Istruzione Formazione e Diritto allo studio

Contatti

PF Istruzione, Formazione, Orientamento e Servizi territoriali per la formazione e servizi per il mercato del lavoro (Centri Impiego)

Dirigente Dott.ssa Graziella Gattafoni
Tel. 0718063233 - 0718063753
E-mail: funzione.istruzione@regione.marche.it
PEC: regione.marche.pf_istruzione@emarche.it


Funzionario di riferimento: 

Dott. Enrico Ercolessi

Via Tiziano, 44 - 60125 Ancona
Tel. 071 8063668
enrico.ercolessi@regione.marche.it

Diritto allo studio scolastico

Attualmente, il diritto allo studio scolastico si identifica in due tipologie di interventi: la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo ai sensi della L. 448/1998 e le borse di studio MIUR.
Per il raggiungimento di tali finalità, la Regione, ferme restando le competenze delle Istituzioni Scolastiche previste dalle leggi nazionali, emana annualmente indirizzi ai Comuni perché gli stessi provvedano con interventi a facilitare l'accesso e la frequenza al sistema scolastico.

 

  • Fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo ai sensi della L. 448/1998 (fondi statali)

La Regione Marche individua nel Comune di residenza degli aventi diritto, l’Ente titolare dell’erogazione dei benefici sulla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e prevede di ammettere al beneficio il genitore o chi rappresenta il minore appartenente a famiglie il cui indicatore economico equivalente (ISEE), in corso di validità, non sia superiore al valore annualmente determinato da atti regionali nel rispetto del limite massimo indicato dalla normativa nazionale. 

  • Borse di studio MIUR (fondi statali)

Al fine di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica, presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), è stato istituito il "Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio" per l'erogazione di borse di studio a favore delle studentesse e degli studenti iscritti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, per l'acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, nonché per l'accesso a beni e servizi di natura culturale. 
La Regione Marche per la realizzazione del presente intervento si avvale, in analogia a quanto avviene per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, dei Comuni di residenza degli aventi diritto per individuare i nominativi dei potenziali beneficiari sul proprio territorio regionale.
Le studentesse e gli studenti della scuola secondaria superiore di secondo grado o, qualora minori, chi ne esercita la potestà genitoriale, il cui indicatore economico equivalente (ISEE), in corso di validità, non sia superiore al valore annualmente determinato da atti regionali nel rispetto del limite massimo indicato dalla normativa nazionale, possono inoltrare istanza di accesso alle borse di studio.



 

Libri di testo

 

 

! ATTENZIONE !

Il fac-simile del modulo di richiesta (Allegato A/1) è stato modificato con DDPF n. 1182 del 03/10/2018 relativamente all'informativa della privacy. Vi chiediamo di utilizzare il modello aggiornato presente sul sito e sulla piattaforma informatica janet e non quello che vi è stato inviato via PEC.

Normativa di riferimento 2018

Decreto n. 1821 del 21/12/2018- Riparto ai Comuni delle Marche dei contributi per la fornitura  gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019
Allegato A al decreto n.1821 del 21/12/2018  Riparto ai Comuni delle Marche dei contributi per la fornitura  gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019


Decreto 1182 del 03 Ottobre 2018 Rettifica allegato A1 del DDPF 1160 del 01/10/2018

Decreto 1160 del 01 ottobre 2018 Avvio procedure di trasferimento ai Comuni delle Marche delle risorse statali inerenti la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019

Allegato A/1 indirizzi operativi ai quali i comuni delle marche si devono attenere per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’a.s. 2018/2019.

Manuale Janet Gestione Contributi per la fornitura dei libri di testo - Guida per Operatori dei Comuni

Importi massimi e ridotti dei contributi per la fornitura dei libri di testo per l'a.s. 2018/2019

Decreto 1267 - 2018 Rilevazione economie dei Comuni e determinazione dei recuperi sulla fornitura dei libri di testo reletavi all'a.s. 2017-2018.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha comunicato che è stata avviata la nuova finestra di erogazione delle borse di studio 2017/2018 non ritirate alla data del 30 gennaio u.s..

Le famiglie che non hanno fatto in tempo a ritirare il beneficio assegnato, potranno dal giorno 07/02/2019 recarsi presso gli sportelli postali per esigere il bonifico domiciliato, sempre secondo le modalità di riscossione di Poste Italiane già specificate all’indirizzo:

 

https://iostudio.pubblica.istruzione.it/web/guest/voucher/

 

I bonifici domiciliati erogati in questa seconda finestra di erogazione saranno disponibili fino al 30 marzo p.v.

Chi non farà in tempo a recarsi alle Poste entro il 30 marzo 2019 NON perderà il diritto alla propria borsa di studio. Verrà infatti effettuata una nuova erogazione per dare la possibilità alle famiglie di riscuotere il beneficio assegnato.

Libri di testo

La legge 23 dicembre 1998 n. 488, ed in particolare l’art. 27, prevede la fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo a favore degli alunni meno abbienti, rispettivamente delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori.
Tale norma disciplina come debba avvenire tale fornitura gratuita totale o parziale dei libri di testo in favore degli alunni che adempiono l’obbligo scolastico e la fornitura, anche in comodato d’uso, agli studenti della scuola superiore appartenenti a famiglie con una situazione economica disagiata.
Il DPCM n. 320 del 5.8.1999, come modificato ed integrato dal successivo DPCM n. 226 del 4.7.2000, reca disposizioni di attuazione dell’art. 27 della L. 448/98.
La Regione Marche ha individuato come Enti titolari dell’erogazione dei benefici previsti dal D.P.C.M. n. 320/99 e dal D.P.C.M. n. 226/2000 i Comuni di residenza degli aventi diritto.
Per l’erogazione di tali benefici vengono utilizzate risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).
L’attribuzione dei contributi ai Comuni è subordinata all’adozione del decreto di riparto del MIUR per l’anno di riferimento del fondo statale per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, che quantifica la quota di spettanza di ogni singola Regione.
Le Regioni, nel quadro dei princìpi dettati dal comma 1 dell’art. 27 della legge 23 dicembre 1998 n. 488, disciplinano annualmente, con propri atti, le modalità di ripartizione ai Comuni dei finanziamenti previsti.


Fornitura a.s. 2018/2019

 

Normativa di riferimento 2018

Decreto n. 1821 del 21/12/2018- Riparto ai Comuni delle Marche dei contributi per la fornitura  gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019
Allegato A al decreto n.1821 del 21/12/2018  Riparto ai Comuni delle Marche dei contributi per la fornitura  gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019


Decreto 1182 del 03 Ottobre 2018 Rettifica allegato A1 del DDPF 1160 del 01/10/2018

Decreto 1160 del 01 ottobre 2018 Avvio procedure di trasferimento ai Comuni delle Marche delle risorse statali inerenti la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo scolastici per l’a.s. 2018/2019

Allegato A/1 indirizzi operativi ai quali i comuni delle marche si devono attenere per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’a.s. 2018/2019.

Manuale Janet Gestione Contributi per la fornitura dei libri di testo - Guida per Operatori dei Comuni

Importi massimi e ridotti dei contributi per la fornitura dei libri di testo per l'a.s. 2018/2019

Decreto 1267 - 2018 Rilevazione economie dei Comuni e determinazione dei recuperi sulla fornitura dei libri di testo reletavi all'a.s. 2017-2018.

Borse di studio MIUR

L'articolo 9 del D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 63 ha istituito, presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR), il "Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio" per l'erogazione di borse di studio a favore delle studentesse e degli studenti iscritti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, per l'acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, nonché per l'accesso a beni e servizi di natura culturale. 
Con propri decreti attuativi, il MIUR stabilisce annualmente i criteri e le modalità di erogazione delle borse di studio, avvalendosi delle Regioni italiane per l’individuazione dei potenziali beneficiari. 


 

Borse di studio MIUR anno scolastico 2018/2019

Con proprio decreto n. 686 del 26/10/2018, il MIUR ha definito i criteri e le modalità per l’erogazione delle borse di studio per l’anno scolastico 2018/2019.

La Giunta regionale, con propria deliberazione n. 59 del 28/01/2019, ha approvato, per i propri residenti, i criteri e le modalità per l’individuazione degli aventi diritto a presentare istanza di accesso alle borse di studio MIUR per l’anno scolastico 2018/2019 e ha determinato l’importo unitario della borsa di studio in € 200,00.

Gli aventi diritto a presentare istanza di accesso alle borse di studio sono le studentesse e gli studenti, residenti sul territorio regionale, iscritti per l’anno scolastico 2018/2019 presso gli istituti statali e/o paritari della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) 2019, sulla base della DSU (dichiarazione sostitutiva unica) 2019, riferito alla situazione economica della famiglia di appartenenza non potrà essere superiore ad € 10.632,94, esattamente come per accedere al contributo relativo alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo.

Le studentesse e gli studenti o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale, possono presentare al proprio Comune di residenza l’istanza di accesso alla borsa di studio entro i termini temporali stabiliti dal Comune stesso. 

Entro il termine perentorio del 10 maggio 2019 (il termine precedente fissato al 15 marzo 2019 è stato prorogato, su indicazione del MIUR, dall’Amministrazione regionale con DGR n. 322 del 26/03/2019 e con DDPF n. 422/IFD del 28/03/2019), tutti i Comuni dovranno trasmettere alla Regione Marche, dopo averne valutato l’ammissibilità, l'elenco delle istanze ricevute, affinché i competenti uffici regionali possano provvedere a predisporre la graduatoria unica regionale da presentare al MIUR.

Infatti, le borse di studio saranno concesse sulla base di tale graduatoria fino ad esaurimento delle risorse assegnate alla nostra Regione.

I Comuni delle Marche, in collaborazione con le Scuole interessate, dovranno fornire informazioni e assistenza all’utenza, indicando i nominativi e relativi contatti presso i propri uffici a cui far riferimento.

Le borse di studio saranno erogate direttamente dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca mediante il sistema dei bonifici domiciliati in collaborazione con Poste Italiane S.p.a.. 

Lo studente avente diritto, o, qualora minore, chi ne esercita la potestà genitoriale, potrà esigere gratuitamente il beneficio, disponibile in circolarità, presso qualsiasi ufficio postale. 

I Comuni delle Marche, in collaborazione con le Scuole, provvederanno ad informare i rispettivi utenti/beneficiari in merito alle modalità e ai tempi, che saranno successivamente indicati dal MIUR attraverso i propri canali di informazione, per incassare l’importo corrispondente alla borsa di studio per l’anno scolastico 2018/2019.

 

 

 

Atti regionali e modulistica:

DDPF n.422/IFD del 28/03/2019

DGR n. 322 del 26/03/2019

DDPF n. 132/IFD del 05/02/2019

Allegati al DDPF n. 132/IFD del 05/02/2019

Allegato A1 al DDPF n. 132/IFD del 05/02/2019 in formato ODT

DGR n. 59 del 28/01/2019

Manuale Janet




 

Aggiornamento erogazione delle Borse di studio a.s. 2017/2018

 

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha comunicato che è stato prorogato al giorno 31 maggio 2019 il termine entro il quale le famiglie potranno recarsi in ufficio postale per riscuotere il beneficio assegnato.

Le modalità di riscossione sono riportate all’interno della “Scheda Informativa per la riscossione delle borse di studio 2017” pubblicata nell’apposita sezione del Portale dello Studente:


https://iostudio.pubblica.istruzione.it/web/guest/voucher/


Si specifica, nella nota informativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che la predetta proroga costituisce termine ultimo per la riscossione dei benefici relativi all’anno scolastico 2017/2018.

 

 

 

Borse di studio MIUR anno scolastico 2017/2018

 

Tutte le istanze di accesso inoltrate da studentesse e studenti residenti nel territorio marchigiano regolarmente iscritti agli Istituti della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione per l'anno scolastico 2017/2018 sono state accettate ed inviate al MIUR.
L’importo unitario della borsa di studio per la Regione Marche è stato rideterminato in € 251,20 con Deliberazione di Giunta Regionale n. 764 del 05/06/2018. 

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), tramite il sito https://iostudio.pubblica.istruzione.it/, alla voce “Voucher – Borse di studio”, ha pubblicato le indicazioni in merito all’erogazione delle borse di studio per l’anno scolastico 2017/2018, a mezzo di bonifico domiciliato, in favore di studentesse e studenti iscritti alle istituzioni scolastiche di secondo grado statali e/o paritarie appartenenti al sistema nazionale di istruzione.
Cliccando sul link dedicato si possono consultare le modalità per incassare l’importo corrispondente alla borsa di studio.

 

Atti regionali e modulistica:

D.G.R. n. 764 del 05/06/2018

D.G.R. n. 559 del 24/04/2018

D.G.R. n. 271 del 06/03/2018

D.D.P.F. n. 221 del 08/03/2018

Allegato B - Prospetto elettr. per inserimento dati Studenti Ammissibili Borse Studio

Allegato A1- Formulazione istanza di accesso alla borsa di studio

D.G.R. n. 161 del 19/02/2018