Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca

giovedì 11 giugno 2020  14:53 

A partire dal 1 luglio 2020, sarà obbligatorio per le P.A. ed i fornitori di servizi di pagamento l’utilizzo della Piattaforma pagoPA per i pagamenti verso le Pubbliche Amministrazioni delle somme dovute, tributarie e non, anche per garantire, in ambito di incassi, il contestuale rispetto della direttiva europea PSD2 sui servizi di pagamento.

Il Sistema pagoPA rappresenta, pertanto, il sistema nazionale dei pagamenti elettronici in favore delle Pubbliche Amministrazioni e degli altri soggetti tenuti per legge all’adesione e, a decorrere dalla suddetta data, i prestatori abilitati a offrire servizi di pagamento non potranno, in alcun modo, eseguire servizi di pagamento a favore di un soggetto pubblico che non transitino per tale Sistema.

Gli unici metodi di pagamento che potranno ancora essere accettati e, quindi, affiancati al Sistema pagoPA sono i seguenti:

  1. modello F24;
  2. Sepa Direct debit (SDD) fino alla sua integrazione con il Sistema;
  3. eventuali altri servizi di pagamento non ancora integrati con il Sistema PagoPA e che non risultino sostituibili con quelli erogati tramite PagoPA poiché una specifica previsione di legge ne impone la messa a disposizione dell’utenza per l’esecuzione del pagamento;
  4. per cassa, presso l’ente e/o il soggetto che per tale ente svolge il servizio di tesoreria o cassa.

Si precisa che per evitare che gli utenti possano eseguire dei bonifici non integrati con il Sistema pagoPA, è vietato agli Enti Creditori di pubblicare in qualsiasi modo l’IBAN di accredito. Resta fermo però che, nel caso in cui un utente esegua un bonifico extra pagoPA, tale pagamento andrà comunque gestito dall’Ente quale singola eccezione, con l’auspicio che tali eccezioni siano sempre di numero inferiore nel tempo.

La Regione Marche ha aderito al Sistema dei pagamenti informatici a favore delle Pubbliche Amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi (pagoPA), istituendo, con DGR n. 1498 del 23/10/2012 e DGR n. 264 del 10/03/2014, il Sistema Informativo regionale dei pagamenti elettronici Mpay, al fine di offrire uno strumento per l’erogazione, ai propri cittadini ed alle imprese, dei servizi di pagamento on line attraverso l’adesione al Nodo dei Pagamenti – SPC, peraltro obbligatorio dal 31/12/2015. La piattaforma dei pagamenti fornisce servizi di pagamento direttamente ai cittadini, in qualità di utenti finali e costituisce un sistema informatico centralizzato, operante a livello regionale, che consente agli utenti di eseguire pagamenti on-line sia delle proprie pendenze (servizi scolastici, tributi comunali, contravvenzioni, ticket sanitari, etc.) sia dei pagamenti spontanei (depositi cauzionali, diritti di segreteria, donazioni liberali, etc.) nei confronti di un qualsiasi ente del territorio.

Accedendo ai seguenti link, è possibile avere ulteriori informazioni in merito alla piattaforma regionale Mpay: