Text/HTML

Call us now
+123 456 7890

Attività Produttive

Contatti

PF Programmazione Integrata Commercio Cooperazione e Internazionalizzazione

Via Tiziano, 44 60125 Ancona Palazzo Leopardi 

TEL: 071-8063691 // FAX: 071-8063028

 

Mail : commercio@regione.marche.it

PEC: regione.marche.intercom@emarche.it


Carburanti

Carburanti

le benzine, il gasolio, il GPL, il gas metano, l’olio lubrificante e tutti gli altri carburanti conformi ai requisiti tecnici indicati per ciascun carburante nelle tabelle della commissione tecnica di unificazione dell’autoveicolo (CUNA);

Rete di distribuzione di carburanti per autotrazione 

l’insieme dei punti di vendita eroganti benzine, gasoli, gas di petrolio liquefatto (GPL), metano, nonché tutti i carburanti per autotrazione in commercio ivi comprese le colonnine per l’alimentazione di veicoli elettrici, esclusi gli impianti all'interno di aree portuali e aeroportuali destinati ai natanti, agli aereomobili, per motovela e motopesca e quelli ad uso privato collocati in areedi proprietà privata;

Distributore

l’insieme delle attrezzature che permettono il trasferimento del carburante dal serbatoio dell’impianto al serbatoio del mezzo, misurando contemporaneamente i volumi o la quantità trasferiti, composto da:

  • una o più pompe o altro sistema di adduzione;
  • uno o più contatori o misuratori del volume di carburante erogato;
  • un dispositivo per la quantificazione dell’importo da pagare;
  • una o più pistole o valvole di intercettazione;
  • le tubazioni che li connettono;

http://www.commercio.marche.it/Macroaree/Carburanti.aspx

Gli impianti autostradali e stradali, compresi quelli ad uso privato, devono essere sottoposti a collaudo, prima di essere posti in esercizio. 

La richiesta di collaudo deve essere inoltrata dagli interessati rispettivamente alla Regione e al Comune competente per territorio, che entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta convocano la commissione di collaudo, che entro i trenta giorni successivi effettua il collaudo.

La commissione di collaudo è costituita da un rappresentante dell’Agenzia delle dogane, da un rappresentante del Comando provinciale dei vigili del fuoco competente per territorio, da un rappresentante della struttura regionale competente in materia di commercio e da un rappresentante comunale.

Ai componenti la commissione spetta, per ogni collaudo, un rimborso spese forfettario a carico della ditta richiedente, il cui importo e le cui modalità di pagamento sono stabilite dalla Giunta regionale.

Il collaudo è obbligatorio per i nuovi impianti, i potenziamenti, i trasferimenti, nonché per le seguenti modifiche:
  • aggiunta di distributori per prodotti già autorizzati;
  • aumento del numero e della capacità di stoccaggio dei serbatoi;
  • installazione dei dispositivi self-service pre-pagamento.

Le modifiche non soggette a collaudo devono essere realizzate nel rispetto delle norme di sicurezza e di quelle fiscali, documentato da un’attestazione, rilasciata da tecnico abilitato, da trasmettere alla Regione e al Comune, al Comando provinciale dei vigili del fuoco e all'Agenzia delle dogane.

Il titolare dell'impianto in attesa di collaudo può richiedere alla Regione o al Comune,  l’autorizzazione all'esercizio provvisorio dell’impianto fino all'effettuazione del collaudo medesimo. 

La domanda va  presentata alla Regione o al Comune competente, unitamente alla perizia giurata a firma di un tecnico abilitato attestante il rispetto delle norme vigenti.

http://www.commercio.marche.it/Macroaree/Carburanti/Collaudodegliimpianti.aspx 

http://www.commercio.marche.it/Macroaree/Carburanti/Distributoriautostradaliereteordinaria.aspx

 

Vigilanza e controlli

L'attività di vigilanza è svolta  dalla Regione e dai Comuni. I titolari delle concessioni e delle autorizzazioni sono tenuti a consentire agli incaricati il libero accesso agli impianti, nonché a fornire tutte le informazioni richieste.

I  controlli di natura fiscale e quelli attinenti alla tutela della sicurezza e incolumità pubblica, nonché alla sicurezza sanitaria, ambientale e stradale sono demandati alle amministrazioni competenti.

Sanzioni

È soggetto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.500,00 ad euro 15.000,00 colui che:

  • installa o mantiene in esercizio un impianto senza autorizzazione;
  • procede ad una modifica dell’impianto o ne modifica la composizione in mancanza di autorizzazione o di comunicazione;
  • non rispetta il termine di esecuzione lavori;
  • installa un impianto ad uso privato senza autorizzazione o fornisce carburante a veicoli non rientranti nell'autorizzazione medesima;
  • rifornisce utenti sprovvisti di recipienti mobili conformi alle norme di sicurezza o operatori privi di autorizzazione; per recipienti mobili con quantitativi inferiori a litri 30 si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 150,00 ad euro 300,00;
  • attiva l’impianto prima dell’effettuazione del collaudo.


http://www.commercio.marche.it/Macroaree/Carburanti/VigilanzaControlloSanzioni.aspx