Cultura

Contatti

Servizio Sviluppo e Valorizzazione delle Marche
P.F. Beni e attività culturali

Dirigente Simona Teoldi
Fax 0731 806 2318
funzione.beniattivitaculturali@regione.marche.it
regione.marche.funzionebac@emarche.it

Funzionario di riferimento: 
Paola Marchegiani
paola.marchegiani@regione.marche.it
Tel. 071 806 2127

Eventi nelle zone del sisma 2018 (D.M. 131/18)

Spettacolo dal vivo per la ripartenza nei territori interessati dal sisma

La Regione, in successione con i progetti già avviati a partire dal 2017 e in parte ancora in svolgimento, con la DGR 881/18 in attuazione del DM 131/18:

  • Mantiene il sostegno a Risorgimarche (16 concerti gratuiti in altrettanti siti suggestivi dell'area del cratere, da parte di artisti italiani di fama internazionale che gratuitamente aderiscono all’iniziativa).
  • Riconferma l'attenzione riservata allo Sferisterio Opera Festival quale evento di punta per lo spettacolo dal vivo, con forza identitaria e attrattiva di riferimento per l'intero territorio del cratere. 
  • Riconosce un sostegno ad individuazione diretta per le realtà del volontariato organizzato che operano nel settore dello spettacolo dal vivo caratterizzate da una diffusione capillare nel territorio e da una propria tradizione di formazione ed educazione allo spettacolo e alla musica. 
  • Attiva una misura a sé stante gestita con la collaborazione del Consorzio Marche Spettacolo che raggruppa tutte le realtà più significative del sistema regionale dello spettacolo dal vivo nelle Marche in particolare gli enti sostenuti anche dal Mibact tramite FUS, per dare attenzione ai professionisti dello spettacolo che operano nel territorio e le esperienze consolidate e operanti già prima del sisma, che consentivano e possono consentire opportunità di nuova ripartenza, di lavoro artistico qualificato, nonché occasioni di lavoro tecnico correlato alle produzioni di spettacolo. 
  • Assegna risorse all'animazione territoriale di spettacolo, programmata seguendo sia l'iniziativa delle Amministrazioni comunali dei territori del sisma, secondo una procedura di individuazione tramite avviso pubblico, sia attraverso un progetto di circuitazione, che consenta forme di ottimizzazione a rete delle proposte, e che viene curato da Amat, in quanto ente riconosciuto e operante come 'circuito multidisciplinare' regionale.

La Legge 175 ha autorizzato la spesa di 4 milioni di euro per le attività nei territori colpiti dal sisma del centro Italia e rifinanzia il fondo già previsto nel 2017 in attuazione del Mille proroghe. Il D. M. 131/18:

  • Rende attuativa la spesa ed assegna i fondi alla Regione Marche per complessivi € 2.036.000,00, per la progettazione di specifici interventi 'volti a rivitalizzare il tessuto economico e sociale, e a ricostruire l'attrattività del territorio mediante iniziative culturali di spettacolo che prevedano attività ordinarie, con il coinvolgimento delle comunità locali, nonché la realizzazione di grandi eventi aggreganti, che coinvolgano anche personalità di rilievo del mondo dello spettacolo".
Individua:
  • I soggetti attuatori delle attività culturali di spettacolo dal vivo nei territori siano indicati tra i professionisti che operano nelle Regioni interessate dal sisma e in particolare, in via prioritaria, tra gli organismi finanziati nell'ambito del Fondo unico per lo spettacolo".
Specifica le finalità degli interventi:
  • Rafforzamento del tessuto economico e sociale favorendo le occasioni di aggregazione nei luoghi e nei centri urbani del territorio;
  • Ricostruzione dell’attrattività del territorio mediante iniziative culturali di spettacolo che prevedano attività ordinarie, favorendo anche il coinvolgimento delle comunità locali;
  • Realizzazione di grandi eventi aggreganti, che coinvolgano anche personalità di rilievo del mondo dello spettacolo;
  • Promozione di attività culturali di spettacolo dal vivo prioritariamente rivolte ai più giovani, anche in collaborazione col mondo della scuola;
  • Promozione di attività culturali di spettacolo dal vivo rivolte agli anziani, che costituiscono una quota significativa della popolazione rimasta nei territori colpiti.
Determina i criteri per l’assegnazione delle risorse:
  • Radicamento dell'iniziativa sul territorio;
  • Qualità artistica del progetto da realizzare;
  • Ricadute socio-economiche sul territorio del progetto, anche in termini di promozione turistica;
  • Connessione con il patrimonio culturale;
  • Sostenibilità del bilancio preventivo dell'iniziativa progettuale;
  • Capacità di fare sistema;
  • Innovazione progettuale.

La DGR approva lo schema di programma tra MiBACT e la regione per i progetti di attività culturali per il 2018 e consente l'individuazione dei progetti, anche alla luce delle procedure già attivate nel 2017 e delle progettualità già approvate.
Le misure in cui si articola il programma di sostegno prevede l'utilizzo di risorse straordinarie destinate a situazioni con i tratti della straordinarietà, senza creare fabbisogni strutturali che non sarebbero sostenibili nel tempo. Le misure previste nella DGR sono strutturate secondo tre distinti target che, traducono in obiettivi operativi le finalità e i criteri stabiliti dal D.M.:

  • Proposte culturali e di animazione socio-culturale con il coinvolgimento diretto delle comunità locali;
  • Proposte finalizzate a rendere attrattivi i territori, farli ripartire dal punto di vista turistico per le ricadute di animazione economica del territorio che questo genera;
  • Spettacolo come sostegno economico agli operatori di settore colpiti dalla crisi,

E’ a cura della Regione comunicare alla Direzione generale dello spettacolo, entro 90 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo, l'elenco delle attività ammesse a finanziamento e dei relativi soggetti attuatori, completo di preventivo dei costi da sostenere con le risorse assegnate dalla Direzione generale spettacolo. Contestualmente alla trasmissione di tale documentazione, la Regione chiede al Ministero l'erogazione di un'anticipazione delle suddette risorse pari al 70% dell'importo assegnato.

Con questo accordo la Regione si impegna a :

  • Concludere le attività, sostenute con le risorse assegnate dal Ministero, entro l'anno 2019;
  • Monitorare lo svolgimento del progetto realizzato dai soggetti attuatori;

Le quattro aree di attività dei progetti

1 Progetti di iniziativa regionale Eventi di particolare rilievo e rappresentativi dell'intero territorio regionale: Risorgimarche e Progetti di iniziativa Sferisterio Opera festival
Progetti di rete attuati da soggetti del volontariato organizzato del territorio che operano nello spettacolo e di particolare valore interdisciplinare
2 Progetti dei soggetti sostenuti FUS individuati mediante Consorzio Marche Spettacolo Sostegno ai progetti dei soggetti sostenuti dal FUS che operano nel cratere
Progetti nel cratere attuati da soggetti Fus della regione (PIR)
Progetto del Consorzio Marche Spettacolo di particolare rilievo sociale
Promozione generale e ufficio stampa per l'intero progetto
3 Avviso per i progetti dei Comuni e delle reti territoriali Destinati a singoli Comuni o reti di Comuni, anche rappresentate da una associazione con ruolo di soggetto attuatore
4 Circuito di offerta multidisciplinare per i territori Catalogo di proposte itineranti coordinato dal circuito regionale (Amat) che definirà date e localizzazioni di concerto con i Comuni

Atti e documenti

  • D.M. 28 febbraio 2018 n. 131
    Criteri di riparto e modalità di utilizzo delle risorse destinate ad attività culturali nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, per l'anno finanziario 2018
  • Elenco dei Comuni inseriti nel cratere sismico dal Governo (Allegato 1, Allegato 2, Allegato 2 bis, al DL 17 ottobre 2016 n.189 e Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 15 novembre 2016);
  • Legge 22 novembre 2017 n. 175 "Disposizioni in materia di spettacolo e deleghe al Governo per il riordino della materia" 
    Articolo 4 comma 3 "Per l'anno 2018, è altre sì autorizzata la spesa di 4 milioni di euro in favore di attività culturali nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, interessati dagli eventi simici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016,ripartiti secondo le medesime modalità previste dall'articolo 11, comma 3, quarto periodo, del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19";
  • Delibera Giunta Regionale n. 881 del 28 giugno 2018
    Approvazione dello schema di Accordo di Programma Mibact - Regione Marche per i progetti di attività culturali nei territori della Regione interessati dagli eventi sismici verificatisi dal 24 Agosto 2016.

Progetti dei Comuni e delle reti territoriali

Un'ampia quota di risorse stanziate dal Ministero viene riservata dalla Regione all'animazione territoriale di spettacolo e destinata ai singoli Comuni o reti di Comuni anche rappresentate da una associazione con ruolo di soggetto attuatore. 

La distribuzione delle risorse  alle iniziative delle Amministrazioni comunali dei territori del sisma è stata attuata attraverso  una procedura di individuazione tramite avviso pubblico. 

L'avviso è stato emanato con Decreto del Dirigente della P.F. beni e attività culturali n. 215 del 31 luglio 2018, si è chiuso in data 14 settembre 2018. Attualmente sono in atto le procedure di formulazione della graduatoria. 

 

MARCHEinVITA  - Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma

Il progetto MARCHEinVITA contiene tutte le iniziative organizzate nei territori e per i territori. E' realizzato dalla Regione Marche – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Consorzio Marche Spettacolo e AMAT, nell’ambito delle due aree di attività previste dalla DGR 881/18 a sostegno dei territori delle Marche interessati dagli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016:

2 Progetti dei soggetti sostenuti FUS individuati mediante Consorzio Marche Spettacolo Sostegno ai progetti dei soggetti sostenuti dal FUS che operano nel cratere
Progetti nel cratere attuati da soggetti Fus della regione (PIR)
Progetto del Consorzio di particolare rilievo sociale
Promozione generale e ufficio stampa per l'intero progetto
4 Circuito di offerta multidisciplinare per i territori Catalogo di proposte itineranti coordinato dal circuito regionale (Amat) che definirà date e localizzazioni di concerto con i Comuni