Energia

Certificazione energetico ambientale (ex Protocollo ITACA)

Presentazione

L’edilizia sostenibile impiega meno risorse naturali, produce un minore impatto sull’ambiente (nell’aria, nell’acqua, sul suolo) e garantisce un maggiore comfort abitativo rispetto all’edilizia convenzionale.
La Regione Marche ha una specifica normativa sull’edilizia sostenibile (Legge Regionale 14/2008) e ha adottato nel 2011 (DGR 1689/2011) un sistema di certificazione energetica e ambientale degli edifici basato sul Protocollo ITACA Marche, di tipo volontario; i criteri con cui vengono valutati gli edifici prendono in considerazione molteplici aspetti, non limitandosi ai soli consumi energetici che hanno comunque un peso rilevante nella valutazione complessiva.

Il 9 luglio 2019 è stata pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 13:2019, “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità”, frutto della collaborazione tra UNI, Ente Italiano di Normazione e ITACA, Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e Compatibilità Ambientale.

La prassi di riferimento permette di formulare un giudizio sintetico sulla performance globale di un edificio, assegnando un punteggio indicativo del livello di sostenibilità ambientale. È quindi un utile strumento per il progettista, di controllo e di indirizzo per la pubblica amministrazione, e di supporto alla scelta del consumatore.

Questa nuova edizione, che sostituisce la precedente UNI/PdR 13:2015 e che traduce in Prassi il Protocollo ITACA, introduce due importanti novità:

-        una nuova sezione, dedicata alla valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici non residenziali;

-        l’adeguamento alle novità relative alla normativa tecnica e ai Criteri Ambientali Minimi previsti dal D.M 11 ottobre 2017, obbligatori negli appalti pubblici per l’affidamento dei servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici.

Normativa di riferimento

  • DGR n. 1689 del 19/12/2011: “Art. 6, c. 5 e art. 14, c. 2 lett b) e c) e c. 3 lett. b), LR n. 14/2008 Norme per l'edilizia sostenibile: All. 1 “Sistema e procedure per la certificazione energetica e ambientale degli edifici”, All.2 “Criteri e procedure per formazione e accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio della certificazione” e All. 3 “Criteri e modalità per erogazione contributi e per adozione incentivi di cui agli artt. 9 e 10”;

 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 20/05/2022

 

 

Linee Guida

Nell’ambito della collaborazione con UNI (Ente Nazionale di Unificazione), al fine di evolvere i Protocolli a norme tecniche nazionali di riferimento, è stata realizzata la Prassi di Riferimento UNI che ha sostituito il Protocollo ITACA.

Dal 9 luglio 2019 è in vigore la nuova PdR UNI 13/2019 che rientra tra i prodotti della normazione europea di cui all’art.2, punto 2 del Regolamento UE n.1025/2012.

La UNI/PdR 13:2019 rappresenta il Protocollo ITACA aggiornato alle nuove norme in materia di sostenibilità energetico ambientale degli edifici (DM 11 ottobre 2017 - CAM).

 

La UNI/PdR 13:2019 è strutturata in tre sezioni:

0 - che fornisce l’inquadramento generale e i principi metodologici alla base del sistema di analisi

per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici, ai fini della loro classificazione

attraverso l’attribuzione di un punteggio di prestazione;

1 - che specifica i criteri sui quali si fonda il sistema di analisi multicriteria per la valutazione della

sostenibilità ambientale degli edifici residenziali;

2 - che chiarisce i criteri sui quali si fonda il sistema di analisi multicriteria per la valutazione della

sostenibilità ambientale degli edifici non residenziali.

 

Normativa di riferimento

DGR n.713/2021: “Art. 7 della L.R. n. 14/2008 “Norme per l’edilizia sostenibile”. Modifica della DGR n.760 dell’11/02/2009, così come aggiornata dalla DGR n.858 dell’1/08/2016. Adozione della Prassi di Riferimento UNI PdR 13:2019 - Sostenibilità ambientale nelle costruzioni. Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici;

 

 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 20/05/2022

Certificatori

I regolamenti per la formazione dei tecnici ESPERTI e ISPETTORI PdR UNI 13:2019 sono stati approvati dal Comitato promotore ITACA in data 29/12/2020, conformemente a quanto stabilito dal Regolamento RT-33 di Accredia, e pubblicati sul sito nazionale dell’istituto ITACA.

La Regione Marche con DGR n.848/2021 ha adottato tali regolamenti e pertanto i professionisti che seguiranno i corsi e supereranno l’esame finale saranno iscritti nell’Elenco nazionale dei professionisti Esperti/Ispettori della UNI/PdR 13:2019.

I corsi di formazione e aggiornamento validi per l’iscrizione nell’Elenco potranno essere organizzati da soggetti pubblici, Enti organizzatori, che abbiano tra le loro competenze la formazione anche professionale (Ordini/Collegi professionali, Università…).

Sono previsti i seguenti percorsi di formazione per professionisti:

a) I professionisti iscritti negli albi dei rispettivi ordini/collegi di appartenenza potranno iscriversi nell’Elenco Ispettori dopo aver frequentato un corso di formazione completo di almeno 40 ore (Percorso 1).

b) I professionisti che hanno frequentato corsi per “valutatori”, “certificatori”, “ispettori” o “esperti” secondo il “Protocollo ITACA” nazionale con esame finale, sotto la responsabilità gestionale delle Regioni, potranno iscriversi nell’Elenco Esperti dopo aver frequentato un corso di aggiornamento della durata di 20 ore (Percorso 2).

c) Il corso di aggiornamento per il mantenimento della qualifica di Esperto dovrà avere una durata di almeno 20 ore (Percorso 3).

Si evidenzia che i tecnici certificatori iscritti nell’elenco regionale dovranno seguire il percorso 2 (punto b) al fine dell’applicazione della PdR/UNI 2019.

 

Normativa per la formazione e accreditamento dei certificatori

DGR n. 848/2021: “L.R. n. 14/2008 - Norme per l’edilizia sostenibile - Art. 6, c.5, lett. b), aggiornamento del sistema di accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio della certificazione di sostenibilità ambientale e approvazione dei regolamenti dei corsi di formazione per Esperti/Ispettori UNI/PdR 13:2019 – sostituisce l’Allegato 2 della DGR 1689/2011.

 

Numero di certificatori621

:: in ordine alfabetico
:: per Comune
:: per ID progressivo

Decreti di istituzione e aggiornamento dell'elenco:
169/TAE/2011
:: 18/TAE/2012
:: 19/EFN/2012
:: 2/EFN/2013
:: 68/EFN/2013
:: 29/EFR/2014
:: 45/EFR/2014
:: 132/EFR/2014

:: 17/CRB /2018

:: 122/CRB /2020

Formazione e accreditamento dei certificatori

-Criteri e procedure per la formazione e l'accreditamento dei certificatori

Domanda di accreditamento:

-domanda formato doc

-domanda formato pdf


Le scadenze di presentazione delle domande in base alle quali sarà aggiornato l'elenco dei certificatori sono il 30/06 e il 31/12 di ogni anno.

Per eventuali chiarimenti rivolgersi alla  PO Gestione finanziaria, edilizia sostenibile e progetti europei Arch. Lorenzo Federiconi 

Tel. 071-8063530  E-mail: lorenzo.federiconi@regione.marche.it 

 

 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 20/05/2022

Il protocollo sintetico ITACA Marche

IL PIANO CASA NELLE MARCHE

La normativa nazionale sul Piano Casa prevede interventi di ampliamento, demolizione e ricostruzione su edifici residenziali o a destinazione diversa, da effettuare in deroga a strumenti urbanistici e regolamenti edilizi vigenti.

La legge Regionale 22/2009 attua l’intesa tra Stato, Regioni ed enti locali, raggiunto in sede di Conferenza unificata in data 1°aprile 2009, con l’obiettivo di contrastare la crisi economica in atto non soltanto mediante il sostegno dell’attività edilizia diretta all’ampliamento delle volumetrie, ma anche attraverso il miglioramento della qualità degli edifici sotto il profilo della sicurezza sismica e dell’efficienza energetica.

Nel 2009 è stato approvato il protocollo Itaca – Marche sintetico per la valutazione energetico ambientale degli edifici da applicare nel caso di demolizione con ricostruzione e ampliamento volumetrico fino al 35% degli edifici secondo il punteggio raggiunto nell’applicazione del Protocollo Itaca Marche sintetico ai sensi dell’art. 2 della LR 22/2009. Il Protocollo Itaca Marche sintetico è lo strumento tecnico per misurare il livello di prestazione energetica ed ambientale degli edifici in caso di demolizione e ricostruzione. Il Protocollo contiene parametri prevalentemente energetici volti a contenere i consumi di carburanti climalteranti, ma anche attenzioni di carattere ambientale rivolte alla sostenibilità dei materiali da costruzione, al minor spreco di acqua, al comfort interno, alla disponibilità della documentazione riguardante l’edificio. La normativa energetica ha rappresentato un sicuro riferimento per il metodo di valutazione ed è il cuore e a parte preponderante del sistema.

Nel 2010 il protocollo Itaca Marche sintetico è stato aggiornato al fine di recepire quanto previsto dal DPR 59/2009.

Protocollo SINTETICO ITACA Marche

per l'attuazione dell'art. 2 della Legge Regionale n. 22/2009

:: Protocollo Sintetico e Modulo Sintetico - Residenziale          rev. 28/10/2010
:: Protocollo Sintetico e Modulo Sintetico - Non Residenziale    rev. 28/10/2010

Normativa di riferimento

  • Legge Regionale n. 22/2009: (c.d. Piano Casa) "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l'occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile";
  • DGR n.1870 del 16/11/2009: Protocollo Itaca - Marche sintetico, LR 22/2009 "Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l´occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile", scaglioni per la realizzazione degli incrementi volumetrici, procedure e controlli per la valutazione della sostenibilità degli edifici;
  • DGR n. 1245 del 02/08/2010: Aggiornamento Protocollo Itaca - Marche sintetico per la valutazione energetico ambientale degli edifici (recepimento DPR 59/2009).

 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 20/05/2022

 

Attività in corso

DGR n.560 del 10/05/2021: Approvazione schema di accordo quadro tra la Regione Marche, UNIVPM (Università Politecnica delle Marche) e ITACA (Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e Compatibilità Ambientale) finalizzata alla promozione della sostenibilità ambientale.

DGR n.899 del 19/07/2021: Approvazione dello schema di accordo attuativo tra la Regione Marche, UNIVPM (Università Politecnica delle Marche) e ITACA (Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e Compatibilità Ambientale) finalizzato alla promozione della sostenibilità ambientale, divulgazione e applicazione della UNI/PdR 13:2019 e del Protocollo ITACA a scala urbana.

 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 20/05/2022

Mercoledì 9 Ottobre 2019 - Workshop Bruxelles 

“Protocollo ITACA”

building a culture of change towards the environmental sustainability in construction

Il 9 ottobre 2019, Regione Marche e ITACA (Istituto italiano per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) organizzeranno un workshop sulla sostenibilità ambientale nelle costruzioni come evento collaterale della Settimana europea delle regioni e delle città - "priorità tematica 3". Un'Europa più verde". Un'occasione per dare maggiore visibilità a livello europeo allo strumento operativo italiano per la valutazione della sostenibilità recentemente pubblicato da UNI/PdR 13:2019 "Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità" sulla base del Protocollo ITACA.

Per il PROGRAMMA (clicca sull'immagine)

Link al sito "European Week of Regions and Cities European Week of Regions and Cities"

PRESENTAZIONI EVENTO DEL 9 OTTOBRE A BRUXELLES


Mercoledì 25 settembre 2019 - Seminario Milano

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE DELLE COSTRUZIONI
Aggiornamento del Protocollo ITACA: la UNI/PdR 13:2019

Mercoledì 25 settembre 2019 si svolgerà a Milano, presso l’Auditorium G. Testori di Regione Lombardia, Piazza Città di Lombardia n.2, il seminario di presentazione della nuova PdR UNI 13:2019, che ha adeguato ed aggiornato il contenuto dei criteri del Protocollo ITACA ai Criteri Mt.inimi Ambientali (CAM) ed alla normativa tecnica. La Prassi ha l’obiettivo di favorire un nuovo processo di sviluppo e qualificazione del settore delle costruzioni che tenga conto degli aspetti ambientali facilitando il lavoro degli operatori pubblici e privati.

Per INFO e PROGRAMMA (clicca sull'immagine)

Per maggiori informazioni: ITACA 06.6782620 – segreteria@itaca.org


 

pagina aggiornata al 01/06/2022

data ultima modifica della pagina 23/09/2019