Cinque obiettivi strategici

Per il prossimo bilancio a lungo termine dell'UE (2021-2027) la Commissione Europea ha emanato una serie di proposte legislative che contengono interessanti novità in materia di investimenti e di sviluppo regionale. 

Nel periodo 2021-2027 gli investimenti dell’UE saranno orientati a raggiungere 5 obiettivi principali:  

  1. un’Europa più intelligente,  mediante la promozione di una trasformazione economica innovativa e intelligente
  2. un’Europa più verde,  mediante la transizione verso un'energia pulita, l’adattamento ai cambiamenti climatici e la gestione dei rischi
  3. un’Europa più connessa,  attraverso il rafforzamento della mobilità e della connettività regionale 
  4. un’Europa più sociale,  attraverso l'attuazione del pilastro europeo dei diritti sociali
  5. un’Europa più vicina  ai cittadini, attraverso la promozione dello sviluppo sostenibile e integrato delle zone urbane, rurali e costiere e delle iniziative locali.

I cinque obiettivi strategici sono riportati nel dettaglio all'interno dell'Allegato 3 alla DGR 1555/2020 con oggetto "Definizione del quadro strategico regionale per la programmazione 2021-2027 a seguito dell’approvazione in Consiglio Europeo degli strumenti del Quadro finanziario pluriennale e di Next Generation EU" .

Regolamenti Programmazione UE 2021- 2027

Il Parlamento Europeo ed il Consiglio approvano:

Regolamento disposizioni comune a tutti i fondi -  Reg. UE 1060/2021 (.pdf)

Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo Plus, al Fondo di coesione, al Fondo per una        transizione giusta, Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura, e le regole finanziarie applicabili a tali    fondi e al Fondo Asilo, migrazione e integrazione, al Fondo Sicurezza interna e allo Strumento di sostegno finanziario per la    gestione delle frontiere e la politica dei visti


Regolamento Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e Fondo di Coesione - Reg.UE 1058/2021 (.pdf)


Regolamento Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) - Reg. UE 1057/2021 (.pdf)


Regolamento Interreg - Reg. UE 1059/2021 (.pdf)


Regolamento per una transizione giusta - Reg. UE 1056/2021 (.pdf)

 

I regolamenti sono in vigore dal 01 luglio 2021.


Accordo di Partenariato (pdf)

L'accordo di partenariato espone l’orientamento strategico per la programmazione e le modalità per un impiego efficace ed efficiente del FESR, del FSE+, del Fondo di coesione, del JTF e del FEAMPA per il periodo compreso fra il 1 gennaio 2021e il 31 dicembre 2027 (art. 10 Reg.UE 160/2021).

La strategia sostenuta dall’Accordo di partenariato 2021-2027 indirizza i fondi disponibili affinché si realizzino interventi rivolti al conseguimento congiunto dei traguardi fissati in sede europea per un’economia climaticamente neutra (Green Deal europeo) e per una società giusta e inclusiva (Social Pillar europeo) nel più ampio contesto di adesione all’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile e in coerenza con le Strategie nazionali e regionali di Sviluppo sostenibile. In questa cornice, l’intervento è diretto a contribuire alla necessaria trasformazione verso modelli produttivi totalmente sostenibili e l’utilizzo diffuso delle tecnologie digitali (transizione verde e digitale) in coerenza e a sostegno agli obiettivi di coesione ed equità economica, sociale e territoriale. 

 

Tavoli nazionali di confronto partenariale per la Politica di Coesione 2021-2027

Le Regioni e le Provincie autonome si sono mosse sulla scia delle proposte legislative della Commissione Europea sulla nuova programmazione, con lo scopo di incentrare i futuri piani operativi sui temi indicati e di trovare strategie condivise a tutti i livelli. E’ su questa base che il 27 marzo a Roma hanno preso il via i lavori dei tavoli nazionali di confronto partenariale in merito alla nuova programmazione, conclusi poi il 22 ottobre. In questo arco di tempo si sono svolti ben venticinque incontri, cinque per ogni obiettivo di policy. E’ stato inoltre realizzato un Focus specifico per il Mezzogiorno e una riunione conclusiva di tutto il percorso.

Per l’occasione, il Dipartimento per le Politiche di Coesione ha posto all’attenzione dei partecipanti quattro temi unificanti su cui lavorare prioritariamente, poiché condivisi: creare opportunità di lavoro di qualità, proteggere il territorio e le risorse naturali, offrire ai cittadini servizi omogenei e di qualità, utilizzare la cultura come veicolo di coesione economica e sociale.

Scarica le slide delle principali conclusioni: Esiti tavoli di confronto partenariale

Per la consultazione online di tutti i materiali condivisi e dei contributi relativi agli incontri dei tavoli nazionali di partenariato per la nuova programmazione 2021-2027 visita la pagina OpenCoesione


In merito al primo obiettivo di policy, un’Europa più intelligente, è emersa innanzi tutto una chiara richiesta di semplificazione e razionalizzazione delle misure e procedure riguardanti i finanziamenti. Centrale si è rivelata anche la necessità di innovare e digitalizzare l’industria, in modo da offrire lavoro di qualità che attragga la classe lavoratrice, soprattutto quella molto giovane, che spesso si vede costretta ad importare le proprie qualità in territorio straniero.


Il secondo obiettivo di policy mira ad avere un’Europa più verde, più ecosostenibile, più attenta all’ambiente e ai cambiamenti climatici. Ecco perché il piano è quello di trasformare la maggior parte delle risorse della nuova programmazione in interventi che incontrino effettivamente i fabbisogni del nostro territorio.


Il terzo obiettivo di policy vuole un’Europa più connessa, sia digitalmente che infrastrutturalmente. Parte delle risorse verrà dunque dedicata alla riqualificazione delle linee ferroviarie e della mobilità urbana, nonché al rafforzamento della connettività digitale.


Per quanto riguarda il quarto obiettivo di policy, un’Europa più sociale, lavoro di qualità in particolare per i giovani e per le donne, e omogeneità e qualità dei servizi per i cittadini si confermano i temi unificanti a cui questo obiettivo di policy e i relativi obiettivi specifici devono contribuire in maniera più significativa, soprattutto nelle aree in cui la sfida è più intensa.


Il quinto obiettivo di policy vuole un’Europa più vicina ai cittadini, che garantisca l’efficacia degli interventi in corso, che semplifichi l’accesso ai finanziamenti, che integri le strategie locali con i grandi obiettivi nazionali e comunitari.

COMITATO DI INDIRIZZO

  • Incontro 9 luglio 2021 - Regione Marche - Aula Li Madou
    • Slide REGIONE MARCHE E PROGRAMMAZIONE FONDI FESR E FSE 2021-27 (.pdf)

COMITATO TECNICO  SCIENTIFICO


INCONTRI DI ASCOLTO PARTENARIALE

  • Incontro 29 ottobre 2021 -  Palazzo dei Capitani - Ascoli Piceno
    • Slide Regione Marche: programmazione fondi FESR e FSE+ 2021-27 (pdf)
  • Incontro 22 ottobre 2021- Teatro Politeama - Tolentino - Macerata
    • Slide Regione Marche: programmazione fondi FESR e FSE+ 2021-27 (pdf)
  • Incontro 8 ottobre 2021 - Teatro Sanzio -  Urbino - Pesaro Urbino
    • Slide Regione Marche: programmazione fondi FESR e FSE + 2021-27 (pdf)
  • Incontro 23 dicembre 2021 - La Rotonda - Senigalla - Ancona 
    • Slide Regione Marche: programmazione fondi FESR e FSE + 2021-27 (pdf)

TAVOLO 1 - UN'EUROPA PIU' INTELLIGENTE

  • Incontro 22 luglio 2021 - Aula Verde - Palazzo Leopardi - Regione Marche
    • Slide Obiettivo Stratetgico Un'europa più Intelligente (.pdf)

TAVOLO 2 - UN'EUROPA PIU' VERDE

  • Incontro 27 luglio 2021 - Aula Verde -  Palazzo Leopardi - Regione Marche
    • Slide Obiettivo Strategico Un'Europa più verde (.pdf)

TAVOLO 3 - UN'EUROPA PIU' CONNESSA


TAVOLO 4 - UN'EUROPA PIU' SOCIALE

  • Incontro 29 luglio 2021 - Aula Verde - Regione Marche
    • Slide Obiettivo Strategico Un'Europa più sociale (.pdf)

TAVOLO 5 - UN'EUROPA PIU' VICINA AI CITTADINI

 

 

Le tappe della programmazione 21-27 della Regione Marche

L'obiettivo è avviare, secondo una logica integrata, la programmazione dei programmi regionali che saranno finanziati dai Fondi SIE nel periodo di programmazione 2021 – 2027

I pilastri del percorso sono:

- i 5 Tavoli dedicati ai 5 obiettivi Strategici 21-27 (vai alla sezione dedicata)
- le Linee di indirizzo definite dalla Giunta regionale (DGR n. 1555 del 1 dicembre 2020)
- l'apertura al partenariato socio-economico del territorio regionale (vai alla sezione dedicata)

 

I 5 tavoli di confronto interno prevedono il coinvolgimento delle strutture regionali competenti

TAVOLO 1 - Un'Europa più intelligente

TAVOLO 2 - Un'Europa più verde

TAVOLO 3 - Un'Europa più connessa

TAVOLO 4 - Un'Europa più sociale

TAVOLO 5 - Un'Europa più vicina ai cittadini

PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE 2021/20207 DELLA GIUNTA AL CONSIGLIO REGIONALE MARCHE

  • DGR 318/2022: Proposta di Deliberazione di competenza dell’Assemblea legislativa regionale concernente: “Approvazione della proposta di Programma FESR Marche 2021-2027 ai sensi della L.R. 14/2006, art. 6

Allegato A: Programmazione FESR 2021/2027 (pdf)

Allegato B: Linee guida - Programma Operativo Complementare (POC) FESR 2021/2027 (pdf)

Approvata dall'Assemblea Legislativa della Regione Marche con Delibera n. 33 del 14 aprile 2022 (pdf)

  • DGR 319/2022: Proposta di Deliberazione di competenza dell’Assemblea legislativa regionale concernente: “Approvazione della proposta di Programma FSE+ Marche 2021-2027 ai sensi della L.R. 14/2006, art. 6”

Allegato A: Programmazione FSE+ 2021/2027 (pdf

Allegato B: Linee guida - Programma Operativo Complementare (POC) FSE + 2021/2027 (pdf)

Approvata dall'Assemblea Legislativa della Regione Marche con Delibera n. 32 del 14 aprile 2022 (pdf)


QUADRO STRATEGICO REGIONALE PER LA PROGRAMMAZIONE 2021-2027

Il 01 dicembre 2020 è stata approvata la DGR n. 1555 avente ad oggetto “Definizione del quadro strategico regionale per la programmazione 2021-2027 a seguito dell’approvazione in Consiglio Europeo degli strumenti del Quadro finanziario pluriennale e di Next Generation EU - Revoca della DGR 971/2020”

Tale documento prevede:

  • di istituire un Comitato di Indirizzo e un Comitato Tecnico Scientifico quali strumenti della governance politica e tecnica, per la definizione di un Quadro strategico regionale che tenga conto dei mutati scenari internazionali in seguito alla pandemia Covid-19, del posizionamento regionale nel nuovo contesto globale e dei nuovi paradigmi socio economici;
  • di istituire cinque Tavoli di approfondimento e confronto ognuno dei quali dedicato ad uno dei cinque Obiettivi strategici individuati nelle proposte regolamentari riferite al periodo di programmazione 2021-2027;
  • di affidare la responsabilità della predisposizione della Strategia di specializzazione intelligente al Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione e alla P.F. Innovazione ricerca, competitività ed internazionalizzazione;
  • di incaricare il Servizio Risorse finanziarie e bilancio e la PF Programmazione Nazionale e Comunitaria del coordinamento complessivo delle attività.

Valutazione Ambientale e Strategica (VAS) - Programma Operativo FESR 

La valutazione ambientale strategica (VAS) è una procedura per includere, in sede di elaborazione di piani e programmi, il ragionamento ambientale al fine di verificare il probabile impatto sull'ambiente del piano o programma stesso.

Rapporto Ambientale del Programma - VAS - FESR Marche 2021-27 - aprile 2022 (pdf)

Sintesi non tecnica - VAS - aprile 2022 (pdf)

Nota - procedura Vas -  del 07 settembre 2021 (.pdf

Rapporto preliminare (.pdf)

Questionario per la consultazione (.doc - .pdf )

Acquisizione dei servizi di pubblicità, informazione e comunicazione relativi al Programma del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) Marche 2021-2027

Le Attività di Informazione e Comunicazione del PO Marche FESR 2021-27 rientrano in un progetto organico e sinergico che è già stato avviato dallAutorità di Gestione del Fondo Europeo Sviluppo Regionale (FESR) e Fondo Sociale Europeo (FSE) nella Programmazione 2014-2020 e viene tuttora portato avanti integrando le differenti modalità di comunicazione e di contatto con target diversificati, che sono ricompresi sostanzialmente nella popolazione e nei potenziali destinatari finali degli interventi del POR FESR.
L’obiettivo della divulgazione, dell’informazione e conoscenza sul territorio regionale degli interventi finanziati con il FESR dovrà favorire la massima visibilità possibile, al fine di incentivare la promozione e diffusione di un “sentimento di fiducia” verso le opportunità provenienti dall’Europa tramite i Fondi Europei.

Decreto 180 del 29/12/2021 - Approvazione elaborati tecnici

- Allegato A Relazione Tecnico illustrativa
- Allegato B Capitolato Tecnico
- Allegato C Prospetto Economico
- Allegato D Schema di Contratto


Materiale di comunicazione PR FESR

 

 

Direzione programmazione integrata risorse comunitarie e nazionali
Settore Programmazione delle risorse comunitarie
Settore Programmazione delle risorse nazionali e aiuti di Stato
Regione Marche Palazzo Leopardi
Via Tiziano, 44 60125 Ancona

Segreteria
tel. 071 806 3643  fax 071 806 3037

Per info bandi e finanziamenti
Tel. 071 806 3858 /3674

Mail help desk, info e assistenza: europa@regione.marche.it

Mail istituzionale:  direzione.programmazioneintegrata@regione.marche.it

PEC: regione.marche.programmazioneunitaria@emarche.it