Categorie

Tag

mercoledì 27 febbraio 2019  12:37 

La Regione Marche nel 2018 ha pubblicato tre bandi, finanziati con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, rivolti alle imprese del cratere ottenendo ottimi riscontri sul territorio.

Nel dettaglio, Il bando per la Rivitalizzazione della competitività delle filiere produttive del Made in Italy  ha messo in campo una dotazione di 15 milioni di risorse europee: sono state 219 le imprese in filiera che hanno presentato domanda, con 67 progetti aziendali.
L’intervento permetterà l’introduzione di tecnologie e servizi ad alta intensità di conoscenza al fine di favorire la diversificazione, la qualità dei prodotti e un miglioramento dei processi produttivi, veicolando l’identità del i territori.

Il bando per Sostenere gli investimenti produttivi, che ha chiuso lo sportello esaurendo il plafond di 10 milioni di risorse FESR in soli cinque giorni, ha visto arrivare 235 idee progettuali. La Regione Marche concederà quindi incentivi ad investimenti materiali ed immateriali con priorità per quelli individuati nella Strategia di specializzazione Intelligente.

Il terzo bando, che sostiene la Nascita, il consolidamento e la crescita di imprese sociali nel settore dei servizi della persona, aveva una dotazione di 6 milioni di fondi europei, ed ha attirato l’interesse di 28 idee progettuali.
Gli ambiti di intervento rispetto ai quali si sono sviluppati i progetti delle imprese partecipanti riguardano in particolar modo l’assistenza domiciliare, i servizi per l’infanzia e l’adolescenza, l’inclusione sociale e socio lavorativa dei soggetti svantaggiati.