Finanze e Tributi

Conti Pubblici Territoriali Marche

La Regione Marche, in collaborazione con le altre Regioni e con l'Agenzia per la Coesione Territoriale, partecipa ormai da diversi anni all'implementazione della banca dati dei Conti Pubblici Territoriali (CPT) attraverso il Nucleo CPT regionale istituito presso il Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio.

La Banca dati CPT fa parte del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) e si avvale del contributo di una rete federata di 21 Nuclei regionali e un Nucleo Centrale operante presso l'Agenzia per la Coesione Territoriale.

La banca dati CPT è finalizzata al consolidamento dei bilanci pubblici e alla misurazione delle risorse finanziarie sui relativi territori regionali.

Raccoglie a tal fine i bilanci di tutto il Settore Pubblico Allargato (SPA) così come definito dalla U.E. e coerentemente con il concetto di controllo definito dai Principi Contabili Internazionali relativi al Settore Pubblico: in altre parole nella Banca dati dei Conti pubblici Territoriali (CPT) sono rilevati i bilanci degli Enti appartenenti a tutti i comparti della Pubblica Amministrazione in senso stretto (Stato, Regioni, Enti Locali, ASL, Aziende Ospedaliere, Università, Camere di Commercio ecc.) nonché quelli di tutti gli Enti o le Società che in qualche maniera rientrano nella sfera dell’iniziativa pubblica in quanto producono servizi di pubblica utilità o perché il controllo (diretto o indiretto) è esercitato da un Ente Pubblico (Enti strumentali e Società a partecipazione pubblica).

Proprio per la particolarità degli Enti rilevati, la banca dati CPT rappresenta un patrimonio informativo al momento unico e non rilevato da alcuna altra fonte statistica ufficiale e rappresenta una preziosa fonte di informazione alla base della predisposizione della maggior parte dei documenti di programmazione economico-finanziaria del Governo centrale (DPEF e leggi finanziarie).

I Conti Pubblici Territoriali (CPT) sono il risultato di un progetto finalizzato alla misurazione dei flussi finanziari sul territorio che ha colmato uno storico vuoto informativo sulla misurazione dei flussi finanziari pubblici italiani a livello territoriale, rendendo possibile una programmazione più informata e consapevole e collocandosi nel dibattito teorico e nel panorama internazionale come un importante punto di riferimento.

I CPT forniscono informazioni sul complesso delle entrate e delle spese (correnti e in conto capitale) del Settore Pubblico Allargato nei singoli territori regionali con una articolazione flessibile per svariati sub-aggregati: macro-aree e regioni amministrative, settori, categorie economiche, definizioni di spesa pubblica e soggetti finali di spesa.

La banca dati fa parte dal 2004 del Sistema Statistico Nazionale (SISTAN), la rete dei soggetti pubblici e privati che, in Italia, fornisce l’informazione statistica ufficiale.

I Conti Pubblici Territoriali sono prodotti da una Rete federata di 21 diversi Nuclei operativi presso ciascuna regione italiana e un Nucleo Centrale operante presso l’Unità di valutazione degli investimenti pubblici (UVAL) dell'Agenzia per la Coesione Territoriale.

Guida metodologica ai CPT

La costituzione della Banca Dati dei Conti Pubblici Territoriali (CPT) è finalizzata al consolidamento dei bilanci pubblici e alla misurazione delle risorse finanziarie sul territorio creando un patrimonio informativo al momento unico e non rilevato da alcuna altra fonte statistica ufficiale.

Il progetto intende raccogliere i bilanci (consuntivi) di tutto il Settore Pubblico Allargato così come definito dalla U.E. e coerentemente con il concetto di controllo definito dai Principi Contabili Internazionali relativi al Settore Pubblico (IPSAS). Il principio IPSAS n. 6 definisce il controllo come “il potere di governare le politiche finanziarie e operative di un’altra entità”.

La Banca dati CPT oltre a rilevare i bilanci degli Enti appartenenti a tutti i comparti della Pubblica Amministrazione classica (Stato, Regioni, Enti Locali, ASL, Aziende Ospedaliere, Università, Camere di Commercio ecc.) intende raccogliere anche i dati di tutti gli Enti o le Società che in qualche maniera rientrano nella sfera dell’iniziativa pubblica o perché producono servizi di pubblica utilità o perché il controllo (diretto o indiretto) è esercitato da un Ente Pubblico.

E’ proprio la rilevazione dell’universo degli Enti e delle Società appartenenti al Settore Pubblico Allargato Locale, affidata a ciascun Nucleo Regionale, a rendere unica la banca dati CPT rispetto alle altre fonti statistiche ufficiali. Non essendoci quindi altri riferimenti di esperienze simili la metodologia adottata per la realizzazione della banca dati CPT è caratterizzata da un progressivo affinamento delle procedure e degli Enti rilevati.

I dati CPT sono disponibili sul sito http://www.agenziacoesione.gov.it/it/cpt/02_dati/01catalogo_open_cpt/DatiCPT_CatalogoCPT.html

Il catalogo dei dati OpenCPT, consultabile attraverso la struttura ad albero riportata di seguito, racchiude tutti i dataset resi disponibili dal Sistema, relativi sia alla Pubblica Amministrazione (PA), sia al Settore Pubblico Allargato (SPA), organizzati in funzione delle diverse chiavi di accesso - spese/entrate, categorie economiche, tipologia di soggetti, settori di intervento.

Il contenuto di ciascun dataset è descritto nelle schede di dettaglio, da cui è possibile successivamente effettuare il download dei file di interesse - disponibili sia in formato XLS che in formato OpenData CSV.

Per un approfondimento sulle variabili contenute nei dataset del catalogo Open CPT scarica i Metadati. 
Per l' elenco stampabile dei dataset del catalogo Open CPT scarica l'Indice delle tavole.

La costituzione della Banca Dati CPT  è affidata ad una rete di Nuclei composta da un nucleo centrale e da 21 nuclei regionali istituiti con nomina del Presidente della Regione e successivamente formalizzati con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Il Nucleo Centrale cura la rilevazione degli Enti dell’Amministrazione Centrale, delle imprese pubbliche nazionali e di alcuni comparti dell’Amministrazione pubblica locale (Province, Comuni, Comunità Montane, ASL, Università).

I Nuclei Regionali provvedono alla rilevazione dei restanti comparti della PA (Regioni, Camere di Commercio, Enti per il Diritto allo Studio, Enti di Promozione Turistica, Autorità Portuali, ARPA, ecc.) e di tutti gli Enti o Società del Settore Pubblico Allargato a livello locale (Consorzi, Aziende, Società, Fondazioni controllate da Enti pubblici locali).

Attualmente gli enti e le società rilevati dal Nucleo della Regione Marche sono circa 150.

Il Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) è la rete di soggetti pubblici e privati che fornisce l’informazione statistica ufficiale. Obiettivo primario del SISTAN è quello di fornire al Paese e agli organismi internazionali una informazione statistica ufficiale che soddisfi i principi di affidabilità, imparzialità, pertinenza, tempestività, tutela della riservatezza, trasparenza, minimo carico sui rispondenti, efficienza.

Il coordinamento del SISTAN è affidato all’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) e ogni anno viene approvato il Programma Statistico Nazionale (PSN) con valenza triennale.

A partire dal PSN 2005-2007, i Conti Pubblici Territoriali sono divenuti un prodotto del SISTAN, entrando a far parte, nella rete organizzativa in cui è strutturato il Sistema, del Circolo di Qualità  “Conti Economici e Finanziari”.

I Conti Pubblici Territoriali, per la rilevazione dei flussi finanziari nei singoli territori regionali, producono informazioni con riferimento all’universo del Settore Pubblico Allargato (SPA), in linea con quanto richiesto dall'UE per la verifica del principio di addizionalità dei fondi comunitari rispetto alle risorse ordinarie dello Stato membro.

Il Settore Pubblico Allargato è costituito dalla Pubblica Amministrazione (PA), che coincide con la definizione adottata dalla contabilità pubblica italiana ed è costituita da enti che, in prevalenza, producono servizi non destinabili alla vendita, e dall’Extra PA (definita sia a livello centrale che locale e sub-regionale) in cui sono incluse le entità sotto il controllo pubblico (Imprese Pubbliche Nazionali e Imprese Pubbliche Locali), impegnate nella produzione di servizi destinabili alla vendita, a cui la PA ha affidato la mission di fornire agli utenti alcuni servizi di natura pubblica, come le telecomunicazioni, l’energia, ecc.

Il Settore Extra PA a livello locale, costituito dalle Imprese Pubbliche Locali, è un comparto, ad oggi, di circa 3.000 unità, formato da enti rilevati capillarmente sul territorio dai Nuclei Regionali CPT e non considerati in modo organico da alcuna altra fonte statistica.

 

 

Il  Nucleo Regionale dei Conti Pubblici Territoriali della Regione Marche è stato nominato con il decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 2/pres del 20 Gennaio 2009.

Riferimenti interni:  

Maria Di Bonaventura - Dirigente del Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio della Regione Marche;

Andrea Pellei - Responsabile nucleo - Dirigente della PF Bilancio e Programmazione nazionale e comunitaria;

Riccardo Guidi Coordinatore del Nucleo - Posizione Organizzativa “Atti contabili” della Regione Marche;

Marco Tonnarelli - Posizione Organizzativa “Supporto predisposizione atti di programmazione economica e finanziaria” della Regione Marche;

Barbara Petrucci - Funzionario Amministrativo-Contabile del Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio della Regione Marche;

Filippo Silvestrelli- Responsabile Amministrativo-Contabile del Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio della Regione Marche;

Mauro Ulissi - Responsabile Amministrativo-Contabile al Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio della Regione Marche.

Romina Finocchio - Responsabile Amministrativo-Contabile al Servizio Risorse Finanziarie e Bilancio della Regione Marche.  

Contatti: nucleo.cpt@regione.marche.it