Amministrazione Trasparente

 

Amministrazione Trasparente

 

In attuazione alla legge 190/2012, al decreto legislativo 33/2013 e successive modifiche, e in adempimento al Piano Nazionale Anticorruzione 2016, deliberato in data 03/08/2016 dall’ Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), la Giunta Regionale della Regione Marche dovrà approvare entro 31 gennaio 2017 l’aggiornamento del proprio Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza amministrativa (PTPCT).

Il nuovo Piano, riformando le metodologie, gli approcci e gli schemi consolidati, descrive per ogni misura l’attività svolta e ne pianifica lo sviluppo, in stretta relazione con il piano delle performance e in raccordo con gli enti territoriali, utilizzando in modo innovativo gli strumenti della trasparenza, della semplificazione e della prevenzione della corruzione, per misurare e migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’azione amministrativa a beneficio della Comunità Regionale.

E’ conseguentemente avviata dalla data odierna e fino al 16 gennaio 2017 la procedura aperta di partecipazione alla quale sono invitati a partecipare i Cittadini e le Associazioni portatrici di interessi, con proposte di modifica o di integrazione alla bozza di Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza amministrativa (PTPCT), da far pervenire entro il giorno indicato, con una delle seguenti modalità:

 

Ancona, 22 dicembre 2016      


La Responsabile della prevenzione della corruzione

 e della trasparenza amministrativa della Giunta regionale

 Enrica Bonvecchi




Collegamento alla documentazione e al video dell'ultima

Giornata della Trasparenza

.

 

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

Con i decreti legislativi 33/2013 e 97/2016 è stato affermato il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni. L'articolo 29 del decreto legislativo 50/2016 prescrive ulteriori obblighi di trasparenza in materia di appalti.

Obiettivo della normativa è quello di favorire un controllo diffuso sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche, mediante la partecipazione democratica, e l'accessibilità ai dati ed ai documenti detenuti dalle P.A.

La Giunta della Regione Marche ha recepito tale normativa, con 
la sezione web “Amministrazione trasparente”, che contiene i dati di cui alla Delibera Civit (ora ANAC) 50/2013

In attuazione della legge 190/2012 e dell'Intesa Stato Regioni 79/CU del 24/7/2013, la Giunta regionale ha un Piano di prevenzione della corruzione (PTPC), intesa come ogni situazione di abuso o di utilizzo inappropriato delle potestà amministrative.

Il piano si basa sul principio del coordinamento dei sistemi di controllo esistenti. Le varie misure di prevenzione, previste dal piano, configurano un modello organizzativo ottimale, che rende il lavoro più semplice e meno rischioso.

L'aggiornamento per il triennio 2016 - 2018 del Piano di prevenzione della corruzione è stato approvato con DGR 29 del 25/1/2016, che comprende anche il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità (atto in formato aperto). Osservazioni pervenute sullo schema di piano.

Il piano delle performance 2016 - 2018, approvato con DGR 45/2016 e DGR 924/2016 (formato aperto) individua come obiettivo strategico primario, per le strutture regionali,  l'attuazione del piano di prevenzione della corruzione e del programma triennale per la trasparenza e l'integrità.  

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza amministrativa della Giunta regionale è stato individuato nella Dirigente Enrica Bonvecchi con la deliberazione della Giunta regionale n. 1194 del 30/12/2015 (formato aperto).

Le informazioni concernenti la trasparenza amministrativa, lo status dei Consiglieri regionali e le misure per la prevenzione della corruzione presso l'Assemblea legislativa delle Marche sono presenti nella sezione Amministrazione trasparente dell'Assemblea legislativa.

Le pagine della sezione sono in continuo aggiornamento, e vengono implementate ogni qualvolta i dati, le informazioni e i documenti sono resi disponibili dalle strutture regionali competenti.

collegamento al sondaggio
Esprimi la tua opinione