Regione Utile  /  Cultura  /  PNRR  /  MIC3 - investimento2.2

Cultura

MIC3 Investimento 2.2

PRESENTAZIONE

L’Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale finanziato nell’ambito del PNRR - M1C3 Investimento 2.2 “Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale” - mira a dare impulso ad un vasto e sistematico processo di conservazione e valorizzazione di una articolata gamma di edifici storici rurali e di tutela del paesaggio rurale, in linea con gli obiettivi di tutela del patrimonio culturale e degli elementi caratteristici dei paesaggi rurali storici e di sostegno ai processi di sviluppo locale.

Principali obiettivi:

  • Preservare i valori dei paesaggi rurali storici attraverso la tutela e la valorizzazione dei beni della cultura materiale e immateriale e al mantenimento e rispristino della qualità paesaggistica dei luoghi.
  • Promuovere la creazione di iniziative e attività legate ad una fruizione turistico-culturale sostenibile, alle tradizioni e alla cultura locale.

Gli interventi interessano immobili per i quali sia intervenuta la dichiarazione di interesse culturale o che abbiano più di 70 anni e siano censiti o classificati dagli strumenti regionale e comunali di pianificazione territoriale e urbanistica.

Con DD n. 86/BACU del 26/04/2022 e ss.mm.ii. è stato emanato l’Avviso Pubblico

Con DD n. 123/BAC del 18/05/2022 e ss.mm.ii. sono stati prorogati i termini dell’Avviso Pubblico

Con DD n. 191/BACU del 04/07/2022 e ss.mm.ii. sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande

Il Bando è scaduto in data 30/09/2022.

Link al bando e alla documentazione attinente:

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Cultura/Bandi-di-finanziamento/id_9241/5615

Link al portale CdP:

https://www.cdp.it/sitointernet/it/architetture_e_paesaggi_rurali.page


 

INTERVENTI AMMESSI

AMMESSI CON DD n. 271/BACU del 20 settembre 2022 

Allegato A - Progetti ammessi PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

Allegato B - Progetti non ammessi - PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

ID DOMANDA

NOME PROGETTO

COMUNE

PROVINCIA

QUOTA AMMESSA

1113

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DI FABBRICATO RURALE IN LOCALITA’ CA’ DOMENICO

Acqualagna

Pesaro/Urbino

120.000,00 €

1021

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN NICOLA IN LOCALITA' CASTELLO DI PIETRALATA

Acqualagna

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

1843

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN SILVESTRO DEI PECORARI

Piobbico

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

1944

SAN MICHELE ARCANGELO IN AIOLA(SANT'ANGIOLINO)FERMIGNANO(PU)

Fermignano

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

2297

Montebello BioRurale

Isola del Piano

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

3566

L'EX - MULINO DI BORGO

Arquata del Tronto

Ascoli Piceno

150.000,00 €

3565

Mondomini - percorso sensoriale tra gli ulivi

Campofilone

Fermo

140.640,00 €

3834

CAPPELLA DI S. MARIA DELLA CROCE o Chiesa Madonna della Croce

Caldarola

Macerata

150.000,00 €

2580

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN FILIPPO NERI – FRAZIONE

Pergola

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

3978

Ex CONVENTO DELLA ROMITA

Pergola

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

4268

PONTE ROMANO di Epoca Augustea sul Fosso Venarossa, presso Villa Di Re

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno

150.000,00 €

3994

CHIESA DI SAN SALVATORE DI SOPRA

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno

120.000,00 €

4073

CHIESA SS.MA MADONNA DEL CARMINE E LOCALE ATTIGUO AL FONDO RURAL

Colli del Tronto

Ascoli Piceno

150.000,00 €

4305

METAMORFOSI DEL PODERE MEZZADRILE IN LABORATORIO D’ARTI GUSTO E TRADIZIONI

Monsampolo del Tronto

Ascoli Piceno

149.626,06 €

4430

Recupero antiche cantine vinicole, Villa Imperiale Pesaro

Pesaro

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

4472

il luogo del silenzio. la chiesa e il cenobio di San Bartolo di Pesaro

Pesaro

Pesaro/Urbino

149.150,00 €

4575

ARTE E PAESAGGIO: CASE VACCAJ-PICCIOLA-CECCHI

Pesaro

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

1264

GIARDINO STORICO DI AGRUMI ANNESSO ALLA PIEVE DI SAN BASSO

Cupra Marittima

Ascoli Piceno

150.000,00 €

4693

GIARDINO STORICO DI AGRUMI "IL CROCEFISSO"

Massignano

Ascoli Piceno

150.000,00 €

3154

GIARDINO STORICO DI AGRUMI DA BASSO DI VILLA BOCCABIANCA

Cupra Marittima

Ascoli Piceno

150.000,00 €

1752

Casolare colonico storico in c.da Santa Caterina

Acquaviva Picena

Ascoli Piceno

150.000,00 €

5364

Mulino e forno annesso nel complesso
dell’Abbazia di Valdicastro

Fabriano

Ancona

150.000,00 €

5218

Colonìa Cupa - Riserva Naturale Abbadia di Fiastra

Urbisaglia

Macerata

143.989,18 €

5867

CHIESOLA DI SAN CARLO ALLI BORGHE

Sarnano

Macerata

93.951,05 €

5788

MULINO/FRANTOIO STORICO

Camerino

Macerata

150.000,00 €

4907

VECCHIO RIFUGIO AGRICOLO/MONTANO SITO IN MASSAPROFOGLIO (MUCCIA, MC) – RIFUGIO TRIGGI

Muccia

Macerata

107.394,62 €

5616

ANTICO FORNO

Ancona

Ancona

93.914,84 €

6031

ANTICA FONTE SORGIVA

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno

53.831,20 €

6329

EDIFICIO COLONICO DENOMINATO “RETTA DI FIASTRA”

Urbisaglia

Macerata

146.960,00 €

6548

Restauro e risanamento conservativo della Sacrestia annessa alla Chiesa di San Pietro a Massa - Pianello di Cagli (PU)

Cagli

Pesaro/Urbino

150.000,00 €

ATTO D'OBBLIGHI

Al fine di sottoscrivere l’Atto d’Obblighi per l’attuazione dell’intervento e per poter assumere l’impegno contabile delle risorse necessarie a copertura del contributo e generare il CUP-Codice Unico di Progetto, si rende necessario acquisire ulteriore documentazione che deve essere inviata via PEC al seguente indirizzo:

regione.marche.funzionebac@emarche.it

La modulistica per predisporre tale documentazione è la seguente:

  • ALLEGATO 1: Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del DPR 445/2000 con cui si conferma la permanenza dei requisiti soggettivi e oggettivi oggetto delle autodichiarazioni rese in fase di presentazione della domanda;
  • ALLEGATO 2: Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sul Regime di aiuti in “DE MINIMIS”;
  • ALLEGATO 3: Autorizzazione del proprietario qualora differente dal soggetto proponente per la realizzazione dell’intervento sull’immobile ai sensi dell’art. 4 comma 1 dell’Avviso Pubblico (locazione, comodato, usufrutto);
  • ALLEGATO 4: Rispetto del principio DNSH ai sensi dell’art. 17 del Reg. (UE) 2020/852;
  • ALLEGATO 5: Dichiarazione sul non cumulo dei contributi
  • ALLEGATO 6: Scheda di vulnerabilità per gli immobili/siti sottoposti a vincolo ai sensi del D. lgs. n. 42/2014, in vista degli adempimenti riguardanti la Carta del Rischio del Patrimonio Culturale (CDR).
  • ALLEGATO 7: Tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della Legge n. 136/2010
  • Copia dell’Atto notarile di costituzione di mandato con rappresentanza in favore del Soggetto beneficiario/procura speciale autenticata dal notaio, rilasciato dagli altri soggetti aventi titolo, per l’assunzione degli impegni e obblighi derivanti dal predetto atto (Avviso pubblico art. 4, comma 10, lettera k);
  • Eventuali aggiornamenti documentali in merito a:
    • QTE - quadro economico secondo l’ammissibilità del contributo;
    • cronoprogramma;

delega effettuata con procura speciale al responsabile del progetto.

 

L’Atto d’obbligo prevede tre allegati, al momento della sottoscrizione da parte dei soggetti beneficiari dovranno essere allegati il quadro economico definitivo e il crono programma aggiornati, secondo gli schemi già approvati con DD 86/BACU del 26/04/2022. Il terzo allegato, relativo alla scheda della Carta del Rischio per i beni oggetto di intervento (eventuale, solo per beni sottoposti a vincolo diretto di interesse culturale di cui al d.lgs 42/2004 e ss.mm.ii.), come definito dal MIC con nota MIC_SG_PNRR2511202200337501_P, potrà essere compilato e consegnato anche durante lo svolgimento dei lavori o a loro conclusione.

Schema Atto d’Obbligo approvato

DDS Approvazione Schema Atto d’Obbligo

Carta del Rischio

QTE

Cronoprogramma

Il Dispositivo per la ripresa e la resilienza (Regolamento UE 241/2021) stabilisce che tutte le misure dei PNRR (Piani nazionali per la ripresa e resilienza) debbano soddisfare il principio di “non arrecare danno significativo agli obiettivi ambientali”. Tale vincolo si traduce in una valutazione di conformità degli interventi al principio del “Do No Significant Harm” (DNSH), con riferimento al sistema di tassonomia delle attività ecosostenibili indicato all’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/852.

Il Regolamento (UE) 2020/852 e il Regolamento Delegato 2021/2139, descrivono i criteri generali affinché ogni singola attività economica non determini un “danno significativo”, contribuendo quindi

agli obiettivi di mitigazione, adattamento e riduzione degli impatti e dei rischi ambientali; ovvero, per ogni attività economica, sono state raccolti i criteri cosiddetti DNSH.

Nella fase attuativa sarà dunque necessario verificare che le misure vengano effettivamente compiute senza arrecare un danno significativo agli obiettivi ambientali, dalla fase della realizzazione sino a quella di rendicontazione dei risultati degli interventi e controllo della spesa.

Con Circolare n. 33 del 13/10/2022 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, è stato inoltrato alle amministrazioni l’aggiornamento alla Guida Operativa per il rispetto del principio di non arrecare danno significativo all’ambiente (cd. DNSH).

Nella Guida operativa viene realizzata una mappatura tra le tipologie di investimento del PNRR e le schede tecniche relative a ciascuna area di intervento, nelle quali sono riportati i riferimenti normativi, i vincoli DNSH e i possibili elementi di verifica.

La finalità di queste schede tecniche è quella di fornire alle amministrazioni e ai soggetti attuatori una sintesi delle informazioni operative e normative che identifichino i requisiti tassonomici, ossia i vincoli DNSH, per le attività che fanno parte degli interventi previsti dal Piano.

Ad ogni scheda tecnica è associata una Check list di verifica e controllo, quali strumenti per dimostrare la conformità degli interventi effettuati ai principi DNSH.

Ogni Check list è strutturata su più punti di controllo, a cui sono associate tre risposte possibili (si/no/n.a.) con un campo note utilizzabile dalle amministrazioni in caso di necessario confronto per opzioni proposte incomplete o non esaustive.

La Guida Operativa aggiornata colloca l'Investimento 2.2. nel “Regime 2”, in quanto l’Investimento 2.2 “Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale” del PNRR rientra, relativamente all’ obiettivo ambientale della “mitigazione dei cambiamenti climatici”, tra investimenti che si limitano a “non arrecare danno significativo” attraverso l’esclusivo rispetto dei principi DNSH.

Come stabilito al comma 2, art. 6 dell’Avviso pubblico approvato con DDS 86 del 22/04/2022 e ss.mm.ii.: L’intervento dovrà essere avviato, mediante le necessarie comunicazioni relative all’inizio dei lavori – pena revoca del finanziamento – entro il 30 giugno 2023 e concluso entro il 31 dicembre 2025 con attestato da certificato di regolare esecuzione, ovvero collaudo.”

Pertanto, i beneficiari, previa autenticazione, dovranno provvedere al caricamento della documentazione di inizio lavori/attività, sulla piattaforma raggiungibile al seguente link: http://smartbandi.regione.marche.it/

Nel caso in cui intenda apportare modifiche al progetto, il Soggetto beneficiario deve presentare formale richiesta alla Regione Marche. Alla richiesta deve essere allegata la documentazione descrittiva dell’intervento variato sulla piattaforma raggiungibile al seguente link: http://smartbandi.regione.marche.it/.

Solo a seguito della ricezione della domanda di modifica, la Regione Marche valuterà l’approvazione della modifica verificandone l’ammissibilità/legittimità a termini della normativa comunitaria e nazionale di riferimento.

Non saranno comunque ammesse variazioni che:

  • comportino una modifica sostanziale della tipologia/natura dell’intervento o progetto interessato e non garantiscano il rispetto dei termini previsti per la conclusione dei lavori (31 dicembre 2025);
  • modifichino le previsioni inerenti ai target e alle milestone che su base nazionale e regionale devono essere conseguiti nell'ambito dell'Investimento 2.2;
  • richiedano un incremento del finanziamento già concesso all’intervento;

non garantiscano le finalità, gli obiettivi, i risultati attesi già valutati ai fini dell’ammissione a finanziamento. 

1.   Format di Variante - Allegato 16 - DDS 129/BAC del 05/04/2023 (sempre necessario);

2.   QTE di variante e QTE comparativo;

3.   Cronoprogramma di variante;

4.   CME di variante e CME comparativo;

5.   Elaborati di progetto in variante, con indicazione delle modifiche apportate;

6.   Relazione illustrativa di variante (sempre necessaria);

7.   Dichiarazione sostitutiva di certificazione del rispetto delle condizioni di cui al c.3, art.15 Avviso Pubblico DDS 86/BAC del 26/04/2022 e ss.mm.ii.;

8.   Ogni eventuale ulteriore documentazione ritenuta necessaria e non consegnata nelle fasi precedenti;

9.   Indice documentazione allegata (Allegato 19 - DDS 129/BAC del 05/04/2023).

Nota: per gli allegati al DDS 129/BAC del 05/04/2023 utilizzare i pdf editabili scaricabili dal menù “Modelli editabili DDS 129/BAC del 05/04/2023”

1.   Comunicazione inizio lavori (Allegato 17 - DDS 129/BAC del 05/04/2023);

2.   Dichiarazione asseverata del Direttore Lavori attestante l'effettivo avvio dell'intervento;

3.   Ordinativo forniture (se del caso);

4.   Presa d’atto normativa sul trattamento dati personali (Allegato 4 - DDS 129/BAC del 05/04/2023);

5.   Documentazione amministrativa, con indicazione del CUP, relativa a ogni procedura di affidamento già espletata per l’affidamento dei servizi di ingegneria/architettura, dei lavori, delle forniture o dei servizi ulteriori e con QTE aggiornato post gara (con evidenza del ribasso, oneri sicurezza, ecc.);

6.   Documentazione fotografica attestante il rispetto degli adempimenti pubblicitari previsti dai Regolamenti comunitari - foto cartello di cantiere;

7.   Principali Elaborati del progetto definitivo/esecutivo, ivi compreso il computo metrico estimativo, aggiornati rispetto a quelli consegnati in fase di domanda del finanziamento;

8.   Pareri e/o autorizzazioni acquisite necessarie allo svolgimento dei lavori (indicare anche quali sono quelli già ottenuti e depositati e quelli eventualmente richiesti ma non ancora rilasciati);

9.   Comunicazione, segnalazione di inizio lavori ai sensi degli artt. 6bis, 22 e 23 del DPR n. 380/2001 o comunicazione inizio dei lavori previsti nel titolo abilitativo ai sensi dell'art. 15 del DPR n. 380/2001 con data antecedente il 30 giugno 2023; negli altri casi, quali ad esempio le fattispecie previste all'art. 6 del DPR n. 380/2001 ("Attività edilizia libera") allegare Dichiarazione asseverata del Direttore Lavori attestante l'effettivo avvio dell'intervento di cui al punto 2;

10. Scheda di vulnerabilità, in vista degli adempimenti riguardanti la Carta del Rischio del Patrimonio Culturale (CDR), in caso di bene sottoposto a vincolo diretto ai sensi della parte II del D.lgs 42/2004 e ss.mm.ii., se non già depositata (si veda a tal proposito dal menù “Guide operative” la sezione “Carta del rischio”);

11. Relazione descrittiva semestrale (Allegato 3 - DDS 129/BAC del 05/04/2023) sull’avanzamento fisico, procedurale e finanziario dell’intervento – Attenzione: tale relazione va depositata necessariamente ogni 6 mesi dalla data di inizio lavori, come indicato al punto 13 del Vademecum;

12. Ogni eventuale ulteriore documentazione ritenuta necessaria e non consegnata nelle fasi precedenti (es. All. 4 dal menù “Atto d’obblighi” - DSAN rispetto principio DNSH);

13. Indice documentazione allegata (Allegato 19 - DDS 129/BAC del 05/04/2023).

Nota: per gli allegati al DDS 129/BAC del 05/04/2023 utilizzare i pdf editabili scaricabili dal menù “Modelli editabili DDS 129/BAC del 05/04/2023”

Carta del rischio

Nell’ambito della Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3), Misura 2 "Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale", Investimento 2.2: "Protezione e valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale" del PNRR,   il contributo della Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio Culturale del MIC consta nel rilascio di credenziali per l’accesso al Sistema Informativo Carta del Rischio e nel supporto e/o scambio di informazioni utili per la compilazione della scheda di vulnerabilità classica, per gli immobili /siti sottoposti a vincolo ai sensi del D.Lgs. n.42/2004 (ad esclusione di parchi e giardini).   

Per procedere alla compilazione della scheda informatizzata direttamente sul Sistema Informativo Carta del Rischio, occorre che i professionisti incaricati facciano richiesta di accredito scrivendo alla Direzione Generale Sicurezza - dg-spc@cultura.gov.it e per copia conoscenza ad elisabetta.montenegro@cultura.gov.it  

Nella documentazione reperibile dalla home page www.cartadelrischio.beniculturali.it sono presenti il modello cartaceo della scheda di vulnerabilità di I livello – ‘Scheda Architettonica (A) I livello’ e le relative norme di compilazione – ‘Guida alla compilazione della Scheda A’. Questa documentazione è utile per orientare i professionisti rispetto ai dati necessari da inputare nella scheda informatizzata. 

Si allega un PPT utile - una volta effettuato l'accesso al Sistema Informativo Carta del Rischio - per la compilazione della scheda informatizzata. 

PROCEDURA PER INSERIMENTO SCHEDA ANAGRAFICA E VULNERABILITA' COMPRESSED

Indicazioni - DDS 399 12 Dicembre 2022

Date le ridotte tempistiche per la sottoscrizione dell’Atto unilaterale d’obbligo ( lettera j) del comma 10 dell’artico lo 4 dell’ Avviso pubblico ) quale requisito per il “monitoring – ex post step”

previsto per il 31 dicembre 2022 , per le vie brevi dal MIC e dal coordinamento tecnico della commissione cultura della conferenza delle regioni e p.a. è stato specificato che sia i mandati

di rappresentanza che la carta di vulnerabilità, se necessario, possono essere prodotti successivamente alla sottoscrizione dell’Atto d’obblighi da parte dei beneficiari come segue:

  • atto notarile di costituzione di mandato di rappresentanza, ratificando l’attività medio tempore espletata e al momento della firma dell’Atto d’Obblighi i soggetti dovranno

produrre una dichiarazione con cui dispongono la produzione dell’atto di mandato in un termine successivo predefinito.

  • Carta del Rischio per i beni oggetto di intervento (eventuale, solo per beni sottoposti a vincolo diretto di interesse culturale di cui al d.lgs 42/2004 e ss.mm.ii.), come definito

dal MIC con nota MIC_SG_PNRR2511202200337501_P, potrà essere compilato e consegnato anche durante lo svolgimento dei lavori o a loro conclusione.

DDS 399 del 21 Dicembre2022 - Modifica dell’art. 4, comma 10, lettera k) dell’Avviso Pubblico approvato con DDS n. 86/2022 ss.mm.ii

DOCUMENTAZIONE BANDO

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Cultura/Bandi-di-finanziamento/id_9241/5615

 

 

INTERVENTI AMMESSI

AMMESSI CON DD n. 360/BACU del 22 novembre 2022 

Allegato A - Progetti ammessi PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

Allegati B - Progetti non ammessi PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

ID DOMANDA

TITOLO PROGETTO

PROVINCIA

COMUNE

CONTRIBUTO CONCEDIBILE

7289

RISANAMENTO CONSERVATIVO E RECUPERO FUNZIONALE DI EDIFICIO RURALE TRADIZIONALE

Ancona

Sassoferrato

150.000,00 €

7260

Restauro conservativo dell'immobile

Pesaro e Urbino

Cagli

150.000,00 €

8190

Risanamento conservativo chiesa di Sant'Egidio Rancitella

Pesaro e Urbino

Urbino

150.000,00 €

7446

Chiesa di Sant’Anna in Collamato

Ancona

Fabriano

150.000,00 €

9026

RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO ALLE FAVETE E RESTAURO
DELL'AFFRESCO DELLA MADONNA DEL LATTE AL SUO INTERNO

Macerata

Apiro

148.388,00 €

8897

RESTAURO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEL CAMPANILE ANNESSO AL MONASTERO DI FONTE
AVELLANA

Pesaro e Urbino

Serra Sant'Abbondio

150.000,00 €

8540

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN PIETRO IN LOCALITA' CAMPO

Pesaro e Urbino

Belforte all'Isauro

150.000,00 €

8387

Cantina Squadroni Società Agricola

Ancona

Cupramontana

83.567,20 €

9883

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA DI SAN BIAGIO A CINGOLI

Macerata

Cingoli

149.741,76 €

9869

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CAPPELLA GENTILIZIA NEL GIARDINO STORICO DI VILLA MONNECE

Macerata

Cingoli

43.294,75 €

9509

Intervento di consolidamento e conservativo di Casa Colonica in Comune di Tavullia . Località Case Corbucci

Pesaro e Urbino

Tavullia

150.000,00 €

9232

Ex scuola rurale Trivio – interventi di riqualificazione energetica, risanamento ed interventi di riduzione vulnerabilità sismica

Ascoli Piceno

Ripatransone

143.346,83 €

9158

Restauro e riutilizzo funzionale della parte centrale del Eremo dei Frati Bianchi

Ancona

Cupramontana

150.000,00 €

7292

SISTEMAZIONE ESTERNA CHIESA MADONNA DELLE GRAZIE

Fermo

Amandola

40.480,00 €

10207

CHIESA DI SANTA MARIA MADDALENA presso VILLA RICCI

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno

120.000,00 €

10115

Chiesa Castelluccio

Macerata

Loro Piceno

119.998,40 €

9986

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO LA PICCOLA ROCCA-IMMOBILE 2

Fermo

Servigliano

150.000,00 €

9947

VALORIZZAZIONE DI EDIFICIO RURALE E DEL PAESAGGIO

Ascoli Piceno

Monteprandone

150.000,00 €

9941

restauro e risanamento conservativo di due fabbricati. La Piccola Rocca – Immobile 1

Fermo

Servigliano

150.000,00 €

9396

Fabbricato rurale (casa colonica/casa poderale) tipico dell'architettura rurale marchigiana dei primi del '900

Ancona

Ancona

150.000,00 €

8441

LA RIQUALIFICAZIONE DELLA VILLA SAN MARTINO (O VILLA DEL BALI')

Pesaro e Urbino

Colli al Metauro

150.000,00 €

11021

INTERVENTO PER LA RIAPERTURA E VALORIZZAZIONE DELLA CHIESA DEL SS. CROCIFISSO A MONTERUBBIANO

Fermo

Monterubbiano

120.000,00 €

10644

CASOLARE RURALE IN C/DA SAN GIACOMO IN PATERNO SNC RIPATRANSONE

Ascoli Piceno

Ripatransone

150.000,00 €

10360

Chiesa di San Carlo fra gli ulivi

Macerata

Cingoli

150.000,00 €

10257

GIARDINO STORICO DI AGRUMI DI VILLA SGARIGLIA, PRIMO STRALCIO FUNZIONALE.

Ascoli Piceno

Grottammare

150.000,00 €

10204

CONSOLIDAMENTO DEI RUDERI DEL MULINO DEL TRABOCCO E RECUPERO COME CENTRO INFORMATIVO ED ECOMUSEO DEL TERRITORIO E DELL'ACQUA

Ancona

Montecarotto

120.000,00 €

9772

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DI EDIFICIO RURALE IN LOCALITÀ S. ISIDORO

Macerata

Apiro

150.000,00 €

11167

Santuario Madonna delle Grotte

Pesaro e Urbino

Mondolfo

59.306,80 €

10999

Mulino Bravi 1565 - proposta di restauro e valorizzazione

Macerata

Cingoli

120.000,00 €

10805

RESTAURO E RECUPERO DELL'EDIFICIO DENOMINATO "MULINO DI PORCHIA"

Ascoli Piceno

Montalto delle Marche

150.000,00 €

INTERVENTI AMMESSI

Ammessi con DDS 373 del 29 Novembre 2022 - Approvazione esiti istruttori – domande a sportello fino al 30/09/2022
valutate alla seduta del 23/11/2022.

Con DDS 271 del 20 settembre 2022 sono stati approvati gli elenchi dei progetti ammessi e non ammessi a seguito di valutazione delle domande a sportello fino al 15/06/22.

Con DDS 273 del 23 settembre 2022 si è modificato il DDS 191/2022 in merito al

prolungamento dell’accredito dei beneficiari su portale di Cassa Depositi e Prestiti

A seguito di riapertura di cui sopra, alla data del 01/10/2022 le domande ricevute sull’applicativo informatico predisposto da Cassa Depositi e Prestiti SpA, dalle ore 12:00 del giorno 05 luglio 2022 fino alle ore 16:59 del giorno 30 settembre 2022, sono state

complessivamente n. 104;

Il Settore Beni ed Attività culturali ha svolto l’istruttoria sulle domande di cui:

  • n. 73 sono risultate ammissibili alla fase di valutazione di merito;
  • n. 31 sono risultate NON ricevibili per carenza documentale o per duplicazione domanda;

Con DDS 360 del 22 novembre 2022, a seguito dell’attività di valutazione di merito svolta dalla Commissione fino al 16/11/2022 dei 73 progetti ammessi a valutazione, risultavano 30 domande ammesse, 41 domande non ammissibili e 2 domande ancora in sospeso per approfondimenti istruttori.

La Commissione, nel corso della seduta del 23/11/2022 ha valutato, ai sensi dell’art. 10 comma 2 dell’Avviso, le due domande lasciate in sospeso per approfondimenti istruttori durante la seduta del 16/11/2022 con i seguenti esiti:

AMMESSI

NUMERO PROTOCOLLO

SOGGETTO PROPONENTE

TITOLO DEL PROGETTO

CONTRIBUTO CONCEDIBILE

COSTO COMPLESSIVO DEL PROGETTO

PUNTEGGIO

2184335/22

VISMARA CURRÒ' GIAN GIACOMO

LA CASA DEI MESTIERI – CASA RURALE PARCO REGIONALE NATURALE MONTE SAN BARTOLO

€150.000,00

€590.630,00

60

 
NON AMMESSI
 

NUMERO PROTOCOLLO

SOGGETTO PROPONENTE

TITOLO DEL PROGETTO

PUNTEGGIO

NOTE

2184340/22

MUSEUM GRAPHIA MUSEO INTERNAZIONALE DELLA STAMPA

SPAZIO PER LA FRUIZIONE PUBBLICA DELLA TORRE DONEGANI DEL COMPLESSO DELL’EX MINIERA

-

La domanda non è ammissibile, ai sensi dell’art. 5 comma 5 dell’Avviso Pubblico, poiché l’intervento riguarda una porzione di immobile identificato al Fg. 14 part. 200 sub 1 del Comune di Urbino adibito all’esercizio dell’attività ricettiva.

 
DOCUMENTAZIONE DEL BANDO

Mandato di rappresentanza

In riferimento all’atto notarile per il mandato di rappresentanza si comunica che si dovrà necessariamente:

1) far firmare l’atto da tutte le parti, stante la struttura bilaterale del mandato con rappresentanza; il contratto di mandato infatti dovrà essere accettato dal mandante e dal mandatario, il primo attribuirà l'incarico al secondo, che si obbligherà ad accettarlo nei confronti del primo;

2) contenere l’indicazione degli obblighi del mandante (es. dovrà fornire al mandatario tutti i documenti necessari, rimborsare al mandatario i pagamenti anticipati da lui effettuati, ecc); così come quella relativa agli obblighi del mandatario (effettivamente presente nell’atto da voi trasmesso);

3) specificare che il mandatario agisce in nome e per conto del mandante;

4) indicare:

- la durata del contratto (tempo indeterminato, determinato o fine alla conclusione dell’affare);

- se il contratto è gratuito o a titolo oneroso, e, in caso, indicare le modalità di pagamento;

- se si vuole inserire la clausola di riservatezza, ossia se si vuole proteggere il contenuto del contratto;

- come risolvere le eventuali controversie, se attraverso la Mediazione, Arbitrato o Tribunale.

INTERVENTI AMMESSI

Ammessi con DDS n. 41/BACU del 14 febbraio 2023

Allegato APROGETTI AMMESSI PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

Allegato BPROGETTI NON AMMESSI PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

Allegato C -  RIDETERMINAZIONE CONTRIBUTO PROGETTO ID 1167 PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

 

ALLEGATO A PROGETTI AMMESSI
PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale
ID DOMANDA NUMERO PROTOCOLLO SOGGETTO PROPONENTE TITOLO DEL PROGETTO CONTRIBUTO CONCEDIBILE IMPORTO COMPLESSIV O PROGETTO PUNTEGGIO
4020 2117197/22 PARROCCHIA DI SANTA MARIA Chiesa di S. Rocco, Comune di Loro Piceno 118.000,00 € 118.000,00 € 61
8900 2161905/22 EUSEBI VINCENZO Polo educativo sistemico delle acque di rete, temporanee e sotterranee 120.000,00 € 150.000,00 € 66
9813 2176462/22 LIGNINI LUCIA Chiesa S. Antonio Abate 120.000,00 € 150.000,00 € 66
10630 2182253/22 LUIGI VEROLINI Chiesa-Santuario S. Maria in Caspriano 150.000,00 € 197.514,60 € 63
9137 2182132/22 CONFRATERNITA DEL SS. SACRAMENTO DI MOGLIANO (MC) Chiesa del SS. Crocifisso d’Ete 150.000,00 € 187.500,00 € 60
11234 2184548/22 CONFRATERNITA DELLA MADONNA DELLA MISERICORDIA CASA DEL RETTORE – SANTUARIO MADONNA DELLE GROTTE 150.000,00 € 150.000,00 € 60
11102 2183749/22 PARROCCHIA SANTA MARIA ASSUNTA Chiesa di Santo Stefano in Acquaviva 150.000,00 € 150.000,00 € 60
10146 2184271/22 BALDESCHI BALLEANI MARIA TERESA VILLA FONTEDAMO 149.972,80 € 149.972,80 € 75
9942 2184163/22 ILARI CARLA CHIESA DI SANT’ANGELO IN MONTILIANO 54.000,00 € 54.000,00 € 64

INTERVENTI AMMESSI

DDS 90/BACU del 14 Marzo 2023 (Rettifica DDS 41/BACU del 14/02/2023)

PROGETTI AMMESSI - PNRR - M1C3 Investimento 2.2: Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale

ID DOMANDA

NUMERO PROTOCOLLO

SOGGETTO PROPONENTE

TITOLO DEL PROGETTO

CONTRIBUTO CONCEDIBILE

IMPORTO COMPLESSIV O PROGETTO

PUNTEGGIO

9813

2176462/22

LIGNINI LUCIA

Chiesa S. Antonio Abate

150.000,00 €

150.000,00 €

66

10630

2182253/22

PARROCCHIA DEI SANTI PIETRO E ORESTE IN CASAVECCHIA

Chiesa-Santuario S. Maria in Caspriano

150.000,00 €

197.514,60 €

63

PROCEDURE

Fasi operative per i progetti ammessi:

  • Pubblicazione decreti di ammissione consultabili al sito https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Cultura/Bandi-di-finanziamento/id_9241/5615
  • Comunicazione di ammissibilità con richiesta di documentazione integrativa
  • Acquisizione CUP - Codice Unico Progetto
  • Registrazione RNA - Registro Nazionale Aiuti
  • Verifiche sulle autodichiarazioni
  • Pubblicazione decreto di concessione contributo
  • Sottoscrizione dell’atto d’obbligo connesso all’accettazione del finanziamento concesso dalla Regione, come da nota MiC n. 34719 del 28/10/2022 e rispettivi allegati
  • Apertura piattaforma SmartBandi

 

Eventuali richieste di chiarimenti possono essere inoltrate al Settore Beni e Attività Culturali, scrivendo alla casella e-mail dedicata architettura_rurale@regione.marche.it o rivolgendosi all’Arch. Michele Romoli tel. 071 806 2506 il martedì dalle 9:30 alle 13:00 e il giovedì dalle ore 9:30 alle ore 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00.

<