Regione Utile  /  Protezione Civile  /  Strutture Operative  /  Centro Funzionale Multirischi

Protezione Civile e Sicurezza

Centro Funzionale Multirischi

Il Centro Funzionale per la meteorologia, la idrologia e la sismologia ospita tecnici ed esperti di meteorologia, sismica, idrologia, informatica e telecomunicazioni. Fornisce le previsioni meteorologiche per la regione ed è parte del sistema meteorologico diffuso nazionale. Garantisce il supporto tecnico scientifico per le attività di previsione e prevenzione, elaborando studi e ricerche, e per la gestione delle emergenze. Progetta, realizza e cura la funzionalità delle reti di telecomunicazione, informatiche e di telecontrollo sul territorio ed all’interno del servizio.

Il centro funzionale della regione Marche è organizzato come indicato nel sottostante schema:

 

l'area meteorologica: dedicata alla raccolta, elaborazione, archiviazione e validazione dei dati metereologici rilevati nel territorio regionale. Tale area composta da quattro metereologi;

l'area geologica, idrologica e nivologica: dedicata all'interpretazione e all’utilizzo integrato dei dati rilevati e delle informazioni relative ai valori provenienti dalle reti di monitoraggio idro-pluviometrico;

l'area tecnico-informatica: dedicata alla gestione del sistema di scambio informativo che garantisce il funzionamento dei sistemi di comunicazione attraverso l’interscambio dei dati, anche in forma grafica e della messaggistica tra i centri funzionali;

l'area sismologica che sovraintende al monitoraggio sismico e alla gestione della rete sismometrica regionale.

Il Centro Funzionale della Regione Marche svolge un servizio quotidiano di vigilanza, monitoraggio e valutazione del rischio meteo-idrologico e idro-geologico. Tale servizio è svolto in tempo reale in fase previsionale attraverso la valutazione della situazione meteorologica e idrologica attesa, con particolare riferimento agli effetti al suolo, ed in fase di monitoraggio per mezzo dell'osservazione diretta delle precipitazioni e dei livelli idrometrici misurati dalle stazioni idro-meteo-nivio-pluviometriche della rete regionale di monitoraggio. Il servizio di previsione meteo-idrologica è garantito dalla presenza quotidiana di esperti (meteorologi, idrologi, geologi, informatici) che sono raggruppati in specifici gruppi funzionali in grado di supportare linterpretazione dei fenomeni meteo-idrologici e i conseguenti effetti al suolo.

Attraverso la definizione di procedure codificate ed in attuazione agli indirizzi operativi per la gestione del sistema di allertamento nazionale e regionale (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27/02/2004), il Sistema regionale di Protezione Civile e Sicurezza Locale ha aggiornato le Procedure Del Sistema Regionale Di Allertamento (Decreto del Presidente della Giunta Regionale n°301 del 22/12/2006), in particolare la parte riguardante il "Governo delle piene".

 

Quotidianamente, il Centro Funzionale realizza, in due momenti differenti, una previsione meteorologica ed una previsione degli effetti al suolo indotti dalle precipitazioni.


Il Bollettino Meteorologico

La previsione meteorologica viene assicurata dal Gruppo Meteorologico quotidianamente attraverso un’analisi della situazione trascorsa (ed in atto) e si conclude con la redazione del “Bollettino di Viglilanza Meteo” contenente la tendenza per le successive 24-48 e 72 h.

Il bollettino meteo sarà emesso dal lunedì al sabato entro le ore 12 locali e sar reso disponibile agli Enti Istituzionali (Province, Prefetture, Enti gestori, ecc.) sul web-site del Servizio regionale (protezionecivile.marche.it).


Il bollettino contiene inoltre: 
  

Bollettino Meteo

  • Previsione media di pioggia di 24 ore espressa come classe quantitativa di precipitazione: 
    - assente: 0 mm 
    - debole: 0-15 mm 
    - moderata: 15-45 mm 
    - forte: 45-90 mm 
    - molto forte: > 90 mm. 
    Limite delle nevicate espresso in metri sul livello del mare (slm);

  • Andamento e previsione delle temperature;
  • Previsione dei venti;
  • Stato dei mari;
  • Spazio riservato all’inserimento di eventuali avvertenze e/o segnalazioni di rilievo (nebbie intense, mareggiate, altro)


 

 

Il Bollettino 

di vigilanza meteo-idrogeologica regionale



Bollettino_criticitaIl bollettino di criticità  idro-geologica emesso dal Centro Funzionale delle Marche La previsione degli effetti indotti da precipitazioni viene assicurata dal Gruppo Idrologico-Nivologico–Geologico. Una volta emesso il Bollettino Meteorologico, il gruppo di lavoro analizza e valuta i possibili effetti al suolo legati alle previsioni anche confrontando con l’analisi dei dati della rete di monitoraggio idro-meteo-pluviometrica nonché confrontando i valori previsti con le soglie adottate e valutando l’influenza delle condizioni meteorologiche sull’evoluzione dei fenomeni di natura idraulica ed idrogeologica. Le previsioni relative agli effetti indotti da precipitazioni intense vengono inserite all’interno del documento “Bollettino di Criticit regionale”. Tale documento verr emesso entro le ore 14 di ciascun giorno e trasmesso al Dipartimento della Protezione Civile per la redazione del Bollettino di Sorveglianza Meteo-Idrolocica nazionale.


 

 

 

L’Allerta Meteo


Avviso condizioni meteoQualora le previsioni meteorologiche dovessero prevedere il peggioramento della situazione meteo-idrorologica e/o situazioni tali da ipotizzare condizioni di potenziale rischio, il Centro Funzionale Decentrato (CFD) provveder ad emanare e a inviare alla Sala Operativa Unificata permanente -SOUP- e al Centro Funzionale Centrale (CFC) c/o il Dipartimento di Protezione Civile l’Avviso regionale di condizioni meteo avverse, sulla base delle procedure definite dagli indirizzi operativi adottati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tale avviso sarà emesso con 24 ore di preavviso; qualora l’evoluzione meteo lo renda possibile anche con 48 ore di preannuncio. L’Avviso di condizioni meteo avverse avrà valenza ed efficacia solo sul territorio regionale e fornir una sintetica descrizione dell’evoluzione dell’evento meteo su determinate Zone di Allertamento, definite in base a specifici criteri e suddivise per bacini idrografici principali. Per ciascuna Zona di Allertamento saranno stimati i possibili effetti sul territorio in base ad una scala di criticità su quattro livelli (assente, bassa, moderata e elevata).

Sono tuttora in fase di elaborazione gli indirizzi operativi relativi al nuovo sistema di allertamento regionale che comprende il significato di previsione meteo-idrologica in conseguenza all’improvviso sopraggiungere di condizioni meteorologiche avverse e agevolare, così, le scelte delle Autorità competenti in relazione alla diramazione e conseguente gestione dei messaggi di allertamento.


L'Avviso di Criticità regionale
Qualora siano presenti effetti al suolo significativi e tali da comportare livelli di criticità Moderata o Elevata (sia in presenza di Avviso di Condizioni Meteo Avverse sia in assenza dello stesso), in sostituzione del Bollettino di Criticità regionale sarà emesso, e trasmesso agli Enti del Sistema regionale marche di Protezione Civile, uno specifico documento denominato “Avviso di Criticità regionale”.

Giova precisare infine che, oltre alla redazione quotidiana del Bollettino (o Avviso) di Criticità, il documento sarà emesso anche ogniqualvolta ci saranno elementi e situazioni tali da far presagire un peggioramento della situazione dal punto di vista idraulico ed idrogeologico. Il documento contiene:

Avviso criticità regionale

  • Data e ora di emissione;
  • Previsione meteo per le successive 24 e tendenza prevista;
  • Grado di criticità previsto per ognuna delle 4 Zone di allertamento;
  • Avvertenze relative a eventuali segnalazioni di rilievo (nebbie intense, mareggiate, disagi, altro);
  • Spazio riservato all’inserimento di eventuali commenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Visiona i Bollettini ed Avvisi odierni.

 

 

 



Attraverso la definizione di procedure codificate ed in attuazione agli indirizzi operativi per la gestione del sistema di allertamento nazionale e regionale (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27/02/2004), il Sistema regionale di Protezione Civile e Sicurezza Locale ha aggiornato le Procedure Del Sistema Regionale Di Allertamento (Decreto del Presidente della Giunta Regionale n°301 del 22/12/2006), in particolare la parte riguardante il "Governo delle piene".

 

Il bollettino di vigilanza meteo-idro-geologica e l'aggiornamento della criticità odierna sono elaborati dal Centro Funzionale Regionale ed emessi dal lunedì al sabato ad eccezione dei giorni festivi.
Quando in almeno una della quattro ZONE DI ALLERTA la criticità prevista è MODERATA o ELEVATA, il Centro Funzionale emette contestualmente al bollettino di vigilanza anche un AVVISO DI CRITICITA' IDROGEOLOGICA e in accordo con le PROCEDURE DI ALLERTAMENTO procede ad attivare la fase di monitoraggio H24 dello stato del territorio e dei fenomeni previsti e in corso.


Livelli di Criticità Idrogeologica ed Idraulica

 

 

LIVELLI DI CRITICITA' IDRO-GEOLOGICA E IDRAULICA


Con criticità idro-geologica si intende la propensione del territorio a subire dissesti di natura idrogeologica e idraulica.



CRITICITA' ASSENTE

CODICE VERDE: assenza di fenomeni significativi prevedibili

Possibili eventi meteorologici sparsi (possibili piogge e/o temporali). Nessun dissesto sul territorio, nessun disagio per la popolazione.


CRITICITA' ORDINARIA

FENOMENI SCENARIO EFFETTI AL SUOLO
Eventi localizzati intensi quali: temporali con fulmini, rovesci, grandinate, cento forte, trombe d'aria, mareggiate
IDRO-GEOLOGICA
Possibilità di innesco di piccole frane e scorrimenti superficiali localizzati, cadute di massi ed alberi Interruzioni puntuali e provvisorie della viabilità in prossimità di sottopassi stradali e a valle dei fenomeni di scorrimenti superficiale.

Possibili allagamenti dei locali interrati.

Caduta alberi e/o massi con conseguenti occasionali danni a persone e a cose eventuale e/o accidentale perdita di vite umane

IDRAULICA
Possibilità di ruscellamenti superficiali, rigurgiti fognari, piene improvvise nella rete idrografica secondaria ed urbana




CRITICITA' MODERATA

md=md&"

FENOMENI SCENARIO EFFETTI AL SUOLO
Eventi meteorologici anche intensi e persistenti
IDRO-GEOLOGICA
Fenomeni di instabilità dei versanti di tipo superficiale di limitate dimensioni, colate detritiche e possibili riattivazioni di conoidi Interruzioni puntuali e provvisorie della viabilità in prossimità di sottopassi stradali e pedonali nonché a valle dei fenomeni di scorrimenti arerficiale.

Danni a singoli edifici o piccoli centri abitati interessati da fenomeni di instabilità di versante.

Allagamenti localizzati e possibili danni locali

IDRAULICA
Allagamenti ad opera di corsi d'acqua con possibili fenomeni di rigurgito del sistema fognario e difficoltà di smaltimento delle acque piovane, limitati fenomeni di esondazione con coinvolgimento delle aree prossime ai corsi d'acqua e moderati fenomeni di erosione, fenomeni di deposito fluviale e formazione di sbarramenti temporanei, occlusione parziale delle sezioni di deflusso delle acque, divagazioni d'alveo, salto di meandri, occluzioni parziali o totali delle luci dei ponti




CRITICITA' ELEVATA

FENOMENI SCENARIO EFFETTI AL SUOLO
Eventi meteorologici diffusi, intensi e persistenti
IDRO-GEOLOGICA
Diffusi ed estesi fenomeni di instabilità dei versanti, possibilità di riattivazione di frane, anche di grandi dimensioni in aree note legate a contesti geologici particolarmente critici Danni alle attività agricole e produttive, agli insediamenti residenziali ed industriali sia prossimali che distali rispetto al corso d'acqua;

Danni o distruzioni di centri abitati, di rilevati ferroviari o stradali, di opere di contenimento di regimazione e di attraversamento;

Danni a persone e possibili perdite di vite umane

IDRAULICA
Localizzati fenomeni di scorrimento tipo colate detritiche con parziale riattivazione di conoidi, divagazioni d'alveo, salto di meandri, occlusioni totali o parziali delle luci dei ponti



 

Zone di Allertamento

 


Direttore Centro Funzionale
Ferretti Maurizio tel. 071.8067707 E-Mail