martedì 23 ottobre 2018  18:02 

Il 16 ottobre 2018, la Commissione Europea ha pubblicato la relazione 2018 sul monitoraggio del settore dell'istruzione e della formazione, mettendo in evidenza le principali sfide dei sistemi di istruzione europei.

Con un confronto internazionale e le analisi dei singoli paesi, il monitoraggio dell'istruzione e della formazione aiuta ad alimentare il dibattito su temi prioritari per l'istruzione e a comprenderne limiti e potenzialitàBasandosi su una vasta gamma di fonti quantitative e qualitative, il monitoraggio comprende, infatti, dati Eurostat, studi e indagini dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) nonché l'analisi dei sistemi di istruzione da parte della rete Eurydice


La nuova edizione è stata presentata da Tibor Navracsics, Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, in occasione di un seminario di apertura nel quartier generale della Commissione a Bruxelles. L'edizione 2018 mostra ancora una volta come gli Stati membri abbiano compiuto dei progressi nella realizzazione dei loro obiettivi principali. Restano tuttavia delle differenze sia tra paesi che all'interno degli stessi, cosa che evidenzia l'urgenza di avanzare ulteriori riforme. Secondo i dati analizzati, infatti, la percentuale di studenti che abbandonano la scuola senza un diploma è sì scesa al 10,6% nel 2017, ma più di 1 studente su 10 continua ad avere difficoltà nel progredire all'interno del percorso di studio e, ancor più, ad entrare nel mondo del lavoro


Inoltre, anche se nel 2016 i finanziamenti pubblici nel settore dell'istruzione sono aumentati dello 0,5% rispetto al 2015, tuttavia sono ancora molti gli Stati membri che non investono in modo adeguato nell'istruzione, in particolare rispetto a prima dell'inizio della crisi economica.

 

Sito web Relazione del Monitoraggio: http://ec.europa.eu/education/

Per saperne di piùhttp://europa.eu/