Categorie

Tag

venerdì 22 febbraio 2019  11:52 
0 views
Votare è sia un diritto che un dovere civico e in qualità di cittadino UE, che vive temporaneamente in un altro stato dell'Unione per motivi di studio o lavoro,  hai la possibilità di far valere il tuo voto alle prossime elezioni europee, alle stesse condizioni degli altri cittadini italiani. Ma come fare?Elezioni Europee 2019 - Come vota il cittadino italiano residente in un Paese UESe vivi all'estero in un altro paese dell'UE, sei maggiorenne ed iscritto alle liste elettorali, e desideri votare i rappresentati italiani alle prossime Elezioni Europee 2019, segui questa breve guidaIn occasione delle prossime elezioni del Parlamento europeo del 26 maggio 2019 (23-26 maggio), tutti i cittadini italiani maggiorenni che si trovano temporaneamente in un Paese dell’Unione per motivi di lavoro o di studio hanno il diritto di esprimere il proprio voto presso i seggi istituiti dagli Uffici consolari.Il primo passo per essere ammessi al voto è quello di presentare, entro il 7 marzo 2019, una domanda indirizzata al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali e da presentare al Consolato italiano competente e specificando il motivo per il quale ci si trova in quel Paese, unitamente all'attestazione del datore di lavoro/dell’Istituto od ente presso il quale si sta svolgendo un percorso di studioIn alternativa, è anche possibile presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000, contenente tute le informazioni in merito all'attività di lavoro o studio che si sta svolgendoCome inviare la documentazioneLa documentazione può essere inviata selezionando una delle seguenti opzioni1. Per posta elettronica (allegando il file scansionato della domanda firmata + certificazione o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà + fotocopia di un documento di identità del richiedente);2. Per posta all’indirizzo dell’Ufficio Consolare di competenza (inviando domanda + certificazione o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà + fotocopia di un documento di identità del richiedente);3. Personalmente presso l’Ufficio consolare di competenza.RegolamentoE' possibile esercitare il proprio diritto di voto una sola volta. Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni. È, infatti, penalmente sanzionato il doppio voto, ovvero:- chi vota per i candidati al Parlamento Europeo per il Paese di residenza non potrà votare anche per quelli italiani, e viceversa;- chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all’estero dagli Uffici diplomatico-consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.Nota beneRicordiamo che coloro che desiderano votare in Italia pur essendo residenti in un Paese membro dell’Unione Europea devono presentare richiesta al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti, entro e non oltre il 25 maggio 2019. Maggiori informazioni: inviare la domanda entro il 7 marzo 2019 seguendo le indicazioni su https://europa.eu/ o sul sito della Farnesina