e tavoli anche istituzionali di lavoro, sia nazionali che europei nelle materie di cui sopra;
e) raccoglie, coordina ed elabora informazioni e dati connessi con le finalità e gli ambiti di intervento anzidetti;
f) cura la diffusione, con ogni mezzo ritenuto opportuno, dei risultati conseguiti e delle elaborazioni effettuate;
g) cura, su richiesta delle Regioni e Province Autonome, la formazione specifica e l’aggiornamento del personale, in relazione alle tematiche presidiate;
h) favorisce la circolazione delle informazioni, l’informazione e la documentazione sulle attività delle Regioni e Province Autonome nelle materie di riferimento;
i) collabora con soggetti pubblici e privati nazionali e comunitari internazionali che s’interessano delle finalità di cui sopra;
j) svolge ogni altro compito affidatole dalle Regioni e Province Autonome.
Le attività di Tecnostruttura sono svolte esclusivamente a favore delle Regioni e Province Autonome.

Misura dell'eventuale partecipazione dell'Amministrazione Nessuna
Atto di costituzione dell'ente (numero, data) Associazione senza fini di lucro i cui soci sono le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano (art. 2 Statuto Associazione), costituita con atto notarile repertorio n. 45236, raccolta n. 13607 del 29 settembre 1998
Durata dell'impegno
Onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'Amministrazione La quota associativa annua che le Regioni e le Province autonome versano all’Associazione è di € 40.000,00 ciascuna.
La partecipazione della Regione Marche al “Progetto di assistenza tecnica istituzionale alle Regioni e Province Autonome POR 2014-2020” è di € 80.110,00 annui fino al 2022;
La partecipazione della Regione Marche al “Progetto di assistenza tecnica alle Autorità di Audit per il periodo 2014-2020” è di € 5.500,00 annui fino al 2021
Numero di rappresentanti dell'Amministrazione
Trattamento economico
risultato di bilancio 2015 € 427.052,50
risultato di bilancio 2016 € 352.309,55
risultato di bilancio 2017 € 391.670,23
Incarichi di amministratore dell'Ente Il Direttore dell’Associazione è nominato dall’Assemblea a maggioranza assoluta dei soci, Il Direttore ha la legale rappresentanza dell’Associazione e la firma sociale nei rapporti con i terzi e in giudizio (art, 15 Statuto)
Trattamento economico Direttore: € 120.780,00
Dichiarazione di insussistenza e/o inconferibilità Dichiarazione
Sito istituzionale www.tecnostruttura.it

pagina aggioranta al 29/03/2018