Con la raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22 aprile 2013, è stata istituita una Garanzia per i Giovani (Youth Guarantee), per rispondere alla grave crisi occupazionale giovanile e agli elevati costi causati dai giovani che non si trovano né in situazione lavorativa, né seguono un percorso scolastico o formativo, i cosiddetti NEET – Not in Education, Employment or Training. Con il termine Garanzia per i Giovani si intende una situazione nella quale, entro un periodo di quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale, i giovani ricevono un’offerta qualitativamente valida di formazione o di lavoro oltre ad altre specifiche possibilità alternative fra le quali: tirocinio, servizio civile, sostegno all’autoimpiego, ecc.

La Garanzia si rivolge ai giovani di età compresa tra i quindici e i ventiquattro anni, in Italia estesa fino a ventinove anni (linee previste dal D.L n. 76/2013). Il piano si prefigge l’obiettivo di realizzare un insieme coordinato di azioni e servizi per il giovane, garantendone una totale presa in carico. La misura prevede un’attività di orientamento per costruire, sulla base delle caratteristiche del giovane (profiling) un percorso personalizzato.