Fondi Europei

Fondi Europei

Programma Operativo POR FSE

Il Fondo sociale Europeo (FSE) è uno dei Fondi Strutturali Europei ed ha lo scopo di migliorare l'occupazione e le possibilità di impiego sul territorio dell'Unione Europeo. I finanziamenti per il territorio della Regione Marche, secondo il Programma Operativo Regionale FSE, ammontano a 287,97 milioni di euro e prevedono cinque assi prioritari di intervento (di cui l'ultimo relativo all'assistenza tecnica).

Asse 1 - PROMUOVERE UN'OCCUPAZIONE SOSTENIBILE E DI QUALITÀ E SOSTENERE LA MOBILITA' DEI LAVORATORI

Asse 1

8i - L'accesso all'occupazione per le persone in cerca di lavoro e inattive, compresi i disoccupati di lunga durata e le persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, anche attraverso iniziative locali per l'occupazione e il sostegno alla mobilità professionale

8.ii - L'integrazione sostenibile nel mercato del lavoro dei giovani (FSE), in particolare quelli che non svolgono attività lavorative, non seguono studi né formazioni, inclusi i giovani a rischio di esclusione sociale e i giovani delle comunità emarginate, anche attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani

8.iv - L'uguaglianza tra uomini e donne in tutti i settori, incluso l'accesso all'occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione della vita professionale con la vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore

8.v - L'adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori al cambiamento

8.vii - La modernizzazione delle istituzioni del mercato del lavoro, come i servizi pubblici e privati di promozione dell'occupazione, migliorando il soddisfacimento delle esigenze del mercato del lavoro, anche attraverso azioni che migliorino la mobilità professionale transnazionale, nonché attraverso programmi di mobilità e una migliore cooperazione tra le istituzioni e i soggetti interessati

> Risorse assegnate: 182,4 milioni di euro, pari al 63,3% delle risorse

   

Asse 2 - PROMUOVERE L'INCLUSIONE SOCIALE E COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI DISCRIMINAZIONE

Asse 2

9.i - L'inclusione attiva, anche per promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva, e migliorare l'occupabilità

9.iv - Il miglioramento dell'accesso a servizi accessibili, sostenibili e di qualità, compresi servizi sociali e cure sanitarie d'interesse generale

> Risorse assegnate: 51,5 milioni di euro, pari al 17,88% delle risorse

   

Asse 3 - INVESTIRE NELL'ISTRUZIONE, NELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PER LE COMPETENZE E L'APPRENDIMENTO PERMANENTE

Asse 3

10.i - Ridurre e prevenire l'abbandono scolastico precoce e promuovere la parità di accesso all'istruzione prescolare, primaria e secondaria di elevata qualità, inclusi i percorsi di istruzione (formale, non formale e informale) che consentano di riprendere percorsi di istruzione e formazione

10.iii - Rafforzare la parità di accesso all'apprendimento permanente per tutte le fasce di età nei contesti formali, non formali e informali, aggiornando le conoscenze, le abilità e le competenze della manodopera e promuovendo percorsi di istruzione flessibili anche tramite l'orientamento professionale e la convalida delle competenze acquisite

10.iv - Migliorare la pertinenza dei sistemi di istruzione e formazione al mercato del lavoro, favorendo il passaggio dall'istruzione al mondo del lavoro e rafforzando i sistemi di istruzione e formazione professionale nonché migliorandone la qualità, anche mediante meccanismi di anticipazione delle capacità, l'adeguamento dei curriculum e l'introduzione e lo sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro, inclusi i sistemi di apprendimento duale e i programmi di apprendistato

> Risorse assegnate: 33,4 milioni di euro, pari all' 11,6% delle risorse

   

Asse 4 - RAFFORZARE LA CAPACITÀ ISTITUZIONALE

Asse 4

11.i - Investire nella capacità istituzionale e nell'efficienza delle pubbliche amministrazioni e dei servizi pubblici a livello nazionale, regionale e locale nell'ottica delle riforme, di una migliore regolamentazione e di una buona amministrazione

> Risorse assegnate: 11, 1 milioni di euro, pari al 3,86% delle risorse

   

Asse 5 - ASSISTENZA TECNICA

 

L'asse è finalizzato al finanziamento delle attività di assistenza tecnica, monitoraggio, valutazione, nonché all'attuazione del piano di informazione e pubblicità del Programma

> Risorse assegnate: 9,5 milioni di euro, pari al 3,3% delle risorse

 

 

 

Il Comitato di Sorveglianza è l'organo incaricato di accertare l'efficacia e la qualità dell'attuazione del Programma Operativo durante l'esecuzione degli interventi lungo tutto il periodo di programmazione. Entro tre mesi dalla data di notifica allo Stato membro della decisione della Commissione di adozione del programma, lo Stato membro istituisce il Comitato di Sorveglianza, conformemente al suo quadro istituzionale, giuridico e finanziario, d'intesa con l'autorità di gestione, per sorvegliare sull'attuazione del programma.

La Regione Marche in conformità agli artt. 47 del Reg. UE 1303/2013 ha istituito il Comitato di Sorveglianza con Delibera 00/0000 , e si divide tra membri effettivi e membri consultivi.

Le funzioni del Comitato di Sorveglianza sono indicate all' art. 110 del Reg. UE 1303/2013 e quelle previste dal Regolamento interno.

In questa sezione è possibile trovare la Sintesi e le Relazioni di Attuazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale( FESR) nel precedente esercizio finanziario che deve essere presentata alla Commissione Europea( art. 50 Reg. 1303/2013).
Le relazioni di attuazione annuali contengono informazioni chiave sull'attuazione del programma e sulle sue priorità con riferimento ai dati finanziari, agli indicatori comuni e specifici per programma e ai valori obiettivo quantificati, compresi i cambiamenti nei valori degli indicatori di risultato se del caso( art. 50 Reg. 1303/2013).

Anno 2015

Relazione di Attuazione 2015 (pdf)

Sintesi Relazione di Attuazione 2015 (pdf)


Anno 2016

Relazione di Attuazione 2016 (pdf)

Sintesi Relazione di Attuazione 2016 (pdf)

Riunione annuale del Comitato di Sorveglianza del P.O.R. Marche FSE 2014/2020

ASCOLI PICENO 22 GIUGNO 2017

ORDINE DEL GIORNO

Convocazione
1) Modifica al Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza FSE 2014/2020 - Andrea Pellei
2) Presentazione ed approvazione (pdf) - Floriana Quaglia
3) Aggiornamento dello stato attuativo del Programma al 31 maggio 2017 (pdf) - Floriana Quaglia
4) Scambio elettronico dei dati (pdf) e buona pratica (pdf) - Giuseppe Piazzolla, Floriana Quaglia
5) Presentazione da parte delle strutture coinvolte nella gestione del Programma delle attività avviate nel corse del 2017 e delle attività programmate per il 2017 (pdf) - Giovanni Pozzari, Fabio Montanini, Graziella Gattafoni
6) Informativa sull'attuazione della Strategia di Comunicazione e sulle attività da svolgere nel corso del 2017 (pdf)- Daniela Luciani, Donatella Consolandi
7) Informativa sulle attività di audit (pdf)- Massimiliana Sarda Cammarota
8) Informativa sulla proposta di modifica del POR FSE (pdf)- Floriana Quaglia

Varie ed eventuali


Riunione finale del Comitato di Sorveglianza del P.O.R. Marche FSE 2007/2013 

Chiusura Programmazione FSE 2007/2013 
ANCONA 16 MARZO 2017

ORDINE DEL GIORNO
1) Approvazione Ordine del Giorno
2) Modifica al Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza FSE 2007/2013
3) Approvazione Rapporto Finale di Esecuzione del POR Marche FSE 2007/2013
4) Presentazione di progetti finanziati con il POR FSE 2007/2013 (alcune Buone Pratiche)
5) Varie ed eventuali


COMITATO DI SORVEGLIANZA 2016

Il Comitato di Sorveglianza del P.O.R. Marche F.S.E. 2014–2020  si è riunito il 12/05/2016 alle ore 9,30 presso la Sala-meeting dell'azienda "BIESSE SpA" di Pesaro, via della Meccanica n. 16.

Regolamento Interno

Documenti del Comitato di Sorveglianza:

1. Ordine del Giorno
2. Informativa da parte della Commissione Europea
3. Modifica al Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza
4. Relazione di attuazione annuale 2015: presentazione e approvazione
5. Informativa sullo stato di avanzamento del POR:
     - Principali iniziative avviate/in corso nel 2016
     - Buona Pratica
     - Spesa sostenuta e previsioni per il 2016 e 2017
     - Scambio elettronico di dati
6. Informativa sulla Strategia di Comunicazione
7. Informativa sull’attività di Valutazione
8. Informativa sulle attività di audit
9. Informativa sull’attuazione della IOG nella regione – andamento generale e prospettive
10. Informativa sullo stato di avanzamento del PRA (Piano di Rafforzamento Amministrativo)
11. Varie ed eventuali

Verbale CdS FSE Marche del 12/05/2016

Check list e verbali di controllo

In questa sezione vengono descritti gli strumenti individuati dal POR volti a garantire la sana gestione finanziaria del Fondo Sociale Europeo (FSE).

Formazione

Gara d'appalto

Affidamento diretto

Gara d'appalto in economia

Borse di studio

Tirocini formativi

Esperienze di giovani laureati occupati

Creazione impresa

Voucher aziendali

Voucher individuali

Inserimento lavorativo soggetti svantaggiati

Nuove assunzioni / stabilizzazioni

Acquisizione risorse umane

  • Acquisizione di risorse (assunzioni a tempo determinato, indeterminato, interinali e collaborazioni)

Misure anti crisi

Ingegneria finanziaria

Conciliazione

Residuale

Audit di sistema sugli OI

Con delibera n. 1148 del 21/12/2015 è stato approvato il  Documento Attuativo del Programma Operativo (DAR) della Regione Marche- FSE 2014-2020.


Check list e matrice di autovalutazione del rischio di frode

COMITATO DI SORVEGLIANZA 2015

Il Comitato di Sorveglianza del P.O.R. Marche FSE "Obiettivo: Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione" 2014-2020 si è riunito il 15/04/2015 alle ore 9,30 presso il Teatro delle Muse - Ancona.

Regolamento Interno

Documentazione presentata al Comitato di Sorveglianza:

Verbale del Comitato

Ordine del giorno
1. Informativa da parte della Commissione Europea
2. Adozione del Regolamento interno del Comitato di Sorveglianza
3. Presentazione del POR Marche FSE 2014-2020
4. Approvazione Criteri di Selezione dei Progetti
5. Approvazione Piano di Valutazione del POR
6. Informativa sullo Scambio elettronico di dati
7. Informativa sulle attività di comunicazione e informazione
8. Informativa sulle attività di Audit
9. Varie ed eventuali

Criteri di selezioni progetti
Piano di valutazione