martedì 4 agosto 2020  17:02 

 

Il Green Deal europeo è il complesso piano varato dalla Commissione Europea per combattere il cambiamento climatico e per rendere più sostenibile la produzione di energia e lo stile di vita dei cittadini europei

 

Il Green Deal prevedere una serie di nuove leggi, investimenti e misure innovative da realizzarsi nei prossimi 30 anni, e si basa su tre principi fondanti:

- neutralità climatica in Europa entro il 2050

- crescita economica  dissociata dall'uso delle risorse

- nessuna persona e nessun luogo trascurato

Per superare queste sfide, il progetto punta quindi a “trasformare le problematiche climatiche e le sfide ambientali in opportunità in tutti i settori politici, rendendo la transizione equa e inclusiva per tutti” e dando una direzione più sostenibile e moderna all'economia europea.

 

Nelle intenzioni della Commissione, l'accordo prevede una serie di azioni concrete:

- investire in tecnologie sostenibili;

- supportare l'industria nell'innovazione;

- promuovere un trasporto privato e pubblico più pulito;

- garantire economia pulita e circolare;

- decarbonizzare il settore energetico;

- garantire una maggiore efficienza energetica degli edifici;

- migliorare gli standard ambientali mondiali attraverso collaborazioni internazionali

 

Al momento la Commissione, che lavorerà insieme al Parlamento e al Consiglio, ha pianificato i primi due anni di lavoro dell'ambizioso progetto per trasformare il vecchio continente nel primo blocco di Paesi a impatto climatico zero entro il 2050.

 

Il piano di investimenti del Green Deal europeo, che mobiliterà i fondi dell'UE per agevolare e stimolare gli investimenti pubblici e privati necessari alla transazione verse un'economia green, si articola in tre dimensioni:

- finanziamento: mobilitare almeno 1.000 miliardi di euro in 10 anni.. Il bilancio dell'UE destinerà all'azione per il clima e l'ambiente una quota di spesa pubblica senza precedenti, attirando i fondi privati, e in particolare la Banca europea per gli investimenti

- quadro favorevole agli investimenti: prevedere incentivi per sbloccare e riorientare gli investimenti pubblici e privati. L'UE fornirà strumenti utili agli investitori. Agevolerà gli investimenti sostenibili da parte delle autorità pubbliche incoraggiando pratiche di bilancio e appalti verdi e mettendo a punto soluzioni volte a semplificare le procedure di approvazione degli aiuti di Stato nelle regioni interessate dalla transizione giusta. Il motore finanziario del progetto sarà, infatti, il Meccanismo di transizione equa, uno strumento chiave per garantire che la transizione verso un'economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno

- sostegno pratico: la Commissione fornirà sostegno alle autorità pubbliche e ai promotori in fase di pianificazione, elaborazione e attuazione dei progetti sostenibili. 

 

Tutti gli Stati UE, riceveranno un pacchetto di aiuti finanziari per mettere in moto la transazione con strumenti ed investimenti efficaci

 

Le Prime tappe 

La Commissione sta già compiendo i primi passi nel processo di revisione delle direttive sulle energie rinnovabili e sull'efficienza energetica. 

La revisione delle due direttive sarà essenziale per capire come le politiche energetiche in materia di energie rinnovabili e di efficienza energetica potranno contribuire alla realizzazione delle ambizioni climatiche e ambientali del Green Deal europeo.

 

La commissione invita i cittadini e le parti interessate ad esprimere la propria opinione in merito alla consultazione

Sarà possibile partecipare e rilasciare commenti fino al 21 settembre.

 

Per saperne di più:

Realizzare il Green Deal europeo: la Commissione avvia consultazioni sulla revisione delle direttive sulle energie rinnovabili e sull'efficienza energetica

 

 

Maggiori informazioni:

https://ec.europa.eu

https://www.consilium.europa.eu/it/policies/green-deal/