Categorie

Tag

martedì 30 aprile 2019  05:37 
Il presidente della Regione Luca Ceriscioli soddisfatto dei dati delle analisi dei campionamenti

Il 92% delle acque balneari marchigiane è di elevata qualità, l’82% è classificato eccellente, il massimo che si può avere in termini di conformità. La classe eccellente, che vale per l’82% delle nostre spiagge, corrisponde a tutta la fascia costiera utilizzata per scopi balneari.  

Il mare marchigiano guadagna la promozione a pieni voti in base ai dati dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale. 

Soddisfatto il presidente Ceriscioli che sottolinea, alla vigilia della apertura della stagione di balneazione che inizia il primo maggio, come questo sia il risultato migliore degli ultimi quattro anni.
Un fatto molto importante che certifica un ambiente sano e dimostra la bontà delle azioni messe in campo: un messaggio positivo per i turisti e per tutti coloro che andranno al mare.
Il monitoraggio della stagione balneare 2018 ha determinato la nuova classificazione, valutata nel quadriennio 2015 – 2018. L’8% restante sono acque in prossimità delle foci dei fiumi e sono gestite in con molta attenzione soprattutto in caso di piogge. Uno stimolo importante per proseguire nel lavoro di miglioramento della qualità delle acque sul quale i comuni, attraverso le AATO, sono fortemente impegnati.