Text/HTML

Finanze e Tributi

Contatti

Servizio Risorse finanziarie e bilancio

Via Gentile da Fabriano, 9 
60125 Ancona (AN)


Dirigente Maria Di Bonaventura

Segreteria del Servizio:
Tel.  071 8062501
Fax  071 8062192

Email: servizio.risorsefinanziarie@regione.marche.it

PEC:  regione.marche.finanze@emarche.it

 

Imposta Regionale sulla Benzina per Autotrazione (IRBA)

 

Soppressione imposta regionale sulla benzina per Autotrazione
L'imposta regionale sulla benzina per autotrazione è soppressa dal 1° novembre 2018. E' stata abrogata con legge regionale 24 ottobre 2018 n. 43 (art. 7). Restano in essere tutti gli adempimenti previsti fino al mese di ottobre 2018, con la relativa scadenza per i versamenti al 30 novembre 2018

CHI PAGA
L’imposta è dovuta dal concessionario/titolare dell’autorizzazione dell’impianto di distribuzione di carburante o, su apposita delega, dalla società petrolifera che sia unica fornitrice dell’impianto.

QUANTO SI PAGA
Misura dell’imposta:
fino al 31/12/2011 è determinata in euro 0,0200 per litro di benzina dall'art. 27 legge regionale 27 dicembre 2007 n. 19;

dal 01/01/2012 al 31/03/2012 è determinata in euro 0,0758 per litro di benzina dall'art. 10 legge regionale 31 ottobre 2011 n. 20.
Il gettito derivante dalla variazione in aumento dell'imposta sulla benzina per autotrazione, rispetto alla misura vigente fino al 31 dicembre 2011, è destinato al finanziamento degli interventi necessari a fronteggiare gli eventi calamitosi verificatisi sul territorio regionale di cui al D.P.C.M. 10 marzo 2011 (Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione agli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito il territorio della regione Marche nei giorni dal 1° al 6 marzo 2011.);

dal 01/04/2012 a tutt'oggi, con Legge regionale del 20 marzo n. 2, la misura dell'imposta è rideterminata in euro 0,0200 per litro di benzina erogato. 

La Legge regionale 29 novembre 2013, n. 44, art. 8, c. 1, ha precisato che l’imposta è dovuta sui quantitativi di benzina erogati, annotati nel registro di carico e scarico disponibile presso l'impianto di carburante, il cui obbligo di tenuta è previsto dall'art. 25 del D. Lgs. 26 ottobre 1995, n. 504 (Testo unico delle accise).

QUANDO SI PAGA
Il pagamento dell’imposta deve essere effettuato direttamente alla Regione entro il mese successivo a quello di riferimento.
Nel caso in cui l’ultimo giorno del mese sia festivo il termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

COME SI PAGA
Il versamento può essere effettuato mediante:
- bollettino su c/c postale n. 86737129 intestato alla Regione Marche - Servizio Tesoreria,
- bonifico bancario a favore della Regione Marche - Servizio Tesoreria, IBAN:   IT 90 K 07601 02600 000086737129.

Qualora venga utilizzata la modalità del bonifico bancario si precisa che i pagamenti si considerano effettuati nei termini stabiliti a condizione che il relativo ordine sia stato impartito dal debitore entro l'ultimo giorno utile per il pagamento, facendo fede, ai fini  dell'osservanza dei termini di scadenza previsti per legge, la data dell'operazione e non la valuta.

Causale 
La causale del versamento dovrà riportare i seguenti elementi: 
"IRBA - mese di ... - cod. UTF...".

DELEGA
Il titolare dell'autorizzazione può delegare al pagamento dell'imposta la società petrolifera che sia unica fornitrice dell’impianto.
La delega deve essere conferita per iscritto e copia dell'atto deve essere inviato all'Ufficio tributi della Regione Marche al seguente indirizzo: Regione Marche - Servizio Risorse finanziarie - Ufficio tributi, via Gentile da Fabriano 9, 60125 Ancona.
La società delegata diviene quindi soggetto passivo oltre che per i propri impianti anche per quelli dei soggetti deleganti e provvederà a versare ogni mese l’imposta dei singoli titolari di autorizzazione.


TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE ANNUALE
Entro 31 gennaio di ogni anno scade il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione annuale dell'imposta regionale sulla benzina per autotrazione da parte del soggetto passivo (titolare dell'autorizzazione o società delegata).

MODELLO DI DICHIARAZIONE
-  modello dichiarazione annuale (più impianti) e istruzioni per la compilazione

-  modello dichiarazione semplificato (singolo impianto) e ;istruzioni per la compilazione



COMUNICAZIONI
Ogni comunicazione rilevante ai fini del pagamento dell'IRBA deve essere inviata all'Ufficio tributi della Regione Marche al seguente indirizzo: Regione Marche - Servizio Risorse finanziarie - Ufficio tributi, via Gentile da Fabriano 9, 60125 Ancona.
Esempi: sospensione attività, cessazione attività, modifica della delega, interruzione della delega, acquisizione/cessione d'impianti, ecc..

RAVVEDIMENTO OPEROSO
Prima che venga notificato l'avviso d'accertamento il contribuente non in regola con i pagamenti può avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso, a norma dell’art.13 d.lgs. 18/12/1997 nr. 472, con l’introduzione del ravvedimento "veloce" previsto dal decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 (convertito con modificazioni dalla Legge 15 luglio 2011, n. 111).

Il contribuente può sanare spontaneamente la propria posizione tributaria, entro un anno dalla scadenza del termine utile con una riduzione della sanzione ordinaria, effettuando il pagamento contestuale della tassa, della sanzione e degli interessi.

La riduzione della sanzione viene calcolata come segue: 

SANZIONI RIDOTTE PER CHI PAGA IN RITARDO ED ENTRO UN ANNO DALLA SCADENZA

pagamento non effettuato sanzione
entro i primi 14 giorni dalla scadenza 0,1% per ciascun giorno di ritardo
dal 15° al 30° giorno dalla scadenza 1,50% (della tassa versata in ritardo)
dal 31° al 90° giorno dalla scadenza 1,67% (della tassa versata in ritardo)
dal 91° giorno fino ad 1 anno dalla scadenza 3,75% (della tassa versata in ritardo)

Oltre l’anno di ritardo verrà applicata la sanzione intera del 30%.

In ogni caso sono dovuti gli interessi, conteggiati automaticamente al momento del versamento, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito (0,2% annuo dal 01/01/2016; 0,1% annuo dal 01/01/2017; 0,30% annuo dal 01/01/2018). 

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 27, Legge regionale 27 dicembre 2007, n. 19
 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (legge finanziaria 2008)"

Art. 6, comma 1, lett.c), Legge 14 giugno 1990, n. 158 "Norme di delega in materia di autonomia impositiva delle regioni e altre disposizioni concernenti i rapporti finanziari tra lo Stato e le regioni"

Art. 17, Decreto legislativo 21 dicembre 1990, n. 398 "Istituzione e disciplina dell'addizionale regionale all'imposta erariale di trascrizione di cui alla legge 23 dicembre 1977, n. 952 e successive modificazioni, dell'addizionale regionale all'accisa sul gas naturale e per le utenze esenti, di un'imposta sostitutiva dell'addizionale, e previsione della facoltà delle regioni a statuto ordinario di istituire un'imposta regionale sulla benzina per autotrazione"

Art. 3, Legge del 28 dicembre 1995, n. 549
 "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica"

Art. 1, comma 154 e art. 2 comma 185, Legge 23 dicembre 1996, n. 662
 "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica"

Decreto Ministero Finanze 30 luglio 1996 "Modalità per la presentazione delle dichiarazioni in base alle quali si effettua l'accertamento e la liquidazione dell'imposta regionale sulla benzina per autotrazione"

Art. 13, Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n. 472
 "Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell'articolo 3, comma 133, della legge 23 dicembre 1996, n. 662"

Art. 32, Legge regionale 28 luglio 2009, n. 18
 "Assestamento del bilancio 2009"

Legge regionale 20 marzo 2012, n. 2 "Abrogazione dell'art. 10 della legge regionale 31 ottobre 2011, n. 20 - Assestamento di bilancio 2011 - e modifica dell'art. 27 della legge regionale 27 dicembre 2007, n. 19: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione. Legge finanziaria 2008"

Art. 8 e 11, Legge regionale 29 novembre 2013, n. 44
 "Assestamento del bilancio 2013"