Regione Utile  /  Cultura  /  Spettacolo

Cultura

Spettacolo

Carmen interpretata da Eleonora Abbagnato- Balletto Palasport Eurosuole Forum di Civitanova Marche (foto di Enzo Cositore)
Carmen interpretata da Eleonora Abbagnato - Balletto Palasport Eurosuole Forum di Civitanova Marche (foto di Enzo Cositore)
Enrico IV interpretato da Franco Brecciaroli
Enrico IV interpretato da Franco Brecciaroli
FORM - Fondazione Orchestra Regionale delle Marche
FORM - Fondazione orchestra Regionale delle Marche
Re Lear interpretato da Michele Placido - Stagione 2014-2015 - Teatro Rossini di Pesaro
Re Lear interpretato da Michele Placido - Stagione 2014-2015 - Teatro Rossini di Pesaro
Arena Sferisterio di Macerata
Sferisterio di Macerata
Teatro della Fortuna di Fano
Teatro della Fortuna di Fano
Teatro dell'Aquila di Fermo
Teatro dell'Aquila di Fermo
Teatro Le Muse di Ancona
Teatro Le Muse di Ancona
Teatro Lauro Rossi di Macerata
Teatro Lauro Rossi di Macerata
Teatro Rossini  di Pesaro
Teatro Rossini di Pesaro
Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno
Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno

Le Marche vantano una lunga ed importante tradizione nel settore dello spettacolo dal vivo. Tanti sono i talenti e gli artisti che hanno reso celebre questa regione. Tanti sono i teatri ad uso pubblico che a partire dal secolo XVII sono stati costruiti e dove è germogliata una vera e propria civiltà dello spettacolo. Lo spettacolo dal vivo è parte integrante dell'identità culturale e sociale del territorio e riveste un ruolo centrale a livello economico e occupazionale.

Questo settore si  connota, per il numero e la diffusione di soggetti pubblici e privati  e per la  quantità di eventi prodotti e distribuiti, come un sistema economicamente e territorialmente complesso e variegato. Produce una quota importante di reddito alla persona e alle imprese, impiega personale qualificato proveniente dalle Università dalle Accademie e dalle scuole specializzate della regione; favorisce una economia indotta strettamente legata al settore turistico.
Non da ultimo, poi contribuisce a dare un' immagine di alto profilo culturale delle Marche nel mondo

Punto di forza del sistema spettacolo dal vivo marchigiano  è la capacità di tutti i soggetti coinvolti di attuare costantemente una politica di  valorizzazione della tradizione e al contempo  di apertura verso l'innovazione e le nuove forme di spettacolo: tutelare e sostenere ciò che deriva dalle esperienze del passato, dalla tradizione lirica -sinfonica e teatrale che ha contribuito alla costruzione dell'identità marchigiana e contemporaneamente favorire nuove esperienze artistiche e progettuali che consentano a nuove energie e talenti di emergere nello scenario culturale.

La Regione Marche con la Legge n. 11 del 3 aprile 2009 "Disciplina degli interventi regionali in materia di spettacolo"  ha definito la via di una governance  con al centro una programmazione il più diffusamente condivisa, il consolidamento della relazione con i soggetti e gli operatori del settore, la selezione di grandi eventi qualificati e qualificanti, la creazione di reti  e di partenariati per la condivisione di progetti innovativi e di ampio respiro.


Emanuela De santis, Marche - la regione dei teatri gioiello, La Repubblica Viaggi, 01 aprile 2016

Roberto Rizzente, Marche e Abruzzo, cosi vicine, cosi lontane, Hystrio - trimestrale di teatro e spettacolo, anno XXIX, 3/2016.

AA.VV, Marche Cultura - Periodico culturale della Regione Marche, Nel segno della cultura -Azioni e progetti 2010/2013, pp. 34-37, n. 5, febbraio 2014. (1,90 MB).

Lo spettacolo dal vivo nelle Marche. I soggetti, i numeri, la storia: un censimento, a cura di Renato Pasqualetti, Regione Marche Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali, Consorzio marche Spettacolo, Ancona, 2012. (24 MB)

AA.VV, Marche Cultura - Periodico culturale della Regione Marche, Cultura come risorsa come valore pp. 54-57, n. 4, febbraio 2011. (1,70MB).






 

Rete lirica Ancona e Jesi

Fondazione Teatro delle Muse

Fondazione Teatro delle Muse

Lirica - Attività liriche ordinarie

Fondazione Pergolesi Spontini

Fondazione Pergolesi Spontini

Lirica - Attività liriche ordinarie

Rete lirica Fano, Fermo e Ascoli Piceno

Fondazione teatro della Fortuna

Fondazione Teatro della Fortuna

Attività liriche ordinarie

Teatro Ventidio Basso

Teatro Ventidio Basso

Attività liriche ordinarie

Teatro dell'Aquila

Teatro dell'Aquila | Comune di Fermo

Attività liriche ordinarie

Marche concerti

Associazione Musicale Appassdionata

Associazione Musicale Appassionata

Musica classica - Programmazione attività concertistiche e corali

Società Amici della Musica ' Guido Michelli'

Società Amici della Musica "Guido Michelli"

Musica classica - Programmazione attività concertistiche e corali

Ente Concerti Pesaro

Ente Concerti di Pesaro

Musica classica - Programmazione attività concertistiche e corali

Rete jazz

 

Logo Residenze Marche Spettacolo

Le Residenze artistiche rappresentano un fattore di innovazione e di arricchimento per l’intero sistema dello spettacolo dal vivo al cui sviluppo contribuiscono in modo fondamentale attraverso la realizzazione di progetti sul territorio e per il territorio.  Il MiBACT, attraverso l'art. 45 “Residenze” del Decreto del 1 luglio 2014, ha previsto la stipula di specifici accordi di programma con le Regioni su progetti relativi all'insediamento, alla promozione e allo sviluppo del sistema delle Residenze artistiche. Sulla base dell' art. 45 “Residenze” è stata sancita un’Intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome.

Per il triennio 2015/2017 l’Intesa trova esecuzione nel Progetto Interregionale attraverso il quale Regioni e Province Autonome che aderiscono (Provincia Autonoma di Trento, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria) si sono prefisse, grazie al cofinanziamento del MiBACT, la realizzazione di attività aggiuntive rispetto a quelle prioritariamente sostenute con il finanziamento regionale, per  lo sviluppo e consolidamento di esperienze e sistemi regionali delle Residenze.

Il Progetto Interregionale triennale ruota intorno a due parole chiave: multidisciplinarità e interregionalità.  Si muove nella direzione di valorizzazione delle giovani generazioni e degli artisti emergenti, e realizzazione di progetti originali sui territori.  Nell'ambito del progetto la Regione Marche ha individuato nel Consorzio Marche Spettacolo, il soggetto attuatore di "Residenze Marche Spettacolo". Attualmente sono operativamente in fase di sviluppo 2 progetti di residenza ormai storici della nostra regione:

  • AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali per le strutture di “Civitanova Casa della Danza” (Foresteria Imperatrice Eugenia, Teatro Annibal Caro); 
  • Marche Teatro per le strutture di “Inteatro” (Foresteria e sala prove Villa Nappi, Teatro della Luna).


i soggetti del Progetto interregionale

 

Sito MiBACT

 

Sito nazionale progetto Residenze artistiche

 

Sito CMS Consorzio Marche Spettacolo

 

Blog Residenze marche spettacolo

 

Sito AMAT

 

Sito Marche Teatro






  • Ascoli Piceno Teatro Ventidio Basso
  • Ascoli Piceno   

    Nel territorio della provincia di Ascoli Piceno ci sono 11 strutture attive per gli spettacoli dal vivo compresi i teatri storici.

    Schede Teatri Storici
    Schede tecniche





  • Macerata Teatro Rossi
  • Macerata  

    Nel territorio della provincia di Macerata ci sono 26 strutture attive per gli spettacoli dal vivo compresi i teatri storici.

    Schede Teatri Storici
    Schede tecniche




  • Pesaro Teatro Rossini
  • Pesaro Urbino  

    Nel territorio della provincia di Macerata ci sono 13 strutture attive per gli spettacoli dal vivo compresi i teatri storici.

    Schede Teatri Storici
    Schede tecniche

Primario Interesse Regionale

I soggetti di Primario interesse Regionale (P.I.R.), riconosciuti con la Legge Regionale 11/09, sono trasversali a più settori, e rivestono con la loro lunga tradizione un ruolo fondamentale nel sostenere e  tutelare l'identità culturale delle Marche.

Hanno tutti un riconoscimento MiBACT

Soggetti singoli (Funzioni di servizio di scala regionale)

Logo Marche Teatro

Consorzio Marche Teatro 

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. c) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Art. 11 DM 1/07/2014

Polo teatrale regionale (art. 37, l.r. 36) per la produzione teatrale, del teatro per ragazzi e per la formazione. Ente strumentale del Comune di Ancona, cura anche la stagione teatrale di Ancona e coopera con Fondazione Muse per la realizzazione della stagione lirica 

Logo AMAT - Associazione Marchigiana attività teatrali

Associazione Marchigiana Attività Teatrali

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. a) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Art. 40 DM 1/07/2014 

Orchestra stabile regionale per la produzione sinfonica e di supporto alla produzione della lirica. Costituita con legge regionale nel 2003 è partecipata dalla Regione e da 5  Comuni, cura le stagioni sinfoniche in diversi teatri regionali 
Logo Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. b) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Art. 20 DM 1/07/2014

La FORM, Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, è il soggetto giuridico che, dal giugno 2003, gestisce l'attività dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Soggetti in Rete (Produzione lirica, teatri di tradizione e festival)

Rossini Opera Festival

Rossini Opera Festival

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. d) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Art. 25 DM 1/07/2014

Fondazione promossa dal Comune di Pesaro, dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, dalla Banca dell'Adriatico e dalla Fondazione Scavolini. Il Festival si avvale della collaborazione scientifica della Fondazione Rossini ed è membro di Opera Europa.

Logo Sferisterio - macerata Opera Festival

Macerata Opera Festival 

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. d) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Art. 19 DM 1/07/2014

L’Associazione Arena Sferisterio, costituita dal Comune di Macerata e dalla Provincia di Macerata, promuove e organizza la stagione lirica del Macerata Opera Festival.

Logo Fondazione pergolesi Spontini

Fondazione Pergolesi Spontini

Riconoscimento Regionale Art. 9 lett. d) Legge Regionale 11/09 Riconoscimento statale Artt. 19 e 25 DM 1/07/2014

Fondazione partecipata dal Comune di Jesi e Maiolati Spontini. Promuove e valorizza l'opera dei due compositori marchigiani da cui prende il nome, organizza il Festival Pergolesi Spontini e la Stagione lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi. 


Consorzio Marche Spettacolo

Logo Consorzio marche Spettacolo

Il Consorzio Marche Spettacolo, operativo dal 2011, è l'organismo che riunisce i soggetti operanti nello spettacolo dal vivo nella regione Marche. Nato grazie ad un intenso lavoro di confronto tra i soggetti interessati, è la reale risposta alla volontà di dar vita ad un coordinamento del comparto dello spettacolo dal vivo. Il Consorzio ha lo scopo di garantire la migliore funzionalità e lo sviluppo del sistema regionale dello spettacolo nonché la sua razionalizzazione e la riduzione dei costi di gestione e di funzionamento.ma soprattutto promuovere nuove opportunità di sviluppo e di lavoro del settore.

Enti promotori

Enti partecipanti

Enti aderenti

Progetti e iniziative

S.IN.C. - Spettacolo Innovazione Creatività
S.IN.C. è il progetto del Distretto Culturale Evoluto marchigiano coordinato dal Consorzio Marche Spettacolo.  che mira a contribuire alla realizzazione di una prospettiva di sviluppo di territoriale culture driven, capace di sfruttare al meglio le caratteristiche del contesto regionale e di stimolare in maniera significativa il potenziale di crescita del sistema culturale e creativo.
Il progetto si caratterizza per una sfera di azione innovativa, multidisciplinare e intersettoriale.
Blog del progetto

LA RETE LIRICA DELLE MARCHE
Con la firma del Protocollo d’Intesa si è costituita, il 25/10/2014, la Rete Lirica delle Marche: un sistema regionale a sostegno dei Teatri di Lirica Ordinaria, composta in prima istanza dai teatri di Ascoli, Fano, Fermo e dalla FORM, supportata ed agevolata dal Teatro di Tradizione di Macerata e dal Rossini Opera Festival. La Rete rappresenta il primo caso italiano di sistema tra teatri che svolgono attività di lirica ordinaria ed è un virtuoso esempio di collaborazione tra questi ed i Teatri di Tradizione (Macerata), i Festival (Rossini Opera Festival) e l’ICO (FORM). Obiettivo è favorire la produzione lirica da parte dei teatri marchigiani e l’utilizzo delle masse artistiche/tecniche regionali. La Rete individua nella FORM (Istituzione Concertistica Orchestrale istituita dalla Regione e riconosciuta dallo Stato) la naturale orchestra di riferimento del circuito, pur tenendo presente che nelle Marche operano organici artistici qualificati e radicati in precisi contesti territoriali da coinvolgere nella Rete.
 
RESIDENZE MARCHE SPETTACOLO
Residenze Marche Spettacolo è parte di un progetto interregionale, predisposto dalla Commissione Beni e Attività Culturali delle Regioni e delle Province autonome e dal MiBACT, in attuazione dell’art. 45 “Residenze” del Decreto Ministeriale del 1 luglio 2014, che mira a contribuire all'insediamento, alla promozione e allo sviluppo del sistema delle residenze artistiche quali esperienze di rinnovamento di processi creativi, della mobilità, del confronto artistico e di qualificazione della domanda.
La Regione Marche ha individuato il Consorzio Marche Spettacolo, quale soggetto attuatore del progetto.
In sede di prima attuazione ci si è concentrati sullo sviluppo di 2 progetti di residenza ormai storici della nostra regione, curati dai Consorziati:

  • AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali per le strutture di “Civitanova Casa della Danza” (Foresteria Imperatrice Eugenia, Teatro Annibal Caro);
  • Marche Teatro per le strutture di “Inteatro” (Foresteria e sala prove Villa Nappi, Teatro della Luna).
    Per la prima annualità di progetto è stato messo a punto un programma di 6 residenze e 6 spettacoli, oltre a una miriade di occasioni di eventi di formazione del pubblico che mirano allo sviluppo delle residenze correlate alle strutture coinvolte.

La seconda annualità del progetto è in fase di attivazione.

Sito nazionale del progetto 
Sito del progetto regionale

#OPEN_ART – Servizio Civile Regionale Marche - Garanzia Giovani

Ideato dal Consorzio Marche Spettacolo in co-progettazione con AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali, #open_art  è un progetto per il Servizio Civile Regione Marche – Garanzia Giovani, della durata di 12 mesi che si concentra sulla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale regionale, sia esso situato nelle città sia nei centri storici minori. L’obiettivo è quello dell’ampliamento della fruizione e la maggiore accessibilità al pubblico di teatri, siti e musei archeologici, spesso chiusi a causa della carenza di personale qualificato o di risorse. Il fulcro di #open_art consiste nell'utilizzo di siti e musei archeologici per rappresentazioni teatrali, concepite come occasioni di riqualificazione, visibilità e fruizione più ampia e consapevole da parte della collettività. Ulteriore elemento caratterizzante è la sperimentazione di forme di gestione efficiente dei teatri basate su metodi innovativi di programmazione degli spazi per artisti e pubblico. Con questo progetto si mira a creare 10 figure professionali qualificate di raccordo, coordinamento ed accoglienza, in grado di porsi come reale medium tra il patrimonio artistico-culturale e la collettività.
Blog del progetto

Fondazione G. Rossini

Fondazione Rossini logo


Nel 1869 il Comune di Pesaro entra in possesso dell'eredità lasciatagli da Gioacchino Rossini con testamento del 5 luglio 1868, con la quale istituisce il Liceo Musicale che nel giugno 1869 viene riconosciuto Corpo Morale. Con la Convenzione del 1940 il Liceo Musicale diviene Conservatorio Statale di Musica G. Rossini, mentre l'Ente Morale, al quale il Comune aveva conferito la proprietà e la gestione del patrimonio ereditato dal Maestro, prende il nome di Fondazione Gioacchino Rossini.

La Fondazione Rossini non ha scopo di lucro. Le sue finalità sono il sostegno dell'attività del conservatorio musicale, lo studio e la diffusione nel mondo della figura, della memoria e delle opere di Rossini. L'opera omnia in edizione critica, costituisce il maggiore impegno editoriale che la Fondazione svolge in collaborazione con Casa Ricordi cui è affidata la distribuzione delle Edizioni, la stampa degli spartiti e delle parti orchestrali e corali. Scopo dell'edizione critica non è soltanto quello di per sé valido di compiere un'operazione di restauro filologico con la pubblicazione e quindi la trasmissione di tutto il materiale autentico, ma anche quello di restituire al pubblico la produzione rossiniana, in passato limitata a pochi titoli di repertorio.

Il collegamento con il Rossini Opera Festival, che mette in scena le opere del Maestro in edizione critica, permette la verifica immediata e dal vivo del lavoro svolto, all'interno di una dimensione di laboratorio sperimentale che costituisce un caso pressoché unico nella vita musicale non solo italiana, ma internazionale. Fondazione Rossini, Casa Ricordi e Rossini Opera Festival fanno parte del Comitato della Restituzione rossiniana. La Fondazione pubblica inoltre un suo periodico che ospita contributi scientifici di carattere musicologico, il Bollettino del Centro Rossiniano di Studi, e integra l'Opera Omnia con la pubblicazione dell'Epistolario rossiniano a cura di Bruno Cagli e Sergio Ragni e delle Collane Saggi e Fonti, oltre a I libretti di Rossini e Iconografia rossiniana.

L'attività della Fondazione si realizza con il contributo del Comune di Pesaro, della Regione Marche, dell'Amministrazione provinciale di Pesaro e Urbino, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Altri soggetti di rilievo nazionale

Orchestra Sinfonica G. Rossini

Orchestra Sinfonica G. Rossini

(Complessi strumentali - Art. 22 c. 1 D.M. 7/2014)

L'Orchestra Sinfonica G. Rossini (OSR) ha doppia sede a Pesaro e a Fano, riconosciuta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact),  è ideatrice, organizzatrice ed interprete di Sinfonica 3.0, stagione sinfonica di spicco a livello nazionale. Molto attenta alla formazione dei giovani: organizza progetti e concorsi a loro dedicati.

Associazione culturale Aenigma

Associazione culturale cittadina universitaria Aenigma

(Teatro civile - Art 43 c. 1 D.M. 7/2014 )

Promuove progetti di studio e ricerca in ambito teatrale universitario internazionale ed  Educativo Inclusivo. Svolge, presso l’Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo",  attività di ricerca nel campo della pedagogia teatrale e del Teatro per ragazzi e giovani.  Attua iniziative di carattere pedagogico per la scuola e il territorio.

Compagnia dei Folli

Compagnia dei Folli

(Impresa di produzione teatro di strada - Art 14 c. 6 D.M. 7/2014)

Impresa di produzione che si dedica alla creazione di spettacoli di teatro di strada e d'immagine da più di 30 anni. Si inspira al grallatores, ai mimi e al cantastorie raccontando storie e leggende adatte ad un pubblico di ogni età e di carattere internazionale.

ATGTP

Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata - ATGTP

(Impresa di produzione di teatro di innovazione nell'ambito del teatro per l'infanzia e la gioventù - Art. 14 c. 3 D.M. 7/2014)

L’ATGTP, lavora nel settore del Teatro rivolto ai giovani  in ambito regionale e nazionale. Le due iniziative di punta, la RASSEGNA NAZIONALE DI TEATRO DELLA SCUOLA e la STAGIONE DI TEATRO RAGAZZI di JESI.
L’ambito di riferimento di tali strutture è rappresentato nel caso dell’ATG dal Teatro Educazione e nel caso del Teatro Pirata dal Teatro Ragazzi professionale. 

Comune di Montegranaro

Comune di Montegranaro

(Rassegne e Festival teatro di strada - Art. 18 c. 3 D.M. 7/2014)

Ente locale che promuove  lo sviluppo e la diffusione delle attività del teatro di strada attraverso rassegne e festival

Circo el Grito

Sistema 23 - Circo el Grito

(Attività circense e di circo contemporaneo - Art 33 c. 2 D.M. 7/2014)

Compagnia che svolge attivittà circense e di circo contemporaneo dal 2007. Primo esempio italiano di circo contemporaneo sotto tendone che dal 2011 gestisce come un teatro itinerante, con una sezione di produzione ed una di ospitalità coinvolgendo più di 60 compagnie italiane ed estere. Presente alla maggior parte dei Festival nazionali e internazionali con i suoi progetti.