Regione Utile  /  Ambiente  /  Natura  /  Educazione ambientale  /  Prov AP

CEA Prov AP

6 CEA si trovano in provincia di Ascoli Piceno

 

Torna alla pagina principale "Educazione ambientale"

CEA Giano di Offida


Titolare: Comune di Offida

Gestore: Oikos soc. coop.

Sede: Via Roma, 17 - 63073 Offida (AP)

Infotel. 0736 888609  - info.oikos@libero.it - sito internet

 

Sede CEAL'ambiente

Il Centro di Educazione Ambientale di Offida s’inserisce in un sistema economico/ambientale organizzato in prevalenza sui lavori dell’artigianato e della produzione agricola, specializzato in prodotti tipici quali il vino e olio (al territorio offidano è stato, difatti, riconosciuta nel giugno 2001 la DOC, oltre ad essere sede della prestigiosa Enoteca Regionale).
Il territorio comunale di Offida si estende per 49,21 kmq. tra il fiume Tesino e Tronto, in prevalenza collinare con rilievi generalmenteTradizioni popolari poco acclivi e pendenze accentuate in prossimità del colle in cui la quota massima viene raggiunta con 293 s.l.m. Il territorio è caratterizzato da un preponderante uso del suolo in prevalenza legato alle colture della vite, dell’ulivo e cerali, con la presenza di colture ortive nelle aree pianeggiante in prossimità del Tesino.
Il campo di ricerca e sperimentazione del CEA ricade per gran parte nel territorio comunale di Offida che è esemplificativo rispetto a molti comuni dell’area collinare marchigiana. Un territorio vivace dal punto di vista imprenditoriale e che in questi anni di attività ha permesso di attivare significativi progetti riguardanti temi quali la riqualificazione territoriale, la valorizzazione del paesaggio, dell’arte e della cultura concettualizzate in una vision, comune e condivisa dagli attori del territorio, quale la crescita di attratività, sostenuta dall’ effettiva capacità di erogare servizi comuni rendendo massima l’accessibilità e la fruizione al patrimonio naturalistico locale, grazie anche alle attività gestite dal CEA e alla importante collaborazione con l’Amministrazione Comunale, le imprese e le associazioni locali.


Attività didattiche, turistiche e altri servizi
Esterno CEA

  • Visite guidate 
  • Escursioni
  • Lezioni in aula
  • Campi estivi/invernali 
  • Formazione 
  • Informazione turistico-ambientale
  • Laboratori ambientali 
  • Eventi enogastronomici (Di Vino in Vino – Ci-borghi)   

Altre informazioni utili

Le origini di Offida sono antiche; ne sono testimonianza i nomi delle località e le splendide vestigia risalenti sin dal paleolitico medio, a lungo conservate nel territorio per essere poi riportate alla luce alla fine dell’Ottocento dal marchese Guglielmo Allevi, concittadino appassionato e studioso di archeologia che donò la sua preziosa collezione alla comunità offidana che oggi è esposta in una delle sezioni del Polo museale del Palazzo De Castellotti, sede del CEA di Offida. Sempre nel Polo museale si trovano le sezioni museali dedicati al “Merletto a Tombolo”, alle “Tradizioni Popolari” ed il Parco archeologico che ospita le attività ludico didattiche sia del settore ambientale che museale. Il Polo è inoltre sede della biblioteca civica e del bookshop

Sentiero


Strutture disponibili
  • Museo
  • Centro visite  
  • Sentiero natura      
  • Sala conferenze  
  • Biblioteca
  • Centro di documentazione multimediale             
  • Laboratori
  • Spazio vino

Ulteriori servizi

  • Vendita prodotti tipici
  • Ristorazione
  • Fattoria didattica
  • Bookshop
  • Spazio vino - Wine bar
  • Ospitalità n. 15 posti letto
  • Enoteca con sale di degustazione
  • Progetto Offida Tour Bici Elettrica

 Spazio vino

 

 

 

 

Logo

CEA Rifugio Escursionistico "Mario Paci"


Titolare e Gestore: Integra soc. coop.

Sede: Strada Provinciale 76 - Colle La Pelera - Montagna dei Fiori - 63100 Ascoli Piceno (AP)

Info: tel. 333 2980252 - info@rifugiopaci.it - sito internet




L'Ambiente

Esterno CEA

Il CEA Rifugio escursionistico Mario Paci si trova nel territorio comunale di Ascoli Piceno, a 903 m. di altitudine, lungo la Strada Provinciale 76 che dal Colle San Marco conduce alla località di San Giacomo (Te), ai confini tra Marche e Abruzzo, alle porte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel Sito Natura 2000 denominato “Montagna dei Fiori”. Costruito negli anni ’40 e recentemente ristrutturato, costituisce un importante sito storico montano dell’ascolano, testimonianza locale di una cultura legata alla pastorizia prima e alla passione per la montagna poi. La sua posizione, a soli 12 Km da Ascoli Piceno, è un ottimo punto di partenza e di arrivo per passeggiate, gite a cavallo e in mountain-bike (il Rifugio fa parte della rete provinciale dei Bike Hotel), escursioni a piedi o con gli sci, giochi “en plein air” nei prati e nel bosco che circonda la struttura. Dal Rifugio si possono raggiungere in pochi minuti interessanti palestre di roccia, le piste da sci della località turistica di San Giacomo - Monte Piselli e il centro sportivo di Colle San Marco per chi predilige il jogging, il calcetto

e il tennis. Dotato di ampie camere, offre ospitalità a gruppi, famiglie e amanti della vita all’aria aperta.

 



Attività didattiche, turistiche e altri servizi

  • Visite guidate
  • Escursioni
  • Lezioni in aula
  • Campi estivi/invernali 
  • Formazione
  • Informazione turistico-ambientale     Giochi
  • Laboratori didattici


Strutture disponibili

  • Museo
  • Centro visite
  • Sentiero natura
  • Sala conferenze 
  • Biblioteca
  • Centro di documentazione multimediale
  • Laboratorio
  • Sala proiezioni
  • Laghetto didattico
  • Percorso didattico

 

Altre informazioni utili
Il paesaggio intorno al CEA presenta caratteristiche simili a quelle degli altri massicci calcarei dell’Appennino Centrale con la concomitanza di due ambienti naturali apparentemente contrapposti: prati brulli e roccia viva in alta quota, valli rigogliose e ricchi bacini acquiferi ai piedi della montagna. Sono presenti boschi di faggio e visibili interventi di rimboschimento a conifere (pino nero, pino silvestre, pino mugo, cedro atlantico, abete bianco, abete rosso, etc.) nelle zone del “Bosco dell’Impero”, risalente agli anni ’30, e del “Bosco della Casermetta”, risalente alla Prima GuImpianti sciisticierra mondiale. Non mancano carpini bianchi, querce di Delechampi sul monte Vena Rossa, carpini neri e castagneti in prossimità dell’Eremo di San Marco. Il territorio della Montagna dei Fiori ha, inoltre, una pregevole vocazione faunistica e si possono osservare moltissime specie di uccelli (aquila reale, falco pellegrino, poiana, allocco, gheppio,..), di roditori (ghiro, scoiattolo, lepre,…), di carnivori come la volpe, il lupo, il tasso, la faina, la donnola, la puzzola, il cinghiale, di rettili come la vipera dell’Orsini e di anfibi come il tritone crestato.
Dal punto di vista culturale, con brevi spostamenti si possono visitare posti di notevole interesse storico e naturalistico come ad esempio l’eremo del Colle San Marco del XIII sec., la grotta del Beato Corrado, le “caciare” (costruzioni in pietra a secco a forma di igloo utilizzate come ricovero temporaneo per i pastori), il sentiero della Resistenza, la vicina città di Ascoli Piceno ed il borgo storico di Castel Trosino.

Ulteriori servizi

  • Vendita prodotti agricoli
  • Ristorazione
  • Fattoria didattica
  • Ospitalità n. 15 posti letto 
  • Bike-hotel

EscursioneLaghetti











CEA Oasi la Valle


Titolare: Comune di Spinetoli

Gestore:Il Picchio consorzio cooperative sociali soc.coop.

Sede: Via Piave, 58 - Fraz. Pagliare del Tronto - 63078 Spinetoli (AP)

Info: tel. 0736 898029 - didattica.oasilavalle@gmail.com - pagina facebook



L'Ambiente
Il CEA “Oasi La Valle” è situato al centro della Vallata del Tronto nelle vicinanze dell’abitato di Pagliare del Tronto nel Comune di Spinetoli, l’area  su cui insite il centro è di proprietà del Comune di Spinetoli, terreni agricoli provenienti  da una donazione della nobildonna Agata Votattorni che aveva lasciato  questi luoghi all’ospizio dei poveri, poi pervenuti attraverso  una transazione al Comune di Spinetoli. Successivamente con Casa dell'Oasil’istituzione dei centri di educazione ambientale della Regione Marche esso è diventato il punto di riferimento delle scuole della Provincia di Ascoli Piceno. L’ambiente conserva tutte le caratteristiche della tipica campagna marchigiana con una casa colonica sapientemente restaurata all’interno della quale sono situati diversi servizi quali un aula didattica, un ufficio accoglienza ed un museo di civiltà contadina oltre che al piano superiore, una struttura di accoglienza per il  pernottamento con ascensore per persone disabili.
Il centro è situato all’interno di un ambiente rurale pianeggiante del quale una parte coltivata dagli anziani del paese, una parte Eco Parcocoltivata a foraggio destinato agli animali da fattoria custoditi nel centro per essere osservati dalle scolaresche in visita. Una parte  dell’area del CEA  presenta una zona umida composta da laghetti  e vegetazione tipica dell’ambiente fluviale, quest’ultima a ridosso del fiume Tronto dove tutto è rimasto incontaminato e un ideale habitat per gli animali selvatici.
 Dal punto di vista culturale esso rimane un luogo dove vengono conservate tutte le testimonianze della civiltà contadina di un tempo, in esso vengono riprodotte fedelmente i luoghi e le tradizioni con l’obiettivo di far conoscere alle nuove generazioni un modo dove il rispetto per la natura era fondamentale per la sopravvivenza.

Percorso per disabili

 

Attività didattiche e turistiche

  • Visite guidate
  • Escursioni
  • Lezioni in aula
  • Campi estivi/invernali 
  • Formazione
  • Informazione turistico-ambientale    
  • Laboratorio didattico per le analisi delle acque

 

Strutture disponibili

  • Museo
    Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di un ambiente tipico fluviale con predominanza di pioppeti che costituiscono un ottimo rifugio per numerose specie di uccelli ,oltre che di numerose piante di querce, anche secolari. I laghetti sparsi nella zona umida sono attraversati da un sentiero privo di barriere architettoniche con cartelli didattici raffiguranti la fauna tipica della zona quali folaghe, gallinelle d’acqua, garzette, nittigore e l’airone cenerino, animale di rara bellezza che qui nidifica. I due laghetti Centro recuperoprincipali alimentati da acqua proveniente dalla falda sono attraversati da una passerella in legno dalla quale è possibile osservare le innumerevoli anatre e germani reali, folaghe e gallinelle che trovano rifugio all’interno dei numerosi canneti, proseguendo il sentiero esso arriva a ridosso del fiume Tronto con la sua vegetazione tipica.A ridosso della casa colonica sono situati diversi recinti all’interno dei quali sono allevati maiali, pecore, capre e la mucca marchigiana a testimonianza della cultura delle campagne marchigiane e di un passato dove gli abitanti della zona erano praticamente autosufficienti.
  • Centro visite
  • Sentiero natura
  • Sala conferenze 
  • Biblioteca
  • Centro di documentazione multimediale
  • Laboratorio
  • Percorso didattico per disabili

 

Ulteriori servizi

  • Fattoria didattica
  • Ospitalità n. 10 posti letto 
  • Noleggio gratuito di bici per escursioni nelle piste ciclabili che contornano il CEA

Pista ciclabile

 

Progetto Elementare

 

 

CEA Ambiente e Mare


Titolare e Gestore: P.I.S. Partner in Service s.r.l.s.

Sede: Via 81° strada, 19 - Z. Ind. Centobuchi - 63076 Monteprandone (AP)

Info: tel. 0735 701028 - cea.ambientemare@gmail.com - pagina facebook

 

 

L'Ambiente

Partners in service Srls “Start up Innovativa” è titolare del Centro di educazione ambientale “Ambiente e Mare”. Tale CEA è situato nella Vallata del Fiume Tronto, in un punto strategico dal punto di vista naturalistico, circondato a sud-ovest dal Parco Nazionale della Maiella e a Nord dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini. La Vallata si sviluppa tra i Monti della Laga, da cui sorge il fiume Tronto, e termina con la zona umida protetta denominata “Sentina”.

 

Il paesaggio intorno al CEA è caratterizzato dalla presenza di un bacino sul quale si affacciano numerosi borghi medioevali, piccoli gioielli marchigiani, che si distinguono per la loro eccellenza certificata dall’ottenimento della Bandiera Arancione. Dal punto di vista culturale nella zona restano interessanti testimonianze legate alla storia dei paesi che si affacciano sulla vallata, oltre a castelli, torri medioevali, alle Mummie di Monsampolo del Tronto, al Santuario di San Giacomo della Marca e agli innumerevoli vicoli, chiese e affacci suggestivi.

 

L'alto bacino del Fiume Tronto è caratterizzato da una fitta vegetazione ripariale, dalle sorgenti sulfuree e dalle cave di travertino. Scendendo ad est, la vallata che cinge il CEA “Ambiente e Mare” è circondata da colline argillose e calanchi e da un suggestivo paesaggio ricco di biodiversità agraria. Le colline circostanti sono coltivate principalmente con uve rosse (Montepulciano e Sangiovese) e bianche (Trebbiano, Passerina e Pecorino) e numerosi ettari di uliveti (Leccino, Frantoio, Carboncella e Pendolino)

 

Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di Phragmitetum australis, vegetazione igrofila e cosmopolita, che si sviluppa lungo le sponde del fiume e su terreni argillosi allagati nel periodo invernale. Lungo le sponde del Fiume Tronto compaiono diverse specie di salici Salix p. e si definisce l'associazione Salicetum albae. Più internamente rispetto alla riva, al confine con i campi, sono presenti piccoli aggruppamenti a Populus alba. Nel paesaggio sono presenti alberi sia fruttiferi sia forestali (Querce, Acacie, Tigli e Pioppi).

 

 

 

 

Tra le specie avicole più interessanti avvistate è possibile annoverare il Cavaliere d'Italia, il Fratino, il Martin Pescatore, la Folaga, la Gru, la Garzetta, la Pavoncella, il Falco di Palude, la Calandrella. Tra i mammiferi si ricordano il Riccio, la Talpa, la Crocidura, la Nutria, la Donnola, la Faina, l'Arvicola, numerose Volpi, Tassi, Istrici e svariati Chirotteri.

 

 

 

Attività didattiche e turistiche

Il CEA propone attività informative, formative, didattiche e turistiche, con particolare attenzione alla sostenibilità del Mare e della Pesca:

  • visite guidate
  • escursioni
  • lezioni in aula
  • campi estivi invernali
  • formazione
  • informazione turistico- ambientale
  • concorsi per le scuole
  • laboratori creativi
  • mostre fotografiche
  • proiezioni di documentari

Strutture disponibili

  • Sala conferenze   
  • Sala proiezione
  • Laboratorio

 

Ulteriori servizi

Progettazione ed erogazione di servizi innovativi di informazione, formazione ed educazione ambientale, alimentare, relativa alle tematiche marittime e della pesca, energie rinnovabili, efficienza e risparmio energetico, rivolti ai cittadini in genere e ai giovani delle scuole in particolare.

 

 

 

 





CEA Asaspeleoclub


Titolare: Associazione Asaspeleoclub

Gestore: Associazione Asaspeleoclub e Idrea soc. coop.

Sede: Via Salaria s.n. - Loc. Santa Maria - 63095 Acquasanta Terme (AP)

Info: 377 9942009 - geotritone1@libero.it - pagina facebook



Descrizione del CEA

L’Asaspeleoclub è attiva da oltre un trentennio in campo ambientale e didattico sperimentale. Sin dall'istituzione regionale delle realtà CEA, l’associazione è stata promotrice e sensibilizzatrice di tutte le tematiche ambientali proposte dall'Ente marchigiano, e da oltre un decennio, in collaborazione con la cooperativa Idrea ha ampliato i servizi di accoglienza, sorveglianza e formazione. La peculiarità dell'Asaspeleclub, sin dalla costituzione, è l’attività escursionistica a tutti i livelli, in particolare quella speleologica, che la rendono leader indiscusso per le Marche meridionali.

L'obiettivo dell'associazione è quello di valorizzazione e tutelare il sistema ambientale, ipogeo ed epigeo, dei Monti della Laga. Il CEA è situato nel Parco, nella valle del fiume del Tronto, nel sito Natura 2000 denominato Alto e Basso Garrafo.

Il C.E.A è ubicato nel cuore del paese di Santa Maria, frazione di Acquasanta Terme. Il paesaggio intorno al CEA è caratterizzato dalla presenza di monti, valli e dal Fiume Tronto, dai Monti della Laga e dalla Gola del Rio Garrafo.
Naturalisticamente nel territorio si rileva la presenza di faggete, castagneti, querceti, pinete, e il Tasso. Durante le escursioni si possono incontrare caprioli, il lupo, lo scoiattolo, la volpe e vari rettili e anfibi (tra i quali il Geotritone). Rilevante infine la presenza del Gufo Reale (specie endemica).

Dal punto di vista culturale nella zona restano interessanti testimonianze: il Castello di Luco, il Cratere Orsini, il Ponte Romano e i Muri Romani; Reperti Preistorici, paesini abbandonati ed un ex Geyser.

 

Attività per le scuole

Scarica il programma

 

Attività per altri target (adulti, famiglie, turisti)

Scarica il programma

CEA La Contea


Titolare e Gestore: Capitani Coraggiosi s.c.s.

Sede: C.da Santa Lucia, 25 - 63074 San Benedetto del Tronto (AP)

Info: tel. 328 4911373 - info@incontea.it