Infrastrutture e Trasporti

Contatti

SERVIZIO TUTELA, GESTIONE E ASSETTO DEL TERRITORIO
P.F. Trasporto Pubblico Locale, Logistica e Viabilità

 

Referente: Ing. Luciano Calvarese

Tel. 071.806.3575

email: luciano.calvarese@regione.marche.it

 

Referente: Geom. Maurizio Mazzarini

Tel. 071.806.3575

email: maurizio.mazzarini@regione.marche.it

 

Dirigente: Dott.sa Letizia Casonato

Segreteria

Tel. 071.806.3828 - 3962

Fax. 071.806.3103

email: funzione.trasportolocale@regione.marche.it

pec: regione.marche.tpl@emarche.it

 

SEGNALAZIONI e RECLAMI

email: segnalazioni.tpl@regione.marche.it

Infrastrutture stradali

Contenuti in fase di aggiornamento

In breve

 

Autorizzazioni per lo svolgimento di competizioni sportive su strada

Le competizioni sportive su strada (ciclistiche, atletiche, podistiche, motoristiche, ecc.) devono svolgersi in condizioni di sicurezza per la salvaguardia dei partecipanti, della circolazione, della cittadinanza e delle infrastrutture interessate dalla manifestazione; le autorizzazioni sono rilasciate dalla Regione Marche quando sono interessate territorialmente due o più province.


Cosa fa la Regione

 

La Regione Marche rilascia le autorizzazioni per le competizioni sportive su strada (ciclistiche, atletiche, podistiche, motoristiche, ecc.) quando il percorso di gara interessa strade che ricadono su territori di due o più province.

Normativa generale di riferimento

-     D.Lgs. n. 285 del 30.04.1992 (Art. 6 ed Art. 9)

-     D.L. n. 121 del 20.06.2002 (convertito con modificazioni con Legge n. 168 del 01.08.2002)

-     D.Lgs. n. 9 del 15.01.2002 (Art. 2)

-     L.R. n. 23 del 06.11.2002 (Art. 11)

-    Circ. Min. Int. n. 300/A1/43384/116/1 del 17.06.2003 (Disposizioni per le competizioni ciclistiche su strada)

-     D.Lgs. n. 209 del 07.09.2005 (Art. 124) - Codice delle assicurazioni private

Termini del procedimento

Ai sensi dell’art 2 comma 2 della legge 241/90 il termine del procedimento è di 30 giorni.

Manifestazioni NON SOGGETTE ad autorizzazione

Le manifestazioni non competitive che non hanno carattere agonistico intese come quelle che non comportano lo svolgersi di una gara tra due o più concorrenti o squadre impegnate a superarsi vicendevolmente ed in cui non è prevista alcuna classifica nonché le manifestazioni di regolarità amatoriale.


Presentazione delle domande

 

La richiesta di autorizzazione deve necessariamente pervenire alla Regione Marche, almeno trenta giorni dalla data prevista per la gara, preferibilmente a mezzo pec, al seguente indirizzo:

 

REGIONE MARCHE

SERVIZIO  INFRASTRUTTURE, TRASPORTI  ED  ENERGIA

P.F.  Viabilità Regionale e Gestione del Trasporto

Via  Tiziano  n. 44

60125  ANCONA

pecregione.marche.tpl@emarche.it

fax:  071 806 3103

e-mail: competizioni@regione.marche.it

 

La domanda dovrà essere compilata seguendo lo schema predisposto e contenere tutte le informazioni ivi indicate.

 

La ricevuta rilasciata a seguito dell’invio a mezzo pec (o con altre modalità consentite) assolve all’obbligo di cui all’art. 18 bis della Legge 241/1990.

La tempestività della presentazione della richiesta risulterà di fondamentale importanza per la buona programmazione dell'evento sportivo, considerato che, seppur in casi eccezionali, potrà rendersi necessario, per motivi di ordine e sicurezza pubblica o di sicurezza della circolazione, uno spostamento di date o una modifica del percorso quali condizioni per lo svolgimento della manifestazione.

Al fine di velocizzare l’iter autorizzativo gli organizzatori possono verificare preventivamente i tratti di strada sui quali intendono svolgere la competizione al fine di accertare che non sussistano impedimenti di natura tecnica in ordine alla praticabilità o transitabilità delle stesse (presenza di cantieri di lavoro, precaria manutenzione del manto stradale, ecc.) procedendo quindi alla compilazione del Modulo Ricognizione.

Nel caso sia richiesta la chiusura totale al traffico in tutto o in parte di un tratto stradale, alla domanda va allegata la proposta di un percorso alternativo. Il percorso proposto (alternativo e/o della manifestazione) potrà essere variato a discrezione degli Enti interessati qualora questo risulti eccessivamente pregiudizievole alla normale circolazione.

Le variazioni dovute a ragioni organizzative saranno accolte, a discrezione dell’Ufficio, qualora siano debitamente motivate e necessarie per garantire la sicurezza della manifestazione o ridurre le limitazioni alla circolazione stradale.

 

La domanda va presentata in bollo da € 16,00 e ad essa deve essere allegata una marca da bollo di € 16,00 per il rilascio dell'autorizzazione.

 

Sono esentate dall’imposta di bollo le associazioni dichiarate O.N.L.U.S. ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 4/12/1997, n. 460, le Federazioni sportive e gli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI (art. 27-bis della Tabella B allegata al DPR 26/10/1972, n. 462).

 

Per le domande non in regola con la disciplina sul bollo l’ufficio ne trasmette copia al competente ufficio dell’Agenzia delle Entrate per la regolarizzazione (artt. 19 e 31 del DPR 642/72) che deve avvenire prima del rilascio dell’autorizzazione.

 

Casi di esclusione:

·      le richieste pervenute oltre i termini previsti.

·      le richieste carenti degli elementi fondamentali per la competizione. Dette richieste possono comunque essere integrate purché i documenti integrativi pervengano nei termini dei trenta giorni dalla data della competizione.


Modulistica

 

ultimo aggiornamento 30/03/2017 17:20