Il REI è “una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica nonché all’attivazione dei beneficiari”.  Si tratta quindi di un’azione destinata ai singoli o alle famiglie che vivono in una condizione di povertà e di disagio socio-lavorativo.

I soggetti attuatori della misura sono, da una parte l’INPS che interviene sul beneficio economico e dall’altra i Comuni, coordinati a livello di Ambiti territoriali, quali responsabili della definizione dei progetti personalizzati di attivazione sociale e lavorativa, ovvero della presa in carico dei nuclei familiari attraverso un’analisi multidimensionale delle problematiche e dei bisogni. 

Nella misura intervengono diversi altri attori locali.  Fra questi, un ruolo importante viene attribuito ai Centri per l’impiego pubblici per tutte le problematiche inerenti la dimensione lavorativa. In tali casi, a seguito dell'analisi preliminare effettuata dai servizi sociali dei Comuni, viene   attivato il centro per l'impiego ed il progetto personalizzato è sostituito dal Patto di servizio personalizzato