Categorie

sabato 21 gennaio 2017  07:46 

Tutte le frazioni marchigiane sono state raggiunte. Ancora da liberare qualche frazione dell'Ascolano dove comunque sono assicurati l'assistenza sanitaria, i soccorsi e la distribuzione dei generi di prima necessita' alle famiglie rimaste nelle loro case. Scendono a 600 le utenze Enel ancora interrotte nell'ascolano, mentre va verso la normalizzazione la situazione del Maceratese e del Fermano. Il Centro Funzionale Multirischi della Protezione Civile dopo i sopralluoghi eseguiti con gli esperti AIN Associazione interregionale neve e valanghe) ieri e oggi, ha diramato un'allerta ai Comuni e agli enti locali per le problematiche legate a neve e valanghe. L'avvertenza è di prestare la massima attenzione al possibile innesco di fenomeni valanghivi anche di piccole dimensioni non solo nelle aree già conosciute e/o perimetrate nel PAI, ma anche su tutti i versanti con forti accumuli di neve lungo le scarpate delle reti viarie. Si consiglia inoltre la ricorrente consultazion ...

   

sabato 21 gennaio 2017  12:26 

Sono al momento 800 le utenze non ancora riattivate dall’Enel, prevalentemente in provincia di Ascoli Piceno. Una decina le frazioni le cui vie di accesso non sono state ancora completamente liberate e dove sono attualmente al lavoro le turbine. Tutte sono state comunque raggiunte, ma in molte di queste l'elettricità risulta non ancora riattivata. La centrale Soup della Protezione civile regionale ad Ancona sta monitorando questa mattina anche la situazione del pericolo di slavina sulla provinciale per Pozza, nel Comune di Acquasanta Terme, dove il sindaco ha emanato ordinanza di evacuazione. Nel frattempo, poiché il rischio slavina è lungo la strada provinciale, quest'ultima è presidiata dalle forze dell'ordine per impedirvi il traffico. Dal punto della situazione su mezzi e uomini delle colonne mobili effettuato oggi si contano 538 uomini e più di cento mezzi in campo, come turbine, lame, pale, bobcat, fuoristrada, spargisale, frese, autocarri ...

   

venerdì 20 gennaio 2017  04:42 

Raggiunte tutte le frazioni del Maceratese. Sono ancora 10 invece le frazioni dell'ascolano non raggiungibili con i mezzi terrestri ma che vengono costantemente monitorate e con cui sono attivi i contatti per rispondere alle esigenze e alle problematiche sanitarie delle famiglie isolate dalla neve nelle loro case e senza corrente elettrica.

   

venerdì 20 gennaio 2017  04:35 

È stata firmata la convenzione, tra i ministeri del Lavoro, dell’Economia e le Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria, per la concessione degli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori privati (compresi quelli agricoli), autonomi  e titolari di impresa individuali. Misure a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto e 26 ottobre scorso. Alle Marche sono state assegnati 96,1 milioni di euro stanziati dal Governo nazionale. 

   

venerdì 20 gennaio 2017  11:56 

Sono ancora 35 le frazioni isolate nell'Ascolano e 3 nel Maceratese. Continuano a lavorare i circa duecento mezzi  e tutte le colonne mobili provenienti dalle altre Regioni a rinforzo dei  mezzi messi in campo da Comuni, Province, Regione e privati per assistere la popolazione e per ripristinare la viabilità. In accordo con la Dicomac i mezzi vengono poi assegnati ai Comuni in base alle priorità e alle richieste dei sindaci e delle Soi. Le utenze Enel ancora interrotte sono scese a circa 3mila dalle 9.800 di ieri sera. Questa mattina le condizioni meteo hanno consentito a numerosi elicotteri di alzarsi in volo per effettuare giri di ricognizione sulle frazioni, per il rischio di slavine e valanghe e per recapitare generi di prima necessità a famiglie in difficolta'. Per aggiornare  la situazione di Bolognola con rischio valanga, a supporto del Comune, la Protezione civile ha inviato una  squadra di esperti Ineva e  Regione Marche. Un elico ...

   

giovedì 19 gennaio 2017  05:27 

La priorità e' liberare le frazioni dal l'isolamento. Questo il lavoro su cui si è concentrata la sala operativa della protezione civile della Regione Marche. In campo al momento ci sono circa 200 mezzi (spazzaneve, turbine, pale, frese,...) delle colonne mobili provenienti dalle altre Regioni e dalle ditte private, delle Province e dell'Ana, oltre a tutti i mezzi previsti dai piani antineve dei Comuni. Continua anche  l'attività dei tecnici Enel per restituire l'energia elettrica alle 9.800 utenze ancora interrotte. "La notizia dei dispersi marchigiani dell'hotel di Farindola per i quali stanno continuando le ricerche è chiaro  che fra tutte è la più pesante - commenta il presidente della Regione Luca Ceriscioli -.  Una cosa sono i disagi, una cosa le vite umane e seguiamo con grande apprensione quello che sta accadendo. La neve si inserisce in misura straordinaria in una situazione incredibile di un altro sisma addirittura ...

   

giovedì 19 gennaio 2017  02:36 

Continua l'emergenza neve e sisma nelle Marche. Al lavoro il Comitato operativo regionale riunito in modo permanente per organizzare i mezzi e gli uomini che, dalle altre regioni, stanno raggiungendo le numerose frazioni isolate dell'ascolano e del maceratese. "Le risposte stanno arrivando - spiega l'assessore alla Protezione civile Angelo Sciapichetti -  abbiamo fatto in modo che le forze che si sono mobilitate siano distribuite a servizio delle numerosissime comunità che hanno esigenze e se arriveranno altri aiuti non avremo difficolta' ad impiegarli. Il problema delle Marche e che questi fenomeni hanno colpito ancora una volta un'area molto vasta. La coincidenza del sisma e della neve  e il protrarsi degli eventi sta creando condizioni anche psicologiche e personali difficili per i cittadini, ma anche per i sindaci e gli operatori al lavoro dal 24 agosto". Le colonne provenienti da Bolzano, Trento, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana in parte ...

   

giovedì 19 gennaio 2017  12:30 

Iscrizioni anno scolastico 2017/2018, la Regione chiede al Ministero una proroga di almeno 30 giorni per le zone terremotate. Lettera dell’assessore Bravi al ministro Fedeli: “Modificare o integrare la prevista scadenza del 6 febbraio” Una proroga straordinaria di almeno 30 giorni, rispetto alla scadenza del 6 febbraio, per la gestione delle iscrizioni al prossimo anno scolastico 2017/2018 nelle aree colpite dal sisma. È quanto chiede la Regione Marche, con una lettera dell’assessore Loretta Bravi inviata alla ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, a seguito dell’incontro, con il sottosegretario Vito De Filippo e i responsabili tecnici del Ministero, di sabato scorso (14 gennaio) a Corridonia. La richiesta è motivata, si legge nella nota, dalla difficile situazione di precarietà e di instabilità determinata dal sisma e dalle avverse condizioni meteo di questi giorni, oltre all’esigenza di sviluppare “azioni ...

   

mercoledì 18 gennaio 2017  06:46 

Le frazioni ancora isolate sono al momento 56 nell'ascolano, tutte le frazioni di Montefortino e Amandola nel fermano, molte frazioni di Bolognola, Pieve Torina, Visso, Fiastra, Penna San Giovanni, Cessapalombo, Fornace, Camerino, Sarnano, Gualdo, Ussita, Fiordimonte nel maceratese. Riattivate 9mila utenze ne rimangono ancora 21mila. L'Enel sta lavorando sul piano di rientro. RIschio R4 valanghe a Bolognola. Il sindaco ha predisposto l'evacuazione di 60 persone che saranno trasferite in hotel. Mezzi attualmente al lavoro oltre a quelli previsti dai piani antineve dei singoli Comuni: Provincia di Ascoli 1 turbina, 44 spazzaneve, 5 ditte con ruspe gommate Provincia di Fermo 20 ditte specializzate su 20 comprensori con 30 spazzaneve e 6 ruspe gommate Provincia di Macerata 50 ditte private impegnate con 100 mezzi, 5 turbine, 20 autocarri trattori Il Comitato operativo regionale Marche riunito in modo permanente ha organizzato la ripartizione delle squadre provenienti da fuo ...

   

mercoledì 18 gennaio 2017  01:23 

“E’ una catastrofe perché all’emergenza che viviamo da agosto si è aggiunta la neve e le scosse di oggi creano una situazione catastrofica sulle strade. Il  combinato neve e terremoto ha creato anche il rischio slavine, la mancanza di corrente elettrica mette in difficoltà migliaia di famiglie che non sanno dove stare, i sindaci chiedono mezzi per uscire dall’isolamento, alcune realtà soprattutto le frazioni, risultano isolate.   Un appello quindi alle Regioni, specie quelle del nord che hanno competenze: servono mezzi e turbine per liberare i posti dalla neve alta, c’è il problema degli alberi caduti che intralciano il lavoro dei mezzi spalaneve, servono squadre per toglierli. E poi importante che Enel faccia di tutto per ripristinare la corrente elettrica e i sindaci abbiano in queste ore quale priorità il collocamento delle persone e portarle in posti caldi e sicuri per trascorrere la nottata.  ...