Ambiente

Tutela delle acque

L’attività amministrativa inerente il Demanio Idrico si rivolge principalmente alle derivazioni di acqua pubblica ed alla loro gestione nell'ambito del territorio, sia dal punto di vista ambientale, sia come risorsa pubblica a servizio dell’utenza.

In quest’ambito risulta preminente l’adozione del Piano regolatore regionale degli acquedotti, unitamente alla gestione delle grandi derivazioni di acqua pubblica ed alle  istanze relative agli impianti idroelettrici , ivi compresa la gestione dei  grandi  invasi.

Rilevante è inoltre la collaborazione alla gestione ed implementazione del Piano di tutela delle acque per gli aspetti idraulici e del deflusso minimo vitale.

L’attività comprende inoltre anche l’alienazione delle aree del demanio idrico ove previsto dalla Legge 212/2003 art. 5 bis.

In particolare le attività della P.O. Demanio Idrico sono:

  • Redazione Piano Regolatore degli acquedotti della Regione Marche;
  • Catasto derivazioni e costituzione delle banche dati ai sensi della L.R. 5/2006, art. 29;
  • Proposta di Legge per la gestione dei proventi derivanti dai canoni idrici DM n. 39/2015;
  • Grandi derivazioni di acqua pubblica: rinnovi concessioni, disciplinari, varianti;
  • Accertamento e controllo di polizia idraulica sulle grandi derivazioni;
  • Gestione delle istanze per rilascio pareri riguardanti l'alienazione delle aree del demanio idrico L. 212/2003, art. 5 bis;
  • Coordinamento dei progetti regionali relativi alla gestione degli invasi DM 30/06/2004;
  • Gestione delle istanze relative agli impianti idroelettrici nell'ambito della procedura autorizzativa unica;
  • Verifica e riscontro degli adempimenti previsti dalla L.R. 30/2011 relativa al servizio idrico integrato;
  • Collaborazione alla gestione della direttiva acque EU 2000/60/CE;
  • Richiesta e verifica degli incassi dei canoni annuali di grandi derivazioni.


Ultimo aggiornamento  04/05/2016

Richieste per grande derivazione d'acqua:

Domanda di concessione di derivazione d'acqua pubblica da fiume, torrente, sorgente, falda sotterranea e invaso.

 

Procedimento gestito da:

 

REGIONE MARCHE
Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio
P.F. Tutela delle Acque e Difesa del Suolo e della Costa

A seguito dell’emanazione del Decreto del Dirigente del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio n. 97 del 14 maggio 2019 per la presentazione di istanze e di dichiarazioni di soggetti pubblici e privati previste dalla normativa di riferimento per gli attingimenti la Regione Marche ha abilitato la sezione DAP – Derivazioni Acque Pubbliche nell'ambito del sistema informativo regionale SIAR

SIAR - https://siar.regione.marche.it

 

 

per informazioni e supporto tecnico è possibile contattare il servizio di help-desk on line al numero sotto riportato:

 

071 806 7358

 

 

Per l’accesso al SIAR-DAP, nel caso di IMPRESA (se non ancora abilitata) seguire la procedura indicata dalla piattaforma stessa altrimenti per PERSONA FISICA utilizzare la seguente modulistica:>

 

1. Richiesta abilitazione SIAR utente PERSONA FISICA.pdf

2. Richiesta abilitazione PinCohesion.pdf

La sottoscrizione delle istanze e delle dichiarazioni dei consumi all'interno di SIAR DAP richiede l'utilizzo dei seguenti dispositivi di firma digitale:

  • Smart Card
  • Token USB

 

Le modalità di pagamento per le grandi derivazioni sono le stesse di quelle indicate per gli altri attingimenti , esplicitate alla seguente pagina