News

lunedì 2 marzo 2020  16:10 

Vista la Direttiva n. 1/2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministricon la quale si comunicavano le prime indicazioni in materialidi contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di cui all’articolo 1 del decreto legge n. 6 del 2020, indicando nello specifico al punto 8 quanto segue: “Negli uffici adibiti al ricevimento del pubblico o in generale nei locali frequentati da personale esterno, si raccomanda di evitare il sovraffollamento anche attraverso lo scaglionamento degli accessi e di assicurare la frequente aerazione degli stessi, di curare che venga effettuata da parte delle ditte incaricate un'accurata pulizia e disinfezione delle superfici ed ambienti, di mantenere un'adeguata distanza conl'utenza. Le amministrazioni pubbliche provvedono a rendere disponibili nei propri locali, anche non aperti al pubblico, strumenti di facile utilizzo per l'igiene e la pulizia della cute, quali ad esempio dispensatori di disinfettante o antisettico per le mani, salviette asciugamano monouso, nonché, qualora l'autorità sanitaria lo prescriva, guanti e mascherine per specifiche attività lavorative, curandone i relativi approvvigionamenti e la distribuzione ai propri dipendenti e a coloro che, a diverso titolo, operano o si trovano presso l'amministrazione. Le amministrazioni pubbliche espongono presso gli uffici aperti al pubblico le informazioni di prevenzione rese note dalle autorità competenti e ne curano la pubblicazione nei propri siti internet istituzionali.

Viste le prime indicazioni operativedel Datore di Lavoro della Giunta Regione Marche, inviate in data 28 febbraio 2020, nelle quali si prevede che: “I Dirigenti delle strutture regionali che erogano servizi con attività di sportello dovranno adottare disposizioni atte ad evitare assembramenti degli utenti, limitando l’accesso agli uffici a poche unità contemporaneamente. Da utilizzare, salvo casi eccezionali, la modalità dell’incontro con l’utenza previo appuntamento telefonico.

Con la presente si dispone quanto segue:

  • La ricezione del pubblico nelle sedi territoriali avverrà esclusivamente previo appuntamento telefonico, nei giorni di Martedì e Giovedì nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00, dedicando ad ogni appuntamento un tempo non superiore a 30 minuti.

  • Le richieste di appuntamento dovranno essere ricevute dagli addetti ai centralini, diogni sede territoriale, i quali si occuperanno di definire gli appuntamenti nel modo seguente:

    • Per la sede territoriale di Serrapetrona – Loc. Caccamo potranno essere previsti massimo n. 6 appuntamenti ogni 30 minuti ed ogni utente non potrà richiedere un nuovo appuntamento nel caso abbia già avuto un incontro nei 15 giorni antecedenti (n. tel. per appuntamenti 0733.904711).

    • Per la sede territoriale di Macerata – Loc. Piediripa potranno essere previsti massimo n. 4 appuntamenti ogni 30 minuti ed ogni utente non potrà richiedere un nuovo appuntamento nel caso abbia già avuto un incontro nei 15 giorni antecedenti (n. tel. per appuntamenti 0733.289603 / 0733.289647).

    • Per la sede territoriale di Ascoli Piceno potranno essere previsti massimo n. 6 appuntamenti ogni 30 minuti ed ogni utente non potrà richiedere un nuovo appuntamento nel caso abbia già avuto un incontro nei 15 giorni antecedenti (n. tel. per appuntamenti 0736.30751 / 0736.3075214).

  • Gli addetti ai centralini, dei vari uffici territoriali, potranno trasferire agli istruttori delle pratiche le richieste di contatto telefonico, nei giorni di Martedi e Giovedi nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dale ore 15:00 alle 17:00; chiedendo agli istruttori di limitare ad un tempo non superiore a 15 minuti le conversazioni telefoniche.

  • La ricezione del pubblico, nelle varie sedi territoriali, dovrà essere effettuata in locali appositamente dedicati chiedendo particolare attenzione a mantenere una adeguata distanza dall’interlocutore ed a rispettare le norme igieniche di prevenzione.

  • Dovranno essere apposte all’ingresso di ogni sede territoriale e pubblicate sul sito internet dedicato, apposite informazioni in merito alle modalità di ricezione del pubblico.

  • Dovrà essere inibito, al pubblico, l’accesso agli uffici delle varie sedi territoriali, salvo per i locali debitamente predisposti al front-office, per tutto il periodo previsto dall’emergenza.

 

 

Indicazioni operative a seguito di emergenza coronavirus COVID-19

Istruzioni per l'igiene delle mani

Nuovo Covid - 10 comportamenti da seguire