PSR 2014-2020

Programma di sviluppo rurale Regione Marche 2014-2020

Il programma

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento di programmazione comunitaria basato su uno dei fondi strutturali e di investimento europei (fondi Sie): il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr).

I finanziamenti provenienti dal Feasr si aggiungono a quelli nazionali e regionali con l’obiettivo di sostenere e finanziare gli interventi del settore agricolo - forestale e accrescere lo sviluppo delle aree rurali. Il Feasr, infatti, contribuisce alla realizzazione della Strategia Europa 2020, promuovendo lo sviluppo rurale sostenibile nell'Unione europea (Ue) e lo sviluppo del settore agricolo per raggiungere un maggiore equilibrio territoriale e ambientale, che significa anche più̀ competitività e innovazione.

processo di definizione delle priorità del PSR

In particolare, sulla base dei Piani strategici nazionali, ogni Regione italiana ha elaborato, per il periodo di programmazione 2014-2020, il proprio PSR per:

  • definire, sulla base dei fabbisogni regionali, gli obiettivi da realizzare nel settennio
  • fissare misure e sottomisure da mettere in atto
  • individuare attività e aree territoriali che possono ottenere i finanziamenti
  • stabilire le modalità di erogazione degli aiuti

 

Il PSR Marche è il risultato di un lungo lavoro, iniziato nel 2013, di raccordo e interazione tra l’Autorità di gestione (Adg) del PSR e i principali soggetti coinvolti nel processo di programmazione. Questa attività si è svolta attraverso riunioni, tavoli di lavoro con referenti regionali e partenariato e valutazioni ambientali che hanno portato alla definizione dei fabbisogni regionali e all’individuazione delle aree di intervento territoriali. I fabbisogni individuati e la loro rilevanza hanno determinato la scelta di attivare tutte le 6 priorità di intervento definite dall’Ue.

Le 6 priorità sono state declinate in misure, sottomisure e operazioni, determinate in funzione delle specificità e dei fabbisogni regionali emersi.

La messa a punto del programma è realizzata principalmente a livello regionale, ma sono previsti importanti momenti di raccordo con la Commissione europea (Ce). Il PSR è stato approvato dalla Regione Marche e dalla Commissione europea a luglio 2015 e poi modificato a febbraio e a settembre 2017. La versione del programma attualmente in uso (PSR 3.0) è quella approvata dalla Commissione europea con decisione n. 7524 dell'8 settembre 2017.

 

Il PSR Marche prevede investimenti per 537,96 milioni di euro (232 milioni di euro dal bilancio dell’Ue e 306 milioni di euro di cofinanziamento nazionale), destinati a:

  • competitività dell’agricoltura marchigiana
  • gestione sostenibile delle risorse naturali
  • mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici
  • innovazione e sviluppo inclusivo delle zone rurali

 

A seguito degli eventi sismici che hanno colpito Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio, in sede di Conferenza Stato Regioni del 22 giugno 2017, è stata decisa l’istituzione di un fondo di solidarietà: alle Marche sono stati assegnati 159 milioni, all’Umbria 51 milioni, all’Abruzzo 46 milioni e al Lazio 42 milioni.

Il trasferimento di solidarietà ha reso quindi necessaria una rimodulazione del Programma, mediante l'approvazione della versione 3.0.

 

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Marche.

Allegati al PSR Marche 2014-2020:

 

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.

Obiettivi

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) definisce strumenti, obiettivi e risorse finanziarie partendo dalla valutazione dei fabbisogni regionali con lo scopo di conseguire i cosiddetti obiettivi tematici (Ot): 11 obiettivi trasversali a tutti i fondi strutturali e di investimento europei (fondi Sie). In particolare, il regolamento europeo n. 1305/13 stabilisce per il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr6 priorità di intervento, suddivise in 18 focus area (Fa), che operano nell’ambito degli 11 Ot.

I fabbisogni regionali sono stati specificati nel 2013 dopo un’intensa attività preparatoria che ha coinvolto tutto il partenariato e ha portato anche all’individuazione degli obiettivi specifici del PSR Marche 2014-2020, nell’ambito delle diverse focus area (Fa).

 

Il PSR Marche 2014-2020 si basa, quindi, su una serie di obiettivi specifici strategici, nati dall’analisi dei fabbisogni regionali e suddivisi per priorità e focus area (per il dettaglio delle Fa vedi il capitolo 5 del PSR Marche 2014-2020).

 

Obiettivi specifici - priorità 1 (innovazione e conoscenze):

  • stimolare l’apprendimento continuativo e la formazione professionale degli imprenditori e degli operatori delle aree rurali per adeguare le loro competenze a uno sviluppo sostenibile delle aree rurali
  • sviluppare le conoscenze di base degli addetti al settore agricolo, forestale e alimentare, in particolare su innovazione e cooperazione
  • rafforzare le relazioni tra il mondo della ricerca e le imprese agricole, forestali e alimentari per aumentare il livello di innovazione produttivo e organizzativo
  • favorire l’accesso delle imprese agricole a servizi specialistici per supportare le loro scelte in un’ottica di sviluppo sostenibile

 

Obiettivi specifici - priorità 2 (competitività e sviluppo):

  • sostenere la ristrutturazione e l’ammodernamento delle aziende agricole marchigiane per migliorare la loro competitività attraverso il miglioramento delle produzioni agricole e la diversificazione delle attività
  • incoraggiare e sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali da parte di giovani agricoltori

 

Obiettivi specifici - priorità 3 (filiere):

  • sostenere la partecipazione degli agricoltori a regimi di qualità, mercati locali, filiere corte e altre associazioni/organizzazioni di produttori per migliorare la competitività
  • favorire l’accesso delle imprese agricole a regimi di gestione del rischio ed esercizi connessi

 

Per la priorità 4 (ecosistemi) gli obiettivi specifici sono focalizzati ad assicurare che una quota di foreste e altre superfici boschive siano oggetto di contratti di gestione a sostegno della biodiversità e della gestione del suolo e che una quota dei terreni agricoli sia oggetto di contratti di gestione a sostegno di:

  • biodiversità e/o paesaggi
  • gestione idrica migliore
  • gestione del suolo e prevenzione dell’erosione

 

Obiettivi specifici - priorità 5 (uso efficiente delle risorse):

  • assicurare che una quota di terreni irrigui utilizzi sistemi più efficienti
  • sostenere gli investimenti per l’efficienza energetica e la produzione di energia rinnovabile
  • assicurare che una quota di terreni agricoli e forestali sia oggetto di contratti di gestione per il sequestro e la conservazione del carbonio

 

Obiettivi specifici - priorità 6 (inclusione sociale e sviluppo economico):

  • sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali nelle aree rurali in settori diversi da quello agricolo
  • promuovere strategie di sviluppo locale nell’ambito dell’approccio bottom up di Leader ovvero attraverso i Gruppi di azione locali (Gal)
  • favorire l’accesso a servizi essenziali e l’utilizzo di infrastrutture migliori da parte delle popolazioni delle aree rurali attraverso il finanziamento di progetti in ambito Leader
  • sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali nelle aree rurali attraverso il finanziamento di progetti in ambito Leader
  • favorire l’accesso a servizi e infrastrutture nuovi e migliorati nel settore delle tecnologie di informazione e comunicazione (TIC) da parte della popolazione delle aree rurali

 

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della regione Marche.

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


Il contributo del Feasr ad Europa 2020

 

Versioni del PSR


Il Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche è stato approvato nel 2015 e successivamente modificato nel 2017 e nel 2018. 

Di seguito è possibile consultare il PSR nella sua ultima versione  (4.1), sia in formato integrale sia suddiviso in capitoli, e visionare i testi delle versioni precedenti (1.3, 2.1 e 3.0).

 

Versione 4.1 (28,2 Mb) del 16 febbraio 2018, approvato con decisione di esecuzione della Commissione europea n. C (2018) 994 final del 14 febbraio 2018 (testo integrale).

Versione 3.0 (32 Mb) del 18 settembre 2017, approvato con decisione della Commissione europea n. 7524 dell’8 novembre 2017.

Versione 2.1 (37,70 Mb) del 27 gennaio 2017, approvato dalla Commissione europea con decisione del 14 febbraio 2017.

Versione 1.3 (30,9 Mb) del 14 luglio 2015, approvato dalla Commissione europea con decisione del 28 luglio 2015. 



Dotazione finanziaria

Il Programma di sviluppo rurale (PSR) Marche 2014-2020 prevede investimenti per 537,96 milioni di euro di cui 231.969.000 milioni di euro dal bilancio dell’Unione europea (Ue) e 305.991.000 milioni di euro di cofinanziamento nazionale. 

 

A seguito degli eventi sismici che hanno colpito la Regione, è stata prevista una rimodulazione del Programma dovuta all’arrivo di fondi aggiuntivi (159,25 milioni di euro), provenienti dai PSR delle altre Regioni e da quello nazionale, che vanno ad aggiungersi alla dotazione iniziale. 

 

La dotazione finanziaria è suddivisa per priorità e misure. Fa eccezione solo la priorità 1 (innovazione e conoscenze): si tratta di una priorità trasversale a tutte le altre, cui concorrono le misure 1 (formazione e informazione), 2 (consulenza) e 16 (cooperazione) e, come tale, non ha una propria dotazione finanziaria, in quanto la corrispondente dotazione finanziaria è già inserita nelle specifiche priorità delle misure stesse.


PSR Marche 2014-2020 dotazione finanziaria per misura


PSR Marche 2014-2020 dotazione finanziaria per priorità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I 231.969.000 milioni di euro di contributo del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr) al PSR Marche 2014-2020 sono suddivisi in base a un piano di finanziamento annuo:

  • per il 2015: 49,383 milioni di euro
  • per il 2016: 49,564 milioni di euro
  • per il 2017: 33,168 milioni di euro
  • per il 2018: 33,217 milioni di euro
  • per il 2019: 33,283 milioni di euro
  • per il 2020: 33,354 milioni di euro

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Marche.

 

Avanzamento della spesa

A dicembre 2017 sono stati spesi 49.056.560,00 di euro ovvero il 9,12% delle risorse iniziali del Programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione Marche 2014-2020.


Nel corso del 2017, a seguito degli eventi sismici che hanno colpito la regione, è stata approvata una nuova versione del PSR Marche che prevede un aumento della dotazione finanziaria totale con risorse aggiuntive del fondo di solidarietà sisma. Le risorse aggiuntive ammontano a 159,25 milioni di euro e portano la dotazione finanziaria del PSR Marche a 697.212.431 euro.

Le risorse aggiuntive saranno messe a bando a partire dal 2018. Pertanto, se si considera il nuovo piano finanziario, l’avanzamento della spesa totale alla fine del 2017 è pari al 7,04%.


Di seguito, quindi, si riportano gli avanzamenti della spesa relativamente al nuovo piano finanziario.


 


PSR Marche 2014-2020 avanzamento totale della spesa

 


Di seguito l’avanzamento della spesa suddiviso per le misure attivate sino ad ora, sempre in riferimento al nuovo piano finanziario.

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 1

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 3


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 4


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 6


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 7


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 8


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 10


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 11


PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 12

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 13

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 14

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 15

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 16

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 19

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa misura 20

 

Avanzamento della spesa per priorità


Di seguito l’avanzamento della spesa del Programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione Marche 2014-2020 suddiviso per priorità (dati aggiornati a dicembre 2017).

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa priorità 2

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa priorità 3

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa priorità 4

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa priorità 5

 

PSR Marche 2014-2020 avanzamento della spesa assistenza tecnica

Priorità 1: innovazione e conoscenze


La priorità 1 (P1) promuove il trasferimento di conoscenze e l’innovazione nel settore agricolo e forestale per rispondere ai fabbisogni emersi durante la fase di pianificazione del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche.


Cosa fa la Regione per migliorare il livello di innovazione e conoscenza?

La Regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso specifiche misure del PSR. In particolare, le misure che rispondono anche alle esigenze della P1 sono:

  • trasferimento di conoscenze e azioni d’informazione (misura 1 – M01)
  • servizi di consulenza di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (M02)
  • cooperazione (M16)

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche. 

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


descrizione della priorità 1: obiettivi, focus area e misure

 

Priorità 2: competitività e sviluppo


La priorità 2 (P2) prevede il potenziamento della redditività delle aziende agricole e della competitività dell’agricoltura in tutte le sue forme e la promozione di tecnologie innovative per le aziende agricole.

 

La Regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso i finanziamenti previsti dalle misure del Programma di sviluppo rurale (PSR) e, in particolare, attraverso:

  • formazione professionale (sottomisura 1.1)
  • informazione (sottomisura 1.2)
  • consulenza alle aziende (misura 2 - M02)
  • investimenti strutture aziende agricole (sottomisura 4.1)
  • viabilità rurale e forestale (sottomisura 4.3)
  • multifunzionalità aziende agricole (sottomisura 6.4)
  • gruppi operativi per la sperimentazione (sottomisura 16.1)
  • progetti pilota per l’innovazione (sottomisura 16.2)
  • cooperazione per multifunzionalità aziendale (sottomisura 16.9)

 

 Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche. 

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


descrizione della priorità 2: obiettivi, focus area e misure

Priorità 3: filiera alimentare, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, benessere animali e gestione dei rischi nel settore agricolo


Il Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche promuove l’organizzazione della filiera alimentare, supportando anche la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, il benessere degli animali e la gestione dei rischi nel settore agricolo.

 

Cosa fa la Regione per agevolare l’organizzazione in filiere?

La regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso i finanziamenti previsti per le misure del PSR:

  • certificazione dei prodotti agroalimentari (sottomisura 3.1)
  • azioni di informazione e promozione dei prodotti di qualità (sottomisura 3.2)
  • investimenti per l’agroindustria (sottomisura 4.2)
  • costituzione di organizzazioni di produttori (sottomisura 9.1)
  • pagamenti per il benessere degli animali (misura 14 - M14)
  • cooperazione per filiere corte e mercati locali (sottomisura 16.4)
  • investimenti per la prevenzione delle calamità (sottomisura 5.1)
  • ripristino potenzialità aziendale per calamità (sottomisura 5.2)

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche. 

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


descrizione della priorità 3: obiettivi, focus area e misure

Priorità 4: ecosistemi


La priorità 4 (P4) mira a preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura.

 

Cosa fa la Regione per preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi?

La Regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso i finanziamenti previsti per le misure del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020:

  • redazione dei piani di gestione Natura 2000 (sottomisura 7.1)
  • supporto alla strategia regionale di tutela della biodiversità Natura 2000 (sottomisura 7.6)
  • miglioramento del valore delle foreste (sottomisura 8.5)
  • pagamenti agro-climatico-ambientali per la tutela della biodiversità, per la protezione dei suoli e per la riduzione dei prodotti chimici (sottomisura 10.1)
  • sostegno per la conservazione, l’uso e lo sviluppo sostenibili delle risorse genetiche in agricoltura (sottomisura 10.2)
  • indennità Natura 2000 per superfici agricole (sottomisura 12.1) e forestali (sottomisura 12.1)
  • indennità compensative per zone montane (sottomisura 13.1)
  • impegni ambientali forestali (sottomisura 15.1)
  • tutela delle risorse genetiche forestali (sottomisura 15.2)
  • trasferimento di conoscenze e azioni d’informazione (sottomisura 1.2)
  • introduzione della produzione biologica (sottomisura 11.1)
  • mantenimento della produzione biologica (sottomisura 11.2)
  • investimenti non produttivi aziendali (sottomisura 4.4)
  • cooperazione per gli accordi agroambientali (sottomisura 16.5)

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche.

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


descrizione della priorità 4: obiettivi, focus area e misure

Priorità 5: uso efficiente delle risorse


La priorità 5 (P5) mira a incentivare nel settore agroalimentare e forestale l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resistente al clima.

 

La Regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso le misure del Programma di sviluppo rurale (PSR) e i finanziamenti previsti nel periodo di programmazione 2014-2020. Le misure del PSR che rispondono anche all’implementazione dell’uso efficiente delle risorse energetiche sono:

  • infrastrutture irrigue (sottomisura 4.3)
  • investimenti per l’agroindustria (sottomisura 4.2)
  • investimenti silvicoli e per trasformazione del legno (sottomisura 8.6)
  • sostegno alla cooperazione di filiera tra produttori di biomassa forestale (sottomisura 16.6)
  • sostegno alla forestazione/imboschimento (sottomisura 8.1)
  • sostegno per l’impianto e mantenimento di sistemi agro-forestali (sottomisura 8.2)
  • prevenzione incendi boschivi (sottomisura 8.3)
  • supporto per l’elaborazione di piani di gestione forestali (sottomisura 16.8)

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche.

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.

descrizione della priorità 5: obiettivi, focus area e misure

Priorità 6: inclusione sociale e sviluppo


Nell’ambito della priorità 6 (P6), la regione Marche si impegna a favorire l’inclusione sociale e lo sviluppo economico nelle zone rurali e a ridurre la povertà.

 

Cosa fa la Regione per favorire l’inclusione sociale e lo sviluppo?

La Regione Marche risponde ai bisogni territoriali attraverso le misure del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020. In particolare, le misure che rispondono anche alla priorità inclusione sociale e sviluppo sono:

  • azioni di formazione professionale (sottomisura 1.1) e informazione (sottomisura 1.2)
  • aiuti all’avviamento di piccole e medie imprese (Pmi) non agricole (sottomisura 6.1) e sostegno alle Pmi non agricole (sottomisura 6.4)
  • infrastrutture su piccola scala (sottomisura 7.2)
  • servizi di base per la popolazione (sottomisura 7.4)
  • investimenti per infrastrutture turistiche e ricreative (sottomisura 7.5) e per il patrimonio culturale e naturale (sottomisura 7.6)
  • cooperazione tra piccoli operatori turistici (sottomisura 16.3)
  • sostegno per strategie di sviluppo locale non partecipativo (sottomisura 16.7)
  • sostegno preparatorio all’animazione dei territori per la preparazione delle strategie (sottomisura 19.1)
  • realizzazione di interventi di sviluppo locale (sottomisura 19.2)
  • cooperazione interterritoriale transnazionale (sottomisura 19.3)
  • costi di gestione e animazione (sottomisura 19.4)
  • infrastrutture e accesso alla banda larga (sottomisura 7.3)

 

Approfondimenti

Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 della regione Marche. 

Per conoscere la normativa di riferimento visita la pagina dedicata.


descrizione della priorità 6: obiettivi, focus area e misure