Categorie

Tag

cig
FSE
GAL
IGP
ITS
LSU
oss
PAI
PSR
r&S
SIL
UE
venerdì 20 ottobre 2017  05:52 

Finanzieranno temi emergenti, “di frontiera”, come i cambiamenti climatici e quelli determinati dal sisma, le risorse regionali destinate ai dottorati di ricerca dell’Università di Architettura di Camerino. Un apposito capitolo del bilancio regionale ne prevede il cofinanziamento, sulla base della Convenzione europea del paesaggio.    

mercoledì 18 ottobre 2017  03:22 

"La Salaria è il collegamento naturale tra l’area del Piceno e Roma, il suo potenziamento è molto significativo, interessa le Marche nella parte più colpita dal terremoto. Attraverso le strade passano le opportunità perché servono alle imprese, al turismo, all’economia del luogo. Riuscire a vedere dopo tanti anni la Salaria che torna ad avere investimenti in termini di risorse, collegamenti e maggiore sicurezza è importante". Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli a margine della conferenza stampa del 17/10/2017 a Rieti con il ministro Delrio, il presidente di Anas Armani e Gentile Ad di Rfi   

lunedì 16 ottobre 2017  07:00 

La ditta che fornisce e monta le Sae, dovrà lavorare nei giorni festivi e con attività da svolgersi h24, dunque anche di notte. Lo stabilisce un ordine di servizio della Regione Marche indirizzato al consorzio Stabile Arcale, la ditta individuata attraverso l'accordo quadro con la Protezione civile nazionale per la realizzazione delle casette.

   

sabato 14 ottobre 2017  10:07 

A partire dalle 8.30 e fino alle 13.30, martedì 17 ottobre, presso la sala del Consiglio comunale di Pesaro (salone nobile Palazzo Gradari), e mercoledì 18 ottobre ad Ancona, nel palazzo regionale Li Madou, via Gentile da Fabriano n. 2, si terranno due incontri informativi sui temi della trasparenza e dell'anticorruzione delle Pubbliche Amministrazioni, rivolti a studenti e cittadini.   

venerdì 13 ottobre 2017  09:00 

Diffondere la cultura della prevenzione e apprendere buone pratiche per gestire le situazioni di emergenza. Sono le finalità della campagna promossa dal dipartimento nazionale della Protezione civile “Io non rischio”, che, sabato 14 ottobre, toccherà 103 piazze di capoluoghi provinciali italiani, coinvolgendo 748 sezioni locali di volontariato. Nelle Marche sono interessate le città di Ancona, Ascoli Piceno, Macerata e Pesaro.    

mercoledì 11 ottobre 2017  01:34 

Dal prossimo 1° novembre potrà esser trasmessa online all’Asur la notifica preliminare dei lavori nei cantieri edili su tutto il territorio regionale. L’obbligo di trasmissione è previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza negli ambienti di lavoro a carico di tutti i committenti di lavori edili al fine di snellire le procedure a favore degli utenti e avere un maggior controllo sulla sicurezza dei cantieri. 

La nuova procedura prevede un modello unico regionale di notifica preliminare da utilizzare attraverso l’invio telematico agli organi istituzionali competenti (Servizi di Prevenzione delle Aree Vaste dell’ASUR e Ispettorato Territoriale del Lavoro).
Dal 1° novembre al 31 dicembre 2017 è prevista la fase sperimentale. In questi 2 mesi gli utenti (committenti o responsabili dei lavori edili) avranno la possibilità di inviare online la notifica del cantiere previa richiesta certificata di credenziali di accesso al sistema al sito www.marcheprevenzione.it , ma potranno utilizzare anche i vecchi sistemi di invio (raccomandata, Pec, ecc.).
A partire dal 1° gennaio 2018 invece, l’invio online tramite piattaforma web sarà il solo modo possibile per notificare l’apertura di un cantiere edile, sia esso pubblico che privato, nel territorio regionale.
La nuova procedura prevede un modello unico regionale di notifica preliminare da utilizzare attraverso l’invio telematico agli organi istituzionali competenti (Servizi di Prevenzione delle Aree Vaste dell’ASUR e Ispettorato Territoriale del Lavoro).
Dal 1° novembre al 31 dicembre 2017 è prevista la fase sperimentale. In questi 2 mesi gli utenti (committenti o responsabili dei lavori edili) avranno la possibilità di inviare online la notifica del cantiere previa richiesta certificata di credenziali di accesso al sistema al sito www.marcheprevenzione.it , ma potranno utilizzare anche i vecchi sistemi di invio (raccomandata, Pec, ecc.).
A partire dal 1° gennaio 2018 invece, l’invio online tramite piattaforma web sarà il solo modo possibile per notificare l’apertura di un cantiere edile, sia esso pubblico che privato, nel territorio regionale.La nuova procedura prevede un modello unico regionale di notifica preliminare da utilizzare attraverso l’invio telematico agli organi istituzionali competenti (Servizi di Prevenzione delle Aree Vaste dell’ASUR e Ispettorato Territoriale del Lavoro).
Dal 1° novembre al 31 dicembre 2017 è prevista la fase sperimentale. In questi 2 mesi gli utenti (committenti o responsabili dei lavori edili) avranno la possibilità di inviare online la notifica del cantiere previa richiesta certificata di credenziali di accesso al sistema al sito www.marcheprevenzione.it , ma potranno utilizzare anche i vecchi sistemi di invio (raccomandata, Pec, ecc.).
A partire dal 1° gennaio 2018 invece, l’invio online tramite piattaforma web sarà il solo modo possibile per notificare l’apertura di un cantiere edile, sia esso pubblico che privato, nel territorio regionale.

A cura di Regione ed ASUR è stato definito un calendario di incontri informativi per la pubblicizzazione della procedura Notifiche Online rivolti a tutti i soggetti interessati: associazioni di categoria, ordini professionali, organismi bilaterali, Comuni (Anci), Province, Ufficio Regionale per la ricostruzione post-sisma, OO.SS., ecc.

   

martedì 10 ottobre 2017  06:49 

Oltre 15 milioni di euro alle Province destinati ai 13 Centri per l’impiego marchigiani per coprire i costi del personale relativi al 2017 e per i nuovi progetti di riorganizzazione del servizio. E’ quanto prevede lo schema di Convenzione tra Ministero del Lavoro e Regione Marche relativa alla regolazione dei rapporti per la gestione dei servizi per il lavoro e le politiche attive approvato ieri dalla Giunta, su proposta dell’Assessore al Lavoro e alla Formazione Loretta Bravi.    

lunedì 9 ottobre 2017  09:09 

Taglio del nastro a Belforte del Chienti per il centro direzionale di Simonelli group, secondo gruppo italiano nella produzione di macchine professionali per caffè e centro di ricerca. 

La nuova struttura, realizzata accanto al moderno stabilimento già in funzione da alcuni anni, completa un complesso industriale tecnologicamente avanzato su un’area di circa ventimila metri quadrati nella zona per attività produttive di Fonte Moreto al confine con Tolentino. Il nuovo centro ospiterà tutti gli uffici di direzione, amministrativi e commerciali. Si sviluppa su diversi piani per una superficie complessiva di tremila metri quadrati, è stato realizzato con le più moderne tecniche costruttive e sistemi di domotica di ultima generazione all’insegna della sostenibilità e della riduzione del consumo energetico. 

Il Centro direzionale – a cui entro il prossimo anno si affiancherà un Centro per la logistica – è stato realizzato con il lavoro di imprese tutte marchigiane. Rappresenta uno dei più consistenti investimenti realizzati dopo il terremoto del 2016 nell’area del maceratese all’interno del cosiddetto “cratere”.

   

venerdì 6 ottobre 2017  01:52 

Si è riunito, a Palazzo Li Madou, il Comitato di sorveglianza del Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale), organismo che ha il compito di controllare l’attuazione e i progressi compiuti nell'ambito della programmazione 2014-2020. La riunione era dedicata all'esame del documento che stanzia 248 milioni aggiuntivi messi a disposizione dall'Unione Europea per i territori marchigiani colpiti dal terremoto. La proposta di riprogrammazione del Por Fesr deriva dall’assegnazione, alla Regione Marche, di una quota del 62% (pari a complessivi 248 milioni di euro) su un totale, per le quattro regioni coinvolte, di 400 milioni. Somma da destinare, in maniera prioritaria, a interventi di messa in sicurezza sismica degli edifici “strategici e rilevanti pubblici” ubicati nelle aree maggiormente a rischio, con particolare riferimento alle scuole, attraverso la valutazione di vulnerabilità sismica. “Si è trattato di un appuntamento importante, ...