Sociale

Focus

Avviso pubblico per l’assegnazione di contributi alle cooperative sociali di tipo B iscritte all’albo regionale – Annualità 2021 (L.R. 34/2001 – “Promozione e sviluppo della cooperazione sociale”) - Attuazione D.G.R. n. 1334 del  10.11.2021- 

La misura è rivolta alle cooperative sociali di tipo B iscritte all’albo regionale e prevede risorse per € 500.000,00 (contributo riconosciuto minimo euro 2.500,00 max euro 50.000,00) con una ripartizione proporzionale in base al numero di addetti rilevati dalla visura sul portale della Camera di Commercio (Telemaco) – dati Inps.

LA DOMANDA DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DEVE ESSERE PRESENTATA DALLE ORE 13:00 DEL 24/11/2021 ALLE ORE 13.00 DEL 3/12/2021-

per informazioni, clicca qui

News

Si comunica che è stata approvata la L.R. n. 27 del 28 ottobre 2021 pubblicata  sul BUR della Regione Marche n. 87 del 4 novembre 2021 , in vigore dal  5 novembre 2021.

che ha modificato le LL.RR. n. 9/2004 e 15/2021, precisamente:

la L.R. 9/2004 eliminando ai fini dell’iscrizione al Registro regionale, l’anno di attività;

la L.R. n. 15/2012 eliminando ai fini dell’iscrizione al Registro la disposizione secondo cui le  c.d. associazioni di secondo livello dovevano essere tutte iscritte al registro ODV.

Terzo settore

 

Il “terzo settore” comprende al suo interno realtà che svolgono attività senza scopo di lucro a diverso titolo e differente organizzazione giuridica.

La regione ha previsto da tempo specifiche leggi che regolamentano le diverse forme di attività e le inserisce a pieno titolo tra i soggetti interlocutori privilegiati della programmazione sociale.

Nel piano sociale 2008-2010 le identità di queste realtà assieme alle funzioni svolte dalle stesse e alle caratteristiche quantitative vengono illustrate nella parte dedicata alla partecipazione. Si tratta di:


Cooperazione sociale

Come espresso con grande chiarezza dall'articolo 1 della legge n. 381/1992, le cooperative sociali “hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini”; esse, dunque, sono connotate in modo originalissimo quali soggetti deputati ex lege a svolgere pubbliche funzioni; con l’affidare loro lo scopo di perseguire quel particolare “interesse generale della comunità” costituito dalla “promozione umana” e dalla “integrazione sociale” la legge non ha fatto altro che affidare loro il dovere di svolgere una funzione pubblica: la funzione sociale di cui al secondo comma dell’articolo 3 della Costituzione. Nella Regione Marche la cooperazione sociale svolge un ruolo importante sia qualitativo che quantitativo.


Volontariato

Si tratta di un altro soggetto importante nel sistema di partecipazione e di costruzione di partnership assieme al mondo dell’associazionismo di promozione sociale. Il volontariato (considerando esclusivamente l’attività svolta dalle organizzazioni iscritte al registro regionale) svolge un ruolo determinante nell'attività di assistenza al cittadino-utente e costituisce una risorsa essenziale della rete di welfare regionale. Si tratta di un soggetto importante su cui la Regione sta investendo in termini di coinvolgimento nella predisposizione di atti di indirizzo finalizzati a promuovere i rapporti nella sussidiarietà orizzontale. Una funzione promozionale molto efficace è svolta dal Centro Servizi del Volontariato in stretto raccordo con il Comitato di gestione dei Fondi speciali e con le stesse Fondazioni bancarie.


Associazionismo di promozione sociale

Costituisce l’ultimo riferimento in termini di partecipazione a seguito dell’approvazione della Legge Regionale 9/04 e che ha visto a tutt'oggi l’iscrizione al registro regionale di 27 associazioni di grande rilievo organizzativo a grande capacità di coinvolgimento.

Intendimento della Regione è quello di valorizzare questa esperienza di partecipazione utilizzando gli organi di consultazione previsti dalla legge stessa con particolare riferimento all'Osservatorio dell’associazionismo di promozione sociale che costituisce l’interfaccia della Regione per discutere sui principali atti di programmazione inerenti il sistema in rete delle politiche sociali.


Decreto n. 14 del 14.02.2018 - Attuazione LR n. 34/2017 - Tabella C "Autorizzazione di spesa", come confermato con LR 39/2017 (legge di stabilità 2018) e LR n. 40/2017 - annualità 2018: modalità attuative per la presentazione dei progetti in ambito sociale oggetto di contribuzione regionale

Allegato 1 - Richiesta contributo e presentazione scheda progetto attuativo

Allegato 2 - Richiesta saldo e presentazione documentazione di rendicontazione

Allegato 3 - Linee guida per la rendicontazione

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di un progetto regionale di rete a sostegno di attività di interesse generale finalisticamente volte a fronteggiare le emergenze sociali ed assistenziali determinate dall'epidemia di COVID-19, di cui alla DGR 884/2021, IN ATTUAZIONE DELL'ACCORDO STATO-REGIONE MARCHE 2020 –  risorse incrementali di cui al D.M. 156 del 22.12.2020 del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

Con decreto n. 222 del 22.11.2021 è stata nominata la Commissione di valutazione regionale prevista all’art. 9 dell’AVVISO PUBBLICO approvato con DDPF 202 del 25.10.2021

Il testo del decreto al link DDPF 202 del 25.10.2021

 


Con Deliberazione  di Giunta n. 884_2021  la Regione Marche ha destinato le risorse Ministeriali di cui  D.M. 156_2020 relative all’ Accordo di programma 2020 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali / Regione Marche – al Finanziamento di un progetto di rete tra Organizzazioni di Volontariato,  Associazioni di Promozione sociale e Fondazioni del Terzo Settore iscritte all’anagrafe delle onlus per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale finalisticamente volte a fronteggiare le emergenze sociali ed assistenziali determinate dall'epidemia di COVID-19.

Il progetto regionale di rete è destinato agli Enti del Terzo Settore per lo sviluppo della loro capacity building in vista dell’utilizzo delle risorse della nuova programmazione dei fondi europei e del Piano Nazionale di ripresa e resilienza (PNRR): l’obiettivo è di realizzare una infrastrutturazione che sappia dare coerenza agli interventi futuri, in ogni ambito del terzo settore e in ogni territorio, e che possa dare il giusto spazio alla produzione di valore sociale e stimolare la capacità di innovazione, con la giusta attenzione ai territori più depressi della nostra regione.

La presentazione del progetto alla Regione Marche deve avvenire attraverso un soggetto capofila proponente ed il progetto deve prevedere la partecipazione in qualità di partner di almeno 15 tra Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale e Fondazioni del Terzo Settore iscritte all’anagrafe delle Onlus.

Le attività andranno realizzate su tutte le province marchigiane. I fondi  ammontano € 980.451,00 di risorse ministeriali.

 

Con decreto n. 202 del 25/10/2021 è stato approvato e pubblicato l'avviso pubblico, con gli allegati, (di seguito riportati) contenente le modalità di partecipazione al progetto regionale di rete.

La domanda deve essere inviata alla Regione Marche tramite pec all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

 

Per assistenza alle associazioni del territorio per la compilazione della domanda e per le modalità di partecipazione al progetto/ricerca partner è possibile rivolgersi al Centro Servizi Volontariato Marche:

CSV Marche

Via Della Montagnola 69/a, 60127 Ancona

Tel. 800651212

e-mail: segreteria@csv.marche.it

 

Scadenza per la presentazione delle domande:  ore 13,00 del 18.11.2021

 

iL TESTO DEL DECRETO AL SEGUENTE LINK: DDPF N. 202 DEL 25/10/2021

Allegato A1a_DichiarazionePartner 

Allegato A1b_DichiarazioneCollaboratore

AllegatoA1_Domanda

AllegatoA2_Formulario

AllegatoA3_ModelloAccordo

Modello E- Piano finanziario

 


Vademecum e modulistica per la rendicontazione finale del progetto “Facciamo Rete” ammesso a finanziamento ai sensi dell’avviso pubblico DDPF. 130 del 17.06.2021

- DGR 1546_2020, ACCORDO STATO-REGIONE MARCHE 2020 –  D.M. 44/2020 del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

 

Con decreto n. 208 del 04.11.2021 è stato approvato il Vademecum e relativa modulistica per la rendicontazione finale del progetto approvato “Facciamo Rete- Terzo Settore Marche per l’emergenza Covid - 19”

 

Il testo del decreto al link:  DDPF 208 DEL 04 OTTOBRE 2021

ALLEGATO G: vadevecum Rendicontazione

MODELLO F: Rendicontazione finanziaria conclusiva

MODELLO H: Richiesta saldo

MODELLO I: Relazione finale

MODELLO L1: Dichiarazione costo orario del personale

MODELLO L2: Calcolo Costo orario collaboratori

MODELLO M: TIMESHEET

MODELLO N: Dichiarazione sostitutiva ex DPR 445_2000 COSTI INDIRETTI


AVVISO PUBBLICO 2021 ODV / APS

Con decreto 190 del 07.10.2021 sono stati registrati gli impegni di spesa di cui al decreto 177 del 17.09.2021 -  approvazione del progetto “Facciamo Rete- Terzo Settore Marche per l’emergenza Covid - 19 ”, presentato ai sensi Avviso pubblico n. DDPF 130/IGR del 17/06/2021 da ANPAS Comitato Regionale Marche – odv, il decreto  è pertanto divenuto efficace.

Il testo del decreto al link: DDPF 190 del 7.10.2021


Con decreto 177 del 17.09.2021 è stato approvato  il progetto “Facciamo Rete- Terzo Settore Marche per l’emergenza Covid - 19 ”, presentato ai sensi Avviso pubblico n. DDPF 130/IGR del 17/06/2021 da ANPAS Comitato Regionale Marche – odv.

Si tratta di un decreto ad efficacia condizionata all’attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato, a cui seguirà il formale ed efficace decreto di registrazione degli impegni di spesa che verrà pubblicato appena disponibile.

Il testo del Decreto al link: DDPF 177 del 17/09/2021

 


Con decreto n. 147 del 19.07.2021 è stata nominata la Commissione di valutazione regionale prevista all’art. 9 dell’AVVISO PUBBLICO per la presentazione di  un progetto regionale di rete finalizzato a realizzare interventi emergenziali e post-emergenziali correlati alla diffusione del virus COVID-19, di cui alla DGR 1546/2020, IN ATTUAZIONE DELL'ACCORDO STATO-REGIONE MARCHE 2020, approvato con DDPF 130 del 17.06.2021

Il testo del Decreto al link: DDPF 147 del 19.07.2021


PROROGATA alle ore 13:00 del 19 LUGLIO 2021 la scadenza per la presentazione delle domande per l’AVVISO PUBBLICO per la presentazione di  un progetto regionale di rete finalizzato a realizzare interventi emergenziali e post-emergenziali correlati alla diffusione del virus COVID-19, di cui alla DGR 1546/2020, IN ATTUAZIONE DELL'ACCORDO STATO-REGIONE MARCHE 2020, approvato con DDPF 130 del 17.06.2021

DDPF 141 DEL 07 LUGLIO 2021

Con Deliberazione dell’1/12/2020, n. 1546, la Regione Marche ha destinato una quota delle risorse Ministeriali per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale da parte di organizzazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale (Accordo di Programma 2020), pari a € 875.296,63, prioritariamente per la realizzazione di un progetto regionale di rete,  da attivarsi con la collaborazione del Forum del Terzo settore di cui all’art 11 della LR n. 32/2014 e finalizzato a realizzare interventi emergenziali e post-emergenziali correlati alla diffusione del virus COVID-19.
La presentazione del progetto alla Regione Marche deve avvenire attraverso il soggetto capofila proponente ed il progetto deve prevedere la partecipazione in qualità di partners di almeno dodici ODV/APS complessivamente. 
Il progetto di rete dovrà riguardare prioritariamente i seguenti interventi emergenziali e post emergenziali:
-Azioni di contrasto alla povertà estrema;
-Azioni di supporto al tessuto associativo regionale, volto al sostentamento e ad affrontare la fase post-emergenziale delle ODV e delle APS;
-Azioni volte a contrastare l’emergenza epidemiologica attraverso il rafforzamento e il sostegno delle attività specifiche di ODV e APS
e le attività progettuali devono essere dislocate in tutte le province delle Marche.
Con decreto n. 130/IGR del 17/06/2021 è stato approvato e pubblicato l'avviso pubblico, con gli allegati, (di seguito riportati) contenente le modalità di partecipazione al progetto regionale di rete.
La domanda deve essere inviata alla Regione Marche tramite pec all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it
 

ALLEGATI:

Decreto 130 del 17.6.2021 Avviso III settore 2021 - progetto di rete

Allegato A - Progetto Avviso di rete

Allegato A1 - Domanda di partecipazione

Allegato A2 - Formulario 

Allegato A3 - Modello Accordo

Allegato A1a - Dichiarazione partner

Allegato A1b - Dichiarazione collaboratore

Modello E - Piano Finanziario

D.M. n. 44 del 12.03.2020 - Atto ministeriale di indirizzo

 

Bando di finanziamento pubblicato in data 18/06/2021

La domanda di iscrizione all'albo regionale delle cooperative sociali va indirizzata a: Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport - P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore  - Via Gentile da Fabriano 9 - 60125 Ancona - ed inviata tramite pec all'indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it oppure tramite raccomandata A/R,  presentata e sottoscritta dal legale rappresentante della cooperativa (con firma digitale o allegando documento di identità), indicando i dati generici del legale rappresentante e della cooperativa sociale, la sezione alla quale si chiede l'iscrizione, il numero di iscrizione all'albo nazionale.

Alla domanda di iscrizione va allegata la seguente documentazione (D.G.R. n. 182 del 14/02/2011):

  • Copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto depositati all’Ufficio delle entrate, redatti con scrittura privata registrata;

•    Visura della Camera di Commercio
•    Relazione dettagliata, datata e sottoscritta, sull’attività svolta ricompresa tra quelle elencate nell’art. 1 della L. 381/1991, come modificato dall’art 17 del D.Lgs.vo 3 luglio 2017, n. 112   in cui vengono evidenziati : a) le motivazioni che hanno indotto alla costituzione della cooperativa; b) l’eventuale coinvolgimento di soci volontari, in quale misura e con quali compiti; c) il livello di partecipazione in eventuali consorzi o associazioni; per la tipologia B le attività effettivamente svolte ed eventuali progetti di inserimento delle persone svantaggiate;
•    Regolamento interno (art. 6  L. 142/2001)– se dovuto- in presenza di soci lavoratori ;
•    Elenco nominativo dei soci e dei dipendenti da impiegare nell’attività con la specificazione dei titoli di studio, dei titoli professionali, degli attestati di qualifica e di eventuali corsi di formazione e di riqualificazione svolti, nonché dell’esperienza maturata nel servizio, datato e sottoscritto (per la sezione A)
•    Copia dell’ultimo bilancio approvato e relativa relazione, depositato presso la Camera di Commercio;
•    Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di cui al punto e) dell’Allegato A alla DGR n. 182/2011 resa dal legale rappresentante della cooperativa ai sensi del D.P.R. 445/2000;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che la percentuale delle persone svantaggiate inserite nel lavoro  costituisce almeno il 30% dei lavoratori   ovvero ( qualora non ci sia la percentuale del 30% al momento dell’iscrizione) attestante l’impegno  far sì che la cooperativa sociale raggiunga la percentuale del 30% dei soci e dei dipendenti svantaggiati entro e non oltre sei mesi dall’iscrizione e a trasmettere la relativa certificazione alla Struttura  competente alla tenuta dell’albo a pena di cancellazione (per la sezione B ); assicurazione infortuni sul lavoro e malattie professionali dei soci volontari;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che il consorzio di cooperative sociali è composto da una base sociale di cooperative sociali non inferiore al 70%. (per la sezione C)

Per la richiesta di iscrizione contestuale alle sez A e B dell'albo attenersi a quanto prescritto dalla D.G.R. n. 1363 dell'11/11/2019.

La normativa di riferimento è visionale al link cooperazione sociale / normativa

Cooperativa Sociale (L. 08 novembre 1991, n° 381)

Art. 1 - 1° c.: "Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso:
a) la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi
b) lo svolgimento di attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate
 

"Imprenditoria sociale"

svolge attività di "promozione ed integrazione sociale"  eroga servizi socio-sanitari ed educativi, realizza, tramite lo svolgimento di "attività diverse", l'inserimento professionale di persone svantaggiate.

 l'obiettivo  è " esterno e/o interno" a seconda del tipo di cooperativa. 

Struttura gestionale
organizzazione tipicamente imprenditoriale  garantisce stabilità e continuità del lavoro valutato in base ai canoni dell'efficacia e dell'efficienza delle risorse materiali ed umane per l'erogazione di un servizio "specifico" 

Risorse umane
Soci-lavoratori retribuiti. Possiblie presenza di soci-volontari (non in misura superiore al 50% dei soci) 

Fonti di finanziamento 
Le entrate  sono  garantite dalla vendita  dei beni e servizi prodotti,  da Enti pubblici (tramite convenzione) da soggetti privati.

Aggiornato il 19/8/2020

Modificato il 19/8/2020

Sul   BUR n. 138 del 28/12/2017 sono stati pubblicati gli albi e registri di competenza della P.F. Contrasto alla violenza di genere e Terzo settore:

  • Albo regionale cooperative sociali

  • Albo regionale Società di Mutuo Soccorso

  • Registro regionale Associazioni di Promozione Sociale

  • Registro regionale delle organizzazioni di volontariato

  • Registro regionale delle reti formalizzate delle famiglie affidatarie

 

Registri precedenti:
BUR n. 141 del 29/12/2016

 

 

 Registro delle cooperative sociali  

       

 

 


Con Decreto della Dirigente della PF Contrasto alla Violenza di Genere e Terzo Settore n. 134 del 24/06/2021 si è provveduto a pubblicare gli Albi e i Registri Sociali di:

  • Organizzazioni di Volontariato;
  • Associazioni di Promozione Sociale;
  • Cooperative Sociali
  • Società di Mutuo Soccorso

Il Decreto è consultabile cliccando al seguente link:

DECRETO 134 DEL 24/06/2021

 

 

Registri precedenti:

BUR n. 21 del 21/03/2019
BUR n. 18 del 07/03/2019
BUR n. 138 del 28/12/2017 
BUR n. 141 del 29/12/2016 

Aggiornato il 22/03/2019

Modificato il 22/03/2019

 

 


Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041
 

 

Tartari Maria Elena

Dirigente P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore

E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3549 - Fax: 071 806 3113 

 

Nespeca Antonella

e-mail antonella.nespeca@regione.marche.it

Pec regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

tel. 0735 7667258

 

Battistoni Stefania - P.O.

E-mail: stefania.battistoni@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel. : 0718063580  - Fax: 071 806 3113

 

Santilli Simonetta

E-mail: simonetta.santilli@regione.marche.it
PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it 

Tel.: 071 806 3550 -  Fax: 071 806 3113

 

 

Aggiornato il 23/9/2021

Modificato il 23/9/2021

 

 

Associazione di promozione sociale (L. 07 dicembre 2000, n° 383)

Art. 2 - 1° c.: "Sono considerate associazioni di promozione sociale le associazioni riconosciute e non riconosciute, i movimenti i gruppi e i loro coordinamenti o federazioni costituiti al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati" 

Scopo ed attività: "Pedagogia relazionale". Attività di "utililtà sociale" rivolta alla collettività mira a elevare la qualità della vita, a favorire l'aggregazione sociale ed a migliorare e valorizzare le relazioni sociali. 

lo scopo è "prevalentemente interno" l'attività è rivolta esssenzialmente, anche se non in maniera esclusiva, agli associati.

Ha un'organizzazione "primaria" delle risorse materiali ed umane per il funzionale svolgimento dell'attività relazionale. 

Risorse umane: Associati-volontari. Personale dipendente e lavoratori autonomi  possono essere reperiti tra gli associati, in caso di particolari necessità. 


Fonti di finanziamento:

Quote e contributi degli associati

Atti di liberalità (eredità, donazioni, legati)
Contributi pubblici
Entrate derivanti dallo svolgimento di attività economiche "sussidiarie ed ausiliarie" rispetto ai fini statutari
Altre entrate compatibili con le finalità sociali

 

In costruzione

Pagina in costruzione

 

 

Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

Maria Elena Tartari
Dirigente P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo Settore
E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3549
Fax: 071 806 3113 

 

Nespeca Antonella

Funzionario

E-mail: antonella.nespeca@regione.marche.it 

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel. 0735 7667258

 

 

Aggiornato il 15.06.2020

Modificato il 15.06.2020

 

 REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

 


Con Decreto della Dirigente della PF Contrasto alla Violenza di Genere e Terzo Settore n. 134 del 24/06/2021 si è provveduto a pubblicare gli Albi e i Registri Sociali di:

  • Organizzazioni di Volontariato;
  • Associazioni di Promozione Sociale;
  • Cooperative Sociali
  • Società di Mutuo Soccorso

Il Decreto è consultabile al seguente link:
DECRETO 134 DEL 24/06/2021

Registri precedenti: 

BUR n. 21 del 21/03/2019 
BUR n. 18 del 07/03/2019
BUR n. 38 del 28/12/2017
BUR n. 141 del 29/12/2016

La richiesta di iscrizione al Registro delle APS, di cui sotto, va inviata preferibilmente a mezzo PEC all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it 
Qualora l’associazione non disponga di un indirizzo PEC, potrà utilizzare quello del rappresentante legale, o di un associato, o di una persona di fiducia, purché espressamente autorizzato dall’associazione e purché tale indirizzo sia costantemente presidiato.

In alternativa resta valido l'invio tramite raccomandata all'indirizzo:
Regione Marche - Giunta Regionale
Servizio Politiche Sociali e sport
PF CONTRASTO E VIOLENZA DI GENERE

Palazzo LEOPARDI- Via Tiziano 44, 60125 Ancona


Richiesta di iscrizione nel Registro regionale delle Associazioni di promozione sociale.


SET MINIMO DATI.


Si rappresenta che per quanto riguarda le APS è necessaria la polizza assicurativa per infortuni, malattie e Responsabilità civile prevista dal CTS (art 18)


Circolare 20 del 27/12/2018:  Codice del Terzo settore. Adeguamenti statutari.


DGR 812 del 13-07-2004: Definizione delle modalità per l'iscrizione nel registro regionale delle associazioni di promozione sociale, modalità di cancellazione e modalità per la revisione del registro regionale - L.R. 9/2004

Al punto 3 lett d) della DGR 812  è indicata la relazione, le modalità in cui la stessa va presentata e gli elementi che deve contenere 


 

 

 

 

 

Maria Elena Tartari

Dirigente P.F. Contrasto violenza di genere e Terzo settore
E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3549
Fax: 071 806 3113 

 

Santilli Simonetta

E-mail: simonetta.santilli@regione.marche.it
PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it 

Tel.: 071 806 3550
Fax: 071 806 3113

 

Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali_sport@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

 

 

aggiornato il 15.06.2020

modificato il 15.06.2020

 

 

 

 

 

Con Decreto della Dirigente della PF Contrasto alla Violenza di Genere e Terzo Settore n. 134 del 24/06/2021 si è provveduto a pubblicare gli Albi e i Registri Sociali di:

  • Organizzazioni di Volontariato;
  • Associazioni di Promozione Sociale;
  • Cooperative Sociali
  • Società di Mutuo Soccorso

Il Decreto è consultabile al seguente link:

DECRETO 134 DEL 24/06/2021

 

Registri precedenti:

BUR n. 21 del 21/03/2019 
BUR n. 18 del 07/03/2019
BUR n. 138 del 28/12/2017
BUR n. 141 del 29/12/2016

< Nessun contenuto >

Legge Regionale n. 34/2017 Tabella C - Autorizzazioni di spesa - Elenco progetti finanziati

Associazione Adamo Fano - Progetto di assistenza domiciliare per ammalati oncologici
Associazione Italiana Genitori di Ancona - Progetto incontri e seminari di formazione per genitori e studenti su bullismo e cyperbullismo e pericoli di rete
A.G.F.H. Associazione Genitori con Figli portatori di Handicap onlus  di Fano - Progetto "Soggiorno e Sollievo"
A.V.U.L.S.S. di Recanati - Progetto "Accoglienza ed integrazione"
Associazione Centro Famiglia di San Benedetto del Tronto - Progetto "Famiglia al centro"
Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII di Fabriano - Progetto "Interventi di sostegno alle donne vittime della tratta e sfruttamento della prostituzione".

Associazione Italiana Sclerosi Multipla onlus di Pesaro Urbino - Progetto "Supporto all'autonomia della persona"
Comune di Senigallia - Consulta del Volontariato - Progetto "Il volontariato: vivere con uguaglianza l'accesso ai diritti"

Cooperativa Sociale onlus Casa della Gioventù di Senigallia:
 - Centro Diurno L'Aquilone - Progetto "Realizzazione del film Fuori centro"
 - Progetto "Scuola di vita indipendente"
 - Progetto "ILab Punto Lavoro - Laboratorio artigianale per persone in situazione di disabilità".

COOPERATIVA Cooperativa Sociale “La Sorgente” Progetto l’acquisto di attrezzature per l’allestimento di un laboratorio didattico di pasta fresca artigianale

Croce Rossa Italiana - Comitato di Marotta - Progetto "Acquisto mezzo di trasporto attrezzato per soggetti con disabilità motoria" 

Associazione GEA di Colli al Metauro - Progetto  "Acquisto mezzo di trasporto attrezzato per disabili per l'AISM"
Associazione Il Baule dei sogni di Ancona - Progetto "Attività di clownterapia nei confronti di persone svantaggiate presso strutture socio-sanitarie"

Associazione Malarupta di Marotta di Mondolfo - Progetto "Mare accessibile" volto all'acquisto di attrezzature per favorire l'accesso alle spiagge dei soggetti con disabilità motoria"

Associazione Opera Padre Pio di Fano - Progetto "Acquisto arredi ed attrezzature per la mensa dei poveri"
Associazione Piattaforma Solidale di Pesaro - Progetto "Attivazione registro informatico della solidarietà"
Associazione Tenda di Abramo onlus di Falconara Marittima - Progetto "Attività di prima accoglienza per necessità alloggiative"
Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Pesaro - Progetto "Acquisto stampante braille"

 Associazione Nazionale dipendenze tecnologiche gap e cyperbullismo (ANDTGC) - Progetto "Campagne informative e di sensibilizzazione"

 

Pubblicazione annuale registri e albi regionali del terzo settore.

 

Decreto 3/IGR del 28/01/2020

BUR n. 11 del 06/02/2020

Nota Ministeriale 11560 del 02/11/2020 - art. 30, comma 2 e art.31, comma 1 d.lgs. n. 117/2017 – Nomina dell’organo di controllo e del revisore legale dei conti. Decorrenza obbligo.


Il decreto Ministeriale  n. 106 del 15 settembre 2020, relativo al Registro Unico nazionale del Terzo Settore è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale - serie generale n. 261 del 21/10/2020


Decreto Ministeriale 106/2020 - Procedure di iscrizione nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, modalità di deposito degli atti, le regole per la predisposizione, la tenuta, la conservazione e la gestione del Registro.


Nota 9313 del 16/09/2020: Ammissibilità di un organo di amministrazione monocratico all’interno degli enti del Terzo settore ex art. 26, Codice del Terzo settore. Richiesta parere.


Nota 6214 del 09/07/2020: Quesiti in materia di Codice del Terzo settore.


Nota 4477 del 22/05/2020: Statuti degli Enti del Terzo Settore.Individuazione delle attività di interesse generale art. 5c. 1delD.Lgs.117/2017. Associazioni affiliate a rete nazionale.


Il D.L. 17 marzo 2020 n. 18 ha disposto la sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi, sia perentori, sia ordinari,alla data del 15 aprile 2020.
Il D.L. 8 aprile 2020 n. 23 ( in G.U. n. 94 del 8.4.2020) ha prorogato tale termine al 15 maggio 2020

 

Adempimenti statutari Organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale.

Si comunica che l'art. 35 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18 ha posticipato i termini previsti dall'art 101 del Codice del Terzo Settore alla data del 31 ottobre 2020.
Pertanto le ODV e le APS dovranno adeguarsi alle disposizioni del CTS adeguando i propri statuti entro il 31 ottobre 2020.
Il D.L. ha altresì disposto che qualora l'approvazione dei bilanci per le associazioni sopra citate ricada nel periodo emergenziale, le stesse possono approvarlo entro lo stesso termine.


Nota 4995 del 28.5.2019 Profili evolutivi


Nota 1082 del 5.2.2020: risposta a quesiti in merito alla base associativa ETS


Nota 2088 del 27.2.2020:Risposta a quesito


Nota 224304 del 4.3.2020: CTS art 4 comma 2 .Direzione coordinamento e controllo ETS. prime indicazioni.

Avviso pubblico 2020 Terzo settore ADV-APS

Scadenza 22/05/2020

 

Con Deliberazione del 14/03/2020, n. 465, la Regione Marche ha destinato una quota delle risorse Ministeriali per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale da parte di organizzazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale (Accordo di Programma 2019), pari a € 800.000,00, prioritariamente per la realizzazione di un progetto regionale denominato ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ da realizzarsi avvalendosi dell’istituto della coprogettazione, di cui all’art. 55 comma 2 del D.Lgs. n. 117/2017, da attivarsi con la collaborazione del Forum del Terzo settore di cui all’art 11 della LR n. 32/2014 e finalizzato a realizzare interventi emergenziali e post-emergenziali correlati alla diffusione del virus COVID-19.

Il progetto ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ verterà su le seguenti quattro principali Azione emergenziali e post emergenziali:

  • Azioni di contrasto alla povertà estrema;
  • Azioni ed interventi domiciliari di supporto alle fasce deboli, ivi compreso la consegna di pasti e medicine a domicilio;
  • Azioni di supporto a distanza per situazioni di disagio causato, o acuito dall’emergenza epidemiologica;
  • Azioni di supporto al tessuto associativo regionale, volto al sostentamento delle ODV e delle APS.

 

Per la presentazione e realizzazione del progetto la Delibera prevede la costituzione di un Associazione Temporanea di Scopo (ATS), costituita da almeno dieci Organizzazioni di Volontariato e/o Associazioni di Promozione Sociale (ODV/APS).

La presentazione del progetto alla Regione Marche deve avvenire attraverso il capofila dell’ATS se già costituita o, in alternativa, in forma congiunta da almeno dieci ODV/APS (di cui almeno cinque reti di secondo livello) che andranno a costituire l’ATS.  Le cinque reti di secondo livello debbono avere una articolazione territoriale tale da garantire la presenza di propri associati in almeno tre province della Regione Marche.

Con decreto n. 37/IGR delll'8/05/2020 è stato approvato e pubblicato l'avviso pubblico contenente le modalità di partecipazione al progetto regionale denominato ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ con scadenza al 18 maggio 2020.

 

Decreto 37/IGR del 08/05/2020
   AllegatoA_Avviso
   AllegatoA1_Domanda
   AllegatoA2_Formulario
   AllegatoA3_ModelloAccordo
   AllegatoA4_Convenzione

Decreto 46/IGR del 20/052020 - Riapertura dei termini

Deliberazione della giunta n. 465, del 14/04/2020

Avviso pubblico 2020 Terzo settore ADV-APS

Scadenza 22/05/2020

 

Con Deliberazione del 14/03/2020, n. 465, la Regione Marche ha destinato una quota delle risorse Ministeriali per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale da parte di organizzazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale (Accordo di Programma 2019), pari a € 800.000,00, prioritariamente per la realizzazione di un progetto regionale denominato ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ da realizzarsi avvalendosi dell’istituto della coprogettazione, di cui all’art. 55 comma 2 del D.Lgs. n. 117/2017, da attivarsi con la collaborazione del Forum del Terzo settore di cui all’art 11 della LR n. 32/2014 e finalizzato a realizzare interventi emergenziali e post-emergenziali correlati alla diffusione del virus COVID-19.

Il progetto ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ verterà su le seguenti quattro principali Azione emergenziali e post emergenziali:

  • Azioni di contrasto alla povertà estrema;
  • Azioni ed interventi domiciliari di supporto alle fasce deboli, ivi compreso la consegna di pasti e medicine a domicilio;
  • Azioni di supporto a distanza per situazioni di disagio causato, o acuito dall’emergenza epidemiologica;
  • Azioni di supporto al tessuto associativo regionale, volto al sostentamento delle ODV e delle APS.

 

Per la presentazione e realizzazione del progetto la Delibera prevede la costituzione di un Associazione Temporanea di Scopo (ATS), costituita da almeno dieci Organizzazioni di Volontariato e/o Associazioni di Promozione Sociale (ODV/APS).

La presentazione del progetto alla Regione Marche deve avvenire attraverso il capofila dell’ATS se già costituita o, in alternativa, in forma congiunta da almeno dieci ODV/APS (di cui almeno cinque reti di secondo livello) che andranno a costituire l’ATS.  Le cinque reti di secondo livello debbono avere una articolazione territoriale tale da garantire la presenza di propri associati in almeno tre province della Regione Marche.

Con decreto n. 37/IGR delll'8/05/2020 è stato approvato e pubblicato l'avviso pubblico contenente le modalità di partecipazione al progetto regionale denominato ‘Terzo settore in rete per l’emergenza COVID19’ con scadenza al 18 maggio 2020.

 

Decreto 37/IGR del 08/05/2020
   AllegatoA_Avviso
   AllegatoA1_Domanda
   AllegatoA2_Formulario
   AllegatoA3_ModelloAccordo
   AllegatoA4_Convenzione

Decreto 46/IGR del 20/052020 - Riapertura dei termini

Deliberazione della giunta n. 465, del 14/04/2020

La domanda di iscrizione all'albo regionale delle cooperative sociali va indirizzata a: Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport - P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore  - Via Gentile da Fabriano 9 - 60125 Ancona - ed inviata tramite pec all'indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it oppure tramite raccomandata A/R,  presentata e sottoscritta dal legale rappresentante della cooperativa (con firma digitale o allegando documento di identità), indicando i dati generici del legale rappresentante e della cooperativa sociale, la sezione alla quale si chiede l'iscrizione, il numero di iscrizione all'albo nazionale.

Alla domanda di iscrizione va allegata la seguente documentazione (D.G.R. n. 182 del 14/02/2011):

  • Copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto depositati all’Ufficio delle entrate, redatti con scrittura privata registrata;

•    Visura della Camera di Commercio
•    Relazione dettagliata, datata e sottoscritta, sull’attività svolta ricompresa tra quelle elencate nell’art. 1 della L. 381/1991, come modificato dall’art 17 del D.Lgs.vo 3 luglio 2017, n. 112   in cui vengono evidenziati : a) le motivazioni che hanno indotto alla costituzione della cooperativa; b) l’eventuale coinvolgimento di soci volontari, in quale misura e con quali compiti; c) il livello di partecipazione in eventuali consorzi o associazioni; per la tipologia B le attività effettivamente svolte ed eventuali progetti di inserimento delle persone svantaggiate;
•    Regolamento interno (art. 6  L. 142/2001)– se dovuto- in presenza di soci lavoratori ;
•    Elenco nominativo dei soci e dei dipendenti da impiegare nell’attività con la specificazione dei titoli di studio, dei titoli professionali, degli attestati di qualifica e di eventuali corsi di formazione e di riqualificazione svolti, nonché dell’esperienza maturata nel servizio, datato e sottoscritto (per la sezione A)
•    Copia dell’ultimo bilancio approvato e relativa relazione, depositato presso la Camera di Commercio;
•    Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di cui al punto e) dell’Allegato A alla DGR n. 182/2011 resa dal legale rappresentante della cooperativa ai sensi del D.P.R. 445/2000;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che la percentuale delle persone svantaggiate inserite nel lavoro  costituisce almeno il 30% dei lavoratori   ovvero ( qualora non ci sia la percentuale del 30% al momento dell’iscrizione) attestante l’impegno  far sì che la cooperativa sociale raggiunga la percentuale del 30% dei soci e dei dipendenti svantaggiati entro e non oltre sei mesi dall’iscrizione e a trasmettere la relativa certificazione alla Struttura  competente alla tenuta dell’albo a pena di cancellazione (per la sezione B ); assicurazione infortuni sul lavoro e malattie professionali dei soci volontari;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che il consorzio di cooperative sociali è composto da una base sociale di cooperative sociali non inferiore al 70%. (per la sezione C)

Per la richiesta di iscrizione contestuale alle sez A e B dell'albo attenersi a quanto prescritto dalla D.G.R. n. 1363 dell'11/11/2019.

La normativa di riferimento è visionale al link cooperazione sociale / normativa

Cooperativa Sociale (L. 08 novembre 1991, n° 381)

Art. 1 - 1° c.: "Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso:
a) la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi
b) lo svolgimento di attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate

 

"Imprenditoria sociale"

svolge attività di "promozione ed integrazione sociale"  eroga servizi socio-sanitari ed educativi, realizza, tramite lo svolgimento di "attività diverse", l'inserimento professionale di persone svantaggiate.

 l'obiettivo  è " esterno e/o interno" a seconda del tipo di cooperativa. 

Struttura gestionale
organizzazione tipicamente imprenditoriale  garantisce stabilità e continuità del lavoro valutato in base ai canoni dell'efficacia e dell'efficienza delle risorse materiali ed umane per l'erogazione di un servizio "specifico" 

Risorse umane
Soci-lavoratori retribuiti. Possiblie presenza di soci-volontari (non in misura superiore al 50% dei soci) 

Fonti di finanziamento 
Le entrate  sono  garantite dalla vendita  dei beni e servizi prodotti,  da Enti pubblici (tramite convenzione) da soggetti privati.

Aggiornato il 19/8/2020

Modificato il 19/8/2020

La domanda di iscrizione all'albo regionale delle cooperative sociali va indirizzata a: Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport - P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore  - Via Gentile da Fabriano 9 - 60125 Ancona - ed inviata tramite pec all'indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it oppure tramite raccomandata A/R,  presentata e sottoscritta dal legale rappresentante della cooperativa (con firma digitale o allegando documento di identità), indicando i dati generici del legale rappresentante e della cooperativa sociale, la sezione alla quale si chiede l'iscrizione, il numero di iscrizione all'albo nazionale.

Alla domanda di iscrizione va allegata la seguente documentazione (D.G.R. n. 182 del 14/02/2011):

  • Copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto depositati all’Ufficio delle entrate, redatti con scrittura privata registrata;

•    Visura della Camera di Commercio
•    Relazione dettagliata, datata e sottoscritta, sull’attività svolta ricompresa tra quelle elencate nell’art. 1 della L. 381/1991, come modificato dall’art 17 del D.Lgs.vo 3 luglio 2017, n. 112   in cui vengono evidenziati : a) le motivazioni che hanno indotto alla costituzione della cooperativa; b) l’eventuale coinvolgimento di soci volontari, in quale misura e con quali compiti; c) il livello di partecipazione in eventuali consorzi o associazioni; per la tipologia B le attività effettivamente svolte ed eventuali progetti di inserimento delle persone svantaggiate;
•    Regolamento interno (art. 6  L. 142/2001)– se dovuto- in presenza di soci lavoratori ;
•    Elenco nominativo dei soci e dei dipendenti da impiegare nell’attività con la specificazione dei titoli di studio, dei titoli professionali, degli attestati di qualifica e di eventuali corsi di formazione e di riqualificazione svolti, nonché dell’esperienza maturata nel servizio, datato e sottoscritto (per la sezione A)
•    Copia dell’ultimo bilancio approvato e relativa relazione, depositato presso la Camera di Commercio;
•    Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di cui al punto e) dell’Allegato A alla DGR n. 182/2011 resa dal legale rappresentante della cooperativa ai sensi del D.P.R. 445/2000;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che la percentuale delle persone svantaggiate inserite nel lavoro  costituisce almeno il 30% dei lavoratori   ovvero ( qualora non ci sia la percentuale del 30% al momento dell’iscrizione) attestante l’impegno  far sì che la cooperativa sociale raggiunga la percentuale del 30% dei soci e dei dipendenti svantaggiati entro e non oltre sei mesi dall’iscrizione e a trasmettere la relativa certificazione alla Struttura  competente alla tenuta dell’albo a pena di cancellazione (per la sezione B ); assicurazione infortuni sul lavoro e malattie professionali dei soci volontari;
•    Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che il consorzio di cooperative sociali è composto da una base sociale di cooperative sociali non inferiore al 70%. (per la sezione C)

Per la richiesta di iscrizione contestuale alle sez A e B dell'albo attenersi a quanto prescritto dalla D.G.R. n. 1363 dell'11/11/2019.

La normativa di riferimento è visionale al link cooperazione sociale / normativa

Cooperativa Sociale (L. 08 novembre 1991, n° 381)

Art. 1 - 1° c.: "Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso:
a) la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi
b) lo svolgimento di attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate

 

"Imprenditoria sociale"

svolge attività di "promozione ed integrazione sociale"  eroga servizi socio-sanitari ed educativi, realizza, tramite lo svolgimento di "attività diverse", l'inserimento professionale di persone svantaggiate.

 l'obiettivo  è " esterno e/o interno" a seconda del tipo di cooperativa. 

Struttura gestionale
organizzazione tipicamente imprenditoriale  garantisce stabilità e continuità del lavoro valutato in base ai canoni dell'efficacia e dell'efficienza delle risorse materiali ed umane per l'erogazione di un servizio "specifico" 

Risorse umane
Soci-lavoratori retribuiti. Possiblie presenza di soci-volontari (non in misura superiore al 50% dei soci) 

Fonti di finanziamento 
Le entrate  sono  garantite dalla vendita  dei beni e servizi prodotti,  da Enti pubblici (tramite convenzione) da soggetti privati.

Aggiornato il 19/8/2020

Modificato il 19/8/2020

Legge n.381 del 8 Novembre 1991- Disciplina delle cooperative sociali –

Testo della normativa

Link a Gazzetta ufficiale


Legge Regionale n. 34 del 18 Dicembre 2001- Promozione e sviluppo della cooperazione sociale


DGR 182 del 14 febbraio 2011- Reguisiti e modalità per l'iscrizione delle Cooperative Sociali all'Albo Regionale istitutito dall'art 3 della LR 34/2001 e criteri per la gestione dell'Albo medesimo


DGR 1363 del 11 Novembre 2019 -Cooperative sociali ad oggetto plurimo


DLgs 112 del 03 Luglio 2017 - Revisione della disciplina in materia di impresa sociale


DLgs 117 del 03 Luglio 2017 - Codice del Terzo settore, a norma dell'articolo 1, comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106. (17G00128)

      Cooperative sociali 

 

Con Decreto della Dirigente della PF Contrasto alla Violenza di Genere e Terzo Settore n. 134 del 24/06/2021 si è provveduto a pubblicare gli Albi e i Registri Sociali di:

  • Organizzazioni di Volontariato;
  • Associazioni di Promozione Sociale;
  • Cooperative Sociali
  • Società di Mutuo Soccorso

Il Decreto è consultabile al seguente link:
DECRETO 134 DEL 24/06/2021

Registri precedenti: 

BUR n. 21 del 21/03/2019 
BUR n. 18 del 07/03/2019
BUR n. 38 del 28/12/2017
BUR n. 141 del 29/12/2016

Maria Elena Tartari

Dirigente P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore
E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3549
Fax: 071 806 3113 

 

Nespeca Antonella

E-mail: antonella.nespeca@regione.marche.it 

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel 0735/7667258

L.R. 34 del 18/12/2001 “Promozione e sviluppo della cooperazione sociale” art. 8 e s.m.i.: Nomina dei componenti del Comitato Tecnico Consultivo per la cooperazione sociale.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.161 DEL 19 LUGLIO 2021

Maria Elena Tartari

Dirigente P.F. Contrasto alla Violenza di genere e Terzo settore
E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3549
Fax: 071 806 3113 

Nespeca Antonella

E-mail: antonella.nespeca@regione.marche.it 

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel 0735/7667258

 

Santilli Simonetta

E-mail: simonetta.santilli@regione.marche.it
PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it 

Tel.: 071 806 3550
Fax: 071 806 3113

 

Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali_sport@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

 

 

aggiornato il 15.06.2020

modificato il 15.06.2020

 

 

 

 

Beatrice Carletti

PO Politiche di sostegno alla famiglia, all'infanzia e all'adolescenza

E-mail: beatrice.carletti@regione.marche.it

PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4033

Fax: 071 806 4041


Santarelli Giovanni
Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali_sport@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

 

 

Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali_sport@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

 

Con il DDPF n.  35 del 05.03.2021  sono state approvate modifiche procedurali riguardanti il termine finale dei progetti finanziati ai sensi dell’Avviso Pubblico DDPF 105/IGR/2019 e successivi atti,  e precisazioni sulle spese bancarie nel relativo vademecum di rendicontazione: Decreto n. 35/IGR del 5/03/2021 - All.3 Vademecum di rendicontazione


Ai sensi del DDPF 175 del 28.12.2020 è divenuto efficace il DDPF 155 del 12.12.2020  che finanzia i progetti di categoria A dalla posizione n. 31 alla posizione n. 35 - Decreto n. 175/IGR del 28/12/2020 - Allegato A (Progetti dal n. 31 al n. 35) 


Scorrimento graduatoria progetti categoria A dal n. 31 al n. 35 di cui al decreto n. 130/IGR/2020 (condizionato all'attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato e decreto di impegno)

Decreto n.155/IGR del 12/12/2020 - Scorrimento graduatoria - Allegato A (Progetti dal n. 31 al n. 35)


Scorrimento graduatoria progetti categoria A  dal n. 22 al n. 30 di cui al decreto n. 130/IGR/2020

Decreto n. 154/IGR del 10/12/2020  - Scorrimento graduatoria - Allegato A (Progetti dal n. 22 al n. 30)


Approvazione graduatorie progetti categoria A – Avviso pubblico DDPF 105/IGR/2019
Con DDPF n.  130 del 05/11/2020 è stata approvata la graduatoria dei progetti di Categoria A, presentati  ai sensi dell’Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di rilevanza regionale a sostegno dello svolgimento di attività di interesse generale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale  approvato con DDPF 105/IGR/2019, in attuazione dell’Accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 2018.
I progetti finanziati con il presente decreto sono quelli identificati dal n. 1 al n. 21 della graduatoria Allegato 1.

Allegato 1 - Graduatoria
Allegato 2 - Non ammessi
Allegato 3 - Non finanziati

_________________________________________________________________________________________________

MODULISTICA RICHIESTA ANTICIPO E RENDICONTAZIONE

Con Decreto n. 127/IGR della Dirigente della PF Contrasto alla violenza di genere e terzo settore approvato in data 02.11.2020 sono stati  approvati il vademecum di rendicontazione e i  modelli per la richiesta di anticipo e per la rendicontazione conclusiva dei progetti finanziati di cui all’avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale approvato con DDPF n. 105 dell’1/10/2019:
Allegato 1 – Richiesta di contributo in anticipazione;
Allegato 2 – Fac simile di fidejussione bancaria o polizza fidejussoria assicurativa;
Allegato 3 – Vademecum di rendicontazione conclusiva;
Allegato 4.a – Relazione conclusiva;
Allegato 4.b – Rendicontazione finanziaria conclusiva;
Allegato 4.c – Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà su Comuni coinvolti nel progetto
Allegato 4.d - Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà su volontari coinvolti nel progetto;

Con il medesimo decreto si è disposto di  integrare il  § 18 dell’Avviso in oggetto inserendo, quale ulteriore  modalità di presentazione della rendicontazione conclusiva,  l’invio tramite pec all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it  degli Allegati 4.a, 4.b, 4.c e 4.d.

Scarica lo ZIP contenente i documenti

______________________________________________________________________________________________________

PROROGA TERMINI CONCLUSIONE ATTIVITA' PROGETTUALI

DDPF n. 105/IGR del 1/10/2019 – Avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da Organizzazioni di volontariato e Associazione di promozione sociale in attuazione Accordo Stato-Regione Marche 2018:

proroga termini di conclusione delle attività progettuali e rendicontazione conclusiva - Decreto n. 59/IGR del 26/06/2020

I  termini indicati nel DDPF 59 del 26.06.2020 si applicano ai progetti finanziati in graduatoria come da Decreto IGR n. 35

del 29/04/2020 (progetti categoria B) e per i progetti di categoria A che risulteranno in graduatoria e finanziabili al termine delle attività di istruttoria e valutazione, a tutt ’oggi ancora in corso

_________________________________________________________________________________

APPROVAZIONE GRADUATORIA PROGETTI CATEGORIA B - Avviso pubblico  DDPF 105/IGR/2019

Con DDPF n. 35 del 29.04.2020 è stata approvata la graduatoria dei progetti di Categoria B, presentati  ai sensi dell’Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di rilevanza regionale a sostegno dello svolgimento di attività di interesse generale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale  approvato con DDPF 105/IGR/2019, in attuazione dell’Accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 2018.

La graduatoria è integrata con i fondi resi disponibili dal nuovo Accordo 2019, in attuazione della DGR 465/2020

Link al decreto
Allegato 1 - Allegato 2 - Allegato 3
DGR 465 del 14/04/2020


Decreto IGR n. 131 del 21 novembre 2019 - Nomina Commissione di Valutazione regionale

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

In continuità con l´esperienza tutt´ora in corso, la Giunta Regionale con la DGR n. 986/2019 ha riattivato le procedure per sostenere anche nell´anno 2019 e 2020 le attività di interesse generale realizzate dalle Organizzazioni di Volontariato (OdV) e dalle Associazioni di Promozione Sociale (APS) nella Regione Marche.

Con il Decreto del Dirigente della Posizione di Funzione n. 105 del 01/10/2019 è stato adottato il relativo avviso pubblico.

L´avviso è disponibile al seguente link http://www.norme.marche.it/attiweb/infodoc.aspx?ID=0_7201213.

Con decreto dirigenziale n. 124/IGR del 6.11.2019, la scadenza dei termini per la presentazione dei progetti à stata prorogata alle ore 13,00 del 19.11.2019


Link al bando

 

modificato il 15/12/2020

aggiornato il 15/12/2020

Con il DDPF n.  35 del 05.03.2021  sono state approvate modifiche procedurali riguardanti il termine finale dei progetti finanziati ai sensi dell’Avviso Pubblico DDPF 105/IGR/2019 e successivi atti,  e precisazioni sulle spese bancarie nel relativo vademecum di rendicontazione: Decreto n. 35/IGR del 5/03/2021 - All.3 Vademecum di rendicontazione


Ai sensi del DDPF 175 del 28.12.2020 è divenuto efficace il DDPF 155 del 12.12.2020  che finanzia i progetti di categoria A dalla posizione n. 31 alla posizione n. 35 - Decreto n. 175/IGR del 28/12/2020 - Allegato A (Progetti dal n. 31 al n. 35) 


Scorrimento graduatoria progetti categoria A dal n. 31 al n. 35 di cui al decreto n. 130/IGR/2020 (condizionato all'attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato e decreto di impegno)

Decreto n.155/IGR del 12/12/2020 - Scorrimento graduatoria - Allegato A (Progetti dal n. 31 al n. 35)


Scorrimento graduatoria progetti categoria A  dal n. 22 al n. 30 di cui al decreto n. 130/IGR/2020

Decreto n. 154/IGR del 10/12/2020  - Scorrimento graduatoria - Allegato A (Progetti dal n. 22 al n. 30)


Approvazione graduatorie progetti categoria A – Avviso pubblico DDPF 105/IGR/2019
Con DDPF n.  130 del 05/11/2020  è stata approvata la graduatoria dei progetti di Categoria A, presentati  ai sensi dell’Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di rilevanza regionale a sostegno dello svolgimento di attività di interesse generale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale  approvato con DDPF 105/IGR/2019, in attuazione dell’Accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 2018.
I progetti finanziati con il presente decreto sono quelli identificati dal n. 1 al n. 21 della graduatoria Allegato 1.

Allegato 1 - Graduatoria
Allegato 2 - Non ammessi
Allegato 3 - Non finanziati

_________________________________________________________________________________________________

MODULISTICA RICHIESTA ANTICIPO E RENDICONTAZIONE

Con Decreto n. 127/IGR della Dirigente della PF Contrasto alla violenza di genere e terzo settore approvato in data 02.11.2020 sono stati  approvati il vademecum di rendicontazione e i  modelli per la richiesta di anticipo e per la rendicontazione conclusiva dei progetti finanziati di cui all’avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale approvato con DDPF n. 105 dell’1/10/2019:
Allegato 1 – Richiesta di contributo in anticipazione;
Allegato 2 – Fac simile di fidejussione bancaria o polizza fidejussoria assicurativa;
Allegato 3 – Vademecum di rendicontazione conclusiva;
Allegato 4.a – Relazione conclusiva;
Allegato 4.b – Rendicontazione finanziaria conclusiva;
Allegato 4.c – Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà su Comuni coinvolti nel progetto
Allegato 4.d - Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà su volontari coinvolti nel progetto;

Con il medesimo decreto si è disposto di  integrare il  § 18 dell’Avviso in oggetto inserendo, quale ulteriore  modalità di presentazione della rendicontazione conclusiva,  l’invio tramite pec all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it  degli Allegati 4.a, 4.b, 4.c e 4.d.

Scarica lo ZIP contenente i documenti

______________________________________________________________________________________________________

PROROGA TERMINI CONCLUSIONE ATTIVITA' PROGETTUALI

DDPF n. 105/IGR del 1/10/2019 – Avviso pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da Organizzazioni di volontariato e Associazione di promozione sociale in attuazione Accordo Stato-Regione Marche 2018:

proroga termini di conclusione delle attività progettuali e rendicontazione conclusiva - Decreto n. 59/IGR del 26/06/2020

I  termini indicati nel DDPF 59 del 26.06.2020 si applicano ai progetti finanziati in graduatoria come da Decreto IGR n. 35

del 29/04/2020 (progetti categoria B) e per i progetti di categoria A che risulteranno in graduatoria e finanziabili al termine delle attività di istruttoria e valutazione, a tutt ’oggi ancora in corso

_________________________________________________________________________________

APPROVAZIONE GRADUATORIA PROGETTI CATEGORIA B - Avviso pubblico  DDPF 105/IGR/2019

Con DDPF n. 35 del 29.04.2020 è stata approvata la graduatoria dei progetti di Categoria B, presentati  ai sensi dell’Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di rilevanza regionale a sostegno dello svolgimento di attività di interesse generale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale  approvato con DDPF 105/IGR/2019, in attuazione dell’Accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 2018.

La graduatoria è integrata con i fondi resi disponibili dal nuovo Accordo 2019, in attuazione della DGR 465/2020

Link al decreto
Allegato 1 - Allegato 2 - Allegato 3
DGR 465 del 14/04/2020


Decreto IGR n. 131 del 21 novembre 2019 - Nomina Commissione di Valutazione regionale  

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

In continuità con l´esperienza tutt´ora in corso, la Giunta Regionale con la DGR n. 986/2019 ha riattivato le procedure per sostenere anche nell´anno 2019 e 2020 le attività di interesse generale realizzate dalle Organizzazioni di Volontariato (OdV) e dalle Associazioni di Promozione Sociale (APS) nella Regione Marche.

Con il Decreto del Dirigente della Posizione di Funzione n. 105 del 01/10/2019 è stato adottato il relativo avviso pubblico.

L´avviso è disponibile al seguente link http://www.norme.marche.it/attiweb/infodoc.aspx?ID=0_7201213 .

Con decreto dirigenziale n. 124/IGR del 6.11.2019, la scadenza dei termini per la presentazione dei progetti à stata prorogata alle ore 13,00 del 19.11.2019   


Link al bando

 

modificato il 15/12/2020

aggiornato il 15/12/2020

Proroga termini di conclusione dei progetti e rendicontazione alla Regione Marche

Scarica il decreto di proroga n. 51/IGR del 12/06/2020

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Decreto n. 99/IGR del 24/09/2019 - Approvazione modelli di rendicontazione

Allegato A - Relazione conclusiva

Allegato B - Rendicontazione finanziaria conclusiva

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI INIZIATIVE E PROGETTI DI RILEVANZA REGIONALE PROMOSSI DA ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE in attuazione Accordo Stato-Regione Marche 29.12.2017 - art. 72 D.Lgs. 117/2017 (Codice del Terzo Settore) 
Scadenza 09/06/2018
***********************************************************************************************

Proroga termini e approvazione modulistica

Decreto n. 45/IGR del 13.05.2019 - Proroga termini ed approvazione modulistica di rendicontazione intermedia (Allegato A - Allegato B - Allegato C)
Allegato A) Relazione stato di avanzamento attuativo
Allegato B) Rendicontazione finanziaria intermedia
Allegato C) Linee guida per la rendicontazione intermedia e finale

 

Link al bando

Con decreto del Direttore Generale della DG Terzo Settore n. 561 del 26.10.2021, pubblicato sul sito ministeriale, è stata individuata la data del 23 novembre p.v. per l’avvio dell’operatività del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore – RUNTS.

Da tale data:

  • prende il via il processo di trasmigrazione dai registri regionali (Registro Regionale delle Organizzazioni di volontariato di cui alla L.R. 30 maggio 2012 n. 15 e s.m.i. e D.G.R. 1789/2012 modificata parzialmente dalla DGR 403/2015 ;  Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale di cui alla L.R. 28 aprile 2004 , n. 9 e D.G.R. 812/2004) al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore ( Titolo VI , art 45 ss del Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117; D.M. 15 settembre 2020 n. 106; Decreto direttoriale n. 561 del 26.10.20212) 
  • i registri regionali sono soppressi ai sensi dell’art 38 comma 2 del D.M. 106/2020; saranno completati i procedimenti di iscrizione già avviati alla data del 22 novembre p.v.:
  • sarà possibile richiedere l’iscrizione al RUNTS da parte di ODV e APS che non risultino già iscritte nei registri regionali e da parte delle altre categorie di ETS, individuate dall’articolo 46 del Decreto Legislativo n. 117/2027 , richiamato dall’articolo 3 del D.M. 106/2020: : a) organizzazioni di volontariato; b) associazioni di promozione sociale; c) enti filantropici; d) Imprese sociali incluse le cooperative sociali; e) Reti associative relativamente alla ipotesi di cui al comma 2 del citato decreto; f) società di mutuo soccorso; g) altri Enti del Terzo settore   

Il decreto è consultabile al seguente link:  DD 561 del 26 ottobre 2021

 

Per informazioni:

Luigi Borroni: P.O. Supporto alle progettualità per gli enti del Terzo Settore e Registro Unico del Terzo Settore
Tel:  0718064140

Simonetta Santilli:
Tel: 0718063550

Stefano Sguerrini:
Tel: 07357667211

E mail: runts@regione.marche.it

 

Si forniscono per informazioni, i recapiti dei principali Sportelli territoriali del Centro Servizi Volontariato Marche:

Sportello di Ancona:
Tel 071 894266;
Email: ancona@csv.marche.it

 

Sportello di Ascoli Piceno:
Tel: 0736 248732
Email : ascoli@csv.marche.it

 

Sportello di Fermo
Tel: 0734 620503
Email: fermo@csv.marche.it

 

Sportello di Macerata:
Tel: 0733 280020
Email: macerata@csv.marche.it

 

Sportello di Pesaro:
Tel: 0721 415180
Email: pesaro@csv.marche.it

 

NB La L. 266/1991 e la L.  383/2000 sono abrogate a decorrere dalla data di operatività del RUNTS (art  102 del Decreto legislativo 1217/2017).

 


Nota Ministeriale 11560 del 02/11/2020 - art. 30, comma 2 e art.31, comma 1 d.lgs. n. 117/2017 – Nomina dell’organo di controllo e del revisore legale dei conti. Decorrenza obbligo.


Il decreto Ministeriale  n. 106 del 15 settembre 2020, relativo al Registro Unico nazionale del Terzo Settore è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale - serie generale n. 261 del 21/10/2020


Decreto Ministeriale 106/2020 - Procedure di iscrizione nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, modalità di deposito degli atti, le regole per la predisposizione, la tenuta, la conservazione e la gestione del Registro.


Nota 9313 del 16/09/2020: Ammissibilità di un organo di amministrazione monocratico all’interno degli enti del Terzo settore ex art. 26, Codice del Terzo settore. Richiesta parere.


Nota 6214 del 09/07/2020: Quesiti in materia di Codice del Terzo settore.


Nota 4477 del 22/05/2020: Statuti degli Enti del Terzo Settore.Individuazione delle attività di interesse generale art. 5c. 1delD.Lgs.117/2017. Associazioni affiliate a rete nazionale.


Il D.L. 17 marzo 2020 n. 18 ha disposto la sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi, sia perentori, sia ordinari,alla data del 15 aprile 2020.
Il D.L. 8 aprile 2020 n. 23 ( in G.U. n. 94 del 8.4.2020) ha prorogato tale termine al 15 maggio 2020

 

Adempimenti statutari Organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale.

Si comunica che l'art. 35 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18 ha posticipato i termini previsti dall'art 101 del Codice del Terzo Settore alla data del 31 ottobre 2020.
Pertanto le ODV e le APS dovranno adeguarsi alle disposizioni del CTS adeguando i propri statuti entro il 31 ottobre 2020.
Il D.L. ha altresì disposto che qualora l'approvazione dei bilanci per le associazioni sopra citate ricada nel periodo emergenziale, le stesse possono approvarlo entro lo stesso termine.


Nota 4995 del 28.5.2019 Profili evolutivi


Nota 1082 del 5.2.2020: risposta a quesiti in merito alla base associativa ETS


Nota 2088 del 27.2.2020:Risposta a quesito


Nota 224304 del 4.3.2020: CTS art 4 comma 2 .Direzione coordinamento e controllo ETS. prime indicazioni.

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Circolare n.6 del 25/06/2021

Legge 4 agosto 2017, n.124 - articolo 1, commi 125-129. Adempimento degli obblighi di trasparenza e di pubblicità.


Nota n. 8452 del 24.06.2021

Deposito del bilancio sociale delle cooperative sociali e loro consorzi - Termine di presentazione (rif. Prot. 0012505/U del 05/05/2021). Riscontro


Trasformazione da ODV a APS e viceversa in regime transitorio in assenza del RUNTS - parere. Nota 4313 del 18.5.2020

 


D.Lgs. n. 117/2017 – Adeguamenti statutari
La Regione Marche, nel corso del mese di settembre 2019, attiverà una procedura telematica per la trasmissione, da parte di Odv (Organizzazioni di Volontariato) e APS (Associazioni di Promozione Sociale) degli statuti modificati a seguito della regolamentazione introdotta dal D.Lgs. n. 117/2017.
Si rammenta alle OdV che, ai sensi della LR n. 15/2012 e della DGR n. 1789/2012, le stesse devono inviare alla Regione ogni modifica dello statuto entro 60gg dall’adozione dell’atto.
Si rammenta alle APS che, ai sensi della LR n. 9/2004 e della DGR n. 812/2014, le stesse devono trasmettere alla Regione, entro 30gg dall’approvazione, le variazioni allo statuto

Informativa circa il trattamento dei dati trasmessi in sede di comunicazione delle modifiche statutarie ai sensi del D.Lgs. n. 117/2017

*****************************************************************

 

Atti normativi attuativi del Codice del Terzo Settore
Codice del Terzo Settore – D.Lgs. n. 117/2017 – Termini per l’adeguamento statutario

Con l’approvazione definitiva del Disegno di Legge n. 1354 da parte del Senato della Repubblica recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, in deroga a quanto previsto dall'articolo 101, comma 2, del codice del Terzo settore, di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, i termini per l'adeguamento degli statuti delle bande musicali, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale sono prorogati al 30 giugno 2020. Il termine per il medesimo adeguamento da parte delle imprese sociali, in deroga a quanto previsto dall'articolo 17, comma 3, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, è differito al 30 giugno 2020.

Il testo del provvedimento è disponibile sul sito del Senato della Repubblica al seguente link:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/DDLMESS/0/1117481/index.html?part=ddlmess_ddlmess1-allegato_allegato1

(Vedi l’art. 43, 4-bis)

D. Lgs. n. 117/2017. Attività di culto. Richiesta parere.

Con la nota prot. n. 2019/222662 del 5 marzo u.s. relativa all’oggetto, codesto Servizio rappresenta che in sede di iscrizione o di controllo successivo è stato riscontrato come alcune associazioni di promozione sociale, pur non prevedendolo espressamente nell’atto costitutivo o nello statuto, svolgono attività di culto seppur non in modo prevalente rispetto alle attività di promozione sociale; che le attività di culto spesso sono svolte in modo promiscuo con attività di promozione sociale in sedi e locali per cui è applicata la normativa di favore di cui all’articolo 71 del decreto legislativo in oggetto.....

Adeguamenti statutari - Enti Terzo settore costituiti prima del 03/08/2017- del a cura della Posizione di funzione "Contrasto alla violenza di genere e Terzo settore"

A seguito dell'adozione, da parte del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali delle Circolari n. 34/2017 Codice del Terzo settore. Questioni di diritto transitorio. Prime indicazioni. e .20/2018 Adeguamenti statutari, le O.D.V. ed APS costituite prima del 3 agosto 2017 ( data di entrata in vigore del Codice del terzo Settore - D.lgs n.117/2017 e s.m.i.) devono obbligatoriamente adeguare i propri statuti entro il termine ultimo del 2 agosto 2019.

Le Circolari sopra citate, già pubblicate, stabiliscono le disposizioni - obbligatorie e non -  che gli statuti devono possedere dopo il loro adeguamento.

L'Ufficio ha ritenuto opportuno predisporre un "quadro di sintesi" delle disposizioni obbligatorie di cui alle predette norme per agevolare il lavoro di adeguamento statutario da parte delle associazioni , inviato anche agli  Organi consultivi e propositivi  della Giunta regionale, il Consiglio regionale per il Volontariato e l' Osservatorio regionale dell'Associazionismo di promozione sociale, nonché al  Centro Servizi Volontariato delle Marche.

 Nota 1309 del 06/02/2019: art. 35, commma 2 d.gls. 117/2017 - Discriminazioni di qualsiasi natura in relazione all'ammissione degli associati.

L'APS deve necessariamente fissare nello statuto i requisiti per l'ammissione di nuovi associati"
- requisiti non devono essere discriminatori e coerenti con le finalità perseguiti e l'attività generale svolta" al fine di rendere possibile la partecipazione effettiva ed il carattere "aperto" delle associazioni
La nota  ha ribadito la contrarietà alle disposizioni del codice del terzo settore per alcuni comportamenti "discriminatori":
- maggiore età: tale requisito potrebbe non essere coerente con finalità civiche e solidaristiche  e con attività che potrebbero essere svolta anche  da minori , o con la fattiva partecipazione di questi ultimi-Per il diritto di voto  La Cassazione  ha dichiarato l'illegittimità l'esclusione del diritto di voto ai soci minorenni, considerato che il diritto di voto in tal caso viene attribuito ex lege agli esercenti la potestà genitoriale.
- titolo di studio: il possesso di un determinato titolo di studio rischia di caratterizzare l'associazione in senso professionale. Il possesso di un qualunque titolo di studio potrebbe configurarsi come discriminatorio considerato che neanche il diritto di partecipazione basilare riconosciuto al cittadino, ossia il diritto di voto, può essere subordinato al possesso di un qualunque titolo di studio Nell'ipotesi dell'art 5 comma 1 ( le attività di interesse generale devono essere svolte in conformità alle norme particolari che ne disciplinano l'esercizio) l'associazione potrà affidare attività "specifiche " a soggetti muniti di titolo di studio idoneo, mentre le altre attività possono essere poste in essere dalla generalità degli associati
-Cittadinanza: deve tenersi presente l'art 10 della Costituzione e le leggi che regolano la condizione giuridica dello straniero regolarmente  residente sul territorio nazionale , che precludono allo stesso solo lo svolgimento dell'esercizio dei poteri pubblici ,consentendogli di beneficiare dei diritti civili e sociali
- condanne penali: è legittimo prevedere nello statuto per reati per incompatibili con le finalità statutarie e le attività svolte dall'associazione; lo statuto potrebbe tenere presente valori costituzionalmente garantiti quali la previsione di non colpevolezza e la funzione rieducativa della pena.
- posizioni diffamatorie nei confronti dell'associazione: è legittimo prevedere che l'associazione nel rispetto dei propri iscritti possa pretendere una condotta che sia in linea con i valori e le finalità dell'associazione

 
 

Dlgs n.117/2017 integrato e corretto dal Decreto Legislativo 3 agosto 2018 n. 105

TERZO SETTORE - CIRCOLARE DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA E PUBBLICITA'

OBBBLIGHI DI TRASPARENZA PER LE  COOPERATIVE CHE  SVOLGONO ATTIVITA' IN  FAVORE DI STRANIERI

l'Art 12 ter del D.L. 4 ottobre 2018 n. 113 "c.d Decreto Sicurezza", convertito in L. 1 dicembre 2018 n. 132 ha modificato l'art 1 comma 125 disponendo quanto segue: "1. Al comma 125 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, dopo il primo periodo è inserito il seguente: "Le cooperative sociali sono altresì tenute , qualora svolgano attività a favore degli stranieri di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, a pubblicare trimestralmente nei propri siti internet o portali digitali l'elenco dei soggetti cui sono versate somme per lo svolgimento di servizi finalizzati ad attività di integrazione, assistenza e protezione sociale"

Legge 4 agosto 2017, n.124 - articolo 1, commi 125-129. Adempimento degli obblighi di trasparenza e pubblicità.

 

RICHIESTA DI PARERE PER L'ISCRIZIONE DI DIRITTO DELL'ASSOCIAZIONE DELLA CROCE ROSSA E DEI SUOI COMITATI NEI RISPETTIVI REGISTRI REGIONALI DI VOLONTARIATO", 

Oggetto: Art. 99 d.Igs. 117/2017 e s.m.i.. Iscrizione Associazione della Croce Rossa Italiana e Comitati CRI nel RUNTS e nei registri operanti "medio tempore". Richiesta parere. 

CIRCOLARE DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Codice del Terzo Settore. Adeguamenti statutari.

Tabella riepilogativa delle modalità di adeguamento statutario da parte degli enti del terzo settore

Trasformazione da ODV a APS e viceversa in regime transitorio in assenza del RUNTS - parere. Nota 4313 del 18.5.2020

 


D.Lgs. n. 117/2017 – Adeguamenti statutari
La Regione Marche, nel corso del mese di settembre 2019, attiverà una procedura telematica per la trasmissione, da parte di Odv (Organizzazioni di Volontariato) e APS (Associazioni di Promozione Sociale) degli statuti modificati a seguito della regolamentazione introdotta dal D.Lgs. n. 117/2017.
Si rammenta alle OdV che, ai sensi della LR n. 15/2012 e della DGR n. 1789/2012, le stesse devono inviare alla Regione ogni modifica dello statuto entro 60gg dall’adozione dell’atto.
Si rammenta alle APS che, ai sensi della LR n. 9/2004 e della DGR n. 812/2014, le stesse devono trasmettere alla Regione, entro 30gg dall’approvazione, le variazioni allo statuto

Informativa circa il trattamento dei dati trasmessi in sede di comunicazione delle modifiche statutarie ai sensi del D.Lgs. n. 117/2017

*****************************************************************

 

Atti normativi attuativi del Codice del Terzo Settore

Codice del Terzo Settore – D.Lgs. n. 117/2017 – Termini per l’adeguamento statutario

Con l’approvazione definitiva del Disegno di Legge n. 1354 da parte del Senato della Repubblica recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, in deroga a quanto previsto dall'articolo 101, comma 2, del codice del Terzo settore, di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, i termini per l'adeguamento degli statuti delle bande musicali, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale sono prorogati al 30 giugno 2020. Il termine per il medesimo adeguamento da parte delle imprese sociali, in deroga a quanto previsto dall'articolo 17, comma 3, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, è differito al 30 giugno 2020.

Il testo del provvedimento è disponibile sul sito del Senato della Repubblica al seguente link:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/DDLMESS/0/1117481/index.html?part=ddlmess_ddlmess1-allegato_allegato1

(Vedi l’art. 43, 4-bis)

D. Lgs. n. 117/2017. Attività di culto. Richiesta parere. 

Con la nota prot. n. 2019/222662 del 5 marzo u.s. relativa all’oggetto, codesto Servizio rappresenta che in sede di iscrizione o di controllo successivo è stato riscontrato come alcune associazioni di promozione sociale, pur non prevedendolo espressamente nell’atto costitutivo o nello statuto, svolgono attività di culto seppur non in modo prevalente rispetto alle attività di promozione sociale; che le attività di culto spesso sono svolte in modo promiscuo con attività di promozione sociale in sedi e locali per cui è applicata la normativa di favore di cui all’articolo 71 del decreto legislativo in oggetto.....

Adeguamenti statutari - Enti Terzo settore costituiti prima del 03/08/2017- del a cura della Posizione di funzione "Contrasto alla violenza di genere e Terzo settore"

A seguito dell'adozione, da parte del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali delle Circolari n. 34/2017 Codice del Terzo settore. Questioni di diritto transitorio. Prime indicazioni..20/2018 Adeguamenti statutari, le O.D.V. ed APS costituite prima del 3 agosto 2017 ( data di entrata in vigore del Codice del terzo Settore - D.lgs n.117/2017 e s.m.i.) devono obbligatoriamente adeguare i propri statuti entro il termine ultimo del 2 agosto 2019.

Le Circolari sopra citate, già pubblicate, stabiliscono le disposizioni - obbligatorie e non -  che gli statuti devono possedere dopo il loro adeguamento.

L'Ufficio ha ritenuto opportuno predisporre un "quadro di sintesi" delle disposizioni obbligatorie di cui alle predette norme per agevolare il lavoro di adeguamento statutario da parte delle associazioni , inviato anche agli  Organi consultivi e propositivi  della Giunta regionale, il Consiglio regionale per il Volontariato e l' Osservatorio regionale dell'Associazionismo di promozione sociale, nonché al  Centro Servizi Volontariato delle Marche.

 Nota 1309 del 06/02/2019: art. 35, commma 2 d.gls. 117/2017 - Discriminazioni di qualsiasi natura in relazione all'ammissione degli associati.

L'APS deve necessariamente fissare nello statuto i requisiti per l'ammissione di nuovi associati"
- requisiti non devono essere discriminatori e coerenti con le finalità perseguiti e l'attività generale svolta" al fine di rendere possibile la partecipazione effettiva ed il carattere "aperto" delle associazioni
La nota  ha ribadito la contrarietà alle disposizioni del codice del terzo settore per alcuni comportamenti "discriminatori":
- maggiore età: tale requisito potrebbe non essere coerente con finalità civiche e solidaristiche  e con attività che potrebbero essere svolta anche  da minori , o con la fattiva partecipazione di questi ultimi-Per il diritto di voto  La Cassazione  ha dichiarato l'illegittimità l'esclusione del diritto di voto ai soci minorenni, considerato che il diritto di voto in tal caso viene attribuito ex lege agli esercenti la potestà genitoriale.
- titolo di studio: il possesso di un determinato titolo di studio rischia di caratterizzare l'associazione in senso professionale. Il possesso di un qualunque titolo di studio potrebbe configurarsi come discriminatorio considerato che neanche il diritto di partecipazione basilare riconosciuto al cittadino, ossia il diritto di voto, può essere subordinato al possesso di un qualunque titolo di studio Nell'ipotesi dell'art 5 comma 1 ( le attività di interesse generale devono essere svolte in conformità alle norme particolari che ne disciplinano l'esercizio) l'associazione potrà affidare attività "specifiche " a soggetti muniti di titolo di studio idoneo, mentre le altre attività possono essere poste in essere dalla generalità degli associati
-Cittadinanza: deve tenersi presente l'art 10 della Costituzione e le leggi che regolano la condizione giuridica dello straniero regolarmente  residente sul territorio nazionale , che precludono allo stesso solo lo svolgimento dell'esercizio dei poteri pubblici ,consentendogli di beneficiare dei diritti civili e sociali
- condanne penali: è legittimo prevedere nello statuto per reati per incompatibili con le finalità statutarie e le attività svolte dall'associazione; lo statuto potrebbe tenere presente valori costituzionalmente garantiti quali la previsione di non colpevolezza e la funzione rieducativa della pena.
- posizioni diffamatorie nei confronti dell'associazione: è legittimo prevedere che l'associazione nel rispetto dei propri iscritti possa pretendere una condotta che sia in linea con i valori e le finalità dell'associazione

 

 

Dlgs n.117/2017 integrato e corretto dal  Decreto Legislativo 3 agosto 2018 n. 105

TERZO SETTORE - CIRCOLARE DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA E PUBBLICITA'

OBBBLIGHI DI TRASPARENZA PER LE  COOPERATIVE CHE  SVOLGONO ATTIVITA' IN  FAVORE DI STRANIERI

l'Art 12 ter del D.L. 4 ottobre 2018 n. 113 "c.d Decreto Sicurezza", convertito in L. 1 dicembre 2018 n. 132 ha modificato l'art 1 comma 125 disponendo quanto segue: "1. Al comma 125 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, dopo il primo periodo è inserito il seguente: "Le cooperative sociali sono altresì tenute , qualora svolgano attività a favore degli stranieri di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, a pubblicare trimestralmente nei propri siti internet o portali digitali l'elenco dei soggetti cui sono versate somme per lo svolgimento di servizi finalizzati ad attività di integrazione, assistenza e protezione sociale"

Legge 4 agosto 2017, n.124 - articolo 1, commi 125-129. Adempimento degli obblighi di trasparenza e pubblicità.

 

RICHIESTA DI PARERE PER L'ISCRIZIONE DI DIRITTO DELL'ASSOCIAZIONE DELLA CROCE ROSSA E DEI SUOI COMITATI NEI RISPETTIVI REGISTRI REGIONALI DI VOLONTARIATO", 

Oggetto: Art. 99 d.Igs. 117/2017 e s.m.i.. Iscrizione Associazione della Croce Rossa Italiana e Comitati CRI nel RUNTS e nei registri operanti "medio tempore". Richiesta parere. 

CIRCOLARE DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Codice del Terzo Settore. Adeguamenti statutari.

Tabella riepilogativa delle modalità di adeguamento statutario da parte degli enti del terzo settore

Pubblicazione annuale registri e albi regionali del terzo settore.

 

Decreto 3/IGR del 28/01/2020

BUR n. 11 del 06/02/2020

Proroga termini di conclusione dei progetti e rendicontazione alla Regione Marche

Scarica il decreto di proroga n. 51/IGR del 12/06/2020

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Decreto n. 99/IGR del 24/09/2019 - Approvazione modelli di rendicontazione

Allegato A - Relazione conclusiva

Allegato B - Rendicontazione finanziaria conclusiva

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI INIZIATIVE E PROGETTI DI RILEVANZA REGIONALE PROMOSSI DA ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE in attuazione Accordo Stato-Regione Marche 29.12.2017 - art. 72 D.Lgs. 117/2017 (Codice del Terzo Settore) 
Scadenza 09/06/2018

***********************************************************************************************

Proroga termini e approvazione modulistica

Decreto n. 45/IGR del 13.05.2019 - Proroga termini ed approvazione modulistica di rendicontazione intermedia (Allegato A - Allegato B - Allegato C)

Allegato A) Relazione stato di avanzamento attuativo
Allegato B) Rendicontazione finanziaria intermedia
Allegato C) Linee guida per la rendicontazione intermedia e finale

 

Link al bando

 


 

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Linee guida per l'erogazione di Contributi per l'acquisto da parte di organizzazioni di volontariato di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie e beni strumentali.

domanda di contributo per l'anno 2018

DECRETO LEGISLATIVO n.105/2018

Il Decreto Legislativo 3 agosto 2018 n. 105 entra in vigore in data 11 .9.2018  ( pubblicato in G.U. 210 del 10.9.2018)apporta modifiche ed integrazioni migliorative al Decreto Legislativo 3 luglio 2017 n. 117 ( cd “Codice del Terzo Settore”) , a seguito di consultazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  con le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e rappresentanze del Terzo Settore.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11GENNAIO 2018

Istituzione di una cabina di regia con il compito di coordinare le politiche di governoe le azioni di promozioneed indirizzo delle attività degli enti del Terzo settore. (18A01237) ( G.U. n.45 del 23-02-2018)

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Codice del Terzo settore. Questioni di diritto transitorio. Prime indicazioni.

DECRETO LEGISLATIVO n.112/2017 QUESITI IN MATERIE DI COOPERATIVE SOCIALI

Linee Guida per la redazione del bilancio sociale ai sensi dell'art. 14 comma 1 D.gs117/2017 e, con riferimento alle imprese sociali dell'art.9 comma 2  D.lgs.112/2017.

DECRETO LEGISLATIVO n.117/2017

Codice del Terzo settore, a norma dell’articolo 1,comma 2, lettera b), della legge 6 giugno 2016, n. 106.

Leggi l’articolo riassuntivo sulle novità della Riforma del Terzo Settore

 

Volontariato

Si tratta di un  soggetto importante nel sistema di partecipazione e di costruzione di partnership assieme al mondo dell’associazionismo di promozione sociale. Il volontariato (considerando esclusivamente l’attività svolta dalle organizzazioni iscritte al registro regionale) svolge un ruolo determinante nell'attività di assistenza al cittadino-utente e costituisce una risorsa essenziale della rete di welfare regionale.Organizzazioni di Volontariato sono di competenza della Regione Piemonte.
La funzione della Regione è quella di sostenere le Associazioni di volontariato del territorio  ed i loro Coordinamenti, nel rapporto con il sistema pubblico (iscrizioni, invio di relazioni d’aggiornamento, consulenze, ecc) al fine di agevolare la loro mission operativa, favorendo la promozione e l’attuazione dei principi di partecipazione, solidarietà, sussidiarietà e pluralismo, ai sensi degli articoli 2, 3, 18 e 118 della Costituzione.
Si sottolinea che senza l’iscrizione al Registro non è possibile stipulare convenzioni con gli Enti Pubblici (L. 266/91 e L.R. 38/94).  Una funzione promozionale molto efficace è svolta dal Centro Servizi del Volontariato in stretto raccordo con il Comitato di gestione dei Fondi speciali e con le stesse Fondazioni bancarie.

Volontariato

Si tratta di un  soggetto importante nel sistema di partecipazione e di costruzione di partnership assieme al mondo dell’associazionismo di promozione sociale. Il volontariato (considerando esclusivamente l’attività svolta dalle organizzazioni iscritte al registro regionale) svolge un ruolo determinante nell'attività di assistenza al cittadino-utente e costituisce una risorsa essenziale della rete di welfare regionale.Organizzazioni di Volontariato sono di competenza della Regione Piemonte.
La funzione della Regione è quella di sostenere le Associazioni di volontariato del territorio  ed i loro Coordinamenti, nel rapporto con il sistema pubblico (iscrizioni, invio di relazioni d’aggiornamento, consulenze, ecc) al fine di agevolare la loro mission operativa, favorendo la promozione e l’attuazione dei principi di partecipazione, solidarietà, sussidiarietà e pluralismo, ai sensi degli articoli 2, 3, 18 e 118 della Costituzione.
Si sottolinea che senza l’iscrizione al Registro non è possibile stipulare convenzioni con gli Enti Pubblici (L. 266/91 e L.R. 38/94).  Una funzione promozionale molto efficace è svolta dal Centro Servizi del Volontariato in stretto raccordo con il Comitato di gestione dei Fondi speciali e con le stesse Fondazioni bancarie.

 

 REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

 


Con Decreto della Dirigente della PF Contrasto alla Violenza di Genere e Terzo Settore n. 134 del 24/06/2021 si è provveduto a pubblicare gli Albi e i Registri Sociali di:

  • Organizzazioni di Volontariato;
  • Associazioni di Promozione Sociale;
  • Cooperative Sociali
  • Società di Mutuo Soccorso

Il Decreto è consultabile al seguente link:
DECRETO 134 DEL 24/06/2021

__________________________________________________________________________

DECRETO DELLA DIRIGENTE DELLA P.F. CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE E TERZO SETTORE n. 99 del 12.11.2018  concernente la cancellazione  dal Registro regionale delle organizzazioni di volontariato , sezione "socio sanitaria, socio assistenziale e tutela dei diritti. " 

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE E TERZO SETTORE - Data 01 dicembre 2017, n. 85/IGR
L.R. 30 maggio 2012, n. 15; D.G.R.n. 1789/2012; D.lgs. n. 117/2017 Codice del Terzo Settore - Avviso pubblico per l’aggiornamento del Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato  

link al bando

 

Registri precedenti:
BUR n. 21 del 21/03/2019  
BUR n. 18 del 07/03/2019
BUR n. 138 del 28/12/2017
BUR n. 141 del 29/12/2016

Assemblea regionale e Consiglio regionale del volontariato

 

La LR 15/2012 all’articolo 11, stabilisce che l’Assemblea regionale del volontariato è strumento di partecipazione consultiva delle organizzazioni di volontariato alla programmazione e alla realizzazione degli interventi della Regione nei settori di diretto interesse del volontariato, è composta dai rappresentanti legali delle Organizzazioni di volontariato iscritte nel Registro regionale.

Il comma 5 del medesimo articolo, dispone la costituzione del Consiglio regionale del Volontariato, quale organismo di rappresentanza del volontariato presente nella regione, composto da tredici membri nominati dall’Assemblea regionale delle Organizzazioni di volontariato. Detto organismo si è insediato il 19 febbraio 2016 alla presenza dell’assessore Cesetti ed è presieduto da Daniele Domenico Ragnetti dell’AVIS provinciale di Pesaro.

Maria Elena Tartari

Dirigente P.F.Contrasto violenza di genere e Terzo settore 
E-mail: funzione.contrastoviolenzaeterzosettore@regione.marche.it

PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3544  - 8063549
Fax: 071 806 3113 

 

Santilli Simonetta

E-mail: simonetta.santilli@regione.marche.it
PEC: regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it

Tel.: 071 806 3550
Fax: 071 806 3113 

 

Santarelli Giovanni

Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport
E-mail: servizio.politichesociali_sport@regione.marche.it
PEC: regione.marche.politichesociali@emarche.it

Tel.: 071 806 4305
Fax: 071 806 4041

 

 

modificato il 15.06.2020

aggiornato il 15.06.2020

 

La richiesta di iscrizione al Registro delle ODV, di cui sotto, va inviata preferibilmente a mezzo PEC all’indirizzo regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it 
Qualora l’associazione non disponga di un indirizzo PEC, potrà utilizzare quello del rappresentante legale, o di un associato, o di una persona di fiducia, purché espressamente autorizzato dall’associazione e purché tale indirizzo sia costantemente presidiato.

In alternativa resta valido l'invio tramite raccomandata all'indirizzo:
Regione Marche - Giunta Regionale
Servizio Politiche Sociali e sport
PF CONTRASTO E VIOLENZA DI GENERE

Palazzo LEOPARDI- Via Tiziano 44, 60125 Ancona


Richiesta iscrizione al registro regionale (Allegato A).


Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà (Allegato B).


Relazione attività associazione (Allegato C).


SET MINIMO DATI (Allegato D).

Si rappresenta che per quanto riguarda le ODV è necessaria la polizza assicurativa per infortuni, malattie e Responsabilità civile prevista dalla LR 15/2012 e dalla DGR 1789/2012 nonché dal CTS (art 18)



Circolare 20 del 27-12-2018: Codice del Terzo settore. Adeguamenti statutari.