Text/HTML

Paesaggio, Territorio, Urbanistica, Genio Civile

Contatti

Dirigente Posizione di Funzione Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali

Arch. Achille Bucci - tel. 071.8063537

achille.bucci@regione.marche.it

Segreteria 

Isabella Gherlantini - tel. 071.8063536 / fax 071.8063014 

funzione.urbanistica@regione.marche.it

PEC: regione.marche.paesaggioterritorio@emarche.it

Consultazione e distribuzione

Geom. Luca Ambrosini tel. 071-8063538

luca.ambrosini@regione.marche.it

Banche dati cartografiche

Ing. Alessia Lacerra  tel. 071.8063540

alessia.lacerra@regione.marche.it

Cartografia e geodesia

Ing. Massimiliano Gabrielli  tel. 071.8063955

massimiliano.gabrielli@regione.marche.it

Cartografia geologica

Dott.ssa.Claudia Bettucci  tel. 071.8063947 claudia.bettucci@regione.marche.it


Repertorio

 

Disponibilità e modalità di richiesta 

I fotogrammi delle riprese aeree presenti nell’archivio cartografico regionale sono consultabili, anche mediante utilizzo dell’apparecchiatura stereoscopica della P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali, il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30, solo su appuntamento telefonico (geom. Luca Ambrosini 0718063538).

Per la duplicazione dei soli fotogrammi dei voli di proprietà della Regione Marche è necessario richiedere preventivamente l’autorizzazione alla P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali mediante apposito modulo specificando strisciata, fotogramma, anno e ditta esecutrice.

L’eventuale duplicazione dei fotogrammi, previa richiesta scritta motivata, dovrà essere richiesta alla ditta esecutrice del volo che ne conserva i negativi per conto della Regione, con oneri di riproduzione a carico del richiedente.


Riprese aeree disponibili

  • VOLO GAI IGMI 1955
  • VOLO MARCHE 1977/78/79
  • VOLO MARCHE 1983/84 
  • VOLO COMUNE DI ANCONA 1984  
  • "VOLO ITALIA" 1988/89  
  • VOLO PER COMUNI MARCHIGIANI CON POPOLAZIONE INFERIORE AI 10.000 ABITANTI 1988/89/90  
  • VOLO IGMI 1991 VOLO ITALIA 1994  
  • VOLO DELLE ZONE COLPITE DAL SISMA - SETTEMBRE 1997  
  • VOLO C.T.R. MARCHE 1999/2000

     

 

VOLO GAI IGMI 1955 (proprietà dell'IGMI)

 

Copertura: intera regione

Utilizzazione: analisi e raffronti su base storica

Strisciate: E W/W E - N-S/S-N

Disponibilità: copie/carta 23x23 solo per consultazione

Quota media di volo: m. 4.800 Focale: mm. 153.3

Scala media fotogrammi:  1:31.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 5.000



 

VOLO MARCHE 1977/78/79 (proprietà REGIO NE MARCHE)



Copertura: intera regione

Utilizzazione: impianto ortofotocarta regionale scala 1:10.000

Strisciate: n. 27 direzione E W/W E sul l'asse delle sezioni scala 1:10.000

Disponibilità: copie/carta 23x23 per consultazione. Per duplicazione richiedere autorizzazione alla cessione

Quota media di volo: m. 5.700

Focale: mm. 153 ca

Scala media fotogrammi: 1:37.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 7.000

Quadro d'unione delle aree coperte dal volo MARCHE 1977/78/79

 

 

VOLO MARCHE 1983/84 (proprietà REGIONE MARCHE)

Copertura: intera regione

Utilizzazione: aggiornamento ortofotocarta regionale scala 1:10.000 (n. 100 sezioni)

Strisciate: n. 27 direzione E W/'W E sull'asse delle sezioni scala 1:10.000

Disponibilità: copie/carta 23x23 per consultazione. Per duplicazione richiedere autorizzazione alla cessione

Quota media di volo: m. 5.700. Focale: mm. 153 ca

Scala media fotogrammi: 1:37.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 7.000

 

VOLO COMUNE DI ANCONA 1984 (proprietà REGIONE MARCHE)

 

 

Copertura: Comune di Ancona

Utilizzazione: impianto ortofotocarta scala 1:5.000 - aggiornamento aero-fotografico comunale 1981 per studi sulla frana del 1982

Strisciate: n. 6 direzione E-WIW-E su asse elementi 1 :5.000

Disponibilità: copie/Carta 23x33 per consultazione. Per duplicazione richiedere autorizzazione alla cessione

Quota media di volo: m.3.450. Focale: mm. 153.34

Scala media fotogrammi: 1:22.500

Copertura media per fotogramma: Ha. 2.678


 

"VOLO ITALIA" 1988/89 (proprietà CGR - PARMA)

 

 

Copertura: intera regione

Utilizzazione: aggiornam.to ortofotocarta scala 1:10.000 (n. 176 sezioni)

Strisciate: n. 14 direzione E W/W-E su asse cartografia 1:25.000 IGMI

Disponibilità: diapositive e copie/carta 23x23 solo per consultazione

Quota relativa di volo: m. 11.500. Focale: mm. 153,34

Scala media fotogrammi: 1:75.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 30.000

 


VOLO PER COMUNI MARCHIGIANI CON POPOLAZIONE INFERIORE Al 10.000 ABITANTI 1988/89/90 (proprietà REGIONE MARCHE)

 

Copertura: interi territori comunali per complessivi Ha. 710.000

Utilizzazione: rilievi aerofotogrammetrici scala 1:2.000

Strisciate: eseguite in blocchi di volo (raggruppamenti di territori comunali con quote s.l.m. mediamente simili) per un totale di 23 blocchi

Disponibilità: copie/carta 23x23 per consultazione. Per duplicazione richiedere autorizzazione alla cessione

Quota relativa di volo: m. 1.200. Focale: mm. 153 ca

Scala media fotogrammi: 1:8.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 300

  

 

VOLO IGMI 1991 (proprietà IGMI)

 

Copertura: intera regione

Utilizzazione: aggiornamenti carte tematiche

StrisciateE-W/W E F. 131 - N-S/S N trasversali lungo la costa

Disponibilità: copie/carta 23x23 solo per consultazione

Quota media di volo:  5.200. Focale: mm. 153 ca

Scala media fotogrammi: 1:36.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 6.500

 

 

 

  

VOLO ITALIA 1994 (proprietà CGR-PARMA)

 

 

Copertura: intera regione

Utilizzazione: aggiornamenti carte tematiche

Strisciate:n.14 direzione E-W/W-E

Disponibilità: copie/carta 23x23 solo per consultazione

Quota relativa di volo:  m.11.500. Focale : mm.150

Scala media fotogrammi: 1 :75.000

Copertura media per fotogramma: Ha. 30.000

Quadro d'unione delle aree coperte dal VOLO ITALIA 1994



VOLO DELLE ZONE COLPITE DAL SISMA - SETTEMBRE 1997 

(proprietà CGR - PARMA)

 

 

Le foto, relative a due voli effettuati nei giorni 26 e 29 settembre, hanno le seguenti caratteristiche:

  • n. 913 fotogrammi in b/n che comprendono parzialmente o totalmente i territori dei Comuni di: Sassoferrato-Genga-Fabriano-Esanatoglia-Matelica- Fiuminata-Pioraco-Camerino-Sefro-Serravalle-Muccia-Fiordimonte-Pievebovigliana- Montecavallo-Pievetorina-Visso-Ussita ; scala media del fotogramma di circa 1:13.000.
  • n. 54 fotogrammi a colori, con scala media compresa fra 1:3.000 e 1:8.000, relativi ai seguenti abitati: Fabriano (n.16 fotogrammi) - Serra-valle7Paraveto/Gelagna (n.5 fotogrammi) - Serravalle/Castello (n.9 fo-togrammi) - Cesi (n.4 fotogrammi) - Costa (n.10 fotogrammi) - S.Martino/Collecurti (n.9 fotogrammi)
 

VOLO CTR 1:10.000 (Agosto 1999 – Maggio/Giugno 2000) 

(proprietà REGIONE MARCHE)

 



Copertura
: intera regione suddivisa in tre blocchi

Utilizzazione: restituzione Carta Tecnica Regionale 1:10.000

Strisciate: n. 67 direzione E-W/W-E, n. 7 parallele alla linea di costa o al limite del blocco

Disponibilità: copie/carta 23x23 per consultazione. Per duplicazione richiedere autorizzazione alla cessione

Quota relativa di volo: m.11.500. Focale : mm.153 ca

Scala media fotogrammi: 1:30.000 – 1:33.000

Copertura media fotogrammi: Ha. 4.300

Quadro d'unione delle aree coperte dal volo MARCHE 1999/2000

  1. TAVOLA "A": scala 1:50.000 - 1:10.000



     
  2. TAVOLA "B": scala 1:25.000



     

 

 INDICE CARTOGRAFIE DI BASE DISPONIBILI

    IODLDove non diversamente specificato, i dati sono distribuiti secondo la licenza Italian Open Data Licence 1.0

 

  1. CARTA TECNICA NUMERICA - C.T.R. 1:10.000
    Aggiornamento anno 1999/2000
     
  2. CARTA TECNICA 1:2.000
    Volo anni 1989-1990
     
  3. ORTOFOTOCARTA 1:25.000
    Volo anno 1985
     
  4. ORTOFOTOCARTE REGIONALI 1:10.000
    Volo anno 1988
     
  5. ORTOFOTOCARTA 1:5.000
    Volo anno 1984
     
  6. ORTOFOTO AGEA 2010 1:10.000
    Disponibile solo per gli enti pubblici
     
  7. CARTA TOPOGRAFICA DERIVATA 1:10.000
    Volo anno 1978-89 
     
  8. CARTA TOPOGRAFICA 1:25.000
    Aggiornamento anno 1984
     
  9. CARTA TOPOGRAFICA D'ITALIA IGMI 1892/95 1:50.000 1:25.000 
     
  10. CARTA TOPOGRAFICA IGMI 1:100.000
    Aggiornamento anno 1996
     
  11. CARTA REGIONALE 1:200.000
    Aggiornamento anno 1984
          

 

 

INDICE CARTOGRAFIE TEMATICHE DISPONIBILI


IODLDove non diversamente specificato, i dati sono distribuiti secondo la licenza Italian Open Data Licence 1.0

 

  1. CARTA DELL'USO DEL SUOLO 1:10.000
    Volo anno 1977-1984 
     
  2. CARTA DEI BACINI IDROGRAFICI legge 183/1989 1:200.000
    Edizione 1990  
     
  3. CARTA DEI BACINI IDROGRAFICI 1:50.000
    Edizione 1990 
     
  4. CARTA DELLA VIABILITA' 1:50.000
    Edizione 1990 
     
  5. CARTOGRAFIA PIANO PAESISTICO AMBIENTALE REGIONALE VIGENTE
    approvata con Delibera Consiglio Regionale n. 197 del 03.11.1989 
     
  6. ELABORAZIONE CARTOGRAFIA PPAR (SINTESI 1:50.000)
    Edizione 1990 
     
  7. VINCOLI PAESAGGISTICI 1:100.000
    Edizione 2010 
     
  8. CARTA DEI VINCOLI PAESAGGISTICI 1:100.000
    Edizione 1994 
     
  9. AREE TUTELATE PER LEGGE - ART. 142  D.LGS. 42/2004  - SCALA 1:25.000
    Edizione 1985 
     
  10. CARTA VINCOLO IDROGEOLOGICO R. DECRETO N.3267/1923
    Edizione 1985 
     
  11. CARTA GEOLOGICA REGIONALE 1:10.000
    Edizione 2010 
     
  12. CARTA GEOMORFOLOGICA REGIONALE 1:10.000
    Edizione 2010 
     
  13. AMBITI AMMINISTRATIVI
    Edizione 2008-2010 
    Elenco cartografie -

     


  1. PARCHI E RISERVE NATURALI
    Edizione 2010 
     
  2. AREE NATURALI PROTETTE
    Edizione 2010 
     
  3. AREE FLORISTICHE
    Edizione 2008 
     
 
 
 
  1. IDROGRAFIA REGIONALE 1:10.000
    Edizione 2011
     
  2. CARTA GEOLOGICA 1:10.000
    Edizione 2011
     
  3. CONFINI AMMINISTRATIVI 1:10.000
    Edizione 2011
     
  4. CURVE DI LIVELLO 1:10.000
    Edizione 2011
     
  5. USO DEL SUOLO 1984 1:10.000
    Edizione 2001
     
  1. NUOVA RETE GEODETICA REGIONALE
    raffittimento a 7 Km della rete IGM95
     
  2. RETE D’INQUADRAMENTO REGIONALE
    realizzazione 1996
     
Descrizione e caratteristiche tecniche

Il DTM della Regione Marche è stato derivato dalla CTR attenendosi alle Specifiche Tecniche prodotte dal Centro Interregionale e alle linee guida per la produzione di Ortofoto Digitali alla scala nominale 1:10.000 adottate da AGEA con la supervisione dell’IGMI.

METADATO ISO TS 19139 / INSPIRE

SCHEDA TECNICA

Livello di precisione: 2,

Precisione in quota: ±2.0 m,

Passo di griglia: 20 m,

Errore sistematico: < 1m,

Precisione planimetrica di punti quotati ed elementi lineari: ±1.0 m (in aree con copertura arborea superiore al 70% è ammessa una precisione in quota pari ad ¼ dell’altezza degli alberi),

Break points o punti quotati: oggetti che causano irregolarità del terreno maggiori di 2 m entro una maglia del grigliato,

Sorgente dei dati: CTR alla scala 1:10.000 o superiore, fotogrammetria, scanner laser;

Break lines: dighe, viadotti, linee di costa, di laghi, fiumi, mari ed impluvi; le breaklines devono seguire il terreno con la precisione sopra specificata;

Delimitazione delle aree non rappresentabili (“zone morte”): specchi d’acqua, zone di minor precisione per densa vegetazione. Le linee di delimitazione devono indicare la quota del terreno, altrimenti devono avere quota convenzionale; gli specchi d’acqua devono seguire il terreno;

Applicazioni principali: Ortofoto alla scala 1:10.000 (e 1:5.000 solo se riprese con campo normale (f=300mm)); studi ambientali; delimitazione dei bacini idrografici;

Aree di applicazione: Aree lontane da centri urbani caratterizzate da colture estensive, in mancanza di DTM di maggior precisione.

ELABORAZIONE E PREDISPOSIZIONE DEI DATI

Per il calcolo del DTM è stato scelto il software Surfer 8.0. L’algoritmo di calcolo impiegato è la Triangulation with Linear Interpolation che applica il metodo di Delaunay. Non essendo possibile  impiegare le breaklines, i dati  che definiscono le linee caratteristiche del terreno (Orografia, Idrografia, Ponti) sono stati trasformati in punti e testati nella loro accuratezza metrica rispetto ad un DTM di massima ottenuto con sole curve di livello e punti quotati.

Il test è stato realizzato con la funzione point inspection di Vertical Mapper ed il  traduttore GTP 2.0 per  il passaggio dal formato .grd di Surfer al .grd di Mapinfo.

In totale i punti impiegati per calcolare il DTM definitivo sono stati circa 78 milioni.

Essendo la CTR inquadrata nel riferimento Gauss-Boaga/ Roma40 – Fuso Est e dovendo impiegare il DTM anche per eseguire un’orotorettifica in UTM-WGS84, Fuso 33 con altezze ellissoidiche è stato necessario creare XYZ data file tagliati in base al reticolo 1:50.000 convenzionale in modo da poter eseguire una conversione rigorosa con Verto 2000 dell’IGMI.

Tale operazione ha richiesto in realtà tre passaggi:

1.       conversione da Gauss-Boaga ad UTM-WGS84 in coordinate piane,

2.       conversione da Gauss-Boaga a WGS84 in coordinate ellissoidiche,

3.       join delle tabelle tramite il valore ID assegnato ad ogni punto.

 

CALCOLO DEL DTM

I grid file sono stati calcolati su XYZ data file coincidenti con i tagli dei fogli 1:50.000 ampliati di un’adeguata fascia di sovrapposizione. Tutti i punti, raggruppati e poi suddivisi in 38 file con un’applicazione scritta in Python, sono stati processati con Surfer  secondo lo schema riportato:

1.                  T. L. I. con filtro avarage sui punti distanti meno di 2 metri;

2.                  ritaglio sul bordo di 100 metri;

3.                  mosaicatura con il  nearest neighbor- average;

4.                  ritaglio sul confine regionale con la funzione blank.

La procedura descritta è la stessa seguita per creare il DTM di massima.  Analizzate tutte le esigenze d’ufficio e la possibilità di costruire anche un modello valido per studi ed analisi idrauliche, si deciso di calcolare sei DTM:

1.                  Gauss-Boaga/ Roma40 – Fuso Est con ponti,

2.                  Gauss-Boaga/ Roma40 – Fuso Est senza ponti,

3.                  UTM-WGS84, Fuso 33 ortometrico con ponti,

4.                  UTM-WGS84, Fuso 33 ortometrico senza ponti,

5.                  UTM-WGS84, Fuso 33 ellissoidico con ponti,

6.                  UTM-WGS84, Fuso 33 ellissoidico senza ponti.

 

COLLAUDO

Il collaudo è stato eseguito sul DTM n. 1 sull’intero territorio regionale valutando l’errore accidentale, l’errore sistematico. I GCP utilizzati sono i punti geodetici della rete IGM95 e del raffittimento a 7 km realizzato dalla Regione Marche nel 2004.

Verifica eseguita con i GCP su terreno aperto e su ponti:

u=0.68  metri    media degli scostamenti;

σ =±1.52 metri scarto quadratico medio;

σmax=10,477 metri       scarto massimo con Np(σ>6.00)=4>3

L’errore sistematico è ampiamente al di sotto della tolleranza con eqm= 0.09 < 1.00

In base ai dati impiegati, al metodo di calcolo adottato ed alla stima degli errori il DTM ottenuto può essere classificato, su terreno aperto, di livello 2.

FORMATI DI DIVULGAZIONE

IODLDove non diversamente specificato, i dati sono distribuiti secondo la licenza Italian Open Data Licence 1.0

Il DTM con maglia 20 m sopra descritto è reso disponibile, previa richiesta scritta, per i soli enti pubblici locali aventi sede nelle Marche.

Per tutti gli utenti è disponibile e scaricabile Il DTM in formato geotiff con passo a 100m che deriva dalla semplificazione del DTM a passo 20m ottenuto dalle informazioni altimetriche contenute nella Carta Tecnica Regionale - scala 1: 10.000 (realizzata su volo 1999/2000).

 

Cartografia - Documentazione

La consultazione del materiale cartografico è effettuata mediante i servizi web di visualizzazione e presso gli uffici della P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali. La distribuzione del materiale avviene mediante download dal sito regionale o presso gli uffici regionali previa richiesta scritta motivata ove richiesta (Modulo di richiesta - Dichiarazione sostitutiva di certificazione). Nel caso in cui la Dichiarazione sostitutiva di certificazione della qualità di studente venga inviata mediante posta elettronica è necessario firmare digitalmente il documento o utilizzare una PEC.

Il rilascio delle copie è subordinato, ove richiesto, alla presentazione dell’attestato di pagamento da parte del richiedente. I costi di accesso e riproduzione sono regolati dalla D.G.R. 90 del 30/01/2012 che autorizza inoltre ribassi del 50% nel caso in cui i materiali siano richiesti da studenti per fini di studio.

Sono previste le seguenti modalità di versamento:
1) tramite c.c.p. 368605 intestato alla Regione Marche – Servizio Tesoreria Regionale – Ancona, specificando la causale di versamento
2) tramite versamento alla cassa economale c/o gli uffici della sede della Regione Marche – Ancona, via Gentile da Fabriano
3) bonifico bancario a favore di Regione Marche –IBANIT12N0605502600000000003740 – BANCA MARCHE, specificando la causale del versamento.

La cessione onerosa del dato comporta il divieto per l'acquirente di duplicare e cedere a terzi il materiale e l'obbligo di rendere sempre identificabile e visibile la proprietà regionale dell'elaborazione originale (L.R. 35 del 17/12/1999).

La D.G.R. 783 del 10/07/2017 prevede inoltre uno schema di convenzione (allegato A) da stipulare gratuitamente con gli Enti Pubblici, e/o soggetti gestori di servizi di pubblica utilità o di interesse pubblico per la stipula di convenzioni finalizzate allo scambio gratuito di informazioni e prodotti cartografici.

Per informazioni relative alla stipula di convenzioni contattare Isabella Gherlantini (tel. 071-8063536, isabella.gherlantini@regione.marche.it)


Materiale fotografico

I fotogrammi delle riprese aeree presenti nell’archivio cartografico regionale sono consultabili presso la P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali anche mediante utilizzo dell’apparecchiatura stereoscopica.

L’eventuale duplicazione dei fotogrammi verrà eseguita dalla ditta esecutrice del volo che ne conserva i negativi, con oneri di riproduzione a carico del richiedente. Per la duplicazione dei soli fotogrammi dei voli di proprietà della Regione Marche è necessario richiedere preventivamente  l’autorizzazione alla P.F. Urbanistica, Paesaggio e Informazioni Territoriali mediante apposito modulo da consegnare o inviare (e-mail / PEC / FAX 071.8063014) alla segreteria della P.F. Una volta ottenuta la “Autorizzazione all’accesso ed estrazione di materiale fotografico regionale” a firma del Dirigente della P.F. il richiedente potrà prendere contatti diretti con le ditte preposte alla duplicazione Inviando, ove richiesto, copia dell’assenso regionale.

Si fa presente infine il divieto di duplicare e cedere a terzi il materiale e l'obbligo di rendere sempre identificabile e visibile la proprietà regionale dell'elaborazione originale.


UO responsabili dell'Istruttoria per la consultazione e distribuzione dell'archivio cartografico regionale

Geom. Luca Ambrosini - tel. 071.8063538 - luca.ambrosini@regione.marche.it

Geol. Andrea Carotti - tel. 071 8063946 - andrea.carotti@regione.marche.it

 

Per l'invio delle istanze di accesso ed estrazione di materiale cartografico-aereofotografico regionale:

Segreteria Posizione di Funzione: Fax 071.8063014
e-mail: funzione.urbanistica@regione.marche.it - PEC regione.marche.paesaggioterritorio@emarche.it

 

Orario di ricevimento del pubblico:

Materiale fotografico: solo su appuntamento ( tel. 071.8063538) il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 16.30.

Cartografia: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00

 

Come raggiungerci

REGIONE MARCHE - Palazzo Leopardi, Via Tiziano 44 - 60125 Ancona

 

 


 


IDROGRAFIA REGIONALE  1:10000 (Banche dati)

La banca dati dell’idrografia regionale, elaborata ai sensi dell’Intesa Stato-Regioni sul  Sistema Cartografico di Riferimento sottoscritta nel 1996, si articola in due parti:

-  La banca dati del reticolo idrografico 

-  La banca dati dei bacini idrografici.


METADATO ISO TS 19139 / INSPIRE



Reticolo  Idrografico 

Struttura e contenuto

- “elemento_idrico” → file a struttura lineare degli elementi idrici del territorio regionale, selezionabile per bacino di appartenenza con 5 tabelle  correlate:

  • ATID
  • link_elemento_idrico_canale
  • link_elemento_idrico_corso-d’acqua_naturale
  • canale, 
  • corso_d’acqua_naturale

Unendo il file degli elementi idrici con le tabelle correlate secondo le specifiche indicate dal file “struttura.doc”  è possibile creare il file dei corsi d’acqua naturali e dei canali.

-“nodi_idrici → file a struttura puntuale del nodi idrici del territorio regionale, selezionabile per bacino di appartenenza.

- “struttura → file .doc di spiegazione contenuto nella cartella tab

Scala di acquisizione:  1:10.000

Anno Produzione:  2005 , Aggiornamento 2007

Fonte dati e modalità di elaborazione: le informazioni sono state assunte  dalla nuova Carta Tecnica Regionale in scala 1:10.000 (curve di livello con un delta di quota di 10 ml e i punti quotati)

Sistema di riferimento/Datum: Gauss-Boaga, Roma40, Fuso Est

Formato File:

- .tab (formato MapInfo)

- .shp (formato  ArcGis ottenuto dal tool di conversione tab→shp del software MapInfo)

Specifiche di riferimento: specifiche tecniche redatte nell’ambito dall’Intesa Stato-Regioni sul sistema cartografico di riferimento (versione: Intesa/WG01-DBP10K )

 

 

Bacini Idrografici

Struttura e contenuto

- bacini uniti → file a struttura poligonale dei bacini e sottobacini (fino al 5° ordine) di tutto il territorio regionale, selezionabile per bacino di appartenenza.

- “relazione_bacini_idrografici → file .doc di spiegazione contenuto nella cartella tab.

 Scala di acquisizione:  1:10.000

Anno Produzione:  2005 / Aggiornamento 2007

Fonte dati e modalità di elaborazione: le informazioni sono state assunte  dalla nuova Carta Tecnica Regionale in scala 1:10.000 (curve di livello con un delta di quota di 10 ml e i punti quotati) con l’utilizzo del  Reticolo Idrografico , della  cartografia IGM in scala 1:25.000 e della cartografia AIMA.)

Sistema di riferimento/Datum: Gauss-Boaga, Roma40, Fuso Est

Formato File:
- .tab (formato MapInfo)

- .shp (formato  ArcGis ottenuto dal tool di conversione tab→shp del software MapInfo)

Specifiche di riferimento: specifiche tecniche redatte nell’ambito dall’Intesa Stato-Regioni sul sistema cartografico di riferimento (versione: Intesa/WG01-DBP10K ) 

 

Disponibilità

Il materiale è disponibile per gli Enti pubblici in formato vettoriale  previa richiesta scritta presso la Posizione di Funzione Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali. I file non possono essere duplicati o distribuiti a terzi, gli utilizzatori dovranno rendere esplicita la proprietà regionale del dato cartografico originario.

CONFINI AMMINISTRATIVI 1:10.000   (Banche dati)

I Limiti Amministrativi della Regione Marche alla scala 1:10.000 sono stati ricavati mediate verifica degli elementi fisici presenti nella Carta Tecnica Regionale con le informazioni sui confini derivanti dalla cartografia catastale. L’esito di tale attività ha determinato l’utilizzo, dove possibile, degli elementi fisici rappresentati nella CTR dove questi costituiscono il limite del confine amministrativo, ad esempio corsi d’acqua, strade, limite di costa, etc. I Confini amministrativi hanno subito modifiche a seguito delle seguenti disposizioni normative: 
- Legge 3 agosto 2009 n. 117 - Distacco dei comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello 
- LR n. 47 13/12/2013 - Istituzione del nuovo Comune di Vallefoglia mediante fusione dei Comuni di Colbordolo e Sant’Angelo in Lizzola 
- LR n. 18 22/07/2013 - Istituzione del nuovo Comune di Trecastelli mediante fusione dei Comuni di Castel Colonna, Monterado e Ripe 
- L.R. n. 15 23/06/2014 - Distacco della frazione di Marotta dal Comune di Fano e incorporazione nel Comune di Mondolfo. 

METADATO ISO TS 19139 / INSPIRE

 

Disponibilità

Il materiale è disponibile  in formato vettoriale previa richiesta scritta presso la Posizione di Funzione Urbanistica, Paesaggio e Informazioni territoriali. I file non possono essere duplicati o distribuiti a terzi, gli utilizzatori dovranno rendere esplicita la proprietà regionale del dato cartografico originario.

CURVE DI LIVELLO 1:10.000  (Banche dati)


Scala di acquisizione:  1:10.000

Anno Produzione:  2003

Fonte dati e Modalità di elaborazione:  i dati derivano dalla CTR 1:10.000, prima edizione del 2001 realizzata mediante ripresa aerofotogrammetria del 1999/2000. Le curve di livello hanno un’equidistanza di 10 metri. Per la realizzazione si è proceduto estrapolando e aggregando  per ogni elemento della CTR  tutti i tratti di curva, rappresentabili e non rappresentabili, codificati come 010101, 010104 (Curva di livello ordinaria direttrice di determinazione certa e/o incerta) e 010102, 010105 (Curva di livello ordinaria intermedia di determinazione certa e/o incerta).

Sistema di riferimento/Datum: Gauss-Boaga, Roma40, Fuso Est.

Formato File: -  .tab (formato MapInfo)

Descrizione campi e Attributi: 

Campo

Formato

Definizione:

Livello

Char(15)

Codice CTR, 010101 e/o 010102

Quota1

Float

Quota vertice iniziale oggetto (Quota curva)

Quota2

Float

Quota vertice finale oggetto (Quota curva)

Tipo

Char(15)

Primitiva geometrica dell’oggetto (polilinea)

Descrizione

Char(100)

Definizione codice CTR

Toponomastica

Char(50)

Denominazione oggetto, se esistente

Numfoglio

Char(16)

Numero identificativo elemento CTR

Nomfoglio

Char(32)

Nome identificativo elemento CTR

ID

Dec(11,0)

Numero contatore polilinee

 

METADATO ISO TS 19139 / INSPIRE

 
Disponibilità

Il materiale è disponibile  in formato vettoriale previa richiesta scritta presso la Posizione di Funzione Informazioni Territorio Ambiente e Piano Paesaggistico. I file non possono essere duplicati o distribuiti a terzi, gli utilizzatori dovranno rendere esplicita la proprietà regionale del dato cartografico originario.

Grafo della viabilità 1:10.000   (Banche dati)

Il grafo della viabilità della REGIONE (aggiornamento 2011) restituisce al completo l’intera maglia viaria presente sul territorio regionale; comprende oltre alle strade statali e provinciali, le strade di collegamento dei centri e nuclei ISTAT 2011, le ferrovie e tutta la viabilità secondaria di connessione degli insediamenti sparsi. Il grafo è disponibile in tre file:
- Grafo totale (restituzione di tutta la viabilità); 
- Grafo ISTAT 2011 (restituzione della maglia viaria di collegamento dei centri ISTAT 2011); 
- Grafo viabilità regionale (restituzione della maglia viaria fino alla Strada Provinciale).
E' costituito da due file vettoriali: Elementi Lineari (Polyline) ed Elementi Puntuali (point).