Rete Ecologica Marche (REM)

Il Portale Regionale dedicato all'attuazione della Legge Regionale 5 febbraio 2013, n. 2

INTERREG BID-REX

Introduzione

La Regione Marche partecipa al Progetto Interreg Europe BID-REX con il policy instrument della Rete Ecologica delle Marche REM L.R. 2/2013, quale strumento per il miglioramento delle politiche di sviluppo economico-turistico-sociale in maniera sostenibile per l'ambiente e la biodiversità. Conoscere i dati ecologici relativi al  valore ambientale del territorio regionale , implementandoli nei processi di pianificazione e della gestione di un territorio che si estende dalla costa alla catena degli Appennini, rappresenta il modo migliore per valorizzare, tutelare e promuovere quelle risorse biologiche e di attrazione naturalistica, che possono fungere da volano per uno sviluppo sostenibile.    

 

Partner Meeting BID-REX, Ancona, 5-6 feb 2020

 

 

Piano d'Azione del Progetto INTERREG BID-REX - Regione Marche

Il Progetto INTERREG BID-REX: "Dai dati sulla biodiversità, al miglioramento delle politiche di sviluppo regionale", si è imperniato su due distinte fasi progettuali.  Una prima fase (2016-2019), volta all'individuazione - partendo dal policy instrument selezionato per la Regione Marche, della Rete ecologica REM - della strategia per promuovere e diffondere l'uso dei dati ecologico-ambientali per uno sviluppo sostenibile dei territori e delle popolazioni, in settori come Agricoltura, Turismo, Valutazioni Ambientali, Urbanistica e Governo del Territorio, , ecc. L'attività ha coinvolto sia gli uffici interni della Regione Marche, competenti per materia, sia Amministrazioni ed Enti locali che hanno aderito al Progetto con stakeholders locali (Provincia di Macerata (MC); Comune di Jesi (AN) - capofila del Contratto di Fiume Esino e Riserva Naturale Ripa Bianca; Unione Pian del Bruscolo (PU) - capofila del Contratto di Fiume Foglia; Comune di Loreto (AN) - capofila del Contratto di Fiume Musone; Comune di Fermo e Porto Sant'Elpidio (FM); Ente Parco del Conero (AN). La seconda fase (2019-2021), in corso, consiste nell'attuazione vera e propria del Piano d'Azione - elaborato dopo la fase preliminare di analisi e di studio dei fattori di criticità evidenziati - e si svolge in stretta sinergia sia con le funzioni regionali che con le Amministrazioni locali in qualità di Aree pilota dopo  la firma del Protocollo di Intesa per l'implementazione della REM alla scala locale, secondo gli indirizzi di cui alla DGR n. 1288/2018, e in base ad un cronoprogramma concertato con ciascuna di esse.  

Il Piano d'Azione redatto dalla Regione Marche ed in corso di attuazione è scaricabile a questo link.

Il Protocollo di Intesa per l'implementazione del Piano d'Azione BID-REX tra la Regione Marche e le Amministrazioni Enti, aderenti come Aree Pilota è stato approvato con DGR. n. 1380 del 11/11/2019.

 

  

    

Documentazione tecnica di progetto BID-REX

La prima fase del  progetto BID-REX, si è incentrata su aspetti, quali: a) analisi quali/qualitativa dei dati ambientali disponibili nei vari paesi partner; b) metodologica, relativamente all'acquisizione e restituzione dei dati (grezzi o interpolati); c) valutazione delle ricadute (attuali ed attese), sulle politiche decisionali e di sviluppo; d) analisi delle "buone pratiche" sperimentate dai vari partner, eventualmente replicabili in altri contesti ambientali e/o normativi vigenti.

Ciò è stato possibile attraverso lo strumento deii meeting internazionali svoltisi con cadenza semestrale, per approfondire ciascuno di questi singoli temi.

Il Documento risultante al termine della prima fase di progetto (2016-2019) è contenuta nel Documento Tecnico: "Dati migliori, decisioni migliori: aumentare l'impatto delle informazioni sulla biodiversità" (ITA / ENG).

Le conclusioni dei singoli step della prima fase, sono contenuti nelle 3 key lessons brief (KLB1 ; KLB2; KLB3 ITA).

Le lezioni apprese nel corso della prima fase di progetto, sono risultate essenziali per procedere alla redazione del Pianod'Azione e ottimizzare la fruibilità dei dati disponiibli della REM a scala regionale (1:50.000), a supporto degli specifici piani di settore di settore e programmazione territoriale, per favorire la discesa a  scala territoriale localee le politiche di sviluppo sostenibile.   

 

    

REM: Good Practices Progetto INTERREG BID-REX

L'implementazione della REM alla scala terrioriale locale, secondo la metodologia indicata nella DGR n. 1288/2018 e dei tutorial esemplificativi sviluppati per favorire la caratterizzazione della REM alla scala territoriale locale  a supporto della pianificazione e del governo del territorio (v. Linee GUIDA ISPRA n. 148/2017), è stata riconosciuta come GOOD PRACTICES  di Progetto e come tale inserita nella POLICY LEARNING PLATFORM INTERREG.