PSR 2014-2020

Programma di sviluppo rurale Regione Marche 2014-2020



 

La politica europea di sviluppo rurale è attuata mediante Programmi di sviluppo rurale (PSR), redatti dagli Stati membri e dalle regioni dell’Unione europea.

Il PSR 2014-2020 della Regione Marche illustra le azioni e gli approcci prioritari per dare risposta ai fabbisogni del territorio rurale marchigiano per il  periodo di programmazione che va dal 2014 al 2020. L'attuazione delle azioni previste nel PSR è cofinanziata dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr) e da contributi nazionali e regionali e i diversi finanziamenti previsti vengono erogati attraverso bandi.

News

seminario
1
Roadshow PSR Marche: i materiali dei 5 incontri organizzati dalla Regione Marche “Ascoltiamo il territorio, condividiamo il Programma”
venerdì 14 maggio 2021  09:54 

La Regione Marche ha organizzato 5 incontri (uno per provincia) finalizzati alla raccolta e all’analisi delle istanze provenienti dalle diverse aree che compongono la regione, ognuna con vocazioni e caratteristiche specifiche, in vista dell'emissione dei nuovi bandi del Programma di sviluppo rurale. Qui tutti i materiali.

   
Bando Sottomisura 7.6.B Attività b) “Supporto alla strategia regionale di tutela della biodiversità della Rete Natura 2000
mercoledì 5 maggio 2021  10:44 

Con Decreto del Dirigente del Servizio Politiche Agroalimentari n.385 del 30 aprile 2021 è stato approvato il bando, per l’annualità 2021, della Sottomisura 7.6 - Operazione B - attività b) “Azioni concernenti inventari e rilevazione dei dati di supporto alla stesura e all’aggiornamento di strumenti di gestione finalizzati alla conservazione di habitat di importanza Comunitaria presenti dentro e fuori i siti Natura 2000 nonché all’applicazione delle misure di conservazione e dei piani di gestione dei siti Natura 2000”.

   
Distretto biologico unico delle Marche: a pochi giorni dalla firma, già 571 adesioni. Carloni: “Un risultato atteso, la strada intrapresa dalla Regione è quella giusta”
giovedì 29 aprile 2021  06:47 

“Voglia di bio e di promuovere il brand Marche. Già 571 le adesioni pervenute”. È quanto evidenzia il vicepresidente Mirco Carloni, assessore all’Agricoltura, commentando l’alto numero di realtà produttive marchigiane che hanno aderito al neonato Distretto biologico unico delle Marche, a pochi giorni dalla firma del Patto per il biologico con le organizzazioni agricole più rappresentative e la Camera di commercio. “Un risultato che non ci sorprende perché atteso, in quanto abbiamo sempre creduto nelle potenzialità di questo settore e della necessità di metterlo a rete, superando le frammentazioni, per poter incidere sui mercati nazionale e internazionale”, commenta Carloni.

   

PSR 2014-2020

Comunicazione

Bandi

Leader e aree interne

Le misure del PSR