Enti Locali e Pubblica Amministrazione

Comunicati Stampa

01/10/2019

“DOPPIA PREFERENZA DI GENERE”, LE DONNE MARCHIGIANE SI MOBILITANO IN VISTA DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL 15 OTTOBRE. BORA: “QUESTO È IL MOMENTO!”

“Questo è il momento!” A dirlo sono le donne marchigiane che si mobiliteranno in vista della seduta dell’Assemblea legislativa del 15 ottobre. In quell’occasione si discuterà la proposta di legge 36/2016, a iniziativa della Giunta regionale, sulla “doppia preferenza di genere” (possibilità di esprimere, se si vuole, il doppio voto per una donna e per un uomo) con l’obiettivo di riequilibrare la rappresentanza di genere in Consiglio regionale (oggi composto da 25 uomini e 6 donne, oltre a un’assessora esterna). Esponenti della società civile, rappresentanti di “Voce donna” (Comitato costituitosi spontaneamente e composto da amministratrici e associazioni, di ogni schieramento politico con oltre 400 aderenti), delle rappresentanze sindacali (Cgil-Cisl-Uil), del Comitato per le pari opportunità, del Tavolo pari opportunità della provincia di Pesaro e Urbino, degli Ordini professionali, oltre alla Consigliera di parità regionale e la presidente del Consiglio comunale di Ancona, hanno incontrato l’assessora alle Pari opportunità, Manuela Bora. Obiettivo è quello di organizzare una massiccia mobilitazione e iniziative di sensibilizzazione e informazione della comunità. In programma anche incontri con i capigruppo di tutti i partiti del Consiglio regionale. “È importante essere presenti e organizzarci, perché siamo all’ultimo miglio di un traguardo che la società civile marchigiana e le donne marchigiane non possono perdere”, ha detto l’assessora Bora.