Cultura

Contatti

Servizio Sviluppo e Valorizzazione delle Marche
P.F. Beni e attività culturali

Dirigente Simona Teoldi

Fax 0731 806 2318

funzione.beniattivitaculturali@regione.marche.it
regione.marche.funzionebac@emarche.it

Funzionario di riferimento:

Andrea Bianchini

andrea.bianchini@regione.marche.it

Tel. 071 806 2252 


Sistema Bibliotecario Marche

Riorganizzazione del Sistema Bibliotecario Regionale

La Regione Marche per il rilancio dei servizi bibliotecari e di lettura nelle Marche

La Regione Marche ha presentato, mercoledì 13 settembre 2017, in Ancona presso la propria sede, in un partecipato incontro il progetto di riorganizzazione complessiva del sistema bibliotecario regionale, alla presenza di amministratori e tecnici provenienti da tutto il territorio. 
La volontà espressa dall'Assessorato alla cultura e dalla dirigenza della P.F. Beni e Attività culturali della Regione è quella di dar vita ad un sistema coeso e uniforme su tutto il territorio, in grado, dopo il passaggio di funzioni tra Province e Regione, di garantire non solo la continuità dei servizi ma anche l’uniformità e il potenziamento delle piattaforme utilizzate da tante biblioteche e cittadini marchigiani.

Il Sistema si caratterizza per una grande ricchezza e pluralità di strutture: da quelle storiche di conservazione a quelle civiche, da quelle universitarie a quelle specialistiche dei più diversi tipi artistiche, religiose, musicali ecc. e sono capillarmente diffuse in larga parte del territorio. Sono attualmente organizzate in 4 Poli provinciali che aderiscono al Sistema Bibliotecario Nazionale e che grazie all'investimento regionale si andranno progressivamente ad integrare passando entro l’anno a 2.

La Regione, cogliendo le nuove esigenze di un’utenza sempre più abituata alle rapide trasformazioni tecnologiche e digitali, intende dar vita ad un’unica infrastruttura integrata per la diffusione dei saperi, tra comuni, Università, Biblioteche e scuole finalizzata a fornire servizi di svago, informazione e formazione a tutti i cittadini dai più piccoli fino a professionisti e ricercatori, veicolando contenuti di qualità, con un’attenzione anche verso le diverse abilità.
Con questo progetto la Regione assume il coordinamento del sistema mettendo in campo risorse e  coinvolgendo professionalità presenti sul territorio in un modello gestionale partecipato che riconosce un ruolo importante di cogestione ad alcuni partner che negli anni passati si sono molto impegnati nella fattiva diffusione e gestione dei servizi di lettura nelle proprie aree di riferimento. Questi sono le due Università di Urbino e Macerata ed i Comuni di Fermo, Macerata e Jesi. L’obiettivo è quindi di mettere a Sistema le differenti realtà del territorio invitandole a collaborare strettamente per erogare servizi qualitativamente elevati mantenendo una forte partecipazione e condivisione delle scelte con tutto il territorio. 

Attenzione verrà rivolta anche alle strutture attualmente in difficoltà per il sisma, con uno sforzo per la riattivazione dei servizi alle comunità in forte sinergia con le scuole e un pensiero rivolto al futuro e alla progettazione di nuovi servizi che possano accompagnare, veicolando saperi e conoscenza, la rinascita di quei luoghi. 
Il progetto pone le basi per i prossimi sviluppi del Sistema che la regione ha illustrato: servizi on-line sempre più accessibili e attenti alle diverse esigenze e fasce d’età dei cittadini, forte convergenza e integrazione tra servizi tradizionali e network digitali in rete, fruizione di contenuti sempre più in mobilità.

L’azione regionale ricopre particolare rilevanza in quanto riconosce nei servizi bibliotecari dei punti di accesso ad uno dei beni comuni più preziosi della società contemporanea: la conoscenza antidoto sempre più sentito contro ignoranza, fake news e post-verità.


DGR 1036 del 8 settembre 2017 

L.R. 4/10 e DGR n. 708/17 - Approvazione del progetto per la riorganizzazione e gestione del sistema bibliotecario regionale nel passaggio di funzioni tra Province e Regione Marche e dello schema di convenzione con gli Enti partner 

Presentazione Progetto Sistema Bibliotecario Marche (.pdf 300 kb)

 

 



Perché aderire

L'adesione al Sistema Bibliotecario Marche (SBM) consente di connettere tutte le biblioteche delle Marche che lo desiderano sia ai servizi gestionali, qualitativamente elevati forniti attraverso le piattaforme regionali condivise, sia di collegare il catalogo della singola struttura al Sistema Bibliotecario Nazionale. Quindi permette anche alle biblioteche più piccole e periferiche di uscire dal proprio isolamento segnalando, sia alle altre biblioteche del territorio e italiane sia agli utenti, il proprio patrimonio e i propri servizi. Ciò avviene attraverso l'utilizzo di software condivisi di gestione della struttura. Il cittadino può così consultare tutto il patrimonio disponibile catalogato nelle Marche attraverso strumenti on-line (Opac) che gli consentono di trovare più facilmente quello che desidera.

Aderendo al Sistema Bibliotecario Regionale la biblioteca:

1. fruisce di una piattaforma di gestione di tutte le proprie operazioni e servizi: dall'inventariazione, alla catalogazione, dall'iscrizione degli utenti, alla gestione dei prestiti in cataloghi e anagrafi condivise. Ciò facilita e al tempo stesso rende più professionali e qualitativamente alti i servizi erogati al cittadino;

2. fruisce di servizi cloud che mettono in sicurezza i propri dati gestionali, in quanto questi non risiedono su propri computer con il rischio di perdita, danno, obsolescenza ecc. Inoltre il Sistema si aggiorna centralmente, ciò consente, anche per le biblioteche più piccole, di fruire di software sempre tecnologicamente aggiornati, senza alcuna ulteriore operazione di riscrittura, adeguamento, trasferimento ecc.

3. ha a disposizione servizi di assistenza e formazione specifica sul territorio per gli operatori addetti alla biblioteca, forniti da professionisti esperti del settore sia della Regione Marche sia dei partner che collaborano alla gestione del Sistema;

4. mette a disposizione dei propri utenti servizi on-line di alta qualità, con catalogazioni corrette, aggiornate e bibliograficamente ricche. Il cittadino inoltre fruisce anche di funzioni social attraverso i quali sia l'utente sia la biblioteca possono realizzare bibliografie e inviarle via mail, salvarle o postarle nei principali social network; commentare i libri che preferisce e recensirli, condividendo queste informazioni con altri utenti.

Chi può aderire al Sistema Regionale

Può aderire qualsiasi biblioteca presente nelle Marche, della più diversa tipologia o dimensione, che si impegni a rispettare le condizioni di adesione. Per usufruire dei servizi on-line la biblioteca non necessita di particolari strumentazioni o tecnologie ma semplicemente di un computer connesso a internet. Tutti i servizi sono infatti erogati attraverso piattaforme integrate che per le biblioteche delle province di Ancona e Pesaro-Urbino risiedono presso l’Università di Urbino e per quelle delle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno presso l’Università di Macerata.
L'unico requisito per la piena partecipazione al Sistema è quello di avere personale in grado di gestire le piattaforme dei servizi. Queste non richiedono particolari competenze informatiche, però, per quanto riguarda le operazioni di catalogazione dei documenti, queste necessitano di personale opportunamente formato, in quanto i dati devono rispettare particolari standard definiti su scala nazionale dal Sistema Bibliotecario Nazionale.
La Regione, in collaborazione con i partner territoriali del Sistema, organizza periodicamente dei corsi di formazione per operatori bibliotecari, al fine di istruirli alle pratiche di catalogazione. Là dove resta difficile, soprattutto per i piccoli Comuni, reperire personale di questo tipo una soluzione può essere condividere queste figure professionali tra più strutture.

Condizioni di adesione

L’adesione a SBM comporta il versamento alla Regione di una quota annua di compartecipazione alle spese gestionali, fondi che la Regione integra ai propri per sostenere i costi complessivi del servizio.

Per aderire a SBM è necessario compilare un'apposita modulistica on-line.

Al modulo va corredata una specifica dichiarazione del rappresentante legale della struttura con:

1. La piena consapevolezza delle condizioni che l'adesione al Sistema comporta in quanto inseriti nella gestione di una banca dati condivisa con altri soggetti (sia territoriali sia nazionali).

2. L'attestazione di impegno alla copertura dei costi annui di compartecipazione alle spese gestionali.

 
I costi annui di adesione sono stati definiti dalla Regione Marche, in accordo con i partner territoriali di SBM, con DGR n. 1036/2017 e sono i seguenti:

Biblioteche di Comuni con meno di 5.000 ab.   € 200,00
Biblioteche di Comuni dai 5.000 ai 30.000 ab.   € 600,00
Biblioteche di Comuni dai 30.000 ai 45.000 ab   € 1.500,00
Biblioteche di Comuni dai 45.000 ai 70.000 ab.  € 2.500,00
Biblioteche di Comuni con più di 70.000 ab.  € 4.500,00
Biblioteche di Archivi di Stato e Soprintendenze  € 600,00
Biblioteche di Associazioni, Istituti, Onlus   € 300,00
Rete degli Istituti Storici della Resistenza  € 600,00
Biblioteche scolastiche  € 150,00
Biblioteca Consiglio Regionale e Statale   € 2.500,00
Biblioteche Musicali   € 500,00
Biblioteche Fondazioni bancarie   € 600,00
Biblioteche di soggetti privati  € 500,00

Le biblioteche che hanno i propri servizi interrotti a causa del sisma sono esentate dal versamento della quota fino a che i servizi non saranno riattivati.
Per chi precedentemente aderiva ai Poli provinciali SBN la compilazione della modulistica è condizionata alla verifica che non sussitano quote pendenti delle precedenti annualità 2016-2017, che dovranno pertanto essere versate prima della nuova adesione.

Per informazioni, dubbi, chiarimenti potete contattare:
Regione Marche (sede Ancona) Andrea Bianchini; 
Regione Marche (Sede Ascoli Piceno) Donatella Paoloni e Barbara Manfroni;
Regione Marche (Sede Pesaro) Loredana Tarantino;
e-mail unificata: sistema.biblio@regione.marche.it

Area per la compilazione della domanda di adesione

Modulo

(è necessaria l'autenticazione Cohesion)