Enti Locali e Pubblica Amministrazione

 

 

 

Modifiche alle circoscrizioni e denominazioni comunali

Con proposta di legge regionale ad iniziativa popolare n.77/2011 è stato previsto il distacco della  frazione di Marotta dal Comune di Fano e la sua incorporazione al Comune di Mondolfo, con modifica delle circoscrizioni comunali.  

Il referendum consultivo sulla proposta di legge è stato indetto con deliberazione amministrativa dell'Assemblea legislativa regionale n.87 del 22/10/2013

Con decreto n.5/Pres del 17/1/2014 è stata fissata la data del 9/3/2014 per la consultazione referendaria. 

Gli esiti del referendum sono pubblicati nel sito internet www.referendum.marche.it

Con l.r. n. 15/2014 la modifica delle circoscrizioni comunali è stata approvata.
Con DGR 998/2015 è stato richiesto il parere della competente Commissione Assembleare e del Consiglio delle Autonomie locali su uno schema di deliberazione avente ad oggetto la disciplina di rapporti giuridici correlati alla modifica delle circoscrizioni comunali. Con Deliberazione della Giunta regionale del 12 luglio 2021, n. 882 è stata approvata la disciplina di rapporti patrimoniali ed economico-finanziari conseguenti al distacco della frazione di Marotta dal Comune di Fano ed alla sua incorporazione nel Comune di Mondolfo, ai sensi dell’art.2, L.R. 15/2014 (Bur N56 del 22 luglio 2021).

Documentazione: precedente indizione del referendum, decreto di fissazione della data di votazione, decreto di sospensione della procedura. 
Normativa di riferimento: art.133 Costituzione, art.44 Statuto regionale, art.15 d.lgs 267/00, legge regionale 18/1980, legge regionale 10/1995 .

 

Con ordinanza n. 3679/2016, nell'ambito del proc. n. 2019/2016 R.G., il Consiglio di Stato, V° Sez., ha deferito alla Corte Costituzionale l'esame della controversia insorta a seguito dell'approvazione della legge regionale n.15/2014. Con sentenza n. 2 del 12/1/2018, la Corte costituzionale ha accolto il ricorso per conflitto di attribuzione proposto dalla Regione Marche nei confronti del Consiglio di Stato, annullando la sentenza non definitiva del Consiglio di Stato, V° Sez., 23/8/2016, n. 3678, dichiarando inammissibili le questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Consiglio di Stato sulla L.R. n. 15/2014 e disponendo la prosecuzione del giudizio presso il Consiglio di Stato, il quale  con ordinanza n. 3614/2018 R.P.C. - N. 2019/2016 R.R. ha sospeso il giudizio, disponendo la trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale in relazione ad una questione di legittimità costituzionale che  è stata sollevata e che è stata dichiarata non manifestamente infondata. Con sentenza n. 214/2019, la Corte Costituzionale ha dichiarato non fondate le questioni di legittimità costituzionale della legge della Regione Marche 23 giugno 2014, n. 15 (Distacco della frazione di Marotta dal Comune di Fano e incorporazione nel Comune di Mondolfo. Mutamento delle rispettive circoscrizioni comunali), sollevate, in riferimento agli artt. 3 e 133, secondo comma, della Costituzione, dal Consiglio di Stato, sez. V°.