lunedì 25 settembre 2017  15:06 

Integrazione sociale degli anziani nel contesto agricolo per recuperare le loro capacità, grazie al metodo Montessori che garantisce buoni risultati anche negli adulti affetti da demenza. È la sfida che lancia la Regione Marche, tra le prime in Italia a investire sull’agricoltura sociale, con i fondi della nuova programmazione del PSR (Programma di sviluppo rurale 2014-2020).

Scadono il 31 ottobre i bandi riservati all’agricoltura sociale, con contributi per gli agri nido e la longevità attiva. Le opportunità sono state presentate il 22 settembre, a Chiaravalle, in occasione del convegno “L’anziano al centro di un progetto di vita”, incentrato sull’innovazione sociale del PSR Marche.

L’obiettivo dei finanziamenti del PSR Marche è  diversificare l’impresa, puntando sulla multifunzionalità dell’azienda agricola, legata non solo all’ospitalità turistica. Il progetto sulla longevità attiva, promosso in collaborazione con l’Inrca dal 2013, ha consentito di monitorare sei delle sette aziende sperimentali, finanziate con risorse regionali, che hanno ospitato 112 anziani. I risultati certificati dall’Istituto confermano le potenzialità dell’azienda agricola nell’offrire un ambiente accogliente e intergenerazionale, capace di stimolare le capacità relazionali delle persone con demenza.

 

Gli interventi del convegno:

 

E il video: “Longevità attiva in ambito rurale. Presentazione del progetto Evergreen”.

Le foto del convegno pubblicate su Facebook e i video caricati sul canale Youtube del PSR Marche.