Categorie

mercoledì 22 novembre 2017  02:34 

Dopo la pausa di agosto, siamo arrivati alla foto vincitrice del mese di settembre del contest #marcherurali! La vincitrice è Stefania Cimarelli, un’appassionata di fotografia accompagnata dalla sua fedele Sony RX10 II.

 Il contest fotografico è stato lanciato il 1 aprile 2017 dal Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Marche e da Yallers Marche per raccontare, attraverso le immagini, la ruralità delle terre marchigiane, le persone che la vivono, i valori che la animano e che sono al centro degli investimenti del nuovo PSR.

Le abbiamo rivolto alcune domande sul suo modo di intendere il legame con il territorio, quale sia il carattere distintivo e unico delle Marche rurali e il ruolo del PSR Marche nel migliorare questa terra. 

 

Conoscevi già il Programma di sviluppo rurale delle Marche? 

Sinceramente no, ne sono venuta a conoscenza tramite il Contest #marcherurali.

 

Pensi che sia utile per lo sviluppo delle aree rurali marchigiane? 

Certo, strategie e aiuti finanziari sono sicuramente utili allo sviluppo delle aree rurali.

 

Tra questo elenco di obiettivi del PSR quale secondo te sono i più importanti per lo sviluppo della ruralità marchigiana? E perché?
1.innovazione e conoscenza;
2.competitività e sviluppo;
3.filiere;
4.ecosistemi;
5. uso efficiente delle risorse (es. rinnovabili);
6.inclusione sociale e sviluppo economico.

L’azione coordinata di tutti questi elementi, secondo me, è utile a ottenere un risultato che sarebbe altrimenti difficilmente raggiungibile.

 

Cosa rendono uniche le Marche rurali?

Credo che il senso di appartenenza al proprio territorio e alle proprie tradizioni siano  tra gli elementi che possono distinguere le Marche rurali.

 

Ci sono sempre più giovani che scelgono di costruirsi un futuro con il lavoro della terra. Secondo te perché?

Secondo me è una scelta di vita, che permette loro di realizzarsi professionalmente, anche grazie agli sgravi fiscali e ai finanziamenti a favore dell’agricoltura.

 

Quando è stata scattata la foto vincitrice? Ricordi a che ora e dove? 

La foto è stata scattata in un bellissimo e caldo sabato pomeriggio di luglio nella campagna di Cartoceto.

 

Per quale motivo ti trovavi in quel posto?

Ho partecipato a un evento organizzato dalla Pro Loco di Cartoceto col patrocinio dell’Amministrazione comunale: “In giro per Cartoceto tra storia e leggende”, un percorso campestre da Sant’Anna a Cartoceto, per promuovere il territorio.

 

Hai qualche legame affettivo con il posto fotografato? 

Sì, è un luogo molto suggestivo, ci vado molto spesso e volentieri.

 

Quali emozioni hai provato a realizzare questo scatto?

Scattare questa immagine mi ha trasmesso molta pace e serenità.

 

Lo scatto ha richiesto preparazione o è stato fatto d’istinto?

È stato uno scatto ricercato, vi era un bellissimo cielo pennellato da meravigliose nuvole, poi ho visto questo campo con accanto gli ulivi. Il contrasto del cielo e il verde argentato delle foglie di ulivo mi hanno ispirata.

 

Fai fotografie per passione o è il tuo lavoro? 

Fotografo per piacere e per passione. Farlo mi permette di vedere i luoghi con occhi diversi che da semplice turista curioso.

 

Qual è il tuo rapporto con i social? 

Mi piace molto postare gli scatti più significativi e spero di trasmettere le sensazioni che provo io quando fotografo.

 

Quali emozioni vuoi trasmettere con le tue foto? 

Quando fotografo faccio mie le emozioni che il momento mi trasmette, poi spero che chi vedrà le mie foto possa a sua volta provare emozioni, che non per forza devono coincidere con le mie. Secondo me, le immagini evocano sensazioni e sentimenti a seconda del proprio essere e del proprio vissuto.

 

 Grazie Stefania!

Vi diamo appuntamento con l’intervista per la foto di ottobre e vi ricordiamo di inserire l’hashtag #marcherurali nelle vostre foto per partecipare al nostro contest.