Agenda Digitale

Contatti

Email di contatto: adm@regione.marche.it


PF Informatica e Crescita Digitale

Dirigente Dott.ssa Serenella Carota

email: segreteria.sisinf@regione.marche.it
PEC: regione.marche.informatica@emarche.it
Segreteria: 071 8063915 - 071 8063576

Responsabile attuazione Agenda Digitale Marche:
Dott. Andrea Sergiacomi
andrea.sergiacomi@regione.marche.it
Tel. 071 8063504

Consultazione ADM con i comuni

In data 6 aprile 2017 si è tenuto ad Ancona un incontro tra Regione Marche e Anci Marche per condividere le azioni previste nel Programma Operativo Regionale (POR) FESR 2014-2020 - Asse 2 “Migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione”, in attuazione della Strategia sulla Agenda Digitale Marche (ADM). 

L’incontro, presenziato dall’assessore Fabrizio Cesetti (Informatica, Reti e ICT), ha visto la partecipazione dei membri del Direttivo Regionale ANCI Marche ed è stato esteso ai rettori delle Università marchigiane e al Tavolo tecnico permanente Regione Marche-Università sull’Agenda digitale.

Sono stati affrontati i temi dell’attuazione dell'Agenda Digitale locale, fondata sull’abilitazione di comunità intelligenti attraverso il riuso di infrastrutture digitali trasversali, ed in particolare del sostegno alla progettualità degli Enti locali attraverso le risorse rese disponibili dall'attuale programmazione POR FESR Marche. 

I progetti in ambito ICT, attivabili con fondi POR FESR a titolarità e a regia regionale nell’Obiettivo Tematico 2 (Agenda Digitale), possono avere un significativo e benefico impatto sul nostro territorio, anche al fine del miglioramento degli attuali indicatori europei DESI sul livello di digitalizzazione. Si tratta quindi di lavorare congiuntamente alla definizione delle priorità di investimento, che riguardino sia le infrastrutture applicative già realizzate e che si prevede di rafforzare, sia le nuove idee progettuali da sviluppare in ottica di fornire quei servizi digitali di immediato interesse per il territorio. Alcuni interventi prospettati da Regione Marche, che a pieno titolo rientrano anche nelle finalità della ricostruzione post-sisma, sono ad esempio:
  • la conferenza di servizi telematica per gli enti locali chiamati a gestire in modo concorrente i procedimenti amministrativi (progetto MEETPAD: meeting tra PA digitali);
  • i servizi di disaster recovery del patrimonio digitale di servizi e banche dati della PA (progetto ELAASTIC: Enti Locali as a Service - Tecnologie Interoperabili in Cloud).

In data 21 novembre 2017 è stato convocato un successivo incontro con Comuni, Province, Unioni montane (a questo indirizzo è possibile scaricare e consultare le slide presentate), avente per oggetto:

  • Aggiornamenti sull’evoluzione del Piano Triennale AGID e del percorso di razionalizzazione dei datacenter delle PA locali;
  • Lancio di una consultazione con enti locali per la rilevazione delle esigenze in materia di Agenda Digitale;
  • Presentazione del progetto ELaaStic – disaster recovery patrimonio digitale degli EE.LL. (finanziato con fondi POR FESR 2014-2020 Obiettivo Tematico 2).

Successivamente in data 29/11 è stato organizzato un incontro con gli enti locali partecipanti ai bandi POR FESR OT2 Smart Government, allo scopo di presentare le infrastrutture applicative regionali a supporto dei progetti dell'ADM, inclusa la piattaforma MeetPAd, e di promuovere ulteriormente la necessità di aderire alla consultazione online. 

 

Sugli aspetti sopra evidenziati si è inteso infatti introdurre una consultazione con gli enti locali interessati.

Per partecipare è necessario autenticarsi attraverso il sistema Cohesion. Gli utenti che partecipano alla Consultazione esprimeranno il proprio gradimento (o meno) rispetto agli interventi ad oggi proposti a valere sulla misura 6.1 - infrastrutture cloud e applicazioni innovative ICT e potranno indicare suggerimenti o azioni ulteriori, rappresentando in ogni caso idee ed opinioni istituzionali approvate dal proprio ente locale di appartenenza. I commenti ritenuti offensivi o inopportuni saranno messi in moderazione.
 

La consultazione è aperta dal 22 novembre al 31 gennaio 2018.

 

Compila il questionario