lunedì 25 maggio 2020  17:54 

 

La Commissione Europea ha pubblicato un pacchetto per aiutare gli Stati membri ad orientarsi in merito alle restrizioni di viaggio e una serie di buone pratiche, orientamenti e consigli per guidare la riapertura delle imprese turistiche nel rispetto delle necessarie precauzioni sanitarie.

 

Oltre a guidare i cittadini nella eventuale modalità di ricongiungimento e visita a parenti e amici, nel proprio paese o in un altro paese dell'UE, con tutte le precauzione di sicurezza, il pacchetto mira a sostenendo le imprese e garantendo che l'Europa continui a essere la prima destinazione dei visitatori.

 

Il pacchetto della Commissione per il turismo e i trasporti comprende:

- una strategia complessiva volta alla ripresa nel 2020 e oltre

- un approccio comune per il ripristino della libera circolazione e l'eliminazione delle restrizioni alle frontiere interne dell'UE

- un quadro a sostegno del graduale ripristino dei trasporti, in totale sicurezza

- una raccomandazione che punta a far sì che i buoni di viaggio siano per i consumatori un'alternativa attraente al rimborso in denaro;

criteri per la ripresa graduale e in sicurezza delle attività turistiche e per lo sviluppo di protocolli sanitari per le strutture ricettive

 

Per i turisti e i viaggiatori

La Commissione si sta adoperando affinché i cittadini possano viaggiare di nuovo, con fiducia e in sicurezza, grazie alle seguenti misure.

 

Ripristino della libertà di circolazione ed eliminazione dei controlli alle frontiere interne in sicurezza

Libera circolazione e spostamenti transfrontalieri sono fondamentali per il turismo, per questo la Commissione propone un approccio graduale e coordinato che inizi con l'eliminazione delle restrizioni tra zone o Stati membri che presentano situazioni epidemiologiche simili. Gli Stati membri dovrebbero agire sulla base dei 3 seguenti criteri:

epidemiologico, concentrandosi in particolare sulle zone in cui la situazione è in miglioramento, sulla scorta degli orientamenti del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) 

capacità di applicazione di misure di contenimento durante l'intero viaggio, anche ai valichi di frontiera

considerazioni di natura economica e sociale, dando inizialmente priorità agli spostamenti transfrontalieri, compresi quelli per motivi personali, nelle principali zone di attività.

 

Il principio di non discriminazione è di particolare importanza: uno Stato membro che decida di consentire i viaggi nel proprio territorio o in regioni e zone specifiche all'interno del proprio territorio dovrebbe farlo in modo non discriminatorio e consentendo i viaggi da ogni zona, regione o paese dell'UE che presenti condizioni epidemiologiche simili. 

 

 

Ripristino dei servizi di trasporto nell'UE proteggendo nel contempo la salute dei lavoratori del settore dei trasporti e dei passeggeri

Gli orientamenti illustrano principi generali per il ripristino sicuro e graduale del trasporto dei passeggeri per via aerea, ferroviaria, stradale e per vie navigabili e contengono anche raccomandazioni e indicazioni sull'uso dei dispositivi di protezione individuale, quali ad esempio le mascherine, e su protocolli adeguati in caso di passeggeri che presentino sintomi 

 

Riavvio in sicurezza dei servizi turistici

La Commissione stabilisce un quadro comune che fissa i criteri per la ripresa graduale e in sicurezza delle attività turistiche e che sviluppa protocolli sanitari per gli alberghi e gli altri tipi di strutture ricettive con l'obiettivo di proteggere la salute degli ospiti e dei dipendenti come: epidemiologiche, predisposizione di sistemi sanitari a beneficio di locali eturisti, sistemi di sorveglianza e monitoraggio, capacità di effettuare test, tracciamento dei contatti. 

 

Garanzia dell'interoperabilità transfrontaliera delle applicazioni di tracciamento

Gli Stati membri, con il sostegno della Commissione, hanno concordato gli orientamenti per garantire l'interoperabilità transfrontaliera delle applicazioni di tracciamento, in modo che i cittadini possano essere allertati in caso di potenziale infezione da coronavirus anche quando viaggiano nell'UE. 

 

Buoni trasformati in un'opzione più attraente per i consumatori

La raccomandazione della Commissione mira a garantire che i buoni diventino un'alternativa valida e più attraente rispetto al rimborso per i viaggi annullati nel contesto dell'attuale pandemia, che ha comportato un grave onere finanziario anche per gli operatori turistici. 

 

 

Per le imprese turistiche

La Commissione intende sostenere il turismo europeo con le seguenti iniziative.

 

Garanzia di liquidità per le imprese turistiche, in particolare le PMI


Garantire flessibilità nel quadro delle norme in materia di aiuti di Stato, che consenta agli Stati membri di introdurre regimi, quali i regimi di garanzia per i buoni e altri regimi di liquidità, per sostenere le imprese dei settori dei trasporti e dei viaggi e per garantire che siano soddisfatte le richieste di rimborso dovute alla pandemia di coronavirus. 

 

Salvaguardia dei posti di lavoro con un contributo finanziario fino a 100 miliardi di € dal programma SURE

Il programma SURE aiuta gli Stati membri a coprire i costi dei regimi nazionali di riduzione dell'orario lavorativo e di misure analoghe che consentano alle imprese di salvaguardare i posti di lavoro, specialmente per i lavoratori stagionali.

 

Collegamento dei cittadini all'offerta turistica locale, promozione delle attrazioni e del turismo locali e dell'Europa come destinazione turistica sicura

Promozione di un sistema di buoni "di sostegno" nell'ambito del quale i clienti potranno sostenere i loro alberghi o ristoranti preferiti.

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Domande e risposte sul pacchetto turismo e viaggi

Domande e risposte sulle applicazioni di tracciamento

Scheda informativa: L'UE sostiene il rilancio del turismo europeo

Scheda informativa: Viaggi e turismo in Europa: orientamenti pratici per i viaggiatori e le imprese

Comunicazione: Turismo e trasporti nel 2020 e oltre

Comunicazione: Un approccio graduale e coordinato per il ripristino della libera circolazione

Comunicazione: orientamenti in materia di trasporti e connettività

Comunicazione: orientamenti in materia di servizi turistici e strutture ricettive

Raccomandazione relativa ai buoni

 

 

FONTE: https://ec.europa.eu/italy