Infrastrutture e Trasporti

Contatti

SERVIZIO TUTELA, GESTIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO
P.F. Trasporto Pubblico Locale, Logistica e Viabilità

 

Referente: Arch. Michela Ferroni

Tel. 071.806.3453  -  0734.2323.43

email: michela.ferroni@regione.marche.it

 

Dirigente: dott.sa Letizia Casonato

Segreteria

Tel. 071.806.3828 - 3962

Fax. 071.806.3103

email: funzione.trasportolocale@regione.marche.it

pec: regione.marche.tpl@emarche.it

 

SEGNALAZIONI e RECLAMI

email: segnalazioni.tpl@regione.marche.it

Mobilità Ciclabile

La mobilità ciclabile (o mobilità ciclistica) è una modalità di spostamento o di trasporto. Un termine in parte sovrapponibile è quello di ciclabilità, che indica il quadro normativo, le infrastrutture e le soluzioni di viabilità per l'uso della bicicletta.
I principali benefici oggettivi della mobilità ciclabile riguardano:
il decongestionamento dal traffico motorizzato; la diminuzione dell'impatto ambientale (inquinamento atmosferico e acustico) del traffico in città; l'incremento di forme di mobilità eco-sostenibili e l'aumento della sicurezza stradale; il miglioramento dell'efficienza della viabilità e del trasporto (pubblico e privato), vista la riduzione dei mezzi privati circolanti; la tutela degli utenti della strada più esposti ai rischi del traffico, come ciclisti e pedoni
Tra le iniziative svolte dalla Regione Marche, anche in attuazione di normative nazionali, per contribuire alla riduzione del traffico tradizionale, per il miglioramento della qualità dell’aria e per la vivibilità delle nostre città vi è il finanziamento di interventi atti a facilitare la mobilità ciclistica.

A tal fine si è reso necessario programmare una rete regionale ciclabile protetta e dedicata, sia per la ciclomobilità extraurbana che urbana. Sino a qualche anno fa si operava sulla base di normative e finanziamento nazionali (L.366/1998) ai quali si aggiungevano cofinanziamenti regionali. Di recente è stata approvata la L. R. n° 38/2012 che prevede “Interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica” e stabilisce di determinare annualmente, sulla base delle disponibilità di bilancio, i programmi attuativi di intervento e di co-finanziamento in favore dei Comuni dotati di piani comunali per la mobilità ciclistica.
Ad oggi si stanno completando i programmi di finanziamento avviati negli anni precedenti quali: Piano Bicipolitana e Pista ciclabile “I Gelsi” nel Comune di Pesaro e altri interventi finanziati nei bandi emanati nel 2013 (per euro 237.500) e nel 2014 (per euro 460.267,31).

L'attuale Amministrazione regionale considera il potenziamento della mobilità ciclabile una delle prioritarie strategie per favorire lo sviluppo sostenibile e turistico regionale, punto di partenza per il rilancio di città più salubri e vivibili e per la promozione di una "sana" fruizione del territorio.

In tale ottica, poiché nel bilancio 2015 non sono stati previsti fondi regionali dedicati (ma solo euro 71.000,00 derivanti da trasferimenti nazionali) l'Amministrazione, ha individuato apposite risorse, in diverse misure, a valere sul POR FESR MARCHE 2014-2020 ed in tal senso ha indirizzato la stesura delle schede attuative.
Va inoltre segnalata l’interlocuzione che si intende avviare con RFI per valutare ogni possibile forma di riqualificazione della linea ferroviaria dismessa Fano – Urbino.