Categorie

martedì 1 novembre 2016  07:24 
OSPEDALI
FERMO ASUR AV 4: segnalati danni di lieve entità
AMANDOLA: trasferito il Punto di primo intervento in altra ala
INRCA ANCONA: ricollocati i pazienti dell'Osservazione breve intensiva (OBI) presso altri reparti, non segnalati altri danni
FABRIANO: in fase verifica parte dello stabile

OSPEDALI DI COMUNITA’

TOLENTINO – ripristinata sede continuita' assistenziale e punto primo intervento con posizinamento modulo sanitario ricevuto dalla Valle d'Aosta. Nessun danno ulteriore da segnalare. '
MATELICA: nessun danno segnalato

STRUTTURE TERRITORIALI E RESIDENZIALI SANITARIE/ SOCIO SANITARIE/SOCIALI

MACERATA – AV 3: Inagibilita' della sede direzione AV3 con uffici amministrativi  e del dipartimento di prevenzione.
RSA MONTEGRANARO: anticipo apertura della struttura con 20 posti con ricollocamento dei pazienti trasferiti in urgenza presso INRCA FERMO dal territorio a seguito del sisma 24.8.16. in questo modo si liberano 20 posti di cure intermedie a Fermo.
RSA S.GINESIO effettuato di trasferimento all’Ospedale di Comunità di Recanati
MOGLIANO (MC) Casa di Riposo con 30 ospiti, programmato per domani trasferimento presso l’Istituto S. Stefano di Porto Potenza Picena (MC)
COSER ASCOLI PICENO: 12 disabili trasferiti a Comunanza
FORCE COSER: disabili trasferiti a Comunanza
CAMPOROTONDO - COSER (residenza per disabili) con 10 ospiti collocati provvisoriamente presso una struttura di Corridonia (MC); Centro Diurno PER DISABILI PSICHICI con 10 ospiti in via di collocazione
MONTELPARO: 12 ospiti Comunità per Tossicodipendenti già ricollocati
MONTE S. GIUSTO RESIDENZA PROTETTA (RP) 40 ospiti: 10 tornati a domicilio; i restanti 30, dopo una prima sistemazione in centri vari, sono in corso di ricollocamento unitario presso istituto di Riabilitazione S. Stefano di P.Potenza Picena.
MONTEGRANARO: RP dichiarata inagibile soltanto un’ala dell’edificio contenente 7 utenti ricollocati a domicilio
CACCAMO-SERRAPETRONA: struttura psichistrica per minorenni, 21 utenti trasferiti c/o Istituto S. Stefano di P. Potenza Picena (MC).
GUALDO DI MACERATA: RP dichiarata inagibile, 17 ospiti ricollocati in ale agibili della struttura, 4 sistemati a Penna S. Giovanni (MC)
LORO PICENO: RP di 25 ospiti, ricollocati presso Hotel di Urbisaglia.
MONTEGIORGIO: RP di 30 ospiti, dichiarata inagibile, trasferiti presso un Hotel di Montegiorgio
JESI: RP evacuate momentaneamente 3 stanze, ospiti accolti in altri locali in allestimento
CINGOLI: Centro Accoglienza per persone con disagio, dichiarata inagibile, dei 4 ospiti, 3 sono stati trasferiti in casa di Riposo e 1 si è allontanato volontariamente

CASE DI RIPOSO

APIRO: ricollocazione degli ospiti all’interno della struttura
MAIOLATI SPONTINI: ospiti ricollocati in altra struttura del Comune
PIORACO: ospiti trasferiti c/o Ospedale di comunità di Matelica
MONTEFANO: dichiarata inagibile, i 25 utenti (di cui 11 non autosufficienti) ricollocati presso la scuola del paese.

ORGANIZZAZIONE ASSISTENZA SANITARIA E SOCIO-SANITARIA TERRITORIALE

TOLENTINO: ripristinata sede continuità assistenziale e punto primo intervento mediante posizionamento modulo sanitario ricevuto dalla Valle D’Aosta.

SULLA COSTA: Area Porto Sant’Elpidio Holiday Hotel:  in tarda serata è giunto il PASS (posto di asssistenza sociosanitaria) dalla Toscana ora in fase di montaggio; il coordinamento regionale funzione 2 sanità è in rapporto diretto con rappresentanti DICOMAC sul posto e con direttore di distretto ASUR.
Arrivato il personale sanitario aggiuntivo richiesto che è stato indirizzato in parte per utilizzo sulla costa, in parte per supporto in area montana, in parte a supporto dell’assistenza presso il centro di prima accoglienza assistita allestito in urgenza presso la struttura di Montorso di Loreto.
Centro Montorso di LORETO: assorbe pazienti fragili (anziani in condizioni precarie e disabili precedentemente seguiti a domicilio) provenienti dalle strutture temporanee di ricovero allestite nei Comuni. questa notte erano presenti circa 65 persone con necessità di assistenza provenienti dalle abitazioni non agibili. Da ieri sera assistenza con 2 medici e tre infermieri.

SUPPORTO PSICOLOGICO

Dalle 14.00 del 30/10/2016 sono stati attivati gruppi di volontari impiegati per la rilevazione delle schede SVEI di rilevamento degli ospiti e del relativo fabbisogno socio-sanitario, supportato da psicologo, presso le strutture alberghiere che ospitano gli evacuati a Civitanova Marche e Porto S. Elpidio che continueranno l’attività per tutta la notte e stanno programmando i turni per i giorni successivi.
Sono arrivati gli psicologi richiesti a DICOMAC ed è in corso la loro destinazione; alcuni sono già operativi
Sono arrivati due psicologi CISOM indirizzati al coordinamento area montana di Camerino.

FARMACIE:

Tutte le farmacie della area del distretto di Camerino risultano inagibili. Al momento sono attivi tre camper farmacia uno con base a Pievetorina, uno a Visso e uno a Caldarola. In giornata arriverà un camper farmacia per Camerino proveniente dall'Emilia Romagna.

ORGANIZZAZIONE PRIMO INTERVENTO PRESSO CENTRI ACCOGLIENZA CITTADINI CON COORDINAMENTO REGIONALE CRI E ANPAS

In questi centri, in raccordo tra personale ASUR dei distretti, personale infermieristico del volontariato e CRI regionale, medici di medicina generale del luogo sono in corso le valutazioni sanitarie urgenti, dove possibile con schede SVEI, al fine di indirizzare i cittadini con maggiori fragilità sanitarie in luoghi a maggior tutela sanitaria, nei limiti della situazione emergenziale in atto.
Oltre a ciò anche il 118 di Macerata sta svolgendo in collaborazione con la continuità assistenziale tale tipo di attività, avendo come primo punto di accoglienza /aspetto la ex mensa dell’ospedale, selezionando “codici bianchi”.

VETERINARIA E SICUREZZA ALIMENTARE
A partire da oggi nella frazione Maddalena di Muccia, e' attivo il presidio “veterinaria e sicurezza alimentare” per le attività rivolte al settore zootecnico e alla sicurezza alimentare delle filiere produttive del territorio colpito dal sisma. Il punto logistico e operativo è allestito all’interno di una tensostruttura della protezione civile e garantirà:
• primo soccorso e pronto soccorso agli animali in difficoltà
• trasporto in sicurezza degli animali in difficoltà
• sicurezza Alimentare
✓ supporto tecnico operativo per le imprese alimentari che devono gestire gli alimenti
✓ verifica delle conformità degli alimenti prodotti, trasformati, distribuiti e somministrati da imprese alimentari colpite dal sisma
✓ corretta gestione dei sottoprodotti di origine animale
• supporto alle aziende per la gestione degli animali d’allevamento ai fini della tutela del benessere animale
• smaltimento delle carcasse di animali

SITUAZIONE ACQUE POTABILI: in seguito alle ordinanze di divieto dell’utilizzo delle acque potabili dei Comuni di Pievetorina, Pievebovigliana, Castel S. Angelo sul Nera, Visso, Sefro e Ussita sono state dislocate 3 autobotti.

SITUAZIONE CIMITERI: I cimiteri di Treia e Macerata (parte vecchia) sono stati chiusi, sono stati valutati quelli di Visso, Montecavallo e Castelsantangelo sul Nera e sono stati presi provvedimenti.


Infine la Protezione Civile in accordo con la Regione Marche e l'Asur ha diffuso tra i sindaci un avviso da appendere in tutti gli hotel dove sono ospitati i cittadini al momento fuori dai loro Comuni di provenienza compilato con i numeri di telefono della guardia medica di competenza e del medico del distretto da contattare in caso di esigenze sanitarie, La nota specifica che l'assistenza sanitaria per la popolazione colpita dal sisma e' gratuita.
In particolare sono gratuite:
- Visite dei Medici di Famiglia, Pediatri, Guardia Medica a tutti cittadini al di fuori dei loro comuni
- Visite specialistiche, nelle strutture pubbliche e private della Regione, mediante prescrizione medica contenente indicazione nella ricetta del codice che garantisce l’esenzione del ticket
- Farmaci, mediante prescrizione medica contenente indicazione nella ricetta del che garantisce l’esenzione alla compartecipazione della spesa (esenzione ticket):

• farmaci  equivalenti
• farmaci fascia C con e senza obbligo di ricetta
• prodotti dietetici (es latti)
• presidi sanitari (es. pannoloni)
• alimenti per celiaci
garantita la dispensazione dei farmaci che necessitano di piano terapeutico anche ai cittadini che non ne hanno copia, mediante prescrizione medica.