Paesaggio, Territorio, Urbanistica, Genio Civile

Contatti

Dirigente: Dott. Ing. Stefania Tibaldi
Via Palestro, 19 - Ancona
Tel: 0718067328  Fax 0718067340
email: funzione.acquasuolocosta@regione.marche.it
PEC: regione.marche.acquasuolocosta@emarche.it


Referenti : Gloria Anna Sordoni
Tel. 071-8067365 Fax  071-8067340
mail: contrattidifiume@regione.marche.it
Maria Anna Morollo
Tel. 0734-2212218
mail: contrattidifiume@regione.marche.it
Giuliana Porra'
Tel. 0734-2212217
mail: contrattidifiume@regione.marche.it

Contratti di fiume

....un Contratto di fiume?
I Contratti di Fiume (CdF) sono strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale.
I soggetti aderenti al CdF definiscono un Programma d’Azione (PA) condiviso e si impegnano ad attuarlo attraverso la sottoscrizione di un accordo.

Rientrano in questa definizione anche i contratti di lago, di costa, di acque di transizione, di foce e di falda, qualora gli strumenti sopra descritti vengano utilizzati ponendo l’attenzione a categorie di corpo idrico diverse dal fiume. 

Nel 2007 è stato istituito dal Coordinamento Agende 21 Locali Ialiane il "Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume" con la finalità di contribuire al miglioramento delle politiche d'intervento nei territori fluviali.

Nel 2015 il Tavolo Nazionale, con il contributo del Ministero dell'Ambiente e di ISPRA ha prodotto un documento d'indirizzo per i Contratti di Fiume contenente le "Definizioni e requisiti qualitativi di base".

Nel dettaglio, i Contratti di Fiume si articolano nei seguenti passi:

    - Condivisione di un Documento d’intenti contenente le motivazioni e gli obiettivi generali;
    - Messa a punto di una appropriata Analisi conoscitiva preliminare integrata sugli aspetti ambientali, sociali ed economici del territorio oggetto del CdF;
    - Elaborazione di un Documento strategico;
    - Definizione di un Programma d’Azione (PA);
    - Messa in atto di processi partecipativi aperti e inclusivi;
    - Sottoscrizione di un Atto di impegno formale, il Contratto di Fiume;
    - Attivazione di un Sistema di controllo e monitoraggio periodico del contratto per la verifica dello stato di attuazione delle varie fasi e azioni;
    - I dati e le informazioni sui Contratti di Fiume devono essere resi accessibili al pubblico;

La Regione Marche con DGR n. 1470 del 29-12-2014 ha aderito alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume, consapevole che tale strumento costituisce una delle modalità innovative ed adeguate per una gestione del fiume e del territorio.
Con la delibera di Giunta n. 217 del 18-03-2016, la Regione ha istituito il
"Tavolo Tecnico Regionale permanente di Coordinamento dei Contratti di Fiume".

Il tavolo è composto da (Decreto DDS n. 23/2016):

  • Assessore Regionale alla Difesa del Suolo, o suo delegato, che lo presiede;
  • Dirigente P.F. del Suolo,
    in caso di assenza da un suo delegato membro del tavolo, a cui è assegnato il coordinamento tecnico scientifico;
  • Dirigente del Servizio Agricoltura e Ambiente
    o altro dirigente delegato dal medesimo servizio;
  • Dirigente della P.F. Tutela delle Acque;
  • Dott. Endro Martini per il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume;
  • Francesca Pulcini (Legambiente), David Belfiori (WWF), Fabio Taffetani (Italia Nostra)
    per le associazioni di Protezione Ambientale Regionale;
  • Dr. Lanfranco Giacchetti per FederparchiMarche;
  • Dott. Domenico Gentili per i GAL regionali;
  • Dott.ssa Nadia Sabatini per UNCEM Marche;
  • Dott. Maurizio Mangialardi per ANCI Marche;
  • Dott. Michele Tromboni per il Consorzio di Bonifica delle Marche;
Gli obiettivi del Tavolo sono quelli di:
  1. predisporre una scheda per effettuare, entro 3 mesi dalla costituzione del Tavolo, un censimento sullo stato di previsione e di attuazione di Contratti di Fiume nella Regione Marche;
  2. predisporre entro 6 mesi dalla costituzione del Tavolo - e quando necessario  aggiornare - un documento di "orientamento e di indirizzo" per lo sviluppo omogeneo dei percorsi di governance e di attuazione dei Contratti di Fiume in Regione Marche;
  3. predisporre idee-progetto e strategie per attivare iniziative promozionali (meeting, work-shop, ecc) , documenti informativi, educativi e formativi da diffondere nelle PA, nelle scuole e nella società civile in materia di Contratti di Fiume e di gestione dei fiumi e dei territori fluviali;
  4. proporre, predisporre e attuare corsi/seminari di sensibilizzazione e di formazione in materia di Contratti di Fiume;
  5. definire criteri e indirizzi per l'allestimento e l'aggiornamento di un sito web dedicato;

- Direttiva 2007/60/CE - Piano di gestione del rischio alluvioni
- Direttiva 2000/60/CE - Direttiva quadro sulle acque
- L. 221 del 28 dicembre 2015 - Disposizioni in matera ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse nataurali - art 59 - Contratti di fiume
- D.L. 12 settembre n. 133/2014 - Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, realizzazione delle opere pubbliche, digitalizzazione del Paese, semplificazione burocratica, emergenza del dissesto idrogeologico e ripresa dlle attività produttive - art 7 - Norme in matera di gestione di risorse idriche
- L.R. 12 novembre 2012 n. 31 - Norme in materia di gestione dei corsi d'acqua
- Deliberazione n. 100/2014 dell'Assemblea Legislativa - Linee guida per l'elaborazione dei progetti generali di gestione dei corsi d'acqua in attuazione dell'art.2 comma 3 della LR 31/2012
- DGR n. 1470 del 29 Dicembre 2014 - Adesione alla carta nazionale dei contratti di fiume
- DGR n. 217 del 18 Marzo 2016 - Istituzione Tavolo Tecnico Regionale permanente di Coordinamento dei Contratti di Fiume
- DDS n. 23 del 18 Giugno 2016 - Decreto Costituzione Tavolo Tecnico Regionale permanente di Coordinamento dei Contratti di Fiume
Comune Capofila : Vallefoglia e Regione Marche
- Manifesto d'Intenti
- Comuni Sottoscrittori
- Incontro Contratto Fiume Foglia, 8 Marzo 2018
Comune Capofila : Cagli
- Manifesto d'Intenti
- Comuni Sottoscrittori

Comune Capofila : Loreto
Manifesto d'Intenti
- Comuni Sottoscrittori
- Questionario
- Primo incontro della cabina di regia del contratto di Fiume Musone,
23 gennaio ore 17:00, presso la sala consiliare del Comune di Loreto
NEWS EVENTI FOCUS
Contratto Misa-Nevola :
- approvato il "Quadro Conoscitivo" per i territori
del bacino idrografico dei due fiumi

- "Quadro Conoscitivo"
Contratti di Fiume
Giornata di Confronto
sabato 10 novembre 2018 ore 17.00
Parco del Rosciolo, via del Rosciolo 23 Senigallia
Scheda Informativa per l'avvio delle operazioni del Contratto di Fiume dell'Alto Potenza,
redatta durante l'Assemblea tenutasi
il 27 Settembre 2018 a San Severino Marche
Fiume Misa-Nevola :
i comuni di Castelleone di Suasa e Montecarotto firmano il Manifesto d'Intenti del Contratto di Fiume
Approvato Schema Convenzione per il Contratto di Fiume del Tesino

Milano, 22 Maggio 2018 - Workshop strumenti ed elementi per il monitoraggio dei contratti di fiume.
Metodo openspace per delineare le linee guida del monitoraggio dei contratti di fiume

Interviste a Viviana Iacone (D.G. Ambiente Regione Lombardia),
Gabriela Scanu (Coordinatore Osservatorio Nazionale CdF-Ministero Ambiente), Massimo Bastiani (Esperto Osservatorio Nazionale CdF),
a margine dell'incontro dell'Osservatorio Nazionale dei CdF svoltosi a Milano il 22 Maggio 2018, sulla metodologia per la valutazione della qualità dei CdF.
Workshop strumenti ed elementi
per il monitoraggio dei contratti di fiume.
Milano, 22 Maggio 2018
Gli Agricoltori della Valdaso incontrano il Prof. GRANATSTEIN
della WASHINGTON STATE UNIVERSITY,
nell'ambito dell'Accordo Agroambientale per la tutela delle acque
della Media e Bassa Valle dell'Aso.
Montalto delle Marche
- c.da Moglie 16,
17 Maggio 2018 ore 16.00
Contratto di Fiume Esino,
Pubblicato Documento Strategico e Report EASW
(Consultabili in "Contratti di Fiume - Fiume Esino")
Istituito l'Osservatorio dei Contratti di Fiume,
e i suoi Organi

12 Marzo 2018 ROMA - Ministero dell'Ambiente
con Decreto del Ministro dell'Ambiente, n.77 del 8 Marzo 2018
Lettera di Bastiani - "Una Strategia Nazionale dei Contratti di fiume (CdF):  
la Proposta del Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume"
1° Conferenza dell'Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume,
- intervento Massimo Bastiani - Coordinatore Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume

- intervento Mario Smargiasso - Dirigente P.F. Difesa del Suolo e della Costa, Regione Marche
- intervento David Belfiori - Direttore Riserva Naturale Regionale Ripa Bianca di Jesi
Ai componenti  del Tavolo Nazionale dei Contratti di fiume,
alla Comunità dei Contratti di fiume


Acqua: al via la Consulta Osservatorio Contratti di Fiume
Premio Tavolo Nazionale 2018
- XI° Tavolo Nazionale Contratti di Fiume -
Al via l'Osservatorio Nazionale sui Contratti di Fiume
Contratti di fiume strumento centrale nella gestione dei Bacini idrografici










Primo incontro della cabina di regia del contratto di Fiume Musone,
Martedì 23 gennaio ore 17:00, presso la sala consiliare del Comune di Loreto











L'Autorità di Bacino, nell'ambito delle finalità previste dalla legge, volte ad assicurare la difesa del suolo, il risanamento idrogeologico, la tutela qualitativa e quantitativa della risorsa idrica, provvede principalmente ad:
  • elaborare il Piano di Bacino Distrettuale ed i Programmi d'Intervento;
  • esprime pareri sulla coerenza con gli obiettivi del Piano di Bacino dei Piani e Programmi dell'Unione Europea, nazionali, regionali e locali, relativi alla difesa del suolo, alla lotta alla desertificazione, alla  tutela delle acque ed alla gestione delle risorse idriche.

Dette competenze sono esercitate nell'ambito territoriale del distretto idrografico, identificato dalla legge quale area di terra e di mare, costituita da uno o più bacini idrografici limitrofi e dalle rispettive acque sotterranee e costiere che costituisce la principale unità per la gestione dei bacini idrografici.

Il Bacino Idrografico è il territorio nel quale scorrono tutte le acque superficiali attraverso una serie di torrenti, fiumi ed eventualmente laghi per sfociare al mare in un'unica foce, sia ad estuario che a delta.

Il Distretto Idrografico di competenza di questa Autorità di Bacino è il DISTRETTO dell'APPENNINO CENTRALE.

L'Autorità di Distretto dell'Appennino Centrale ha incluso l'Autorità di Bacino della Regione Marche.

Contratto Fiume Aso Contratto Fiume Esino Contratto Fiume Aso Contratto Fiume Aso Contratto Fiume Esino Contratto Fiume dell'Aniene Contratto Fiume dell'Aniene Contratt Fiume Valdaso Contratto Fiume dell'Aniene Contratto Fiume Esino Contratto Fiume dell'Aniene