Salute

Attività di programmazione extraospedaliera

Decreto n. 10 del 16/05/2024Avviso pubblico per la concessione di contributi regionali riservati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, socio sanitarie e sociali a copertura dei maggiori costi determinati dalla crisi energetica nell’annualità 2022 e costi legati alla post-pandemia, in attuazione D.G.R. n. 888/2023 - Periodo dal 01/04/2022 al 31/12/2022” – Liquidazione dei contributi ai beneficiari. Primo elenco” _ Liquidazione afferente alla Missione 12

  • Allegato n. 1 Decreto liquid 1_All 1_Comuni_15.5. 2024.pdf;
  • Allegato n. 2 “Decreto liquid 1_All 2_15.5.2024.pdf;
  • Visto contabile;

 

Decreto n. 11 del 09/05/2024 “Rettifica parziale del decreto di concessione n. 35/SISS del 12/12/2023 per rideterminazione di parte dei contributi concessi. Prima liquidazione contributi, di cui all’Avviso pubblico approvato con decreto n.21/SISS/2023” _Liquidazione afferente alla Missione 13

  • Allegato n.1 “Parziale rettifica all'allegato 1 al decreto di concessione n.35/SISS/2023”;
  • Allegato n. 2 “Comuni e consorzi di comuni”;
  • Allegato n. 3 “Altre Imprese e Istituzioni sociali private”;
  • Visto contabile;
  • Elenco Beneficiari Art. 27

 

DECRETO N. 7/SISS DEL 12/3/2024   "Integrazione paragrafo §5 dell’Allegato A) al decreto n. 21/SISS/2023. Determinazione delle spese ammissibili a copertura dei costi per la necessità di mantenere comportamenti anti pandemici anche dopo la cessazione dello stato d’emergenza da Covid-19 e approvazione del modello di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 per i costi covid"

 

Allegato A)  INTEGRAZIONE PARAGRAFO § 5 DELL’ALLEGATO A) AL DECRETO N. 21 DEL 06/09/2023”

Allegato B) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ PER LE SPESE COVID PERIODO APRILE-DICEMBRE 2022

 

DECRETO N. 35/SISS DEL 12/12/2023    "Approvazione elenchi dei beneficiari ammessi, delle domande escluse e assunzione impegni di spesa."

 

ALLEGATO 1 - Elenco benificiari ammessi

ALLEGATO 2 - Domande non ammesse

ALLEGATO 3 - Elenco beneficiari pe rtipologia e capitoli di spesa

VISTO CONTABILE 

 

DECRETO N. 21/SISS DEL 06/09/2022 “Approvazione dell’avviso pubblico per la concessione di contributi regionali riservati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, socio sanitarie e sociali a copertura dei maggiori costi determinati dalla crisi energetica nell’annualità 2022 - Periodo dal 01/04/2022 al 31/12/2022 - Euro 6.655.000,00 - attuazione D.G.R. n. 888 del 26/06/2023.”

 

ALLEGATO A - Avviso pubblico per la presentazione delle domande per la concessione dei contributi regionali riservati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, socio sanitarie e sociali a copertura dei maggiori costi sostenuti per la crisi energetica nell’annualità 2022 - periodo dal 01/04/2022 al 31/12/2022 - Euro 6.655.000,00 - attuazione D.G.R. n. 888 del 26/06/2023

 

ALLEGATO B - Domanda per la richiesta di accesso ai contributi fac-simile da presentarsi esclusivamente su piattaforma SIFORM2 accedendo al seguente link

https://siform2.regione.marche.it/siform2-web/login.htm

 

ALLEGATO C - Elenco costi Anni 2021 e 2022 file excel da compilare per l’indicazione dei costi sostenuti per energia e gas anni 2021 e 2022 (da allegare obbligatoriamente alla domanda su SIFORM2)

 

ALLEGATO D - Elenco strutture con codice CUR al 31_12_2022

 

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dal 06/09/2023 fino alle ore 13.00 del 25/09/2023 esclusivamente attraverso modalità telematica accedendo al portale SIFORM2.

Si fa presente che l’istanza va presentata dal Legale rappresentante dell’Ente/soggetto giuridico titolare dell’autorizzazione all’esercizio della struttura residenziale, non sono ammesse deleghe.

MANUALE OPERATIVO – Guida alla compilazione e presentazione delle domande

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E CONTATTI

Responsabile del Procedimento: Direzione Sanità e Integrazione Socio Sanitaria - Carletti Cristina

L’istruttoria delle istanze di contributo sarà svolta congiuntamente dalla Direzione Sanità e Integrazione Sociosanitaria e dal Settore Inclusione Sociale, Sistema Informativo e RUNTS.

Eventuali domande di chiarimento in merito ai contenuti dell’avviso e dei relativi allegati, potranno essere richieste, per iscritto agli indirizzi e-mail seguenti:

per strutture residenziali sanitarie e sociosanitarie, come dal campo “area principale” del file Allegato D) “Elenco delle strutture residenziali sanitarie, sociosanitarie e sociali con Codice Unico Regionale (CUR) al 31.12.2022”:

cristina.carletti@regione.marche.it;

laura.pietrella@regione.marche.it;

eva.brunetti@regione.marche.it

Numeri per informazioni (da lun. a ven. dalle 9:30 alle 12:30): 071 806.4489 - 4531 - 4222

per strutture residenziali sociali come dal campo “area principale” del file Allegato D) “Elenco delle strutture residenziali sanitarie, sociosanitarie e sociali con Codice Unico Regionale (CUR) al 31.12.2022”:

antonella.nespeca@regione.marche.it;

alessandro.bruni@regione.marche.it;

Numeri per informazioni (da lun. a ven. dalle 9:30 alle 12:30): 0735 655658 – 0735 655660

▪ Per informazioni tecniche e problemi informatici relativi alla piattaforma SIFORM:

È possibile contattare l’Help Desk consultando i riferimenti di cui al seguente link:

https://siform2.regione.marche.it/siform2-web/login.htm

Nel rivolgersi all’Help Desk, si pregano gli utenti di indicare: il codice SIFORM del progetto o il numero identificativo della domanda, allegando la descrizione dettagliata del problema.

 

DGR n. 888 del 26/06/2023 "Concessione contributi regionali alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, socio sanitarie e sociali a copertura dei maggiori costi determinati dalla crisi energetica nell'annualità 2022 - Approvazione criteri e modalità per l'assegnazione dei contributi- Periodo di riferimento dal 01/04/2022 al 31/12/2022".

 

Allegato A "Criteri e modalità per la concessione dei contributi regionali destinati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, sociosanitarie e sociali. Periodo di riferimento dal 01/04/2022 al 31/12/2022".

 

 

 

 

Data Aggiornamento  13-03-2024
Data Modifica 06/09/2023

  1. GRUPPO TECNICO REGIONALE DEMENZE

Con D.G.R. n. 107 del 23/02/2023 la Regione Marche ha recepito il “Piano Nazionale Demenze (PND) – Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze ed ha approvato anche le Linee di indirizzo regionali per l’implementazione dello stesso (Allegato B).

Tra gli strumenti per consentire un miglior governo dell’offerta dei servizi per le demenze, è stata inclusa la costituzione di un gruppo tecnico regionale con il compito di approfondire nuove e diverse modalità di presa in carico dei pazienti affetti da demenza per perseguire obiettivi di maggiore appropriatezza degli interventi e di accessibilità alla rete dei servizi. Il Gruppo tecnico ha, altresì, la funzione di implementare e monitorare l’applicazione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali (PDTA) e di promuovere iniziative formative e di aggiornamento rivolte agli operatori professionali e campagne di sensibilizzazione e di informazione rivolte alla popolazione generale.

Il Gruppo Tecnico Regionale per le Demenze (GTRD) è stato istituito con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 68 del 07/10/2015. Successivamente, si è reso necessario apportare alcune modifiche alla sua composizione, formalizzate con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 18 del 14/12/2021.

Alla luce della riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale recentemente attuata con L.R. 8 agosto 2022, n. 19, il Decreto del Dirigente della Direzione Sanità e Integrazione ha provveduto ad aggiornare nuovamente la composizione del GTRD.

  1. GRUPPO TECNICO REGIONALE DEMENZE

Con D.G.R. n. 107 del 23/02/2023 la Regione Marche ha recepito il “Piano Nazionale Demenze (PND) – Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze ed ha approvato anche le Linee di indirizzo regionali per l’implementazione dello stesso (Allegato B).

Tra gli strumenti per consentire un miglior governo dell’offerta dei servizi per le demenze, è stata inclusa la costituzione di un gruppo tecnico regionale con il compito di approfondire nuove e diverse modalità di presa in carico dei pazienti affetti da demenza per perseguire obiettivi di maggiore appropriatezza degli interventi e di accessibilità alla rete dei servizi. Il Gruppo tecnico ha, altresì, la funzione di implementare e monitorare l’applicazione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali (PDTA) e di promuovere iniziative formative e di aggiornamento rivolte agli operatori professionali e campagne di sensibilizzazione e di informazione rivolte alla popolazione generale.

Il Gruppo Tecnico Regionale per le Demenze (GTRD) è stato istituito con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 68 del 07/10/2015. Successivamente, si è reso necessario apportare alcune modifiche alla sua composizione, formalizzate con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 18 del 14/12/2021.

Alla luce della riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale recentemente attuata con L.R. 8 agosto 2022, n. 19, il Decreto del Dirigente della Direzione Sanità e Integrazione ha provveduto ad aggiornare nuovamente la composizione del GTRD.

  1. GRUPPO TECNICO REGIONALE DEMENZE

Con D.G.R. n. 107 del 23/02/2023 la Regione Marche ha recepito il “Piano Nazionale Demenze (PND) – Strategie per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore delle demenze ed ha approvato anche le Linee di indirizzo regionali per l’implementazione dello stesso (Allegato B).

Tra gli strumenti per consentire un miglior governo dell’offerta dei servizi per le demenze, è stata inclusa la costituzione di un gruppo tecnico regionale con il compito di approfondire nuove e diverse modalità di presa in carico dei pazienti affetti da demenza per perseguire obiettivi di maggiore appropriatezza degli interventi e di accessibilità alla rete dei servizi. Il Gruppo tecnico ha, altresì, la funzione di implementare e monitorare l’applicazione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali (PDTA) e di promuovere iniziative formative e di aggiornamento rivolte agli operatori professionali e campagne di sensibilizzazione e di informazione rivolte alla popolazione generale.

Il Gruppo Tecnico Regionale per le Demenze (GTRD) è stato istituito con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 68 del 07/10/2015. Successivamente, si è reso necessario apportare alcune modifiche alla sua composizione, formalizzate con Decreto del Dirigente del Servizio Sanità n. 18 del 14/12/2021.

Alla luce della riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale recentemente attuata con L.R. 8 agosto 2022, n. 19, con Decreto del Dirigente della Direzione Sanità e Integrazione n. 29 del 31/10/2023 si è provveduto ad aggiornare nuovamente la composizione del GTRD.

Di seguito il link per accedere al file contenente i nominativi dei componenti del Gruppo :

Elenco Nominativi

 

Data Aggiornamento  12/12/2023

Data Modifica 12/12/2023

Programmazione sanitaria delle strutture extraospedaliere e sviluppo e monitoraggio del sistema tariffario

Programmazione sanitaria delle strutture sanitarie e sociosanitarie extraospedaliere che erogano prestazioni in regime residenziale e semiresidenziale per le diverse categorie di destinatari LEA: Anziani, Disabili, Salute Mentale, Dipendenze Patologiche, Adulti e Minori di cui all’allegato C del Regolamento Regionale n.1 del 1 febbraio 2018 “Definizione delle tipologie delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali pubblici e privati ai sensi dell’articolo 7, comma 3, della legge regionale 30 settembre 2016, n. 21 - Autorizzazioni e accreditamento istituzionale delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali pubblici e privati e disciplina degli accordi contrattuali delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali pubblici e privati

Programmazione, sviluppo e monitoraggio del Sistema Tariffario e della relativa compartecipazione in ambito extraospedaliero (DPCM del 12.01.2017; DPCM n. 159/2013; DGR n. 1331/2014; DGR n. 118/2016; DGR n. 1437/2018; DGR n. 1668/2019)

 

Normativa di riferimento:

DPCM del 12.01.2017;

L.R. n. 21/2016;

Regolamento regionale n. 1 del 01.02.2018;

DGR n. 1105/2017;

 

Data Aggiornamento  20/07/2021
Data Modifica 30/08/2018

Cure Domiciliari, applicazione e monitoraggio delle guida regionali 

La Regione monitora l’applicazione delle linee guida regionali per le cure domiciliari erogate dall’Azienda Sanitaria Regionale (ASUR) in forma diretta e indiretta. Tramite l’ASUR, verifica la corretta compilazione delle schede informative sull’assistenza domiciliare Integrata generante il flusso Ministeriale SIAD (Sistema Informativo per il Monitoraggio dell’assistenza Domiciliare) che permette non solo il monitoraggio degli interventi effettuati a livello domiciliare, ma anche preziose analisi comparative per migliorare la qualità degli accessi.


Normativa:

D. Lgs. n. 502/92;

D.P.C.M. 14.02.01;

D.P.C.M. 12.01.2017;

L. n. 328/00;

D.G.R. n.  791/2014 “Linee guida per l’organizzazione delle cure domiciliari.  Approvazione".

 

Data Aggiornamento  20/07/2021
Data Modifica 30/08/2018

Mobilità sanitaria interregionale (attiva e passiva)

 

Richiesta dati analitici relativi a tutta la produzione delle strutture sanitarie regionali - pubbliche e private - verifica e validazione dei dati ed inserimento degli stessi nel database regionale. Rispetto delle scadenze delle varie fasi previste nell’accordo interregionale, addebiti iniziali, contestazioni, controdeduzioni. Sottoscrizione degli accordi bilaterali con le altre Regioni e Province Autonome


Normativa:

Accordo interregionale per la compensazione della mobilità sanitaria approvato annualmente dalla Commissione Salute nell'ambito della Conferenza Stato-Regioni.
 

Data Aggiornamento  28/02/2021
Data Modifica 30/08/2018

Tavolo Permanente di Consultazione con gli Enti Gestori dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali

Con D.G.R. n. 1115 del 6/08/2018 la Regione Marche ha istituito il “Tavolo permanente di consultazione con gli Enti gestori dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali” (d’ora in poi “Tavolo Enti gestori”).

Con decreto SAN n. 36/2019 integrato sono state definite le modalità costitutive e di funzionamento del “Tavolo Enti gestori”. Le finalità del “Tavolo Enti gestori” sono: l’informazione, il confronto e la consultazione permanente tra gli uffici regionali e, più in generale, con la parte pubblica referente per i servizi integrati delle aree: sanitaria extra ospedaliera, sociosanitaria, sociale e gli Enti gestori dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali presenti sul territorio della regione Marche. Il “Tavolo Enti gestori” non ha funzioni di concertazione e contrattazione in quanto non riconducibile in alcun modo a forme di “relazioni sindacali”.

Contenuti oggetto di confronto:

  • disciplina in materia di autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e sociali a ciclo residenziale e semiresidenziale;
  • caratteristiche, requisiti e livelli di attività degli altri servizi ed interventi sanitari e sociali integrati;
  • allocazione di strutture e servizi sanitari e sociali integrati sul territorio regionale;
  • tariffazione dei servizi sanitari e sociali integrati;
  • governo della domanda di salute: accoglienza e accettazione territoriale, valutazione integrata multidimensionale, presa in carico e continuità dell’assistenza.

 

 

Data Aggiornamento  20/07/2021
Data Modifica 31/08/2018

Decreto n. 4/SISS del 28/02/2023 "Approvazione degli elenchi dei beneficiari ammessi ed esclusi, impegno e liquidazione dei contributi ai soggetti beneficiari ammessi".

Visto contabile
Allegato 1 – “Elenco dei Beneficiari ammessi con strutture”
Allegato 2 – “Domande non ammesse”
Allegato 3 – “Elenco dei beneficiari divisi per capitolo”

 

Decreto n. 24/SISS del 20/09/2022 “Approvazione dell’Avviso pubblico per la concessione di contributi riservati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie e sociosanitarie finalizzati alla copertura dei maggiori costi sostenuti per necessità assistenziali e organizzative Covid correlate - Periodo dal 01/08/2021 al 31/12/2021 - Attuazione D.G.R. 1003/2022.”

 

Allegato A - AVVISO PUBBLICO per la concessione di contributi riservati alle strutture residenziali extra ospedaliere sanitarie, sociosanitarie finalizzati alla copertura dei maggiori costi sostenuti nell'annualità 2021, per le necessità assistenziali ed organizzative Covid correlate - Periodo di riferimento dal 01/08/2021 al 31/12/2021 - Attuazione D.G.R. 1003/2022.

 

MANUALE e VIDEO TUTORIAL per la presentazione delle domande

 

 

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dal 21/09/2022 fino alle ore 13.00 del 10/10/2022 esclusivamente attraverso modalità telematica accedendo al portale SIFORM2.

Si fa presente che l’istanza va presentata dal Legale rappresentante dell’Ente/soggetto giuridico titolare dell’autorizzazione all’esercizio della struttura residenziale.

Si evidenzia che all’istanza va allegata obbligatoriamente l’autorizzazione all’esercizio rilasciata dal Comune per ciascun nucleo/struttura  per cui si richiede il contributo.

 

 

CONTATTI

Responsabile del procedimento e informazioni:

  • Carletti Cristina – Direzione Sanità e Integrazione Sociosanitaria
    Tel. 071 806 4551 - 071 806 4127 tutti i giorni nei seguenti orari dalle 9:30 alle 12:00
    Indirizzo mail: cristina.carletti@regione.marche.it

Per informazioni sull’avviso pubblico utilizzare il seguente indirizzo e-mail:

Per problematiche tecniche nell’inserimento della domanda di finanziamento su Siform2:

  • siform@regione.marche.it tel. 071 806 3600 - 071 806 3442
    Orario Help Desk: Lunedì 08.30-12.30; Martedì 08.30-12.30 e 15:30-16:30; Mercoledì 10.00-12.00; Giovedì 08.30-12.30 e 15:30-16:30; Venerdì 10.00-12.00 - Nel rivolgersi all’help desk, si pregano gli utenti di indicare: il numero del progetto o della domanda; descrizione dettagliata del problema. 

Si prega comunque di dare priorità alla richiesta di assistenza via email.

 

 

FINANZIAMENTO A SOSTEGNO DELLE STRUTTURE SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIALI RESIDENZIALI CONSEGUENZIALE ALLA SITUAZIONE EMERGENZIALE DA COVID-19

D.G.R. n. 1003 del 01/08/2022 “L.R. n. 21 del 30/09/2016 “Autorizzazioni e accreditamento istituzionale delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali pubblici e privati e disciplina degli accordi contrattuali delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari e sociali pubblici e privati”. Regolamento regionale n. 1/2018 e D.G.R. n. 940/2020 – Contributi per le strutture sociali di accoglienza residenziale nell’ambito dell’emergenza Sars-Covid19 - Approvazione criteri e modalità per l’assegnazione del contributo regionale” - Allegato 

 

Data Aggiornamento  06/03/2023
Data Modifica 06/03/2023

FAQ – PRESENTAZIONE DOMANDE CONTRIBUTI REGIONALI ALLE STRUTTURE RESIDENZIALI EXTRA OSPEDALIERE SANITARIE, SOCIO SANITARIE E SOCIALI A COPERTURA DEI MAGGIORI COSTI DETERMINATI DALLA CRISI ENERGETICA NELL'ANNUALITÀ 2022 TRAMITE PIATTAFORMA SIFORM.

 

  1. COME SI CONFIGURA IL CONTRIBUTO REGIONALE A SOSTEGNO DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI  PER I  MAGGIORI COSTI ENERGETICI SOSTENUTI NELL’ANNUALITA’ 2022?

L’intervento ha profili di Aiuti di Stato, e si colloca nell’ambito del regime quadro regionale, istituito ai sensi della sezione 2.1 “AIUTI DI IMPORTO LIMITATO” della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguitodell’aggressione della Russia contro l’Ucraina”, con D.G.R. n.1727/2022 ed autorizzato dalla Commissione europea con decisione C/2022 8727 del 25/11/2022, relativa al caso SA 104509. La suddetta D.G.R, determina quindi le condizioni di compatibilità e rappresenta la base giuridica dell’intervento.

In base all’art. 1 comma 2 dell’allegato A della suddetta D.G.R., l’aiuto si configura come sovvenzione diretta e il suo valore nominale complessivo non supera i 2 milioni di euro lordi per impresa.

Gli aiuti di cui al presente avviso possono essere cumulati con altre forme di sostegno così come definito dall’art. 5 “Regole di cumulo” di cui all’allegato A alla D.G.R. n. 1727/2022.

 

  1. CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA?

La domanda, a pena di esclusione, va presentata obbligatoriamente dal LEGALE RAPPRESENTANTE dell’Ente/soggetto giuridico titolare dell’autorizzazione all’esercizio dei nuclei (identificati dal codice univoco ORPS) della Struttura residenziale.

Ciascun Ente/soggetto titolare di autorizzazione deve presentare una domanda per ciascuna struttura residenziale (non per nucleo) identificata dal Codice Unico Regionale (CUR) per cui si intende richiedere il contributo.

  • attribuito a ciascuna struttura residenziale (vedi “Allegato D “Elenco delle strutture residenziali sanitarie, sociosanitarie e sociali con Codice Unico Regionale (CUR) al 31.12.2022”) al decreto di avviso pubblico. Nel caso quindi in cui, uno stesso soggetto sia titolare di più strutture (che potrebbero contenere più nuclei), dovrà presentare tante istanze quante sono le strutture identificate dal codice CUR, per cui si intende richiedere il contributo.

 

  1. È POSSIBILE DELEGARE LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA A UN ALTRO SOGGETTO CHE NON SIA IL LEGALE RAPPRESENTANTE?

No, la presentazione delle domande di finanziamento su SIFORM2 può essere presentata solo dal “Legale rappresentante” dell’Ente o soggetto giuridico titolare dell’autorizzazione all’esercizio.

 

  1. QUALI SONO GLI ELEMENTI FONDAMENTALI DA PREPARARE PRIMA DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA?
  • Assicurarsi di avere lo SPID o la CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS

      (per procedere a richiedere lo SPID consultare il sito:

      https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agenda-Digitale/Cittadinanza-digitale/Cohesion

 

La Regione provvederà, in caso di regolarità dell’autorizzazione, ad assegnare il Codice Unico Regionale (CUR) così che il soggetto titolare possa procedere alla presentazione della domanda di contributo entro i termini.

 

  1. QUAL È IL CODICE CUR DA UTILIZZARE OBBLLIGATORIAMENTE PER LA PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA?                                   Il CUR Codice Unico Regionale attribuito a ciascuna struttura residenziale così come da  Allegato D) “Elenco delle strutture residenziali sanitarie, sociosanitarie e sociali con Codice Unico Regionale (CUR) al 31.12.2022” al decreto di avviso pubblico.

 

  1. SE NON FOSSI A CONOSCENZA O NON RIUSCISSI A RECUPERARE IL CODICE CUR, COME POSSO PROCEDERE?

Nel caso in cui l’Ente/soggetto giuridico non reperisse nell’Allegato D all’Avviso pubblico, una struttura di cui è titolare,          dovrà provvedere a trasmettere, entro 7 giorni lavorativi precedenti la data di scadenza della presentazione della domanda, l’autorizzazione all’esercizio della struttura alla Regione Marche all’indirizzo PEC regione.marche.direzionesociosan@emarche.it  con il seguente oggetto: RICHIESTA CODICE UNICO REGIONALE (CUR).

La Regione provvederà, in caso di regolarità dell’autorizzazione, ad assegnare il Codice Unico Regionale (CUR) così che il soggetto titolare possa procedere alla presentazione della domanda di contributo entro i termini.

 

  1. QUALI SONO GLI ALLEGATI OBBLIGATORI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA SULLA PIATTAFORMA SIFORM?

La procedura richiede di inserire quale ALLEGATO OBBLIGATORIO l’Allegato C – Elenco Costi Anni 2021 e 2022 al decreto di Avviso debitamente compilato in entrambe le sezioni “Costi 2021” e “Costi 2022”, altrimenti la domanda non sarà trasmessa. Una volta compilato il file excel va caricato  in formato .zip.

Per creare il file .zip, posizionarsi sull'icona del file excel e fare click con il tasto destro del mouse, selezionare invia a -> cartella compressa.

Premere il pulsante “Scegli file…” (con alcuni browser il pulsante potrebbe essere denominato “Browser…”) per inserire il documento da allegare.

Quindi Premere il pulsante “Allega documento” per completare l’operazione e caricare l’allegato.

Controllare di aver caricato correttamente l’allegato obbligatorio senza il quale la domanda non può essere inviata.

 

Inoltre solo nel caso in cui l’Ente/soggetto titolare non abbia già presentato domanda per i precedenti avvisi pubblici di cui al decreto del Dirigente della Direzione Sanità e Integrazione Sociosanitaria n. 24/SISS/2022 e al decreto del Dirigente Settore Inclusione Sociale, Sistema Informativo e RUNTS n. 48/ISR/2022 in attuazione della D.G.R. n. 1003/2022 oppure nel caso siano intervenute modifiche alle precedenti autorizzazioni, vanno allegate le autorizzazioni all’esercizio quale allegato facoltativo

Inserire nel campo “descrizione allegato facoltativo” il nome da assegnare al file, quindi premere il pulsante “scegli file” per selezionare il file dal proprio PC.

Nel caso vi siano più autorizzazioni, vanno allegate in un UNICO file che dovrà essere in formato .zip / .pdf / .p7m.

 

  1. L’IMPORTO DELLE FATTURE DI ENERGIA ELETTRICA E GAS DA CONSIDERARE DEVE ESSERE AL NETTO O AL LORDO DELL’IVA?

L’importo delle fatture riguardanti il periodo di riferimento considerato, dal 01/04/2022 al 31/12/2022 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dovrà essere al netto dell’IVA e degli altri oneri. Nel file excel allegato C) al decreto di avviso, riportare quindi il costo della materia prima (energia e gas), al netto delle spese di trasporto, iva e altri oneri, associata al periodo di riferimento per ciascuna fattura.

 

  1. COME CALCOLO L’IMPORTO DELLE FATTURE DI ENERGIA ELETTRICA E GAS, DA INSERIRE NELL’ALLEGATO C) ELENCO COSTI 2021 E 2022 E L’UTENZA RIENTRA SOLO PARZIALMENTE NEL PERIODO DI RIFERIMENTO?

 

Il calcolo della spesa va effettuato in base al criterio della competenza ovvero con riferimento ai consumi, stimati o effettivi del periodo di riferimento considerato. Per “competenza del periodo” si intende il periodo di erogazione del servizio energia e o gas e non la data della fattura.

Nel caso di fatture riferibili anche ai periodi non rientranti in quelli per i quali è riconosciuto il contributo, la quantificazione del costo avviene secondo il seguente calcolo: il costo della materia prima (energia e gas), al netto delle spese di trasporto, iva e altri oneri /(diviso) il numero totale dei giorni ricompresi dalla fattura stessa X (moltiplicato) il numero di giorni rientranti nel periodo utile ai fini del riconoscimento del contributo.

 

  1. L’AVVISO PUBBLICO PREVEDE CHE “IN SEDE DI DOMANDA DI ACCESSO AL FINANZIAMENTO, L’ENTE/SOGGETTO GIURIDICO TITOLARE DEVE DICHIARARE CHE IL CONTRIBUTO CHE SARÀ ASSEGNATO NON ANDRÀ A FINANZIARE MEDESIME SPESE GIÀ RIMBORSATE CON ALTRO FINANZIAMENTO O CONTRIBUTO PUBBLICO COMUNITARIO E/O NAZIONALE E/O REGIONALE” CHE COSA SI INTENDE?

La disposizione è diretta ad evitare che vi sia un doppio finanziamento per la stessa spesa per cui, il totale dei finanziamenti ricevuti da enti pubblici per le stesse finalità, non deve essere superiore al costo complessivamente sostenuto.

 

11. UN ENTE CHE HA AVUTO PRECEDENTI SOSTEGNI FINANZIARI PER LE MEDESIME FINALITA’ E IL MEDESIMO PERIODO PUO’ PRESENTARE DOMANDA DI CONTRIBUTO?

I contributi di cui al presente decreto sono cumulabili sono cumulabili con altri sostegni finanziari (sia in forma di Aiuto di Stato che di Non Aiuto) che abbiano ad oggetto i medesimi costi e il medesimo periodo di riferimento 1/04/2022 – 31/12/2022, a condizione che tale cumulo, in ogni caso, non porti al superamento del costo complessivamente sostenuto.

 

12. POSSONO PRESENTARE ISTANZA LE STRUTTURE A TITOLARITÀ ASUR E/O DELLE AZIENDE SANITARIE TERRITORIALI ?

Sono escluse dal contributo le strutture residenziali a titolarità dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale, ora di competenza delle Aziende Sanitarie Territoriali (AST), in virtù dell’entrata in vigore della L.R. n.19/2022), e dell’I.N.R.C.A, in quanto in base al decreto del Direttore del Dipartimento Salute n. 18/SALU del 02/03/2023, hanno già beneficiato di risorse specifiche per la medesima finalità. 

 

13. LA DOMANDA, DA PRESENTARSI ESCLUSIVAMENTE IN MODALITÀ TELEMATICA, È SOGGETTA A BOLLO, COME POSSO ASSOLVERE A TALE OBBLIGO?

 

L’istanza è soggetta all’imposta di bollo, pertanto il pagamento dell’imposta di bollo può essere assolto in modalità telematica e si potrà inserire il numero identificativo seriale del bollo all’interno dell’istanza su piattaforma SIFORM2.

Nel caso in cui, il soggetto titolare fosse esente, va inserita nel campo identificativo seriale la dicitura “esente” specificando di seguito, all’interno dello stesso campo, la normativa di esenzione.

Nel caso in cui l’imposta di bollo fosse assolta con l’acquisto, presso un intermediario convenzionato, di un contrassegno telematico (ex marca da bollo, dell’importo di euro 16,00) destinato esclusivamente alla presentazione della presente domanda, tale contrassegno dovrà essere applicato alla stampa della ricevuta di invio generata dal sistema SIFORM2 annullato con la sigla e la data di presentazione dell’istanza.

L’originale della ricevuta con il contrassegno annullato va conservata per almeno 5 anni e resi disponibili per eventuali controlli da parte della Regione Marche.

 

 

14. SE IN UNA STRUTTURA, IDENTIFICATA DA UN CODICE CUR, INSISTONO NUCLEI SEMI-RESIDENZIALI, COME SI POSSONO SCORPORARE I COSTI NON PERTINENTI ALLA STRUTTURA RESIDENZIALE?

 

Dall’ammontare complessivo dei costi energetici sostenuti, al netto dell’IVA e degli altri oneri, desumibili dalle fatture di energia elettrica e gas, sia per il periodo dal 1/04/2021 a 31/12/2021 e nel periodo dal 01/04/2022 a 31/12/2022 (da compilarsi tramite il file excel Allegato C all’avviso), vanno scorporati i costi imputabili ai nuclei semi-residenziali, in base ai metri quadrati relativi ai nuclei semi-residenziali. (Leggere attentamente anche le istruzioni contenute nel file excel allegato C)

 

15. SE IN UNA STRUTTURA, IDENTIFICATA DA UN CODICE CUR, INSISTONO OLTRE A NUCLEI RESIDENZIALI, ANCHE ALTRE TIPOLOGIE DI UNITA’ DI OFFERTA OSPEDALIERE, AMBULATORIALI ETC… COME SI POSSONO SCORPORARE I COSTI NON PERTINENTI LA STRUTTURA RESIDENZIALE?

 

Vanno scorporati, analogamente ai costi per i nuclei semi-residenziali, anche i costi afferenti ad altre tipologie di offerta ospedaliera, ambulatoriale, etc.. insistenti all’interno della struttura identificata dal codice CUR, in base ai metri quadrati relativi alle suddette unità di offerta, in modo analogo ai nuclei semi-residenziali (vedi quesito n. 14)

 

16. QUALORA IN UNA STRUTTURA, IDENTIFICATA DA UN CODICE CUR, SIANO PRESENTI OLTRE A NUCLEI RESIDENZIALI, ANCHE UN NUCLEO SEMI-RESIDENZIALE, NELLA SCHEDA “LISTA NUCLEI” ANDRÀ INDICATO ANCHE IL NUCLEO SEMI-RESIDENZIALE?

 

Nella scheda “Lista Nuclei” non vanno indicati i nuclei semi-residenziali.

 

17. DATO CHE LA DOMANDA DI CONTRIBUTO VA PRESENTATA PER CIASCUNA STRUTTURA RESIDENZIALE IDENTIFICATA DAL CODICE UNICO REGIONALE (CUR) COME OCCORRE PROCEDERE QUALORA PER UNA STRUTTURA SUDDIVISA IN DUE NUCLEI (AVENTI CIASCUNO UN PROPRIO CODICE ORPS), SIANO STATI ASSEGNATI DUE CODICI CUR, UNO PER CIASCUN NUCLEO, MA IL CONTATORE DELL’ENERGIA E DEL GAS È UNICO?

 

Si può procedere alla presentazione di un'unica istanza utilizzando uno dei due codici CUR. Nel momento in cui si compilerà, su piattaforma SIFORM2, la scheda “Lista Nuclei”, una volta inserito il CUR sarà associato automaticamente un primo nucleo ORPS, a questo punto tramite il pulsante ”aggiungi” si potrà aggiungere il secondo nucleo inserendo il rispettivo codice ORPS e compilando le informazioni attinenti le autorizzazioni all’esercizio.

 

18. SE UN CONTATORE POD (ENERGIA) E/O CONTATORE PDR (GAS) ALIMENTA PIÙ IMMOBILI E SI HA UN’UNICA BOLLETTA, SULLA BASE DI QUALE ELEMENTO SI POSSONO SCORPORARE I COSTI NON PERTINENTI ALLE STRUTTURE RESIDENZIALI SANITARIE/SOCIOSANITARIE/SOCIALI PER CUI SI PRESENTA DOMANDA DI CONTRIBUTO?

I costi non pertinenti le strutture residenziali, si possono scorporare sulla base dei metri quadri, come già previsto per i nuclei semi-residenziali (vedi quesito n.14)

 

19. CONSIDERATO CHE NELLA DOMANDA OCCORRE INDICARE L’AMMONTARE DEI SOSTEGNI FINANZIARI RICEVUTI, COME IMPRESA UNICA (COMPRENSIVA DI IMPRESE COLLEGATE E/O ASSOCIATE), QUALORA UN ENTE TITOLARE PRESENTI PIÙ DOMANDE DI CONTRIBUTO, PER DIVERSE STRUTTURE RESIDENZIALI IDENTIFICATE DA DIVERSI CUR, GLI IMPORTI DEI SOSTEGNI FINANZIARI DOVRANNO ESSERE GLI STESSI PER CIASCUNA DOMANDA?

 

Si certo l’ammontare dei sostegni finanziari ricevuti, proprio perché dichiarati come impresa unica (comprensiva di imprese collegate e/o associate), quale soggetto titolare all’esercizio della struttura per cui si richiede il contributo, sarà il medesimo e sarà ripetuto su tutte le istanze qualora l’Ente risultasse titolare di diverse strutture.

 

20. SE UNA STRUTTURA È DOTATA DI RISCALDAMENTO ALIMENTATO TRAMITE IMPIANTO GPL, È POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA? SE SI, IN CHE MODO OCCORRE PROCEDERE AL CALCOLO?

È possibile presentare domanda di contributo. Si compilerà, nel file excel Allegato C all’avviso, il prospetto relativo alle fatture per il consumo di GAS. Occorrerà effettuare un calcolo dei consumi stimati sia per il periodo dal 01/04/2021 al 31/12/2021 che per il periodo 01/04/2022 al 31/12/2022, rapportando quindi il consumo ai giorni del periodo di riferimento del contributo.  
Inoltre si dovrà allegare, tra gli allegati facoltativi, un documento di sintesi in cui sarà specificato come sono stati calcolati i consumi stimati.

 

  1. UNA STRUTTURA DOTATA DI IMPIANTO FOTOVOLTAICO PUÒ PRESENTARE DOMANDA?

Sì può presentare domanda, compilando il file excel allegato C, per la parte relativa all’energia, indicando il costo sostenuto al netto di eventuali storni/rimborsi.

 

 

Data Aggiornamento  06/09/2023
Data Modifica 06/09/2023

  1. PIANO ALZHEIMER E DEMENZE 2021-2023

Il Piano triennale di attività per l’Alzheimer e le Demenze 2021-2023 è un’iniziativa finanziata dal Fondo per l’Alzheimer e le demenze, istituito ai sensi dell’art. 1, comma 330, della Legge 30 dicembre 2020, n. 178, che ha assegnato alla Regione Marche risorse pari a 501.161,01 €.

Tutte le Regioni e le Province Autonome sono state incaricate di elaborare un proprio progetto contenente linee di azione volte ad affrontare specifiche aree di criticità nella diagnosi e nella presa in carico delle persone con demenza.

Il Piano della Regione Marche coinvolge tutti i Centri Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) (che hanno sostituito le Unità Valutative Alzheimer (UVA)) presenti nel territorio regionale e si propone di intervenire su due aree di criticità: il potenziamento della diagnosi del Disturbo Neurocognitivo (DNC) minore, nonché la maggiore tempestività della diagnosi di Disturbo Neurocognitivo (DNC) maggiore. Il Piano si articola mediante lo sviluppo di quattro linee di azione:

1)            Censimento sul territorio di tutti i casi incidenti (nuove diagnosi) di DNC minore o maggiore.

2)            Compilazione della carta del rischio, per l’analisi della distribuzione dei principali fattori di rischio, tra cui quelli potenzialmente modificabili a causa di disturbi cognitivo-comportamentali.

3)            Caratterizzazione neuropsicologica dei casi, in termini di gravità di compromissione (DNC minore versus maggiore) e di ulteriore classificazione del DNC minore nei diversi sottotipi esistenti così da aiutare nella formulazione della diagnosi.

4)            Diffusione delle conoscenze relative al DNC minore e maggiore.

Per l’attuazione di tali azioni, è stato previsto l’acquisto di beni strumentali quali apparecchiature informatiche e kit di testistica per deterioramento cognitivo, nonché l’assunzione, tramite forme di collaborazione libero-professionale, di personale specificatamente dedicato a potenziare l’offerta di valutazioni neuropsicologiche presso i CDCD ai fini della caratterizzazione dei casi. Inoltre, sono stati organizzati eventi di formazione destinati sia agli operatori sanitari, sia ai caregiver. Parte delle risorse sono poi destinate alla creazione di un sito web dedicato al fine di agevolare la raccolta e la diffusione delle informazioni relative ai servizi per le demenze.