Paesaggio, Territorio, Urbanistica, Genio Civile

Urbanistica

 

Le attività relative all’urbanistica sono svolte dalla PF Urbanistica, paesaggio e informazioni territoriali e riguardano prevalentemente i seguenti settori:

  • elaborazione di norme regionali in materia urbanistica e di governo del territorio; 
  • accertamento della conformità urbanistica ai fini dell’approvazione delle Opere dello stato e relative varianti urbanistiche (D.P.R. 616/1977, art. 81 così come modificato dal D.P.R. 383/1994 - L. 210/1985, art. 25);
  • procedure connesse all’approvazione delle opere infrastrutturali e relative varianti di cui alla Legge Obiettivo n. 163/2006 e successive modifiche e integrazioni; 
  • attività di supporto agli Enti locali anche con formulazione di pareri su materie di edilizia e urbanistica.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       

 Archivio dei pareri resi agli Enti locali

In questa pagina è possibile consultare i pareri che questa P.F. ha reso dal 19 dicembre 2005 al 30 giugno 2012, in favore degli Enti locali che ne hanno fatto richiesta ai sensi della D.G.R. n. 769 del 27 giugno 2006 (pubblicata nel B.U.R. n. 70 del 7 luglio 2006).

I pareri sono stati redatti per esprimere l’orientamento di questa Posizione di Funzione nelle materie trattate, al solo scopo di fornire agli Enti locali elementi di  studio e valutazione su alcuni aspetti problematici derivanti dall'applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria di riferimento.

 

 

- NOTA BENE -

I pareri  sono facoltativi e non hanno valore obbligatorio né vincolante


Chi desidera ricevere una copia dei pareri nella versione originale, che sarà fornita esclusivamente in formato digitale, dovrà inoltrare una specifica richiesta all’indirizzo mail di questa Posizione di funzione, indicando le proprie generalità, la posizione lavorativa, il motivo dell’istanza e gli estremi del parere (protocollo e data).

Modulo unificato e standardizzato per la presentazione delle domanda di Permesso di Costruire


La Regione Marche, con DGR n.1051 del 19.09.2017, facendo seguito all’Accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti Locali in sede di Conferenza Unificata del 06.07.2017, pubblicato sulla G.U. n.190 del 16.08.2017, ha adeguato alla normativa regionale, relativamente alla materia edilizia, il modulo unificato e standardizzato per la presentazione delle domanda di Permesso di Costruire, allegando alla Deliberazione Regionale il modulo adeguato. Ai sensi dell’art.1, comma 2, dell’accordo del 06.06.2017, i Comuni adeguano la modulistica in uso entro e non oltre il 20 ottobre 2017. E’ ora scaricabile la versione editabile

--2018-- 

Recepimento intesa Stato-Regioni-Comuni per il Regolamento Edilizio

Il 3 maggio 2018 la Regione Marche, con Legge regionale 03 maggio 2018, n. 8, ha recepito lo schema di Regolamento Edilizio Tipo (RET) che lo Stato ha emanato in attuazione dell’intesa stabilita in sede di Conferenza unificata del 20 ottobre 2016, (pubblicata in G.U. serie generale n.268 del 16.11.2016versione PDF) concernente l’adozione dello schema di Regolamento Edilizio Tipo.

Per approfondimenti si rimanda alla pagina dedicata.

 

--2017-- 

Modulo unificato e standardizzato per la presentazione delle domanda di Permesso di Costruire

La Regione Marche, con DGR n.1051 del 19.09.2017 ha adeguato alla normativa regionale, relativamente alla materia edilizia, il modulo unificato e standardizzato per la presentazione delle domanda di Permesso di Costruire di cui è ora scaricabile la versione editabile

 

Modulistica Edilizia allegati DGR n.670-2017
La Regione Marche con DGR n.670 del 20.06.2017, in ottemperanza a quanto stabilito con l’accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti Locali in sede di Conferenza Unificata del 04.05.2017, pubblicata sul Supplemento Ordinario n.26 della G.U. n.128 del 05.06.2017, che ha sancito un accordo in base al quale sono stati adottati i moduli unificati e standardizzati in materia di attività edilizia, ha adeguato, in relazione alle normative regionali, i contenuti informativi dei moduli.
Tali moduli sono:
A - Comunicazione Inizio Lavori Asseverata - CILA;
B1 – Segnalazione Certificata di Inizio Attività – SCIA;
B2 - Segnalazione Certificata di Inizio Attività Alternativa al permesso di costruire;
C – Comunicazione Inizio Lavori – CIL;
D – Soggetti coinvolti;
E – Comunicazione di fine lavori;
F – Segnalazione Certificata per l’Agibilità.

Scarica allegati

--2016-- 

Regolamento Edilizio Tipo - E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.268 del 16-11-2016 l’intesa tra il Governo, le Regioni e i Comuni sull’adozione del RET  (Regolamento edilizio-tipo) sancita dalla Conferenza unificata nella seduta del 20 ottobre 2016

                                                                                                                                                                              

Una nuova legge regionale per il GOVERNO DEL TERRITORIO - La Giunta Regionale ha iniziato un percorso che dovrà portare all’approvazione di una nuova Legge Regionale per il Governo del Territorio. La revisione della normativa regionale si avvarrà di un processo aperto e partecipato che consentirà un ampio coinvolgimento di tutti gli operatori e la valorizzazione delle specifiche conoscenze di cui ognuno è portatore.

Ulteriori approfondimenti sono disponibili alla pagina Nuova legge regionale per il governo del territorio.


La prima fase di ascolto e confronto voluta dall’Assessore all’Urbanistica Anna Casini sui temi che caratterizzeranno la prossima legge regionale sul governo del territorio si è conclusa il 12 luglio con la terza giornata di approfondimento sul tema “Verso l’Osservatorio Regionale del Paesaggio”. 

 

 

Queste le altre tappe del percorso partecipativo:

5 novembre 2015 - Città Paesaggio e Territorio: Nuove Politiche per le Marche

2 marzo 2016 - La nuova Governance Territoriale 


1 aprile 2016 - Il territorio delle Marche  

  

18 maggio 2016 - Dimensione urbana delle Marche


17 giugno 2016 - Costruire, rigenerare, nuove forme dell'abitare


24 giugno 2016 -  La percezione del paesaggio




--2015--
Adeguati alla normativa regionale i contenuti dei moduli edilizia - In data 09.03.2015 la Giunta regionale ha deliberato di adeguare alla normativa regionale i contenuti dei moduli unificati e standardizzati nel settore edilizia per la presentazione della richiesta di:

- Permesso di Costruire RTF - PDF
- Segnalazione Certificata Inizio Attività RTF - PDF
- Comunicazione Inizio Lavori Asseverata RTF - PDF 
- Comunicazione Inizio Lavori nel settore edilizia RTF - PDF         

I moduli sono stati esaminati dal tavolo tecnico permanente dei SUAP con gli accordi in Conferenza Unificata del 12 giugno 2014 e 18 dicembre 2014.


--2011--

Modificata la l.r. 34/1992 - In data 21 gennaio 2011 il Consiglio regionale ha approvato una legge di modifica della l.r. 34/1992, con cui si aggiunge l’articolo 26 ter (Disposizioni relative al piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari di regioni province e comuni), al testo previgente. Scarica il testo della legge


--2010--

Piano casa - Con legge regionale n. 19 del 21 dicembre 2010 il Consiglio regionale ha introdotto alcune sostanziali modifiche alle disposizioni contenute nella l.r. 22/2009 ampliando in modo significativo le possibilità di intervento sul patrimonio edilizio esistente. Visualizza il testo coordinato vigente



Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) -Con l’entrata in vigore dell’articolo 49 della legge 122/2010, che ha modificato l’articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, è stata introdotta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA). Questo nuovo istituto ha sollevato molte aspettative presso gli operatori, ma anche molte perplessità sulla sua applicazione, in rapporto alla denuncia inizio attività (DIA) prevista dagli articoli 22 e 23 del D.P.R. 380/2001.


Opere e interventi classificati come attività edilizia libera -L’articolo 6 del D.P.R. 380/2001, come modificato dall’art. 5 della L. 73/2010 (entrata in vigore dal 26/05/2010), amplia l’elenco delle opere e degli interventi classificati come attività edilizia libera, che non necessitano di Permesso di costruire o Denuncia di Inizio Attività.

 



L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming: http://www.regione.marche.it/In-Primo-Piano/Diretta-Streaming
L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming: http://www.regione.marche.it/In-Primo-Piano/Diretta-Streaming

Normativa urbanistica

Parere Protocollo Data Oggetto File
276/2012 465001 29/06/2012
Richiesta di parere (vincolo tutela integrale ai sensi degli art. 26 e 27 del PPAR)
275/2012 451822 28/06/2012
Piano di riqualificazione di un'area industriale dismessa
271/2012 406844 13/06/2012
Richiesta di parere. Individuazione delle aree non idonee di cui alle linee guida previste dall'art. 12 del Decreto Legislativo n. 387/2003 per l'installazione di impianti fotovoltaici a terra
269/2012 389417 07/06/2012
Quesiti in materia edilizia ed urbanistica
255/2012 262974 20/04/2012
Distanza delle costruzioni dalle autostrade
250/2012 181347 23/03/2012
Utilizzazione delle superfici di copertura degli stabilimenti balneari
234/2012 40458 19/01/2012
Interpretazione dell'art. 5, comma 3 della legge 12 luglio 2011 - Diritti edificatori
232/2012 19765 10/01/2012
Richiesta di parere in merito alle competenze per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica di cui all'art. 146 del D.Lgs. N. 42/2004 per impianti fotovoltaici integrati ad edifici di nuova costruzione o esistenti.
208/2011 553210 08/09/2011
Richiesta parere ai sensi della D.G.R. n. 769/2006 (Classificazione strade)
204/2011 502029 09/08/2011
Richiesta di parere su impianti fotovoltaici.
193/2011 388208 22/06/2011
Richiesta di parere circa le modalità di calcolo del volume per le superfici a parcheggio ex Legge 6 agosto 1967, n. 765 e Legge 24 marzo 1989, n. 122.
185/2011 289057 13/05/2011
Art. 60, lett. 1a) e art. 27 delle N.T.A. del P.P.A.R. - Richiesta parere.
176/2011 157494 21/03/2011
Quesiti sull’applicabilità della D.A.C.R. n. 13/2010 ed del suo allegato I.
172/2011 139556 10/03/2011
Applicazione della legge regionale 23 febbraio 2005, n. 16.
165/2010 748752 07/12/2010
Richiesta di parere in merito all’esenzione dal vincolo paesaggistico di aree in PPA previste come verde attrezzato, ora zona 167
161/2010 716174 18/11/2010
Variante urbanistica. Deperimetrazione ai sensi dell’art. 19 delle NTA del PAI. Richiesta di parere
148/2010 472001 21/07/2010
Legge regionale 10 novembre 2009, n. 27 “Testo unico in materia di commercio” - Installazione di un manufatto ad uso attività commerciale al dettaglio al servizio di un impianto di distribuzione carburanti esistente
142/2010 201398 01/04/2010
Impianti di produzione di energia elettrica da fotovoltaico con potenza superiore a 20 kw - Richiesta di parere e chiarimenti
140/2010 177849 24/03/2010
Sportello unico per le attività produttive - Rapporti con la normativa urbanistica ed edilizia
138/2010 159916 16/03/2010
Interventi di cui al PSR 2007-2013 Reg. (CE) n. 1698/2005 Misura 1.2.1. D.A.C.R. n. 197 del 3/11/1989 P.P.A.R. n.t.a. art. 60 punto 8) - Esenzioni - Richiesta di parere
131/2010 65845 02/02/2010
Richiesta di parere su vincoli del PPAR
124/2009 554090 30/09/2009
Quesito di carattere urbanistico (Lotti parzialemente edificati)
123/2009 455593 11/08/2009
Richiesta di parere in materia urbanistica. Distanza dai confini di un locale tecnico
122/2009 453535 10/08/2009
Richiesta di parere in ordine alle disposizioni di cui all’art. 19 della legge regionale 11 luglio 2006 n. 9
120/2009 423210 29/07/2009
Richiesta di parere sulla definizione di “lotto edificabile”
119/2009 347154 22/06/2009
Richiesta di parere per redazione norme tecniche di attuazione del P.R.G.
113/2009 262298 13/05/2009
Richiesta di parere articolo 7 del DM 2.4.1968, 1444 (risposta alla lettera protocollo n. 19288 del 4.5.09)
112/2009 251410 07/05/2009
Richiesta di parere (applicazione misure di salvaguardia strumenti urbanistici)
111/2009 145600 12/03/2009
Legge regionale 11 luglio 2006, n. 9 - Richiesta di parere
109/2009 104629 20/02/2009
Legge regionale n. 9/2006 - D.G.R. n. 1312 del 19/11/2007 - Strutture ricettive all’aria aperta - Installazione di pre-ingressi - Richiesta interpretazione
105/2009 13110 08/01/2009
Interpretazione dell’art. 26, comma 2, della L.R. n. 34/1992 sulla necessità di riadozione del PRG comunale o di sue varianti per inutile decorso del termine di 180 giorni, nel caso di avvenuta presentazione di osservazioni
101/2008 645346 13/11/2008
Quesito concernente l’applicazione dell’art. 10, comma 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104
96/2008 535831 25/09/2008
Applicazione dell’art. 41 - bis della legge 17 agosto 1942, n. 1150
95/2008 440397 13/08/2008
Richiesta di parere su Piano di lottizzazione in variante al PRG ai sensi dell’art. 15, comma 4, della legge regionale n. 34/1992
93/2008 398197 24/07/2008
Legge 24 dicembre 2007, n. 244 - Art. 1, comma 258 - Interpretazione ed applicazione sulla pianificazione urbanistica comunale
92/2008 386415 18/07/2008
Richiesta di parere relativa alla conformità delle previsioni del Piano Particolareggiato del Centro storico con l’art. 9 del D.M. n. 1444/1968
91/2008 313472 19/06/2008
Richiesta di parere in merito all’ammissibilità della sovrapposizione di standards pubblici tra di loro e di standards pubblici su parcheggi privati
88/2008 187740 28/04/2008
Richiesta di parere sull’applicazione della legge regionale 4 settembre 1979, n. 31
84/2008 120722 27/03/2008
Regolarità urbanistico - edilizia di un impianto di frantumazione inerti installato nel 1976
76/2008 3050 08/01/2008
Interpretazione dell’art. 4 della legge regionale 8 marzo 1990, n.13
75/2008 2547 07/01/2008
Quesito in merito all’applicazione dell’art. 60 delle NTA. del PPAR. quando si debba predisporre una variante urbanistica su aree già disciplinate da strumento urbanistico attuativo approvato prima dell’entrata in vigore dello stesso ed in merito all’applicazione dell’ambito provvisorio di tutela ai sensi dell’art. 39 delle NTA del P.P.A.R relativo al centro storico
73/2007 242300 04/12/2007
Parere in merito alla classificazione commerciale del progetto relativo alla riqualificazione urbanistica di una cantina
72/2007 235765 26/11/2007
Richiesta di parere in merito alla conclusione di un procedimento amministrativo curato dallo Sportello unico per le attività produttive
71/2007 232509 21/11/2007
Modalità di calcolo degli standards urbanistici all'interno dei piani attuativi di iniziativa privata
70/2007 224024 09/11/2007
Variante alle NTA del PRG concernente area residenziale C3.6. Interpretazione normativa. Richiesta di consulenza ai sensi della DGR n. 769/2006
66/2007 210967 23/10/2007
Trasposizione passiva dei vincoli del P.P.A.R. sul P.d.F. vigente. Richiesta di chiarimenti
65/2007 209561 19/10/2007
Richiesta di parere in ordine alla possibilità di approvare varianti parziali riguardanti la nuova previsione di Piani per l’Edilizia Economica e Popolare (PEEP) mediante le procedure di cui all’art. 19 del D.P.R. n. 327/2001
63/2007 203462 12/10/2007
Richiesta parere sull’articolo 18, punto 4, della legge regionale n. 34/1992 con riferimento al DM 2.4.68, articolo 3, ultimo comma
50/2007 99012 17/05/2007
Applicazione dell’art. 32 delle N.T.A. del P.P.A.R. relativo ai litorali marini
48/2007 91155 10/05/2007
Richiesta di parere su Piani di lottizzazione in variante al PRG
47/2007 88636 08/05/2007
Perentorietà del termine per l’adozione definitiva del PRC. Art. 26, comma 2, LR 34/1992
40/2007 66507 04/04/2007
Quesito sull’applicazione delle norme della legge regionale n. 28 del 14.11.2001 ad una variante parziale allo strumento urbanistico del Comune in assenza del piano di classificazione acustica del territorio comunale
36/2007 60067 27/03/2007
Richiesta di parere su impianti di distribuzione di carburanti
35/2007 1180058 27/03/2007
Quesiti in ordine al termine perentorio di cui all’art. 26, comma 2, della legge regionale 5 agosto 1992, n. 34.
32/2007 27436 15/02/2007
Richiesta di parere sulla possibilità di apportare varianti parziali ad aree esenti dalle prescrizioni di base del P.P.A.R. ai sensi dell’art. 60, punto 1a), delle N.T.A. dello stesso
31/2007 22550 08/02/2007
Organo della Provincia competente a formulare le osservazioni di cui all'art. 30, comma 3, della legge regionale n. 34/1992, così come sostituito dalla legge regionale n. 34/2005
30/2007 17670 01/02/2007
Quesito sull’applicazione della legge regionale 4 settembre 1979, n. 31
26/2007 10835 22/01/2007
Normativa applicabile in materia di cambio di destinazione d’uso con opere interne in zona sottoposta al Piano del Parco del Conero - Coordinamento con la normativa tecnica del P.R.G. di Ancona
22/2006 274653 15/12/2006
L.R. 13 novembre 2001, n. 25 - Disciplina regionale in materia di impianti fissi di radio comunicazione al fine della tutela ambientale e sanitaria della popolazione
21/2006 271906 12/12/2006
Possibilità di realizzazione dell’abitazione destinata al titolare della azienda o all’eventuale custode in una zona produttiva mista
19/2006 262962 29/11/2006
Applicazione dell’art. 6, comma 2, lett. e) della legge regionale 29 ottobre 2004, n. 23
17/2006 261927 28/11/2006
Decadenza dei PPE - Quesito
15/2006 258160 22/11/2006
Quesito concernente la transazione di una vertenza per una lottizzazione non portata a termine
12/2006 255578 17/11/2006
Pianificazione attuativa in variante al P.R.G.
10/2006 250198 09/11/2006
Verifica SUL per le superfici soppalcate
9/2006 246720 03/11/2006
Parcheggi pubblici ai sensi del DM n. 1444/1968
6/2006 190707 11/08/2006
Richiesta di chiarimenti sull’applicazione della legge regionale 23 febbraio 2005, n. 6
5/2006 189738 10/08/2006
Richiesta di parere in ordine all’adozione del VI Programma pluriennale di attuazione (PPA)
4/2006 187021 08/08/2006
Richiesta di chiarimenti sulla durata di un P.P.E.
3/2006 186956 08/08/2006
Applicazione della legge regionale 4 settembre 1979, n. 31
1/2005 10231 19/12/2005
D.L. 29/3/2004 n. 80 convertito, con modificazioni, nella legge 28/5/2004 n. 140 - Mancata adozione degli strumenti urbanistici

DPR 380/2001

Parere Protocollo Data Oggetto File
272/2012 430943 21/06/2012
Applicazione del contributo di costruzione
270/2012 389740 07/06/2012
Richiesta di parere su intevento edlizio
240/2012 69256 02/02/2012
Applicazione dell'oblazione, ai sensi dell'art. 36 comma 2 del DPR n. 380/2001, per opere in difformità dal permesso di costruire.
239/2012 69245 02/02/2012
Esonero dal contributo di costruzione di cui all'art. 17 comma 3 del D.P.R. n. 380/2001 per la realizzazione di "cento pe strutture assistenziali e anziani".
220/2011 716947 24/11/2011
Quesito concernente l'applicazione della legge regionale 21 maggio 1975, n. 34.
210/2011 562024 12/09/2011
Assoggettabilità di un intervento edilizio al pagamento del contributo di costruzione.
203/2011 501477 09/08/2011
Intervento di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione - Richiesta di parere persanatoria ex art. 36 del D.P.R. n. 380/2001 e per distacchi dai fabbricati in relazione alla variante essenziale ex art. 5 della L.R. n. 14/1986.
188/2011 346371 06/06/2011
Quesiti in merito al frazionamento di unità immobiliari e al cambio di destinazione d’uso.
141/2010 190705 30/03/2010
Quesito concernente contributo di costruzione su fabbricato commerciale
134/2010 96079 16/02/2010
Richiesta di parere sull’applicazione dell’art. 4, comma 1-bis, del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380
118/2009 2604569 16/06/2009
Art. 90, comma 2, del Testo Unico dell’Edilizia di cui al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380. Quesito
116/2009 304690 03/06/2009
Applicazione del contributo di costruzione di cui all'art. 16 del D.P.R. n. 380/2001
110/2009 116064 27/02/2009
Richiesta di parere circa l’onerosità o meno dei permessi di costruire per interventi edilizi di ristrutturazione di edifici ex rurali
107/2009 100143 18/02/2009
Richiesta di parere in merito alla interpretazione ed attuazione della legge regionale 24 gennaio 1992, n. 12
83/2008 107092 19/03/2008
Applicazione dell’art. 17, comma 3, lett. b) del D.P.R. 6 giugno2001, n. 380
78/2008 5848 10/01/2008
Contributo per il rilascio dei permesso di costruire (artt. 16 e19 del D.P.R. n. 380/2001)
68/2007 214520 26/10/2007
Interpretazione dell’art. 5 della legge regionale 18 giugno1906, n. 14 - opere eseguite con variazioni essenziali
60/2007 164477 09/08/2007
Intervento di ristrutturazione edilizia e possibilità dì spostamento del fabbricato
58/2007 140633 05/07/2007
Richiesta di permesso di costruire in deroga ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380
55/2007 124969 14/06/2007
Crollo di edificio sottoposto a ristrutturazione edilizia - Variante a permesso di costruire mediante denuncia di inizio attività ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.P.R. n. 380/2001
54/2007 115591 05/06/2007
Applicazione dell’art. 9, primo comma, lett. d) della legge 28 gennaio 1977, n. 10 (ora art. 17, comma 3, lett. b) del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380)
53/2007 108265 28/05/2007
Interpretazione dell’art. 11 del R.E.T. riguardante la definizione degli interventi di ristrutturazione edilizia
52/2007 105943 24/05/2007
Disciplina della denuncia di inizio attività
46/2007 88593 08/05/2007
Pagamento del contributo di costruzione, ai sensi dell’art. 16 dei D.P.R. n. 380/2001, per il recupero di un edificio da destinare a residenza protetta e casa di riposo per anziani
25/2007 10191 22/01/2007
Pubblicazione dei rapporti e delle ordinanze di sospensione dei lavori per abusi edilizi a norma dell’art. 31, comma 7, del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 (già art. 7, settimo comma, della legge n. 47/1985)
8/2006 - 26/10/2006
Interpretazione dell’art. 167 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, come sostituito dall’art. 27 del D.Lgs. 24 marzo 2006, n. 157
7/2006 192719 21/08/2006
Realizzazione postazione di emergenza “118” e nuovo complesso da adibire a sede operativa della pubblica assistenza “AVIS”, Classificazione dell’intervento ai sensi dell’art. 16, comma 8, del DPR n. 380/2001

Legge regionale 13/1990

Parere Protocollo Data Oggetto File
253/2012 198912 29/03/2012
Richiesta di parere in merito alle destinazioni d’uso compatibili con accessorio agricolo
251/2012 191568 27/03/2012
Richiesta di parere sulla possibilità di attuazione con procedura di S.U.A.P. in variante al P.R.G. (art. 5 del DPR 447/1998 e ss.mm.ii.) in rapporto al disposto dell'art. 11 della L.R. 22/2011 - Realizzazione di struttura ricettiva (country house) e complesso per attività ippica in zona extraurbana (zto "E")
249/2012 180803 22/03/2012
Interpretazione di una disposizione del Piano del Parco Naturale per il Monte San Bartolo
246/2012 147293 09/03/2012
Applicazione dell'art. 14, comma 3, della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
235/2012 40482 19/01/2012
Applicazione dell'art. 14, comma 3, della legge regionale n. 13/1990 - Trasformazzione di un annesso agricolo in alloggio turistico
227/2011 762091 21/12/2011
Quesito in merito alla realizzazione di alcune strutture al servizio di aziende agricole in zone sottoposte ad ambiti di tutela integrali dei corsi d'acqua.
224/2011 739379 06/12/2011
Parere su interventi edilizi ai sensi della L.R. n. 14/2008 "Edilizia sostenibile" - Serre solari.
221/2011 717485 24/11/2011
Quesito sull'applicazione dell'art. 4 della legge regionale n. 13/1990, in relazione al D.Lgs. N. 99/2004 e s.m.i. ed al Decreto del Dirigente del Servizio Agricoltura della Regione Marche n. 287/S10.
217/2011 700791 14/11/2011
Quesito in merito alla possibilità di spostamento entro un raggio di 100 m. all'area di sedime di un fabbricato residenziale ubicato zona agricola "E" in ambito di tutela integrale.
215/2011 662168 24/10/2011
Possibilità di realizzare nuove costruzioni da destinare a civile abitazione in zona agricola da parte di soggetti che non risultano coltivatore o imprenditore agricolo - Legge regionale 8 marzo 1990, n. 13.
205/2011 504143 10/08/2011
Legge regionale 8 marzo 1990, n. 13 - Quesito su definizione di allevamenti industriali.
177/2011 160181 22/03/2011
Legge regionale 8 marzo 1990, n. 13 - Richiesta di parere sul rispetto delle distanze minime dai confini per le nuove costruzioni agricole.
158/2010 633903 05/10/2010
Richiesta di parere sull’applicazione della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
152/2010 516925 10/08/2010
Possibilità per un affittuario di realizzare un accessorio agricolo di cui all’art. 8 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
151/2010 516889 10/08/2010
Applicazione dell’art. 2 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
145/2010 350642 01/06/2010
Ampliamento di attività ricettive rurali (cosiddette “country house”) di cui alla L.R. 11 luglio 2006, n. 9 - Rapporti fra le disposizioni della L.R. 11 luglio 2006, n. 9 “Testo unico delle norme regionali in materia di turismo” e le disposizioni della L.R. 8 marzo 1990, n. 13 “Norme edilizie per il territorio agricolo”
128/2010 43312 22/01/2010
Quesito concernente atto di vincolo di destinazione per decorrenza termini cambio di destinazione da annesso agricolo a civile abitazione
126/2009 696092 10/12/2009
Vincolo di destinazione d’uso ai sensi dell’art. 17 della L.R. 3 aprile 2002, n. 3
121/2009 427995 30/07/2009
Parere in merito alla definizione di strutture prefabbricate tamponate con teli, realizzate in zona agricola a servizio dell’attività agricola
117/2009 320948 10/06/2009
Parere su istanze di voltura di permessi/concessioni edilizie relative a fabbricati rurali - Articolo 14, commi 5 e 6, della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
114/2009 272920 19/05/2009
Richiesta di parere interpretativo in merito alle modalità applicative della Legge Regionale n. 13 del 1990 nel caso di interventi di ristrutturazione edilizia comportanti la demolizione e ricostruzione di fabbricati ricadenti in zona Agricola di volumetria superiore a 1000 mc.
108/2009 101969 19/02/2009
Richiesta di chiarimenti sull’interpretazione dell’art. 14 della L.R. 8 marzo 1990, n. 13
104/2008 677801 01/12/2008
Interpretazione dell’art.14 della Legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
99/2008 615547 30/10/2008
Quesito concernente le distanze dalle costruzioni e dai confini per gli interventi di cui all’art. 8 della L.R. 8 marzo 1990, n. 13
97/2008 542468 29/09/2008
Applicazione dell’art. 14 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
90/2008 226864 14/05/2008
Richiesta di parere in merito all’art. 1, comma 5 - ter, del D.Lgs. n. 99/2004 come modificato dal D.Lgs. n. 101/2005
87/2008 173244 18/04/2008
Quesito concernente insediamento temporaneo in aree agricole di compagnie circensi, giostre, carovane di nomadi
85/2008 165216 15/04/2008
Quesito concernente realizzazione d’interrati in zona agricola al di sotto di fabbricati esistenti secondo quanto stabilito dalla L.R. n. 13/1990
82/2008 103553 18/03/2008
Applicazione dell’art. 5 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
81/2008 32821 08/02/2008
Richiesta di parere urbanistico per la demolizione e successiva ricostruzione di un fabbricato
79/2008 11877 18/01/2008
Richiesta di parere in merito al recupero di “ruderi” in zona agrico1a
77/2008 3066 08/01/2008
Applicazione dell’art. 15, comma 5, della legge regionale 5 agosto 1992, n. 34
74/2007 246440 10/12/2007
Richiesta di parere sulla compatibilità di un agriturismo in zona “B” di completamento - Intervento eseguito da imprenditore agricolo - Legittimità della richiesta degli oneri concessori
67/2007 211281 23/10/2007
Applicazione dell’art.6, comma 3, della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
64/2007 203468 12/10/2007
Applicazione dell’art. 6, commi 2 e 3, della legge regionale 8 marzo 1990, n. 43
62/2007 166790 16/08/2007
Possibilità di realizzare un edificio di culto della Congregazione cristiana dei testimoni di Geova in zona agricola, in base all’art. 3, comma 1, lett. h) della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
59/2007 158043 31/07/2007
Richiesta di parere in merito alla corretta interpretazione della L.R. n. 13/1990 - Ampliamento di agriturismo
51/2007 105919 24/05/2007
Intervento di ricostruzione/ristrutturazione
45/2007 78593 20/04/2007
Richiesta di parere sull’applicazione degli artt. 4 e 5 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
43/2007 73459 16/04/2007
Richiesta di parere sull’applicazione della legge regionale 23 febbraio 2005, n. 8 e dell’art. 8 della legge regionale 8 marzo 1990, n. 13
41/2007 67595 05/04/2007
Fattibilità di un intervento di ristrutturazione edilizia, mediante demolizione e ricostruzione, di un rudere in zona agricola
28/2007 12324 24/01/2007
Compagnie circensi, giostrai, carovane di nomadi. Insediamento temporaneo in aree agricole. Quesito in materia urbanistica
24/2006 278136 21/12/2006
Realizzazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica
20/2006 265105 01/12/2006
Quesiti in materia urbanistico - edilizia (Intervento edilizio in zona agricola)
14/2006 257960 22/11/2006
Requisiti soggettivi per la realizzazione di un accessorio agricolo in una zona classificata dal PRG come sottozona “RA”
2/2006 110735 24/05/2006
Richiesta di parere urbanistico (Realizzazione annesso agricolo)

Regolamento edilizio tipo

Parere Protocollo Data Oggetto File
263/2012 346058 24/05/2012
Atto abilitativo idoneo per installazione di manufatto prefabbricato permanente infisso al suolo destinato a cuccia per cani
245/2012 147262 09/03/2012
Richiesta di parere sull'applicazione dell'art. 80, commi 6 e 7, del Regolamento edilizio tipo della regione Marche e del D.M. 5 luglio 1975 sui requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione
241/2012 79040 09/02/2012
Calcolo volumetria edificio esistente - Richiesta di parere
209/2011 561352 12/09/2011
Quesito concernente trasformazione del piano interrato ad uso residenziale - Chiarimenti sui requisiti minimi necessari definiti dal R.E..
186/2011 302328 19/05/2011
Definizione di cui alla lettera p) dell’art. 13 del Regolamento Edilizio Tipo (Distacco dai confini).
168/2011 120545 02/03/2011
Richiesta di parere urbanistico circa l’interpretazione dell’articolo 13 del R.E.T. relativo alla pratica di Sanatoria edilizia per la costruzione di un locale interrato non completato negli atti abilitativi
167/2010 777482 23/12/2010
Richiesta di parere in merito all’applicazione della L.R. 23/2004, art. 2, comma 1 lett. a) e b), a seguito di parziale incostituzionalità dell’art. 1 della L.R. 11/2008 (Corte costituzionale n. 290/2009)
163/2010 728060 25/11/2010
Richiesta interpretazione dell’art. 13 del Regolamento Edilizio tipo
115/2009 275027 20/05/2009
Richiesta parere in merito alle costruzioni poste sul confine di proprietà
106/2009 85794 10/02/2009
Regolamento Edilizio Tipo - Richiesta parere su art. 13, lettera o) “Distacco tra gli edifici (DF)”
103/2008 660656 21/11/2008
Quesito sull’interpretazione delle definizioni di “loggia aperta” e “porticato” di cui all’art. 13 del RET
102/2008 660241 21/11/2008
Interpretazione delle definizioni di “loggia aperta” e “porticato” - Art. 13 del Regolamento Edilizio Tipo Regionale
100/2008 640520 11/11/2008
Interpretazione delle definizioni di “loggia aperta” e “porticato” - Art. 13 del Regolamento Edilizio Tipo Regionale
98/2008 562617 03/10/2008
Art. 73 del R.E.T. - Realizzazione di strade private
94/2008 398873 24/07/2008
Richiesta di parere relativa all’applicazione dei commi 1 e 3 dell’art. 60 del Regolamento edilizio comunale
89/2008 212502 07/05/2008
Interpretazione dell’art. 94 del Regolamento Edilizio Tipo
86/2008 168421 16/04/2008
Richiesta chiarimenti in merito al parere prot. n. 0248460/07/11/06/RM/GRM/URB.09/P (Altezza di un edificio)
80/2008 15972 24/01/2008
Parere in merito alla definizione di distanza dal confine stabilita dallo articolo 13 del R.E.C.
69/2007 218314 31/10/2007
Richiesta di parere sulle modalità di calcolo della superficie utile lorda (SUL)
57/2007 138863 04/07/2007
Richiesta parere in merito alla corretta interpretazione dell’art. 13, lett. u), del R.E.T.
56/2007 138852 04/07/2007
Quesito concernente altezza minima interna garage e distanza tra pareti finestrate
44/2007 73527 16/04/2007
Interpretazione dell’art. 98 dei Regolamento edilizio tipo (R.E.T.)
37/2007 60082 27/03/2007
Richiesta di atto deliberativo per interpretazione autentica della lettera u) articolo 13 del RET
33/2007 32099 21/02/2007
Richiesta parere sulle interpretazione dell’articolo 13, lettera u) del RET - Piano interrato e piano seminterrato
16/2006 260055 24/11/2006
Interpretazione dell’art. 98 del Regolamento Edilizio Tipo (RET) della Regione
13/2006 257078 21/11/2006
Richiesta di parere su articolo 13, lettera u) del R.E.C. adeguato al RET - Computo dei volumi - piano interrato e seminterrato
11/2006 250203 09/11/2006
Ampliamento attività commerciale - conteggio superficie ai fini della verifica di compatibilità rispetto a quanto prescritto nel P.R.G

Condono edilizio

Parere Protocollo Data Oggetto File
273/2012 443891 26/06/2012
Quesito concernente il condono edilizio
166/2010 766244 20/12/2010
Procedura di sanatoria edilizia ex L.R. 23/2004 a seguito alla sentenza della Corte costituzionale n. 290/2009 esperita su abusi soggetti a vincolo paesaggistico
157/2010 624504 01/10/2010
Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 58 della Legge n° 133 del 6/8/2008 - Sentenza della corte costituzionale n. 340/2009 e Legge regionale 8/10/2009, n. 22
156/2010 605902 24/09/2010
Richiesta di parere urbanistico per permesso di costruire e sanatoria per un impianto fotovoltaico a terra
144/2010 341442 31/05/2010
Richiesta parere in merito all’applicazione della sanatoria prevista dallo art. 2, comma 1, lett. g) della Legge regionale 29 ottobre 2004, n. 23
135/2010 127973 02/03/2010
Quesito in merito al rilascio di titolo abilitativo in sanatoria nel caso di permesso di costruire annullato da sentenza TAR
61/2007 166087 13/08/2007
Legge 24 novembre 2003, n. 326 - Legge regionale 29 ottobre 2004, n. 23. Definizione di illecito edilizio
49/2007 92332 10/05/2007
Istanze di condono pervenute ai sensi della L.R. n. 23/2004 per opere abusive eseguite in aree sottoposte a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. n. 3267/1923
42/2007 70242 11/04/2007
Sanatoria degli abusi edilizi ai sensi della legge n. 326/03 e della L.R. n. 23/04. Aree già vincolate ai sensi dei D.Lgs. n. 42/04 (già Legge n. 1497/1939)
39/2007 65390 03/04/2007
Sanatoria degli abusi edilizi ai sensi della legge n. 326/2003 e della LR. n 23/2004
38/2007 61979 29/03/2007
Corretta interpretazione della legge n. 326/2003 e della L.R. n. 23/2004 in rapporto al D.lgs. n. 42/2004
34/2007 54500 21/03/2007
Condono,edilizio disciplinato dalla L.R. 29 ottobre 2004, n. 23 - Applicazione dell’art. 2, comma 1, lett. a) della L.R. n. 23/2004 e dell’art. 32, comma 27, del D.L. n. 269/2003 convertito in Legge n. 326/2003
29/2007 16537 31/01/2007
Quesiti sulla sanatoria degli abusi edilizi ai sensi della legge 24 novembre 2003, n. 326, e successive modifiche ed integrazioni, e della legge regionale 29 ottobre 2004, n. 23
27/2007 11953 24/01/2007
Richiesta di parere e trasmissione propri indirizzi in ordine alle procedure stabilite dall’art. 2, comma 1, lett. g) della legge regionale 29 ottobre 2004, n. 23
23/2006 275059 18/12/2006
Concessione mineraria di acque minerali. Richiesta parere su sanatoria edilizia relativa alle opere di captazione
18/2006 262956 29/11/2006
Quesiti in merito all’attuazione delle zone “T1b - Nuove zone ad attività ricreative e campeggi

Piano casa regionale

Parere Protocollo Data Oggetto File
274/2012 443912 26/06/2012
Richiesta parere legge regionale n. 22/2009
268/2012 383693 04/06/2012
Richiesta di parere in meirto all'applicazione della legge regionale n. 22/2009 (Piano casa) ai fabbricati rurali
267/2012 370717 01/06/2012
Quesito in ordine all'applicazione dell'art. 1, comma 1, della legge regionale n. 22/2009 e s.m.i.
266/2012 370688 01/06/2012
Richiesta di parere sull'applicazione della L.R. 8 ottobre 2009 come modificata dalla L.R. 21 dicembre 2010, n.ò 19
265/2012 365764 31/05/2012
Richiesta di parere sull'applicazione dell'art. 2, commi 1, 4 e 5, della L.R. 22/2009 e s.m.i. per un intervento di demolizione, ricostruzione e spostamento del volume di un edificio non residenziale
264/2012 357886 29/05/2012
Applicazione dell'art. 4, commi 1 e 5 bis, della legge n. 22/2009 e ss.mm.ii.
262/2012 344652 24/05/2012
Ampliamento casa colonica con realizzazione nuovo alloggio e demolizione con successiva ricostruzione con ampliamento di annesso agricolo da adibire a struttura agrituristica ai sensi dell'art. 2 della L.R. n. 22/2009 e ss.mm.ii.
261/2012 326313 17/05/2012
Richiesta di parere circa l'applicazione dell'art. 1 della legge regionale n. 22/2009 (Piano casa)
260/2012 326293 17/05/2012
Quesito in merito all'applicabilità della legge regionale n. 22/2009 e della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 45174/316/26 del 7 agosto 2003 agli immobili di cui all'art. 15, comma 2 della legge regionale n. 13/1990 - Art. 4, comma 5, lettera g) della L.R. 22/2009
259/2012 321414 15/05/2012
Applicazione dell'art. 2, comma 3, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
258/2012 310146 10/05/2012
Applicabilità della L.R. n. 22/2009 su edifici realizzati mediante Sportelo Unico per le attività produttive in variante urbanistica al vigente P.R.G. ai sensi del D.P.R. n. 447/1998
257/2012 300387 07/05/2012
Legge regionale 22 ottobre 2009, n. 22 e ss.mm.ii. - Quesito in merito alla corretta applicazione dell'art. 4, comma 5 bis
256/2012 291999 03/05/2012
Quesiti sull'applicazione dela L.R. n. 22/2009
254/2012 260263 19/04/2012
Richiesta di parere per interpretazine della normativa delle leggi regionali n. 22/2009 e n. 19/2010 - Art. 61 del RET e art. 2 del DM 1444/1968
252/2012 191575 27/03/2012
Applicazione dell'art. 1 bis (recupero dei sottotetti) della legge regionale n. 22/09 come modificata dlla legge regionale n. 19/10
248/2012 170157 19/03/2012
Accertamento di conformità ai sensi dell'art. 36 del D.P.R. 380/2001 e leggi regionali n. 22/2009 e n. 19/2010
247/2012 155295 13/03/2012
Richiesta di parere sull'applicazione della L.R. n. 22/2009 e s.m.i. - Distanza dai confini e dalle strade
244/2012 114583 28/02/2012
Quesito in merito all'applicazione della L.R. n. 22/2009 (Demolizione e ricostruzione)
243/2012 108583 24/02/2012
Richiesta di parere sull'applicazione dell'art. 6, commi 2 e 3, della L.R. n. 22/2009
242/2012 92589 17/02/2012
Richiesta di parere sulle modalità di attuazione della L.R. 22/2009 - (Piano casa) - Art. 8, punto 2) del D.M. 1444/1968
238/2012 65742 01/02/2012
Quesito sull'applicazione della L.R. n. 22/2009 e s.m.i.
237/2012 52517 26/01/2012
Parere in ordine all'applicazione della L.R. 22/09, come modificata dalla L.R. 19/10
236/2012 45301 23/01/2012
Quesito concernente l'applicazione dell'art. 1, comma 2, della legge regionale n. 22/2009 come modificata dalla legge regionale n. 19/2010
233/2012 37207 18/01/2012
Quesito su applicazione della L.R. n. 22/2009 - Area di rispetto cimiteriale
231/2011 773674 28/12/2011
Quesito concernente la possibilità di ricostruire un fabbricato ex colonico.
230/2011 773638 28/12/2011
Richiesta di parere in merito all'applicabilità della L.R. 22/2009 e ss.mm.ii. Su un'area gravata da vincolo cimiteriale.
229/2011 768405 23/12/2011
Legge regionale 13/1990 e Leggi regionali n. 22/22/2009 e n. 19/2010.
228/2011 762116 21/12/2011
Richiesta di parere circa l'applicazione della legge regionale n. 22/2009 - Piano Casa.
226/2011 762066 21/12/2011
Richiesta parere relativo all'applicazione della L.R. 22/2009 e s.m.i..
225/2011 754552 16/12/2011
Richiesta di parere interpretativo per realizzazione di ampliamenti di superfici nella edilizia residenziale ai sensi della L.R. N. 22/09 come modificata dalla L.R. 19/10.
223/2011 729657 01/12/2011
Quesiti su problemi interpretativi della normativa delle leggi regionali n. 22/2009 e n. 13/1990.
222/2011 726056 30/11/2011
Quesiti sull'applicazione dela L.R. n. 22/2009 (Piano Casa).
219/2011 713638 22/11/2011
Applicazione della legge regionale n. 22/2009 come modificata dalla legge regionale n. 19/2010.
218/2011 703904 16/11/2011
Applicazione della legge regionale n. 22/09 come modficata dalla legge regionale . 19/10 - Art. 2, comma 1 ed art. 4, comma 5 bis.
216/2011 665845 25/10/2011
Richiesta di parere sulla legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22, come modficata dalla legge regionale 21 dicembre 2010, n. 19 - Piano Casa.
214/2011 659926 21/10/2011
Richiesta parere su L.R. n. 22/2009, L.R. n. 19/2010 e L.R. n. 13/1990 relativamente agli interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici non residenziali in zona agricola e successiva modifica di destinazione d'uso in residenza.
213/2011 618427 04/10/2011
Piano casa ed immobili in zona agricola con possibilità di traslazione dell'area di sedime.
212/2011 569743 14/09/2011
L.R. 22/2009 e L.R. 19/2010 (Piano casa) - Richiesta di parere in ordine all'art. 2 "Interventi di demolizione e ricostruzione".
211/2011 567918 13/09/2011
Applicazione dell'art. 2, commi 1 e 4, della L.R. n. 22/09 e ss.mm.ii..
207/2011 506058 11/08/2011
Quesito sull'interpretazione dell'art. 4, comma 5, lett. e) della L.R. n. 22/09 e L.R. 19/10.
206/2011 505048 10/08/2011
Corretta interpretazione dell'art. 2 della L.R. 22/2009 - Demolizione e ricostruzione di un accessorio privo di impianti termici.
202/2011 485149 01/08/2011
Richiesta di parere sull'applicazione della legge regionale n. 22/2009 e s.m.i.
201/2011 470570 25/07/2011
Quesito in merito all'interpretazione dell'art. 2, commi 1, 4 e 6 della L.R. n. 22/09, come modificato dalla L.R. n. 19/10.
200/2011 465699 21/07/2011
Richiesta di parere sull'applicazione dell'art. 4, comma 9, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22.
199/2011 465718 21/07/2011
Applicazione delle LL.RR. N. 22/2009 e n. 19/2010 - Interventi di demolizione e ricostruzione con cambio d'uso in zona agricola di efici non pertinenziali.
198/2011 453575 14/07/2011
Richiesta di parere sull’interpretazione della legge regionale n. 22/2009, come modificata dalla legge regionale n. 19/2010.
197/2011 434634 07/07/2011
Richiesta di parere in ordine alla fattibilità di un intervento di demolizione e ricostruzione di edificio ai sensi dell’art. 2, comma 1 della L.R. 22/2009.
196/2011 408071 30/06/2011
Richiesta di parere giuridico sul recupero di un edificio che si presenta allo stato di rudere.
195/2011 389043 22/06/2011
Richiesta di parere sull’applicazione dell’art. 2, comma 4 della Legge regionale n. 22/2009 e s.m.i..
194/2011 388869 22/06/2011
Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 come modificata dalla legge regionale 21 dicembre 2010, n. 19 - Quesiti.
192/2011 370922 15/06/2011
Richiesta di parere. (Recupero di un rudere)
191/2011 356255 09/06/2011
Piano casa ed immobili con destinazione d’uso compatibile con la normativa di zona urbanistica - Demolizione e ricostruzione di immobile ad uso non residenziale.
190/2011 351265 08/06/2011
L.R. 8 ottobre 2009, n. 22, come modificata dalla L.R. 21 dicembre 2010, n. 19 - Quesiti.
189/2011 349154 07/06/2011
Applicazione della Legge reginale 8 ottobre 2009, n. 22 e sue modifiche su opere sanzionate ai sensi degli articoli 33 o 34 del D.P.R. n. 380/2001.
187/2011 314527 25/05/2011
Applicazione dell’art. 1, comma 3, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22, e s.m.i..
184/2011 287634 12/05/2011
Piano casa ed aree vincolate ad uso pubblico.
183/2011 221116 14/04/2011
Quesito concernente l’interpretazione del comma 5 ter dell’art. 4 della L.R. n. 22/09, come modificata dalla L.R. n. 19/10.
182/2011 219984 14/04/2011
Legge regionale n. 22 del 08.10.2009 - Interpretazione in merito agli interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento di fabbricati in zona agricola con spostamento dell’area di sedime originaria.
181/2011 20773 08/04/2011
Applicazione dell’art. 2, comma 3, della legge regionale n. 22/09.
180/2011 199139 05/04/2011
Articolo 4, comma 5 bis. Della legge regionale n. 22/2009, come modificata dalla legge regionale n. 19/10 - Parcheggi previsti dalla legge 122/1989.
179/2011 171544 28/03/2011
Quesiti in merito all’applicazione della L.R. n. 2/2009 e s.m.i..
178/2011 163463 23/03/2011
Intervento edilizio su di un immobile ad uso industriale ubicato in zona D1 di espansione non lottizzata.
175/2011 156954 21/03/2011
Applicabilità dell’art. 27 delle NTA del PPAR per la realizzazione di serre negli ambiti di tutela integrale dei corsi d’acqua.
174/2011 149077 15/03/2011
Richiesta di parere sull’applicazione della L.R. n. 22/2009 (Piano casa).
173/2011 138759 10/03/2011
Quesiti in merito all’applicazione della L.R. 8 ottobre 2009, n. 22, come modificata dalla L.R. 21 dicembre 2010, n. 19.
171/2011 136758 09/03/2011
Legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22, come modificata dalla legge reginale 21 dicembre 2010, n. 19 - Quesiti.
170/2011 123376 03/03/2011
Leggi regionali n. 22/09 e n. 19/10 - Art. 1 bis - Requisiti igienico -sanitari Richiesta di parere.
169/2011 122741 03/03/2011
Applicazione della legge regionale n. 22/09, come modificata ed integrata dalla legge regionale n. 19/2010. Richiesta Parere.
164/2010 736528 30/11/2010
Richiesta di parere sull’applicabilità della L.R. n. 22/2009
162/2010 723970 23/11/2010
Richiesta di parere in merito all’applicazione della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
160/2010 652340 14/10/2010
Applicazione della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 - Limiti di distanza tra i fabbricati in zona residenziale ai sensi del D.M. n. 1444/1968 - Distanza tra pareti finestrate
159/2010 644726 11/10/2010
Quesito sull’applicazione della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 - Fattibilità di un intervento di “ampliamento” di un edificio con demolizione di una sua porzione
155/2010 523993 18/08/2010
L.R. 08/10/2010, n. 22 - Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile
154/2010 522763 16/08/2010
Modifica della sagoma del tetto di edificio esistente e rispetto delle distanze - Richiesta parere
153/2010 521821 13/08/2010
Quesiti in merito all’applicabilità del Piano casa alle abitazioni civili in zona agricola a tutela integrale
150/2010 512647 06/08/2010
Osservazioni su Deliberazione del Consiglio Comunale, ad oggetto: “Atto di indirizzo ai sensi dell’art. 9 della L.R. n. 22 del 08/10/2009
149/2010 506202 04/08/2010
Quesito concernete la legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
147/2010 460931 15/07/2010
Applicazione della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 - Interpretazione dell’art. 4, comma 5, lett. b) e rispetto della distanza dai confini prevista dall’art. 4 della L.R. n. 13/1990 negli interventi di ampliamento
146/2010 456612 13/07/2010
Richiesta di parere sull’applicazione dell’art. 1, commi 2 e 6, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
143/2010 336852 28/05/2010
Applicazione della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22 - Richiesta di chiarimenti
139/2010 171501 22/03/2010
Quesito sulla applicazione della L.R. n. 22/2009: zone omogenee - Presenza di zona non contemplata dal D.M. n. 1444/1968 - Ambito di applicabilità
137/2010 155958 15/03/2010
Interpretazione dell’art. 4, comma 9, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
136/2010 145835 09/03/2010
Quesito concernente Legge regionale n. 22/2009 (Piano Casa) - Richiesta parere applicazione art. 1 comma 6
133/2010 86707 11/02/2010
Richiesta di parere in merito all’applicazione dell’art. 2, comma 2, della legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
132/2010 86011 11/02/2010
Richiesta di chiarimenti sulla legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22
130/2010 51555 27/01/2010
Segnalazione criticità interpretativa della legge regionale 8/10/2009 n. 22 – Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile
129/2010 43356 22/01/2010
Art. 36 del D.P.R. n. 380/2001 e L.R. n. 22/2009 – Ampliamento di un fabbricato rurale – Richiesta di parere
127/2010 40796 21/01/2010
Richiesta parere su norme di salvaguardia relative al Piano del Parco nazionale dei monti Sibillini adottato e non ancora approvato
125/2009 6865522 03/12/2009
Richiesta di parere in merito alla definizione di superficie utile lorda e di volume


Nuova L.R. Governo del Territorio


La Giunta Regionale ha iniziato un percorso che dovrà portare all’approvazione di una nuova Legge Regionale per il Governo del Territorio. La revisione della normativa regionale si avvarrà di un processo aperto e partecipato che consentirà un ampio coinvolgimento di tutti gli operatori e la valorizzazione delle specifiche conoscenze di cui ognuno è portatore.

 

Il percorso partecipativo si è avviato con l’incontro pubblico del 5 novembre 2015 presso il Ridotto delle Muse di Ancona dal titolo Città Paesaggio e Territorio: Nuove Politiche per le Marche. Fabrizio Barca (Ex-Ministro e Dirigente del MEF) e Silvia Viviani (Presidente dell’INU) hanno aiutato a definire questioni di metodo e di merito cui dare risposta con la nuova legge.

Oltre alla riflessione su come progettare i nuovi strumenti per il governo del territorio sono emerse numerose questioni di frontiera di cui tenere conto nella nuova legge: i cambiamenti climatici, la longevità e l’invecchiamento della popolazione, la domanda di personalizzazione dei servizi, i flussi migratori, le trasformazioni tecnologiche e infine la richiesta emergente di nuovi spazi pubblici, liberi e non troppo strutturati.
Sono disponibili i files audio della giornata   

 
  Prima parte
    Seconda parte (dibattito)


Il passo successivo è stata la progettazione di tre Giornate del Territorio per permettere alla società marchigiana (Istituzioni, Associazioni, Università etc.) di discutere e avanzare proposte sulle questioni più rilevanti.

 

La prima Giornata dal titolo La nuova Governance Territoriale si è svolta presso la Regione Marche il 2 marzo 2016 e si è focalizzata sulla nuova architettura istituzionale del governo del territorio, sulla partecipazione dei cittadini e sulle procedure per la gestione delle trasformazioni. 
Sono disponibili la presentazione e il video della giornata.

La seconda Giornata, “Il territorio delle Marche” (1° aprile 2016) si concentra su temi quali il consumo di suolo e il rischio idrogeologico, il paesaggio e la definizione di scenari strategici a scala regionale.
Sono disponibili la presentazione e il video della giornata.

 

Con la terza Giornata del Territorio,  dal titolo “Dimensione urbana delle Marche”, si è chiuso il ciclo di incontri sulla nuova legge regionale sul governo del territorio. Il terzo e ultimo incontro è stato dedicato ai problemi e alla gestione delle nostre città, dal recupero edilizio e della rigenerazione urbana, alle prestazioni ambientali degli insediamenti ed al valore dei servizi nelle città come fattori di coesione sociale.
Sono disponibili la presentazione e il video della giornata.

 

Allo scopo di approfondire il confronto che porterà alla nuova legge per il governo del territorio venerdì 17 e venerdì 24 giugno  si sono tenuti altri due incontri dal titolo " Costruire, rigenerare, nuove forme dell'abitare " (video della giornata) e " La percezione del paesaggio "  (video della giornata). 


La prima fase di ascolto e confronto voluta dall’assessore all’Urbanistica Anna Casini, al termine della quale la Giunta Regionale potrà definire gli indirizzi che costituiscano la cornice per la costruzione del nuovo testo normativo, si è conclusa il 12 luglio 2016 con la terza giornata di approfondimento dal tema “Verso l’Osservatorio Regionale del Paesaggio” (video della giornata)

 


      



 

 

 

Recepimento intesa Stato-Regioni-Comuni per il Regolamento Edilizio

Il 3 maggio 2018 la Regione Marche, con Legge regionale 03 maggio 2018, n. 8, ha recepito lo schema di Regolamento Edilizio Tipo (RET) che lo Stato ha emanato in attuazione dell’intesa stabilita in sede di Conferenza unificata del 20 ottobre 2016, (pubblicata in G.U. serie generale n.268 del 16.11.2016, versione PDF) concernente l’adozione dello schema di Regolamento Edilizio Tipo.

Tale Regolamento è così strutturato:

-  Parte Prima: “Principi generali e disciplina dell’attività edilizia” (contenente il “Quadro delle definizioni uniformi” e la “Ricognizione delle disposizioni incidenti sugli usi e le trasformazioni del territorio e sull’attività edilizia”);

-  Parte seconda: “Disposizioni regolamentari comunali in materia edilizia (indice generale).

L’art.2 dell’intesa stabilisce, infatti, che le Regioni provvedano al recepimento dello schema di Regolamento Edilizio Tipo e delle definizioni uniformi, nonché all’integrazione della raccolta delle diposizioni sovraordinate in materia edilizia predisposti dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Inoltre le Regioni individuano le definizioni aventi incidenza sulle previsioni dimensionali contenute negli strumenti urbanistici e, ove necessario e in via transitoria, possono dettare indicazioni tecniche di dettaglio ai fini della prima applicazione di tali definizioni.

Il recepimento dello schema di RET è quindi accompagnato dalla raccolta delle disposizioni regionali sovraordinate in materia edilizia. Ulteriori informazioni ed approfondimenti relativi al RET sono disponibili nella pagina della Rete delle Professioni Tecniche.

Tale ricognizione ha portato alla redazione della tabella allegata aggiornata al 31/12/2018.


Contatti


Arch. Giuseppe Baffoni tel. 071. 8063956 - fax 071.8063014 - E-mail Giuseppe.Baffoni@regione.marche.it


Arch. Paolo Storani  tel. 071. 8063804 - fax 071.8063014 - E-mail paolo.storani@regione.marche.it

 

Recapiti segreteria

tel. 071.8063536 / fax 071.8063014 

e-mail: funzione.urbanistica@regione.marche.it / PEC: regione.marche.paesaggioterritorio@emarche

Orario di ricevimento del pubblicodal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00


Come raggiungerci

REGIONE MARCHE - PF Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali

Palazzo Leopardi - Via Tiziano 44, 60125 Ancona



 

Pagina aggiornata al 18/02/2019

Ultima modifica 18/02/2019

Contributo di costruzione

Ogni attività di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio comunale comporta, ai sensi degli articoli 16, 17 e 19, del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, la corresponsione di un contributo di costruzione commisurato all'incidenza delle spese di urbanizzazione nonché al costo di costruzione.

Sono in ogni caso previste forme di riduzione o esenzione per taluni interventi di lieve entità o per determinate tipologie di interventi.

In particolare il contributo non è dovuto:

a)   per gli interventi da realizzare nelle zone agricole, ivi comprese le residenze, in funzione della conduzione del fondo e delle esigenze dell’imprenditore agricolo a titolo principale, ai sensi dell’articolo 12 della legge 9 maggio 1975, n. 153;

b)  per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 20%, di edifici unifamiliari;

c)   per gli impianti, le attrezzature, le opere pubbliche o di interesse generale realizzate dagli enti istituzionalmente competenti nonché per le opere di urbanizzazione, eseguite anche da privati, in attuazione di strumenti urbanistici;

d)   per gli interventi da realizzare in attuazione di norme o di provvedimenti emanati a seguito di pubbliche calamità;

e)   per i nuovi impianti, lavori, opere, modifiche, installazioni, relativi alle fonti rinnovabili di energia, alla conservazione, al risparmio e all'uso razionale dell'energia, nel rispetto delle norme urbanistiche, di tutela artistico-storica e ambientale.

Compete alle regioni l’emanazione di  provvedimenti normativi e regolamentari volti a stabilire i criteri per la determinazione del contributo di costruzione.

 

Oneri di urbanizzazione

 

Costo di costruzione

  • D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380  (articoli 16, 17 e 19)
    "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A)" (G.U. 20 ottobre 2001, n. 245 - Supplemento ordinario n. 239 - Rettifica G.U. 25 febbraio 2002, n. 47)
     
  • Decreto ministeriale 10 maggio 1977, n. 801
    “Determinazione del costo di costruzione di nuovi edifici” (G.U. 31 maggio 1977, n. 146)
     
  • Regolamento regionale 28 febbraio 1979, n. 9
    “Determinazione della quota del contributo di concessione commisurata al costo di costruzione degli edifici”. (B.U.R.  8 marzo 1979, n. 13)
     

Di seguito si elencano i procedimenti di competenza della P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali in merito all’accertamento della conformità urbanistica delle opere dello Stato ai fini ll’approvazione delle stesse da parte dello Stato:

 

Accertamento della conformità urbanistica ai fini dell’intesa Stato Regione per la localizzazione e realizzazione di opere da eseguirsi da Amministrazioni statali o ricadenti su aree del demanio statale  (DPR 616/1977, art.81 - DPR 383/1994)

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti chiede alla Regione l’accertamento della conformità del progetto rispetto agli strumenti urbanistici ed edilizi vigenti. In caso di accertamento di non conformità il Ministero convoca una Conferenza di Servizi in cui gli enti Interessati esprimono il proprio parere ai fini del raggiungimento dell’Intesa Stato Regione, in tale sede la Regione esprime un parere in merito alle questioni urbanistiche e localizzative. L'intesa in conferenza dei servizi costituisce presupposto per l'approvazione da parte del Ministero del progetto anche ai fini edilizi e della relativa variante urbanistica e sostituisce ogni altra autorizzazione o nulla osta statale e regionale.

Verifica della conformità urbanistica per la realizzazione di opere ferroviarie (L. 210/1985, art. 25)
I progetti per la costruzione e l’ampliamento di impianti ferroviari e delle opere connesse vengono trasmessi alla Regione per una verifica di conformità alle prescrizioni e ai vincoli delle norme e dei piani urbanistici ed edilizi da effettuarsi entro 60 giorni dalla comunicazione. In caso di non conformità il Ministero dei Trasporti promuove un accordo di programma tra tutte le parti interessate da sottoscriversi dai rappresentanti autorizzati dei rispettivi organi deliberanti e da approvarsi con Decreto del Presidente della Repubblica. L’accordo equivale all’intesa i cui all’art.81 del DPR n.616/77 ed ha diretta efficacia di variazione degli strumenti urbanistici. Un estratto del Decreto viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e si adottano le adeguate misure di pubblicità. Se l’intesa non si perfeziona entro 90 giorni dall’invito del Ministro dei Trasporti si provvede, sentite le Regioni interessate, con Decreto del Presidente della repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dei Trasporti.

 

Approvazione dei progetti preliminari di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 165).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) trasmette il progetto preliminare al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero dell’Ambiente (se competente) alla Regione, agli Enti interferenti e alle Amministrazioni interessate che si esprimono in Conferenza dei Servizi con finalità istruttoria, convocata non prima di 30 giorni e non oltre 60 giorni dalla ricezione dei progetti. La Regione si pronuncia sentiti i Comuni nel cui territorio si realizza l’opera. Il progetto preliminare è approvato dal CIPE che decide a maggioranza, con il consenso della Regione, e perfeziona l’intesa Stato Regione sulla sua localizzazione, con automatica variazione degli strumenti urbanistici e apposizione di vincolo preordinato all’esproprio.

 

Approvazione dei progetti definitivi e varianti di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 166 – art.169, comma 3).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) trasmette il progetto definitivo al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero dell’Ambiente (se competente) alla Regione, agli Enti e alle Amministrazioni interessate. Le pubbliche Amministrazioni competenti e gli Enti gestori di servizi nel termine perentorio di 60 giorni dal ricevimento dei progetti possono presentare proposte di variazione dei progetti che non modifichino la localizzazione e le caratteristiche essenziali dell’opera e nel rispetto dei limiti di spesa e delle caratteristiche progettuali individuati in sede di progetto preliminare. Il progetto definitivo è approvato dal CIPE, su proposta del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti; l’approvazione sostituisce ogni altra autorizzazione, approvazione e parere comunque denominato. Il decreto di esproprio può essere emanato entro 7 anni dalla data di efficacia della Delibera CIPE di approvazione.

Le varianti rilevanti sotto l’aspetto localizzativo sono approvate dal CIPE con il consenso della Regione, sentiti i Comuni interessati dalle opere.

 

Approvazione di varianti non essenziali ai progetti definitivi di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 169 comma 4).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) informa il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il Ministero dell’Ambiente (se l’intervento è soggetto a VIA) e la Regione delle varianti che intende approvare direttamente in quanto ritenute non essenziali poiché non assumono rilievo sotto l’aspetto localizzativo e progettuale e non richiedono nuovi finanziamenti. La Regione, nel termine perentorio di 45 giorni dalla data di ricezione del progetto, ha facoltà di rimettere l’approvazione della variante al CIPE. Decorso detto termine il soggetto aggiudicatore approva la variante. Ove la variante comporti variazione del piano particellare di esproprio, il progetto è nuovamente approvato dall’autorità espropriante ai fini della dichiarazione di pubblica utilità.


Contatti

UO responsabile dell'istruttoria e del procedimento:   Paolo Storani

tel. 071. 8063804 - fax 071.8063014 - E-mail paolo.storani@regione.marche.it

 

Recapiti segreteria

tel. 071.8063536 / fax 071.8063014 

e-mail: funzione.urbanistica@regione.marche.it / PEC: regione.marche.paesaggioterritorio@emarche

Orario di ricevimento del pubblicotutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00

Come raggiungerci

REGIONE MARCHE - P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali

Palazzo Leopardi, Via Tiziano, 44 - 60125 Ancona

 

 

 

Conformità urbanistica opere dello Stato

Di seguito si elencano i procedimenti di competenza della P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali in merito all’accertamento della conformità urbanistica delle opere dello Stato ai fini ll’approvazione delle stesse da parte dello Stato:

 

Accertamento della conformità urbanistica ai fini dell’intesa Stato Regione per la localizzazione e realizzazione di opere da eseguirsi da Amministrazioni statali o ricadenti su aree del demanio statale (DPR 616/1977, art.81 - DPR 383/1994)

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti chiede alla Regione l’accertamento della conformità del progetto rispetto agli strumenti urbanistici ed edilizi vigenti. In caso di accertamento di non conformità il Ministero convoca una Conferenza di Servizi in cui gli enti Interessati esprimono il proprio parere ai fini del raggiungimento dell’Intesa Stato Regione, in tale sede la Regione esprime un parere in merito alle questioni urbanistiche e localizzative. L'intesa in conferenza dei servizi costituisce presupposto per l'approvazione da parte del Ministero del progetto anche ai fini edilizi e della relativa variante urbanistica e sostituisce ogni altra autorizzazione o nulla osta statale e regionale.

Verifica della conformità urbanistica per la realizzazione di opere ferroviarie (L. 210/1985, art. 25)
I progetti per la costruzione e l’ampliamento di impianti ferroviari e delle opere connesse vengono trasmessi alla Regione per una verifica di conformità alle prescrizioni e ai vincoli delle norme e dei piani urbanistici ed edilizi da effettuarsi entro 60 giorni dalla comunicazione. In caso di non conformità il Ministero dei Trasporti promuove un accordo di programma tra tutte le parti interessate da sottoscriversi dai rappresentanti autorizzati dei rispettivi organi deliberanti e da approvarsi con Decreto del Presidente della Repubblica. L’accordo equivale all’intesa i cui all’art.81 del DPR n.616/77 ed ha diretta efficacia di variazione degli strumenti urbanistici. Un estratto del Decreto viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e si adottano le adeguate misure di pubblicità. Se l’intesa non si perfeziona entro 90 giorni dall’invito del Ministro dei Trasporti si provvede, sentite le Regioni interessate, con Decreto del Presidente della repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dei Trasporti.

 

Approvazione dei progetti preliminari di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 165).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) trasmette il progetto preliminare al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero dell’Ambiente (se competente) alla Regione, agli Enti interferenti e alle Amministrazioni interessate che si esprimono in Conferenza dei Servizi con finalità istruttoria, convocata non prima di 30 giorni e non oltre 60 giorni dalla ricezione dei progetti. La Regione si pronuncia sentiti i Comuni nel cui territorio si realizza l’opera. Il progetto preliminare è approvato dal CIPE che decide a maggioranza, con il consenso della Regione, e perfeziona l’intesa Stato Regione sulla sua localizzazione, con automatica variazione degli strumenti urbanistici e apposizione di vincolo preordinato all’esproprio.

Approvazione dei progetti definitivi e varianti di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 166 – art.169, comma 3).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) trasmette il progetto definitivo al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, al Ministero dell’Ambiente (se competente) alla Regione, agli Enti e alle Amministrazioni interessate. Le pubbliche Amministrazioni competenti e gli Enti gestori di servizi nel termine perentorio di 60 giorni dal ricevimento dei progetti possono presentare proposte di variazione dei progetti che non modifichino la localizzazione e le caratteristiche essenziali dell’opera e nel rispetto dei limiti di spesa e delle caratteristiche progettuali individuati in sede di progetto preliminare. Il progetto definitivo è approvato dal CIPE, su proposta del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti; l’approvazione sostituisce ogni altra autorizzazione, approvazione e parere comunque denominato. Il decreto di esproprio può essere emanato entro 7 anni dalla data di efficacia della Delibera CIPE di approvazione.

Le varianti rilevanti sotto l’aspetto localizzativo sono approvate dal CIPE con il consenso della Regione, sentiti i Comuni interessati dalle opere.

 

Approvazione di varianti non essenziali ai progetti definitivi di infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale - “Legge obiettivo” (D.lgs. n. 163/2006, art. 169 comma 4).

Il soggetto aggiudicatore (Quadrilatero SpA) informa il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il Ministero dell’Ambiente (se l’intervento è soggetto a VIA) e la Regione delle varianti che intende approvare direttamente in quanto ritenute non essenziali poiché non assumono rilievo sotto l’aspetto localizzativo e progettuale e non richiedono nuovi finanziamenti. La Regione, nel termine perentorio di 45 giorni dalla data di ricezione del progetto, ha facoltà di rimettere l’approvazione della variante al CIPE. Decorso detto termine il soggetto aggiudicatore approva la variante. Ove la variante comporti variazione del piano particellare di esproprio, il progetto è nuovamente approvato dall’autorità espropriante ai fini della dichiarazione di pubblica utilità.

 

Contatti

UO responsabile dell'istruttoria e del procedimento: Paolo Storani

tel. 071. 8063804 - fax 071.8063014 - E-mail paolo.storani@regione.marche.it

 

Recapiti segreteria

tel. 071.8063536 / fax 071.8063014 

e-mail: funzione.urbanistica@regione.marche.it / PEC: regione.marche.paesaggioterritorio@emarche

Orario di ricevimento del pubblicodal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00


Come raggiungerci

REGIONE MARCHE - PF Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali

Palazzo Leopardi - Via Tiziano 44, 60125 Ancona





PIT e PTC

La struttura della pianificazione regionale, così come prevista e stabilita dalla Legge Regionale n.34 del 5 agosto 1992, è costituita da due diversi livelli di pianificazione sovraordinati ai Piani Regolatori Generali comunali: al livello regionale opera il Piano di Inquadramento Territoriale (PIT) mentre al livello provinciale è previsto il Piano Territoriale di Coordinamento (PTC).

Il PIT regionale, approvato con Delibera Amministrativa del Consiglio regionale n.295 del 08.02.2000, è lo strumento di cui si è dotata la Regione Marche il quale, operando a fianco del Piano Paesistico Regionale (PPAR) che ha lo specifico fine della salvaguardia e valorizzazione delle componenti storiche-paesistiche-ambientali delle Marche, fissa gli indirizzi di fondo e gli obiettivi prioritari della pianificazione regionale al fine di:

-       stimolare lo sviluppo solidale delle identità regionali;

-       migliorare la qualità ambientale esistente e futura;

-       facilitare l’inserimento dello spazio regionale nel contesto europeo;

-       accrescere l’efficienza funzionale del territorio;

-       ridurre gli squilibri infraregionali più gravi;

-       assicurare efficacia e consensualità alle scelte del piano.

 

Il PTC è lo strumento di pianificazione intermedio tra la pianificazione a scala regionale e quella comunale. Per questa sua natura esso costituisce il tramite tra le indicazioni strategiche di gestione del territorio fissate dal PIT e l’effettuazione delle effettive scelte di uso del territorio a scala comunale. Il PTC, quindi, recepisce le linee di indirizzo sovraordinate determinate dallo Stato e dalla Regione e le tramuta in direttive specifiche atte a orientare la pianificazione dei Comuni, nonché i piani settoriali di Enti e Consorzi e le scelte di infrastrutturazione. La conformità al PPAR e al PIT nonché il rispetto delle normative e degli indirizzi statali e regionali in tema di programmazione socio-economica e territoriale viene accertata con un decreto del Presidente della Giunta Regionale, secondo una procedura stabilita dalla L.R. 34/92 all’art.25.

 

Le cinque Province della Marche sono tutte dotate di PTC vigente. Si riportano di seguito gli estremi dei provvedimenti approvativi di ogni PTC provinciale:

- PTC Provincia di Pesaro e Urbino: approvazione definitiva con Delibera di Consiglio Provinciale n.109 del 20.07.2000;

- PTC Provincia di Ancona: approvazione definitiva con Delibera di Consiglio Provinciale n.117 del 28.07.2003

- PTC Provincia di Macerata: approvazione definitiva con Delibera di Consiglio Provinciale n.75 del 11.12.2001;

- PTC Provincia di Fermo: approvazione definitiva con Delibera di Consiglio Provinciale n.11 del 31.03.2015;

- PTC Provincia di Ascoli Piceno: approvazione definitiva con Delibera di Consiglio Provinciale n.209 del 17.12.2002.