PSR 2014-2020

Programma di sviluppo rurale Regione Marche 2014-2020

Comitato di sorveglianza

I Comitati di sorveglianza (Cds) sono organismi istituiti da ogni Stato membro dell’Unione europea (Ue) in collaborazione con l'Autorità di gestione (Adg). Hanno il compito di assicurare l'efficienza e la qualità dell'esecuzione degli interventi comunitari.

 

Il Cds del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche ha, quindi, il compito di controllare l’effettiva attuazione e i progressi compiuti nella realizzazione degli obiettivi del PSR.

Il Cds è stato istituito dalla Giunta regionale, d’intesa con l’Adg. La sua composizione comprende diversi attori istituzionali regionali e nazionali, i rappresentanti delle Adg del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), del Fondo sociale europeo (Fse) e del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca fondi (Feamp) e numerosi rappresentanti territoriali, tra i quali: cooperative, sindacati, Gruppi di azione locali (Gal) regionali, associazioni interprofessionali, imprese agromeccaniche, organizzazioni non governative (Ong). Ai lavori del Comitato possono anche partecipare, di propria iniziativa e con funzioni consultive, i rappresentanti della Commissione europea.

 

Cosa fa?

  • si riunisce almeno una volta l’anno per valutare l’attuazione del PSR e i risultati del programma
  • è consultato ed emette un parere, se lo ritiene opportuno, sulle eventuali modifiche del programma proposte dall’Adg
  • può formulare osservazioni all’Adg su attuazione e valutazione del programma e controlla le eventuali azioni intraprese in seguito alle osservazioni fatte
  • è consultato in merito ai criteri di selezione degli interventi scelti dall’Adg e che possono essere riesaminati dal Cds, in base alle esigenze della programmazione
  • esamina le attività e i prodotti relativi ai progressi nell’attuazione del piano di valutazione del programma
  • esamina le azioni del programma relative all’adempimento delle condizionalità ex-ante
  • partecipa alla Rete rurale nazionale per scambiare informazioni sull’attuazione del programma
  • esamina e approva le relazioni annuali sull’attuazione del programma prima che vengano trasmesse alla Commissione europea


Approfondimenti

Il Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Marche.

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.

Membri

 

Per il Programma di sviluppo rurale (PSR) Marche 2014-2020 sono stati nominati i seguenti membri del Comitato di sorveglianza:
  • Assessore all’agricoltura
  • Autorità di gestione del PSR, in qualità di presidente del comitato
  • Dirigente della posizione di funzione (P.F.) "Competitività e multifunzionalità dell'impresa agricola e SDA di Fermo - Ascoli Piceno" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Programmazione, sviluppo delle aree rurali, qualità delle produzioni e SDA di Macerata" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Interventi nel settore forestale e dell'irrigazione e SDA di Ancona" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Innovazione, agricoltura a basso impatto e SDA di Pesaro" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Valutazioni e autorizzazioni ambientali e protezione naturalistica" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Informatica e crescita digitale" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Bilancio e programmazione nazionale e comunitaria", in qualità di responsabile dell’Autorità di gestione del Fesr o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Bilancio e programmazione nazionale e comunitaria", in qualità di responsabile dell’Autorità di gestione del Fse o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Economia ittica" in qualità di Organismo intermedio dell’Autorità di gestione del Feamp o suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente P.F. "Difesa del suolo e della costa" o suo sostituto designato di volta in volta
  • Dirigente del Servizio "Protezione civile" o un suo sostituto designato di volta in volta
  • Rappresentante della Commissione Pari Opportunità della regione Marche
  • Rappresentante del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali
  • Rappresentante del Ministero dell’economia e delle finanze
  • Rappresentante del Ministero dell’ambiente e tutela del territorio e del mare
  • Rappresentante dell’organizzazione agricola professionale Coldiretti Marche
  • Rappresentante dell’organizzazione agricola professionale Copagri Marche
  • Rappresentante dell’organizzazione agricola professionale C.I.A Marche
  • Rappresentante dell’organizzazione agricola professionale Confagricoltura Marche
  • Rappresentante della Cooperativa regionale Legacoop Marche
  • Rappresentante della Cooperativa regionale Confcooperative Marche
  • Rappresentante della Cooperativa regionale AGCI Marche 
  • Rappresentante della Cooperativa regionale UNCI Marche 
  • Rappresentante del sindacato dei lavoratori agricoli CGIL Marche 
  • Rappresentante del sindacato dei lavoratori agricoli CISL Marche 
  • Rappresentante del sindacato dei lavoratori agricoli UIL Marche
  • Rappresentante dei gruppi di Azione Locale (GAL) regionali 
  • Rappresentante delle Unioni volontarie dei Comini montani della regione Marche 
  • Rappresentante delle Unioni volontarie dei Comuni della regione Marche
  • Rappresentante dell’Associazione Nazionale dei Comuni italiani (ANCI) - sezione Marche 
  • Rappresentante della Federazione regionale imprese di meccanizzazione agricola (FRIMA)
  • Rappresentante dell’Unione regionale delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura
  • Rappresentante dell’Ordine regionale dei dottori agronomi e dottori forestali
  • Rappresentante del Collegio interprovinciale Marche degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati
  • Rappresentante del Collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati di Pesaro Urbino, Ancona, Macerata
  • Rappresentante delle Associazioni ambientaliste operanti a livello regionale
  • Rappresentante delle Università regionali
  • Rappresentante dell’Università di Ancona che si occupa di cambiamenti climatici
  • Rappresentante dell’Università di Camerino che si occupa di cambiamenti climatici
  • Rappresentante dell’Università di Macerata che si occupa di cambiamenti climatici
  • Rappresentante dell’Università di Urbino che si occupa di cambiamenti climatici
  • Rappresentante dell’Associazione Bancaria Italiana

Partecipano a titolo consultivo:

  • Rappresentante della Commissione europea (Dg agricoltura e sviluppo rurale) 
  • Rappresentante dell’organismo pagatore (Agea)