News

mercoledì 13 aprile 2016  05:32 

Il 3-4 febbraio 2016, Regione Marche ha ospitato il kick off meeting del progetto Crowd4Roads in Ancona. 20 partecipanti in rappresentanza di sette partner provenienti da quattro paesi diversi si sono riuniti per la prima volta a definire una visione condivisa per il progetto nei prossimi tre anni. Il progetto è coordinato dalla Università di Urbino e co-finanziato dal programma di ricerca ed innovazione europeo Horizon 2020, sotto il grant agreement No 687959.

 

Partners del progetto C4Rs


Crowd4Roads è l'acronimo di Crowd Sensing and Ride Sharing for Road Sustainability (rilevamento della qualità del manto stradale e condivisione dei viaggi per la sostenibilità delle reti di viabilità su gomma). L'obiettivo è quello di coinvolgere gli utenti finali, gli automobilisti ad esempio ed i passeggeri, nel rendere il trasporto stradale più sostenibile sfruttando due iniziative emergenti che si sono già dimostrate efficaci: BlaBlaCar, una piattaforma per la condivisione dei viaggi che contribuisce ad aumentare il tasso di occupazione delle auto, e SmartRoadSense, un sistema che sfrutta gli smartphone per raccogliere dati precisi sulle condizioni delle strade.

BlaBlaCar (http://blablacar.com) è una piattaforma che mette in contatto automobilisti con posti liberi a bordo e passeggeri in cerca di un passaggio che viaggiano verso la stessa destinazione (il cosiddetto “ride sharing”). I passeggeri che prendono un passaggio lasciano al conducente il contributo concordato per le spese di viaggio. BlaBlaCar è la più grande community al mondo per i viaggi in auto condivisi, con più 25.000.000 membri in 22 Paesi.
 
SmartRoadSense (http://smartroadsense.it) è un innovativo sistema di crowd sensing, che sfrutta gli accelerometri dei moderni dispositivi mobili, montati sulle auto, per rilevare e classificare le irregolarità del manto stradale. Le irregolarità stimate sono poi raccolte da un server, aggregate, riportate in una mappa e rese disponibili online in modalità aperta come open data. SmartRoadSense è stato sviluppato dall’Università di Urbino e dall’associazione culturale NeuNet negli ultimi tre anni ed è stato rilasciato in Italia il 21 febbraio 2015. Il primo mese di attività le irregolarità del manto stradale sono state automaticamente monitorate in circa 10,000 Km di strade,  ovvero in più dell’1% della rete di strade italiana.

Si prevede che la combinazione dei progetti BlaBlaCar e SmartRoadSense nella piattaforma Crowd4Roads inneschi un effetto rete che faccia ottenere ad entrambi maggior tasso di utilizzo, popolarità e velocità di diffusione. La soluzione adotterà anche un design evoluto per migliorare l'esperienza degli utenti e Regione Marche ospiterà la soluzione nel suo cloud data center per fornire scalabilità anche per scenari di implementazione più ampi.
In generale, l’obiettivo di queste iniziative è quello di fornire un beneficio diretto sia nell'introdurre modelli di utilizzo delle autovetture più sostenibili ed ecologici e sia nella sensibilizzazione degli utenti finali sulle condizioni delle strade in cui transitano; inoltre altri utenti potranno sfruttare l'intelligenza collettiva inglobata nella fornitura dei dati aperti (open data) sulle condizioni delle strade, in grado di supportare una migliore informazione ai fini della pianificazione della manutenzione stradale.
 
Dr. Alessandro Bogliolo, il cordinatore del progetto Crowd4Roads ha detto: 
“La rete stradale è il principale fattore di sviluppo socio-economico per un Paese, ma la gestione è impegnativa e sottoindente questioni di sostenibilità rilevanti. Crowd4Roads incoraggia gli automobilisti ed i passeggeri favorendone comportamenti più ecologici e fornendo loro semplici strumenti per monitorare le condizioni delle strade in cui viaggiano.”
 

Il Consorzio:

 

Contatto: Dr. Alessandro Bogliolo
Email: info@c4rs.eu
Telefono: +39 0722 304410
Sito web ufficiale del progetto 
 
Documenti allegati:
Scarica il PDF dell'articolo
Scarica il PDF dell'articolo in Inglese