Lavoro e Formazione Professionale

COMarche-Sistema Informativo delle comunicazioni telematiche datori di lavoro

Accesso Procedura
          

Assistenza al sistema

CIGD - Cassa Integrazione Guadagni in Deroga
Per informazioni


Numero Verde 800 155 085 dal lunedì al venerdì ore 9.00-13.00 e 14.00-17.30

CO-Marche

Per informazioni

 

Numero Verde 800 155 085 dal lunedì al venerdì ore 9.00-13.00 e 14.00-17.30

N.B. I soggetti delegati all'invio delle richieste di CIGS in deroga e delle Comunicazioni Obbligatorie devono effettuare l'accesso alla procedura tramite l'icona che identifica la tipologia del soggetto delegante.

Impostazioni generali

  • Utilizzare IE6 o superiore.
  • Inserire il sito http://comarche.regione.marche.it e http://84.38.50.174 tra i siti attendibili (la voce "richiedi verifica server (https.) per tutti i siti dell'area" non deve essere spuntata).
  • Eliminare i file temporanei internet. A causa dei frequentissimi aggiornamenti delle pagine della procedura è necessario che gli utenti effettuino molto spesso la procedura di eliminazione dei file temporanei internet ed impostino il browser in modo che si effettui sempre la ricerca delle versioni più recenti delle pagine sul sito.
  • Disattivare barre degli strumenti tipo Google, Yahoo ecc. Si è accertato che tali strumenti interferiscono in maniera anomala con l'applicazione, ad esempio provocando la chiusura involontaria di finestre o interrompendo la corretta sequenza delle pagine. E' quindi necessario provvedere alla loro rimozione (da Panello di controllo e poi Installazione applicazioni)
  • Eliminare il blocco dei pop-up per il sito.
  • Abilitare i cookies (opzioni internet -> privacy -> consenti al sito 84.38.50.174)
  • Abilitare i controlli ActiveX (opzioni internet -> internet e siti attendibili -> livello personalizzato)
  • Abilitare i JAVASCRIPT (opzioni internet -> internet e siti attendibili -> livello personalizzato)
  • Impostare "file temporanei internet e cronologia" con la scelta "All'apertura della pagina web" (rif. Ricerca versioni più recenti delle pagine memorizzate)


N.B. - L'ACCESSO ALLA PROCEDURA RICHIEDE IL POSSESSO DA PARTE DELL'UTENTE DI UNO STRUMENTO DI AUTENTICAZIONE FORTE: CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI STANDARD (INFOCAMERE, RAFFAELLO, POSTECERT, ...) O INSIEME DI CREDENZIALI (USERNAME, PASSWORD E PIN) RILASCIATE QUEST'ULTIME UNICAMENTE SU PRESENZA PRESSO GLI UFFICI PREPOSTI DELLA REGIONE MARCHE.

LA REGISTRAZIONE ON-LINE AL SISTEMA DI AUTENTICAZIONE COHESION NON PERMETTE L'ACCESSO ALLA PROCEDURA DI INVIO. 


Per info su carta raffaello: cittadinanzadigitale.regione.marche.it

Per accedere alla procedura è sufficiente essere titolari ed in possesso della Carta Raffaello o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) standard. La Carta Raffaello può essere richiesta e immediatamente ritirata presso lo Sportello di Registrazione della Regione.

Per l'accesso e l'utilizzo della procedura COMarche è necessario il riconoscimento Utente mediante identificazione forte: certificato digitale (standard CNS) o PIN (riconosciuto unicamente dai servizi telematici offerti dalla Regione Marche).
I certificati riconosciuti dal sistema di autenticazione della Regione Marche COHESION sono quelli standard CNS, ad esempio quelli rilasciati dalla Regione Marche (Carta Raffello), Infocamere e da Poste Italiane (Postecert).
Per verificare se la smart card è di tipo "standard CNS", sul suo fronte deve essere presente la dicitura: "CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI"
I certificati sono forniti su smart card ed implicano l'utilizzo di un lettore, mentre il sistema di credenziali username, password e PIN è rilasciato in forma cartacea e non richiede l'utilizzo di strumentazione dedicata.

Per utilizzare i certificati di cui sopra devono essere eseguiti i passi di seguito descritti:

  • Installazione lettore di smart card - il lettore permetterà la lettura della smart card da parte del PC. Prima dell'installazione del lettore è fondamentale assicurarsi della compatibilità dello stesso con il S.O. installato sul computer. L'installazione consiste nell'attivare sul personal computer il driver associato al lettore.
  • Installazione del software - per attivare la funzione di autenticazione tramite smart card è necessario installare le librerie della smart card fornite a supporto (scarico da Internet nel caso di Infocamere o CD Postecert nel caso di Poste Italiane).
  • Importazione del certificato digitale - il certificato di autenticazione permette l'autenticazione dell'utente ai siti web in https. Per l'utilizzo del certificato digitale è necessario procedere alla impostazione di opportuni parametri di configurazione del browser utilizzato.
  • Attivazione dei controlli ActiveX sul proprio browser (per le smart card che non sono di tipo RAFFAELLO) - per completare la registrazione delle informazioni della smart card bisogna impostare il proprio browser perché accetti gli ActiveX. La procedura è la seguente:

La volta successiva che ci si autentica sul portale si aprirà una finestra che chiede di installare un ActiveX: premere il pulsante SI.

Le istruzioni di dettaglio per le attività sopra elencate per la Carta Raffaello si possono reperire al sito Regione Marche, mentre per gli altri certificati si prega di fare riferimento al sito del proprio fornitore.

È previsto l'allargamento della fruibilità del sistema anche con certificati diversi da quelli citati ad esempio. A tal fine si invitano gli eventuali fruitori di certificati standard CNS, differenti da quelli indicati, ad inviare le informazioni sul contenuto del certificato utilizzato al supporto tecnico per la verifica di compatibilità e il conseguente allargamento del servizio di autenticazione.




Soggetto obbligato
Evade la procedura di accreditamento tramite web previa autenticazione con CNS o PIN tramite compilazione di una form on line. Qualora intenda delegare il conferimento delle comunicazioni obbligatorie ad un collaboratore è necessario evadere la procedura di accreditamento sopra descritta riportando nella apposita sezione dedicata la delega per tutti i collaboratori che si intende attivare. Tutti i collaboratori delegati dovranno, in ogni caso, essere titolari, a loro volta, di una CNS standard o di un PIN.


Soggetto abilitato
Evade la procedura di accreditamento tramite web previa autenticazione con CNS o PIN tramite compilazione di una form on line. Qualora intenda delegare il conferimento delle comunicazioni obbligatorie ad un collaboratore è necessario evadere la procedura di accreditamento sopra descritta riportando nella apposita sezione dedicata la delega per tutti i collaboratori che si intende attivare. Tutti i collaboratori delegati dovranno, in ogni caso, essere titolari, a loro volta, di una CNS standard o di un PIN.


Collaboratore di soggetto abilitato e/o obbligato
Non può effettuare direttamente la procedura di accreditamento e potrà operare nel Sistema CoMarche solo successivamente all'esperimento della procedura indicata nei precedenti paragrafi sub 1.2) e 2.2).

Casi particolari

  • Legale rappresentante di più aziende - Deve effettuare l'accreditamento per ciascuna delle aziende per cui conferisce
  • Soggetto sia abilitato che obbligato all'invio delle CO - Deve evadere la procedura di accreditamento per ciascuna delle aziende per cui è obbligato all'invio delle CO e deve evadere la procedura di accreditamento per lo studio abilitato all'invio delle CO

Variazione e/o modifica soggetti obbligati/abilitati/collaboratori 
Inviare una mail a comarche@regione.marche.it indicando il tipo di variazione, tutti gli elementi utili per variare i dati e numero di telefono. N.B. Non utilizzare la PEC per variazioni e\o modifiche.

N.B. Nel caso di cancellazione di accreditamento di un soggetto abilitato e/o obbligato all'invio delle CO, il sistema provvede automaticamente anche alla cancellazione di tutti i soggetti che il medesimo soggetto ha delegato all'invio delle CO. 

Inviare una e-mail a: comarche@regione.marche.it  oppure a supportoco.marche@ettsolutions.com oppure telefonare al numero verde 800 155 085 disponibili dal lunedì al venerdì ore 09.00 -13.00 e 14.00-17.30

Le principali novità introdotte con gli ultimi standard ministeriali sono riassunte all'interno del portale COMarche nella sezione Elenco aggiornamenti.
E' inoltre disponibile un'area dedicata alle domande più frequenti sul sito cliclavoro.
Per avere risposta a dubbi, interpretazioni normative, chiarimenti sulle procedure, è possibile inviare una e-mail a co@lavoro.gov.it specificando:

  • nome e cognome
  • regione di appartenenza e/o sistema informatico regionale utilizzato
  • numero di telefono per essere eventualmente ricontattato
  • tipo di utente (es. datore di lavoro, consulente, agenzia di somministrazione, altro)
Manuale di utilizzo del Sistema COMarche 

 

Modelli e tabelle di classificazione

L'invio delle nuove comunicazioni dei datori di lavoro deve essere effettuato secondo gli standard tecnici definiti a livello nazionale.
Modelli e regole
Tabelle e classificazioni

 

Legislazione e disposizioni normative

Linee guida relative alla trasmissione telematica delle comunicazioni obbligatorie di avviamento, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro per le istituzioni scolastiche
Linee guida relative alla trasmissione telematica delle comunicazioni obbligatorie di avviamento, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro per le istituzioni scolastiche. Parziale rettifica a seguito nota del Ministero del Lavoro prot. n. 6009 del 17/09/2008
                                                     
FAQ Ministero del lavoro

Prospetto informativo dei lavoratori disabili - art. 9 Legge 68/99 anno 2016

Gli standard per l'invio dei moduli sono definiti nel Decreto 2 novembre 2010, aggiornati con quelli definiti con il Decreto Direttoriale del 17 febbraio 2016 n.prot  33/1349 e nei loro relativi allegati tecnici.
Le regole d'uso del sistema sono specificate in forma analitica e sistematica nel documento Modelli e regole.
L’invio del PID è consentito dal 15 aprile mentre la scadenza  è fissata al 23 maggio.
Si ricorda che il Prospetto non deve essere inviato tutti gli anni ma solo qualora, rispetto all’ultimo invio, vi siano stati cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva.
L'area dedicata alle faq è disponibile sul sito cliclavoro a questa pagina.

Tutte le informazioni sono presenti al link del portale pubblico per il lavoro.