Ambiente

Aree di Salvaguardia

Le Aree di Salvaguardia (AdS)
delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano sono aree protette ai sensi della
Direttiva 2000/60/CE (Allegato IV, lettera i);
esse debbono intendersi come quelle porzioni di territorio regionale in cui si applicano
divieti, regolamentazioni e vincoli finalizzati alla prevenzione del degrado,
nonchè al miglioramento qualitativo delle acque in afflusso ai punti di presa e captazione,
intendendo garantire le stesse da eventuali contaminazioni
di inquinanti provenienti dalla superficie o dal suolo-sottosuolo.

Le AdS sono distinte in :
- zone di tutela assoluta,
- zone di rispetto (eventualmente distinte in zone di rispetto ristrette e in zone di rispetto allargate),
- zone di protezione.

Per definirne l'estensione e la geometria è necessario acquisire elementi di conoscenza
del territorio e delle risorse idriche, sia superficiali che sotterranee;
in particolare, e principalmente secondo i criteri indicati dalle Linee Guida della Conferenza Stato-Regioni del 12 dicembre 2012;
si tratta di produrre gli studi inerenti le caratteristiche geologico-strutturali e idrogeologiche degli acquiferi,
le modalità di alimentazione dei medesimi,i rapporti esistenti tra acquiferi superficiali e profondi,
la velocità di circolazione delle acque nel sottosuolo e la tipologia di eventuali centri di pericolo.

IN FASE DI AGGIORNAMENTO

NORMATIVA DELLE AREE DI SALVAGUARDIA DELLE ACQUE SUPERFICIALI E SOTTERRANEE DESTINATE AL CONSUMO UMANO

Le Aree di Salvaguardia (AdS) delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano sono aree protette ai sensi della Direttiva 2000/60/CE (Allegato IV, lettera i);

Le AdS sono distinte in zone di tutela assoluta, zone di rispetto (eventualmente distinte in zone di rispetto ristrette e in zone di rispetto allargate) e zone di protezione. La definizione di tali zone e i limiti e le restrizioni che si applicano sono contenute nelle seguenti disposizioni normative:

Per definire l’estensione e la geometria delle AdS è necessario acquisire elementi di conoscenza del territorio e delle risorse idriche, sia superficiali che sotterranee,
principalmente secondo i criteri indicati dalle Linee guida della Conferenza Stato-Regioni del 12 dicembre 2002. (LINEE GUIDA Conferenza).

AATO3
in fase di aggiornamento

AATO5
in fase di aggiornamento

Ultimi Aggiornamenti

pagina aggiornata al 30/05/2022
data ultima modifica della pagina 30/05/2022