Categorie

Tag

martedì 15 ottobre 2019  05:22 

“Cambiamenti climatici e riduzione del rischio disastri: Formazione, ricerca ed operatività nel Sistema di protezione civile” questo è il titolo del convegno tenutosi questa mattina all’Università Politecnica delle Marche organizzato dall'Ateneo in collaborazione con la Protezione Civile della Regione Marche. Nell’Aula Azzurra del dipartimento di Scienze, gremita di studenti, sono stati presentati casi di studio e buone pratiche applicate da diversi referenti istituzionali e illustrate le azioni messe in campo durante le emergenze.

“L’evento di oggi – ha detto il dirigente del Servizio protezione civile delle Marche, David Piccinini – rappresenta un’occasione per far crescere il sistema protezione civile in termini di conoscenze scientifiche che stanno alla base della previsione e prevenzione dei rischi e per creare una cultura rivolta alla prevenzione dei nuovi fenomeni alla luce dei cambiamenti climatici in atto”.

Il sindaco di Fermo e presidente Commissione Protezione Civile di Anci Marche, Paolo Calcinaro, ha portato la testimonianza durante l’evento meteo dello scorso luglio quando colpì drasticamente il suo territorio comunale.

“Il sindaco – ha sottolineato Calcinaro – è la prima autorità locale di protezione civile e responsabile del suo impianto organizzativo necessario per fronteggiare le emergenze.”

Il funzionario del Comando Vigili del Fuoco di Ancona, Gabriele Fantini, ha raccontato, invece, la fase operativa dell'emergenza attraverso un focus approfondito del soccorso tecnico urgente operato dai Vigili del Fuoco. Vi è stato anche un approfondimento dedicato a due progetti europei per parlare di resilienza e di strategie di adattamento climatico.

“Life Primes  - ha evidenziato il funzionario della Regione Marche, Luca Abeti - è progetto formativo rivolto ai cittadini sui rischi e sulla consapevolezza del cambiamento climatico facendo capire l’evoluzione avvenuta nel tempo dei rischi che incidono sul nostro territorio”.