Categorie

Tag

lunedì 24 settembre 2018  05:00 

L'assessore all'Istruzione, al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi insieme all'assessore alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti ha fatto visita sabato scorso alla scuola d'infanzia di Loro Piceno, ricostruita dopo il sisma. L'edificio è stato intitolato a Giovanni e Annamaria Cottino che attraverso l'omonima Fondazione hanno donato 350mila euro e a Filippo Cecchi che tanti anni fa donò il terreno alla sua città.
Con l'occasione l'assessore Bravi ha ribadito "l'importanza di ripartire con la ricostruzione dalle scuole perché la scuola indica la cura del territorio e l'inizio di un percorso. Per questo motivo - ha ribadito - come Regione insistiamo sul mantenimento dell'organico degli insegnanti con i numeri pre-sisma. In questo contesto le donazioni insieme alle risorse ministeriali a quelle regionali e a quelle europee possono dare vita a grandi progetti come questo istituto dedicato ad un imprenditore volto ad innovare i modelli di formazione e a comunicare i caratteri di una nuova cultura imprenditoriale alle nuove generazioni. In questi centri è più che mai necessaria una progettualità di sistema difficile ma urgente. Invito quindi i sindaci che qui vivono la bellezza e la sfida dell'entroterra a prendere visione di tutte le opportunità di crescita e rinascita a disposizione, non da ultima quella delle risorse del FSE che propone bandi interessanti per queste piccole comunita'' come quello gia' attivo che riguarda figure capaci di far sistema e mettere in rete diverse realtà e l'altro che uscira in autunno e che riguarda il sostegno all'artigianato, all'artigianato artistico, agli antichi mestieri e al ricambio generazionale".

L'assessore Bravi si è inoltre recata a Filottrano, dove è stato completato l’intervento per la realizzazione del 3^ lotto di lavori per la ristrutturazione dell’edificio che ospita la scuola elementare “Sassaroli”, finalizzato all’adeguamento sismico. Il finanziamento della Regione è stato di € 237.000 per l’annualità 2016 della programmazione 2015-2017.
"L'istituto di Filottrano " ha commentato "e' una realtà inserita in un contesto produttivo di piccole e medie industrie sensibili e collaborative alle esigenze delle scuola. Un esempio di sinergia e radicamento territoriale. Oggi in questa iniziativa si ribadisce la centralità della scuola dedicata ad un maestro elementare, poeta, patriota, fine studioso e apprendista. Sono le caratteristiche che auguro a questi bambini. Capire le loro inclinazioni, percorrerle, studiando e lavorando e sentendosi parte di una comunità per la quale è necessario impegnarsi".