Agricoltura Sviluppo Rurale e Pesca

lunedì 15 aprile 2024  17:30 

Boom di premi per le Marche del vino all’VIII Concorso enologico Masaf – Crea, evento clou del 56° Vinitaly di Verona dedicato agli istituti agrari d’Italia. Alla presenza del presidente del Consiglio Giorgia Meloni, e dei ministri Giuseppe Valditara (Istruzione e merito) e Francesco Lollobrigida (Agricoltura e Sovranità alimentare) e dell’assessorato all’Agricoltura delle Marche, sono stati assegnati agli istituti agrari marchigiani ben quattro attestati di merito, con un’equa distribuzione dei riconoscimenti sul territorio. Si tratta di una sorta di “premi speciali”, che rappresentano la novità dell’ottava edizione del confronto. All’edizione 2024 del Concorso enologico hanno preso parte 24 scuole, provenienti da 14 regioni, per un totale di 68 vini in gara.   

lunedì 15 aprile 2024  12:20 

Si svolgerà ad Ascoli Piceno, venerdì 19 aprile con inizio alle 9.00, presso la Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani, nel contesto della manifestazione Fritto Misto, il seminario promosso dal PSR Marche dal titolo “AKIS, con i fondi UE cambia il volto dell’agricoltura marchigiana”, dedicato alle ultime innovazioni introdotte nel settore agricolo marchigiano.

   

domenica 14 aprile 2024  21:00 

Al via il 56° Vinitaly, con 107 cantine delle Marche, 49 delle quali presenti nella collettiva organizzata dalla Regione (38 IMT-Istituto Marchigiano di Tutela Vini e 11 Consorzio Vini Piceni). Oltre 200 le etichette in degustazione libera nella “Terrazza Marche” al padiglione 7 (Stand C6-C7-C8-C9), che nel pomeriggio ha visto anche la visita del ministro degli Affari esteri, Antonio Tajani. La regione è presente tramite l’assessorato all’Agricoltura impegnato a sostenere i vini marchigiani, fortemente radicati sul territorio, insieme alleproduzioni biologiche, ad accompagnare l’innovazione, a incentivare le soluzioni in grado di favorire la resilienza nei confronti dei cambiamenti climatici e a sostenere le esportazioni dei vini marchigiani, anche favorendo l’incoming di buyer e winelover, grazie a una legge innovativa sull’enoturismo.   

mercoledì 10 aprile 2024  16:36 

Conto alla rovescia per la 56ª edizione di Vinitaly, in programma a Verona dal 14 al 17 aprile, dove la Regione Marche sarà protagonista con 107 cantine, 49 delle quali presenti nella collettiva organizzata dalla Regione (38 IMT-Istituto Marchigiano di Tutela Vini e 11 Consorzio Vini Piceni). In particolare, saranno più di 200 le etichette in degustazione libera nella tradizionale “Terrazza Marche”, all’interno di un’area espositiva di oltre 1.000 metri quadrati e con un nuovo layout, sempre nel padiglione 7 (Stand C6-C7-C8-C9).
Con 20 Dop e 1 Igp, la “Cantina Marche” rappresenta uno dei principali hub sostenibili in Italia, con una superficie a biologico di quasi 7.700 ettari (dati Sinab), che incide a livello regionale per il 42,7% della Sau coltivata a vigneto (seconda regione in Italia) e con la provincia di Ascoli Piceno e Fermo che – con 3.849 ettari “organic” su 8.305 complessivi – supera il 46,3% in termini di incidenza dei vigneti biologici.
«Sostenibilità ed enoturismo – afferma l’assessore all’Agricoltura delle Marche, Andrea Maria Antonini – sono i driver di sviluppo sui quali punta la Regione per promuovere il territorio e le eccellenze enogastronomiche regionali a partire dal vino, elemento identitario e traino per l’export agroalimentare marchigiano».   

mercoledì 10 aprile 2024  08:00 

La Commissione europea ha proposto una revisione mirata della politica agricola comune (PAC) per sostenere gli agricoltori dell'UE, mantenendo nel contempo una politica forte, sostenibile e competitiva per l'agricoltura e l'alimentazione dell'UE. Le proposte mirano a ridurre gli oneri amministrativi per gli agricoltori e a offrire loro maggiore flessibilità nell'aderire alle condizionalità ambientali. 

   

lunedì 8 aprile 2024  08:00 

L'Unione Europea ha lanciato il Rural Toolkit, un innovativo strumento dedicato a promuovere lo sviluppo delle zone rurali in Europa e che formnisce agli enti locali, alle regioni, alle imprese e ai privati un facile accesso alle informazioni riguardanti le opportunità di finanziamento dell'UE
 

   

mercoledì 3 aprile 2024  09:44 

Si avvisa che sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 74 del 28/03/2024 è avvenuta la pubblicazione del Decreto ministeriale 24 gennaio 2024 (24A01490) “Dichiarazione dell'esistenza del carattere di eccezionalità delle infezioni di peronospora (Plasmopara viticola) nel territorio della Regione Marche.

   

giovedì 28 marzo 2024  16:20 

Il Decreto del Dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale n. 250 del 28 marzo 2024 modifica e sostituisce la data di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno al bando Annualità 2023 della sottomisura 5.1, Operazione B) - Azione A) “Investimenti per azioni di prevenzione a livello territoriale contro la diffusione dell’Anoplophora glabripennis o tarlo asiatico del fusto”.

   

giovedì 28 marzo 2024  10:13 

Il Decreto del Dirigente del Settore Competitività delle Imprese - SDA MC n. 94 del 27/03/2024 modifica e sostituisce la data del 28 marzo 2024 con la nuova scadenza fissata al 31 maggio 2024 (ore 13), termine ultimo per l’invio delle istanze.

   

martedì 26 marzo 2024  16:17 

Le Marche avranno un Registro delle ricette della cucina marchigiana. E’ stata approvata questa mattina in consiglio regionale la proposta di legge presentata dall’assessore all’Agricoltura Andrea Maria Antonini “Promozione e valorizzazione delle ricette e dei menù della cucina marchigiana” che all’articolo 3 istituisce un vero e proprio ricettario delle prelibatezze locali e stanzia 200mila euro su tre anni per la realizzazione dell’iniziativa. .
“Le Marche – ha spiegato l’assessore Antonini - sono regione al plurale anche a tavola: ogni città ed ogni borgo, sia sulla costa o nell’entroterra, custodiscono almeno una antica ricetta della tradizione. Al fine di valorizzare questa peculiarità e di renderla sempre più attrattiva per i turisti, la giunta ha deciso di presentare questa proposta di legge. Siamo la prima Regione in Italia ad intraprendere una iniziativa del genere. Il nostro intento – prosegue l’assessore - è quello di fornire agli operatori della ristorazione uno strumento legislativo innovativo che consenta loro di promuovere un’attività fortemente ancorata alla valorizzazione di un sistema di accoglienza che coniuga la cultura del cibo con la sua area di produzione. E’ nostra volontà accogliere tutti i suggerimenti in merito a tradizioni o ricette dimenticate. Chiunque, anche il privato cittadino, potrà presentare la sua proposta. Vogliamo creare un patrimonio culturale legato alle nostre tradizioni e fornire uno strumento di promozione a disposizione della ristorazione. L’obiettivo fondamentale - ha proseguito Antonini - è rendere il settore enogastronomico, che tanta curiosità suscita nei turisti e che nel passato è stato completamente trascurato, sempre più protagonista muovendosi nel solco della programmazione integrata tra i settori dell’agricoltura, del turismo e del commercio verso un’identità unica regionale. Per questo siamo già al terzo provvedimento, dopo quello sull’oleoturismo e sull’enoturismo. Tutto ciò senza dimenticare i vantaggi per la salute che la dieta mediterranea ha sempre garantito”.